Concorso per 3 istruttori direttivo-tecnici (abruzzo) REGIONE ABRUZZO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 3
Fonte: DIR N. 6 del 03-02-2011
Sintesi: REGIONE ABRUZZO Concorso (Scad. 14 febbraio 2011) Concorso pubblico per l'acquisizione di disponibilità per l'assunzione, con contratto di diritto privato a tempo determinato, di complessive n. 3 unità di personale tecnico specializzato ...
Ente: REGIONE ABRUZZO
Regione: ABRUZZO
Provincia: L'AQUILA
Comune: L'AQUILA
Data di pubblicazione 03-02-2011
Data Scadenza bando 14-02-2011
Condividi

REGIONE ABRUZZO

Concorso (Scad. 14 febbraio 2011)

Concorso pubblico per l'acquisizione di disponibilità per l'assunzione, con contratto di diritto privato a tempo determinato, di complessive n. 3 unità di personale tecnico specializzato (funzionario ingegnere) appartenente all'area III posizione economica F1.


Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni ed integrazioni, recante: "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi";
Visto il decreto del Presidente delle Repubblica 28 dicembre 2000 n. 445 recante: "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa";
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni ed integrazioni, recente: "Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche";
Visto il decreto legislative 30 giugno 2003, n. 196 recante: "Codice in materia di protezione di dati personali";
Visto il decreto interministeriale in data 9 luglio 2009 del Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca e del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione con il quale è stata disposta l‘equiparazione dei diplomi di laurea (DL) secondo il vecchio ordinamento alle nuove classi delle lauree specialistiche (LS) e magistrali (LM) ai fini della partecipazione ai concorsi pubblici;
Visto il C.C.N.L. del comparto Ministeri vigente;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 Aprile 2009 recante la "Dichiarazione dello stato di emergenza in ordine agli eccezionali eventi che hanno interessato la provincia di L'Aquila ed altri Comuni della Regione Abruzzo il giorno 6 aprile 2009";
Visto il decreto-legge n. 39 del 28 aprile 2009 convertito con modificazioni dalla legge 24 giugno 2009, n. 77 recante: "interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite degli eventi sismici nella regione Abruzzo nel mese di aprile 2009 e ulteriori interventi urgenti di protezione civile";
Vista l'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri 18 giugno 2010 n. 3883 con la quale all'art. 3 si autorizza il Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche per il Lazio, l'Abruzzo e la Sardegna - Soggetto Attuatore ai sensi dell'art. 4, comma 2, del decreto-legge 28 aprile 2009, n. 39, convertito con modificazioni, dalla legge 24 giugno 2009, n. 77 - ad individuare attraverso selezione pubblica, in deroga agli art. 35 e 36 del decreto legislativo n. 165 del 30 marzo 2001 ed all'art. 11 C.C.N.L. del comparto Ministero 2006-2009, numero tre unità di personale tecnico specializzato appartenente all'area C (area terza ai sensi del C.C.N.L. comparto Ministeri 2006/2009) e a stipulare con essi contratti di diritto privato di durata limitata allo stato d'emergenza;
Vista l'ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri n. 3917 del 30 dicembre 2010 con la quale vengono prorogati "fino al 30 giugno 2011 i rapporti di lavoro posti in essere ai sensi dell'art. 3 dell'OPCM n. 3883 del 18 giugno 2010 nei limiti dell'importo di € 114.945,00";
Considerato che alla spesa prevista di cui sopra si fa fronte con le risorse di cui all'articolo 14, comma 5 del decreto-legge 28 aprile 2009 n. 39, convertito con modificazioni dalla legge 24 giugno 2009, n. 77;
Ritenuto, pertanto, di procedere, all'emanazione di un avviso di selezione per individuare complessivamente n. 3 unità di personale tecnico specializzato (funzionario ingegnere) appartenente all'area III posizione economica F1 presso il Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche per il Lazio, l'Abruzzo e la Sardegna - Soggetto Attuatore - sede coordinata di L'Aquila;
Ritenuta la necessità ed urgenza di procedere alla assunzione delle suddette unità di personale attraverso l'indizione di apposita selezione - con procedura adeguata a garantire, nel rispetto della normativa vigente, il reperimento delle risorse umane secondo i principi generali posti a base delle assunzioni nella pubblica amministrazione, assicurando, nel contempo, la più ampia partecipazione di candidati qualificati a svolgere le funzioni richieste;
Ritenuto altresì di pubblicizzare la selezione di detto personale mediante avviso sul Bollettino ufficiale della Regione Abruzzo (B.U.R.A.), nonché darne notizia su un quotidiano nazionale avente maggiore tiratura e su un quotidiano avente diffusione locale nella Regione sopracitata, nonché sui siti istituzionali del Ministero Infrastrutture e Trasporti e della Regione Abruzzo;
decreta

Art . 1
Posti disponibili
1.   È indetta una procedura per l'acquisizione di disponibilità per l'assunzione, con contratto di diritto privato a tempo determinato, di complessive n. 3 unità di personale tecnico specializzato (funzionario ingegnere) appartenente all'area III posizione economica F1;
2.   La costituzione dei relativi rapporti dì lavoro a tempo determinato, la cui durata è annuale e comunque non oltre lo stato di emergenza, ha luogo mediante la stipula di contratti di diritto privato individuali di lavoro;
3.   La sede di servizio è L'Aquila.

Art. 2
Requisiti
1.   Alla selezione possono essere ammessi, a domanda, i candidati in possesso, alla data di scadenza del termine previsto per la presentazione della relativa istanza di partecipazione, dei seguenti requisiti:
a)   diploma di laurea in ingegneria o architettura conseguito secondo l'ordinamento preesistente al decreto ministeriale 3 novembre 1999 n. 509, oppure laurea specialistica (LS attualmente laurea magistrale LM) secondo il nuovo ordinamento introdotto dal citato decreto ministeriale n. 509/1999 con votazione non inferiore a 100/110.
I diplomi di laurea richiesti, ai sensi del decreto interministeriale 9 luglio 2009, pubblicato sulla G.U. del 7 ottobre 2009 n. 233, sono i seguenti:
-    Architettura - 4/S Architettura e ingegneria edile;
-    Ingegneria civile - 28/S Ingegneria civile - LM 23 Ingegneria civile - LM 24 Ingegneria dei sistemi edilizi - LM 26 Ingegneria della sicurezza;
-    Ingegneria edile - 28/S Ingegneria civile - LM 23 Ingegneria civile - LM 24 Ingegneria dei sistemi edilizi - LM 26 Ingegneria della sicurezza;
-    Ingegneria edile - Architettura - 4/S Architettura e ingegneria edile - LM 4 Architettura e ingegneria edile - architettura;
Per il titolo di studio richiesto conseguito all'estero, lo stesso deve essere rilasciato con votazione finale non inferiore a 100/110 (o valutazioni analoghe secondo i diversi ordinamenti) e aver ottenuto, entro la data di scadenza del termine utile per la presentazione della relativa istanza di partecipazione, la necessaria equipollenza ai diplomi italiani come sopra specificato: a tal fine nella dichiarazione devono essere indicati, a pena di esclusione, gli estremi del provvedimento di riconoscimento dell'equipollenza al corrispondente titolo di studio italiano in base alla normative vigente;
b)  Abilitazione professionale;
c)   Iscrizione all'Albo professionale;
d)  Abilitazione per coordinatore per la sicurezza nei cantieri temporanei o mobili ai sensi del Dlgvo in data 9.4.2008 n. 81;
e)   cittadinanza italiana, ovvero cittadinanza di uno degli Stati membri dell'Unione europea;
f)   godimento dei diritti civili e politici;
g)   idoneità fisica all'impiego, con facoltà del Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche per il Lazio, l'Abruzzo e la Sardegna di sottoporre a visita di controllo i vincitori della selezione;
h)   essere in regola nei confronti degli obblighi militari;
i)    avere buona conoscenza della lingua inglese;
2.   Ai sensi della normativa vigente i cittadini di uno degli Stati membri dell'Unione europea devono possedere, inoltre, i seguenti requisiti:
a)   godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza;
b)  essere in possesso della cittadinanza dello Stato di appartenenza e di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini italiani;
c)   avere adeguata conoscenza della lingua italiana.
3.   Non possono essere ammessi alla selezione coloro che:
a)   siano esclusi dall'elettorato politico attivo;
b)  siano stati destituiti o dispensati dall‘impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
c)   siano stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale ai sensi dell'art. 127, comma 1, lettera d), del testo unico approvato con decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, per averlo conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;
d)  siano stati interdetti dai pubblici uffici in base a sentenza passata in giudicato;
e)   abbiano riportato la pena accessoria dell'estinzione del rapporto di lavoro o di impiego ai sensi dell'art. 32 quinquies del codice penale;
f)   siano stati licenziati, ai sensi dell'art.13 del CCNL comparto "Ministeri" sottoscritto il 12 giugno 2003, o delle corrispondenti disposizioni dei contratti collettivi nazionali di lavoro relativi al personale di altri comparti;
g)   siano incompatibili, ai sensi della normativa vigente, con lo status di dipendente pubblico;
4.   L'ammissione al colloquio avviene con la più ampia riserva di successivo accertamento del possesso dei requisiti prescritti. In difetto dei requisiti prescritti non si tiene conto della relativa dichiarazione. I requisiti prescritti dal presente articolo devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda e devono sussistere anche alla data della stipulazione del relativo contratto individuale di lavoro.

Art. 3.
Presentazione domanda di partecipazione - Termini, contenuti e modalità
1.   La domanda di partecipazione, redatta in carta semplice secondo il modello esemplificativo allegato, sottoscritta in originale, deve essere inviata a mezzo raccomandata postale con avviso di ricevimento, con esclusione di qualsiasi altro mezzo, al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche Lazio - Abruzzo - Sardegna, sede coordinata di L'Aquila - presso la Scuola Allievi Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di Finanza - località Colle Santo Padre - 67100 Coppito (L'Aquila), entro 30 giorni dalla data di pubblicazione sul B.U.R.A.
Sul plico di spedizione dovrà, inoltre, essere scritto chiaramente: "Partecipazione per assunzione a tempo determinato di personale tecnico laureato";
2.   La data di spedizione della domanda è comprovata dal timbro a data apposto dall'ufficio postale accettante, senza alcuna responsabilità del Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche per il Lazio, l'Abruzzo e la Sardegna per la mancata ricezione della domanda di partecipazione e/o per la mancata restituzione dell'avviso di ricevimento dovuta a disguidi postali non imputabili a colpa del Provveditorato stesso;
3.   Alla domanda di partecipazione il candidato deve allegare, ai sensi della normativa vigente, fotocopia di un documento di identità in corso di validità;
4.   Nella domanda il candidato. sotto la propria responsabilità, dovrà dichiarare:
a)   il proprio cognome e nome;
b)  il luogo e la data di nascita;
c)   il codice fiscale;
d)  l'attuale residenza, con l'indicazione della via, del numero civico, della città, della provincia, del codice di avviamento postale ;
e)   il domicilio o recapito, con l'indicazione della via, del numero civico, della città, della provincia, del codice di avviamento postale e recapito telefonico, presso il quale il candidato desidera ricevere le eventuali comunicazioni relative alla selezione. A tal fine il candidato e' tenuto a comunicare tempestivamente ogni variazione del domicilio o del recapito all'ufficio presso il quale e‘ stata inoltrata la istanza di partecipazione - dichiarazione;
f)   di essere in possesso della cittadinanza italiana ovvero, per i soggetti appartenenti agli Stati membri dell'Unione europea, di essere in possesso della cittadinanza dello Stato di appartenenza;
g)   il godimento dei diritti civili e politici;
h)   il Comune nelle cui liste elettorali e' iscritto, ovvero i motivi della mancata iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
i)    di non avere riportato condanne penali e di non avere procedimenti penali pendenti, ovvero le condanne penali riportate ed i procedimenti penali eventualmente pendenti;
j)   il possesso del titolo di studio richiesto dall'art. 2 del presente avviso, con l'esatta indicazione dell'anno accademico e dell'Istituto Universitario presso il quale è stato conseguito, entro e non oltre la scadenza del termine previsto per la presentazione della domanda di partecipazione, con relativa votazione;
k)  il possesso della abilitazione per l'esercizio della professione con l'indicazione dell'anno in cui è stata conseguita, entro e non oltre la scadenza del termine previsto per la presentazione della domanda di partecipazione;
l)    la iscrizione all'Albo professionale con l'indicazione dell'anno di iscrizione, entro e non oltre la scadenza del termine previsto per la presentazione della domanda di partecipazione;
m)  abilitazione per coordinatore per la sicurezza nei cantieri temporanei o mobili ai sensi del Dlgvo in data 9.4.2008 n. 81;
n)   la posizione rivestita nei riguardi degli obblighi militari;
o)  gli eventuali servizi prestati presso pubbliche amministrazioni;
p)  le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego, con esplicita dichiarazione: di non essere stato destituito o dispensato dall'impiego, presso una pubblica amministrazione, per persistente insufficiente rendimento; di non essere stato dichiarato decaduto o licenziato da un impiego statale al sensi dell'art. 127, comma 1, lettera d), del testo unico degli impiegati civili dello Stato approvato con decreto del Presidente della Repubblica I0 gennaio 1957, n. 3, per averlo conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile; di non essere stato interdetto dai pubblici uffici in base a sentenza passata in giudicato; di non avere riportato la pena accessoria dell'estinzione del rapporto di lavoro o di impiego ai sensi dell'art. 32 quinquies del codice penale; di non essere stato licenziato ai sensi dell‘art. 13 del CCNL comparto "Ministero" sottoscritto il 12 giugno 2003, o delle corrispondenti disposizioni dei contratti collettivi nazionali di lavoro relativi al personale di altri comparti; di non essere incompatibile, in base alla normativa vigente, con lo status di dipendente pubblico;
q)  l'idoneità fisica all'impiego per il quale concorre;
r)   la disponibilità ad accettare la sede di servizio in L'Aquila;
s)   di essere disponibile a sostenere il colloquio in lingua inglese;
t)   di aver preso visione di tutte le modalità e condizioni di ammissione alla selezione, contenute nel bando;
u)   di autorizzare il trattamento dei propri dati personali, ai sensi e per gli effetti del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.
5. Alla domanda è allegato il curriculum vitae;
6. Nella domanda di partecipazione i candidati dovranno indicare i titoli posseduti, alla data di pubblicazione del presente bando, secondo quanto indicato nel successivo art. 5. Tali titoli, qualora non espressamente dichiarati nella domanda, non saranno presi in considerazione.

      I titoli dovranno essere prodotti secondo una delle seguenti modalità:

  • In copia autentica ai sensi dell'art. 18 del DPR n. 445 del 2000;
  • in copia dichiarata conforme all'originale con dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà resa ai sensi dell'art. 19 del DPR citato;
  • mediante dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà ai sensi dell'art. 47, per comprovare tutti gli stati, le qualità personali ed i fatti non espressamente indicati nell'art. 46 del DPR citato;
  • mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione in sostituzione delle certificazioni previste dall'art. 46 del DPR citato.

      Le dichiarazioni dovranno essere redatte in modo analitico e contenere con precisione tutti gli elementi che ne consentano la valutazione, pena la non considerazione delle medesime.
L'aspirante deve fornire tutte le indicazioni utili a consentire all'Amministrazione di esperire il controllo della veridicità delle dichiarazioni rese.
 Alle dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà dovrà essere allegata la fotocopia di un documento di riconoscimento del dichiarante.
7.   I candidati portatori di handicap devono specificare l'eventuale ausilio necessario in relazione al proprio handicap, nonché l'eventuale necessità di tempi aggiuntivi per l'espletamento della prova orale, da documentarsi entrambi a mezzo di idoneo certificato rilasciato dalla struttura sanitaria pubblica competente per territorio, ai sensi dell'art. 4 e 20 della legge n. 104/1992.
8.   Qualora le dichiarazioni rese rlsultino non veritiere, il dichiarante è escluso dalla procedura di selezione; si procede, inoltre, alla denuncia penale ai sensi degli artt. 496 e 640 del Codice Penale e dell'art. 76 del Testo Unico in materia di documentazione amministrativa, approvato con D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.
9.   Il Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche per il Lazio, l'Abruzzo e la Sardegna non è responsabile in caso di smarrimento delle proprie comunicazioni dipendenti da inesatte od incomplete dichiarazioni da parte del candidato , circa il proprio recapito oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento del recapito rispetto a quello indicato nella dichiarazione, nonché in caso di eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
10. Il Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche per il Lazio, l'Abruzzo e la Sardegna si riserva la facoltà di disporre l‘esclusione dei candidati, in qualsiasi momento della procedura, con appositi provvedimenti motivati.
11. Le dichiarazioni rese hanno valore di autocertificazione; nel caso di falsità in atti e dichiarazioni mendaci si procede per l'applicazione, tra l`altro, delle sanzioni penali previste dalla normativa vigente.
12. Non si tiene conto delle dichiarazioni prive di firma autografa, in originale, né delle domande prive delle indicazioni sul possesso dei requisiti indicati al precedente articolo 2 nonché di quelle che non contengano tutte le indicazioni previste nel presente bando.
13. Questo Provveditorato avendo contemporaneamente bandito numero due procedure concorsuali, una per laureati e una per diplomati, è ammessa domanda da parte del candidato, in possesso dei requisiti richiesti, per una sola selezione, pena la esclusione.

Art. 4
Commissione
1.   La Commissione è nominata dal Sig. Provveditore Interregionale alle Opere Pubbliche per il Lazio, Abruzzo e Sardegna, con successivo provvedimento e composta nel rispetto delle vigenti disposizioni in materia.

Art. 5
Valutazione dei titoli e colloquio
1.   Al fine di corrispondere alle preminenti esigenze di servizio finalizzate a garantire il rapido reclutamento delle risorse umane nel rispetto della vigente normativa, qualora il numero delle domande sia superiore a n. 100, il Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche per il Lazio, l'Abruzzo e la Sardegna può procedere ad individuare, in numero non superiore a 100, i candidati che verranno ammessi a partecipare al colloquio valutando i seguenti titoli, da presentarsi secondo le modalità indicate al precedente articolo 3:
a)   Diploma di laurea in ingegneria o architettura di cui all'art. 2, comma 1) lettera a) del presente avviso con punteggio da 101/110 a 105/110: punti 1;
b)  Diploma di laurea in ingegneria o architettura di cui all'art. 2, comma 1) lettera a) del presente avviso con punteggio da 106/110 a 110lode/110: punti 2;
c)   ulteriore laurea (laurea conseguita secondo l'ordinamento preesistente al decreto ministeriale 3.11.1999 n. 509 oppure laurea specialistica (LS, attualmente magistrale LM) secondo il nuovo ordinamento introdotto dal citato decreto ministeriale n. 509/1999 con votazione non inferiore a 100/110, rispetto a quella prevista per partecipare alla selezione: punti 1;
d)  possesso di esperienze lavorative nel settore pubblico (come progettista, direttore dei lavori, coordinatore per la sicurezza ecc.), con utilizzazione del titolo di studio necessario alla partecipazione alla presente selezione: fino a punti 2;
e)   possesso di esperienze lavorative nel settore pubblico (come progettista, direttore dei lavori, coordinatore per la sicurezza ecc.) svolta in situazioni di emergenza dichiarate ai sensi della normativa vigente con utilizzazione del titolo di studio necessario alla partecipazione alla presente selezione: fino a punti 2;
2.   La data, la sede e l'orario della prova d'esame, che verterà unicamente nella prova orale (colloquio), sono comunicati ai candidati mediante telegramma. Tale comunicazione ha valore di notifica. Per essere ammesso a sostenere il colloquio, ciascun candidato deve presentarsi munito di un documento di riconoscimento in corso di validità.
3.   Il colloquio è diretto a valutare la preparazione e capacità professionale, la conoscenza delle problematiche della pubblica amministrazione in genere e in particolare ad accertare l'attitudine dei concorrenti alla soluzione corretta sotto il profilo della legittimità, della convenienza, dell'efficacia ed economicità dell'azione amministrativa, di questioni connesse con l'attività istituzionale del Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche per il Lazio, l'Abruzzo e la Sardegna.
4.   Per i candidati non di madrelingua italiana il colloquio tende ad accertare altresì l'adeguata conoscenza della lingua italiana.
5.   Il colloquio verte sulle seguenti materie, avendo anche riguardo a quelle attinenti al profilo curriculare del candidato:
a)   Sismica, idraulica e geotecnica;
b)  Pianificazione territoriale ed urbanistica;
c)   Norme tecniche sulle costruzioni;
d)  Valutazione tecnico-economica degli interventi;
e)   Progettazione urbana;
f)   Valutazione di piani, programmi e progetti in materia di trasformazioni territoriali alle diverse scale di intervento;
g)   Sicurezza del lavoro;
h)   Organizzazione e relative problematiche della Pubblica Amministrazione in genere e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in particolare;
i)    Colloquio in lingua inglese.
Nel corso della medesima prova orale, inoltre, é accertata la conoscenza a livello avanzato dell'utilizzo del personal computer e dei software applicativi più diffusi.
La prova si intenderà superata dai candidati che abbiano conseguito un punteggio non inferiore a 21/30;
A parità di punteggio si procederà tenendo conto delle seguenti preferenze:
a)   Diploma di laurea in ingegneria o architettura di cui all'art. 2, comma 1) lettera a) del presente avviso con punteggio da 101/110 a 105/110: punti 1;
b)   Diploma di laurea in ingegneria o architettura di cui all'art. 2, comma 1) lettera a) del presente avviso con punteggio da 106/110 a 110lode/110: punti 2;
c)   Abilitazione per coordinatore per la sicurezza nei cantieri temporanei o mobili ai sensi del Dlgvo in data 9.4.2008 n. 81: punti 1.
In caso di ulteriore parità di punteggio, scaturita dalla verifica delle preferenze di cui alle lettere a), b) c) sopradescritte, la scelta ricadrà sul candidato più giovane di età.

Art 6.
Formazione della graduatoria di merito della selezione
1.   La Commissione formula la graduatoria di merito secondo l'ordine decrescente risultante dal voto riportato nel colloquio.
2.   A parità dì merito è data al candidato precedenza e preferenza secondo i criteri indicati al precedente art. 5.
3.   Sotto condizione di accertamento del possesso dei requisiti prescritti per l'ammissione, sono dichiarati vincitori, fino a concorrenza dei posti messi a selezione, i candidati utilmente collocati nella relativa graduatoria generale di merito.
4.   La graduatoria generale di merito è approvata con provvedimento del Sig. Provveditore Interregionale alle Opere Pubbliche per il Lazio, L'Abruzzo e la Sardegna e pubblicata sul B.U.R.A. e data notizia sui siti ufficiali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e della Regione Abruzzo;
5.   La graduatoria può essere utilizzata per l'eventuale reclutamento di ulteriore personale che si renderà necessario, compatibilmente con la spesa autorizzata.
6.   Dalla data di pubblicazione sul B.U.R.A. della graduatoria definitiva, decorrono i termini per eventuali impugnative.

Art. 7.
Presentazione dei documenti di rito
1.   Ai candidati dichiarati vincitori è data relativa comunicazione mediante la quale gli stessi saranno invitati a presentare o far pervenire a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, entro il termine di giorni trenta a decorrere dalla data di ricezione della comunicazione, la documentazione prescritta dalla normativa vigente e prevista nella comunicazione medesima.
2.   Il Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche per il Lazio, l'Abruzzo e la Sardegna procede ad effettuare idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese.
3.   Fermo restando quanto previsto dall'art. 76 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, qualora dai predetti controlli emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni, i dichiaranti, tra l'altro, decadono dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base di dichiarazione non veritiera.
4.   Il mancato possesso dei prescritti requisiti di cui all'art. 2 comporta l'esclusione dalla nomina.

Art. 8.
Stipula dei contratti individuali
1.   Il Sig. Provveditore Interregionale alle Opere Pubbliche per il Lazio, l'Abruzzo e la Sardegna procede alla stipula, con i vincitori della selezione, di un contratto individuale di lavoro di diritto privato a tempo determinato, di durata annuale, limitato allo stato di emergenza e compatibilmente con le risorse finanziarie assegnate per i fini in questione;
2.   Ai vincitori della selezione compete il trattamento economico spettante ai dipendenti dell'area III posizione economica F1 del CCNL del personale del comparto Ministeri.
3.   Il predetto trattamento economico decorre dalla data di effettiva assunzione dell'incarico presso il Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche per il Lazio, l'Abruzzo e la Sardegna - sede coordinata di L'Aquila.
4.   Il vincitore della selezione che, senza giustificato motivo, non assuma l'incarico entro il termine stabilito nel contratto individuale di lavoro, decade dall'incarico stesso.

Art. 9.

Trattamento dati personali
1.   Ai sensi del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. l96, i dati forniti dei candidati sono raccolti presso il Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche per il Lazio, l'Abruzzo e la Sardegna, ai soli fini della gestione delle procedura selettiva e dell'instaurazione del rapporto di lavoro.
2.   L'interessato gode dei diritti di cui all'art. 7 del citato decreto legislativo.
Il presente bando è pubblicato sul bollettino ufficiale della Regione Abruzzo (B.U.R.A.) e data notizia su un quotidiano nazionale e su un quotidiano avente diffusione locale nella Regione Abruzzo nonché sui siti ufficiali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e della Regione Abruzzo.
Si comunica, infine, che sui sopramenzionati siti sono pubblicati anche i fac simili di domanda di partecipazione

L'Aquila, 14.01.2011

il provveditore INTERREGIONALE

Dott. Ing. Donato Carlea