Concorso per 10 dottori di ricerca (lombardia) UNIVERSITA' DELL'INSUBRIA IN VARESE

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti 10
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 95 del 30-11-2010
Sintesi: UNIVERSITA' DELL'INSUBRIA CONCORSO   (scad.  17 dicembre 2010) Bando di concorso per l'ammissione a corsi di dottorato di ricerca (posti residui) - XXVI ciclo, per l'anno accademico 2010/2011. ...
Ente: UNIVERSITA' DELL'INSUBRIA IN VARESE
Regione: LOMBARDIA
Provincia: VARESE
Comune: VARESE
Data di pubblicazione 30-11-2010
Data Scadenza bando 17-12-2010
Condividi

UNIVERSITA' DELL'INSUBRIA


CONCORSO   (scad.  17 dicembre 2010)

Bando di concorso per l'ammissione a corsi di  dottorato  di  ricerca
  (posti residui) - XXVI ciclo, per l'anno accademico 2010/2011. 

  
                             IL RETTORE

    Vista la legge 13 agosto 1984, n. 476, norme in materia di  borse
di studio e di dottorato di ricerca nelle universita';
    Vista la legge 30 novembre 1989, n.  398,  norme  in  materia  di
borse di studio universitarie; - Visto l'art. 4 della legge 3  luglio
1998, n. 210;
    Visto il decreto ministeriale 11 settembre  1998  «Determinazione
dell'importo e dei criteri per l'incremento delle borse concesse  per
la frequenza dei corsi di dottorato di ricerca»;
    Visto il decreto ministeriale 30 aprile 1999 n. 224, «Regolamento
in materia di dottorato di ricerca»;
    Visto il decreto 3 novembre 1999,  n.  509  «Regolamento  recante
norme concernenti l'autonomia didattica degli atenei»;
    Visto il decreto del Presidente  del  Consiglio  dei  Ministri  9
aprile 2001, «Uniformita'  di  trattamento  sul  diritto  agli  studi
universitari ai sensi dell'art. 4 della  legge  2  dicembre  1991  n.
390»;
    Visto lo Statuto dell'Ateneo emanato  con  decreto  rettorale  n.
3577 del 11 marzo 2002 e successive modifiche e integrazioni;
    Visto il decreto ministeriale n. 270 del 22 ottobre 2004;
    Visto il decreto ministeriale 18 giugno  2008  con  il  quale  e'
decretato l'aumento dell'importo annuo della borsa per  la  frequenza
ai corsi di dottorato di ricerca;
    Viste le delibere del Senato Accademico del 15 luglio 2008 e  del
Consiglio di Amministrazione del 17 luglio 2008 con le quali, secondo
le rispettive competenze, e' stato approvato  il  nuovo  «Regolamento
dei corsi del dottorato di ricerca»;
    Visto il Regolamento didattico  di  Ateneo  emanato  con  decreto
rettorale n. 15863 dell'8 aprile 2010;
    Visto il Regolamento di  Ateneo  per  gli  studenti  emanato  con
decreto rettorale Rep. n. 16110/2010 del 17 giugno 2010;
    Viste le proposte di istituzione ed attivazione di  dottorati  di
ricerca per il XXVI ciclo;
    Visto il parere sulle proposte di  attivazione  di  dottorati  di
ricerca - XXVI ciclo - espresso dal Nucleo di valutazione;
    Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del  6  maggio
2010, con cui e' stato determinato l'ammontare dei contributi per  la
frequenza e l'accesso ai corsi di dottorato di ricerca XXVI ciclo;
    Viste le delibere del Senato Accademico del 14 luglio 2010 e  del
Consiglio di Amministrazione del 15 luglio 2010 con le quali, secondo
le  rispettive  competenze,  sono  state  approvate  le  proposte  di
istituzione dei dottorati di ricerca per il XXVI ciclo e  sono  stati
determinati il numero di posti da mettere a concorso e il  numero  di
borse  di  studio  finanziate  con  fondi  a  carico   del   bilancio
universitario 2009;
    Visto il Bando di Concorso di ammissione ai Dottorati di  ricerca
XXVI ciclo emanato con decreto rettorale n. 16240 Prot. N.  10742  in
data 26 luglio 2010 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.  68  del
27 agosto 2010, 4ª serie speciale «Concorsi ed Esami»;
    Visto i decreti rettorali con cui sono stati approvati  gli  atti
dei concorsi di  ammissione  ai  dottorati  di  ricerca,  nonche'  le
rispettive graduatorie;

                              Decreta:


                               Art. 1


                             Istituzione



    Le prove d'esame si terranno secondo  il  calendario  che  verra'
pubblicato sul sito internet www.uninsubria.it , - dopo  la  laurea  -
dottorato di ricerca - bando di concorso,  che  costituisce  notifica
agli interessati. I candidati  sono  tenuti  a  verificare  eventuali
modifiche  delle  date,,   luoghi   o   orari   sul   sito   internet
www.uninsubria.it, o direttamente presso l'ufficio post  lauream.  La
pubblicazione sostituisce a tutti gli effetti qualsiasi comunicazione
personale.

       
     

                               Art. 2 
 
 
                       Requisiti di ammissione 
 
 
    Possono accedere ai corsi di  Dottorato  di  Ricerca  di  cui  al
precedente articolo, senza limitazioni di eta' e cittadinanza, coloro
che siano in possesso di diploma di laurea specialistica,  magistrale
o laurea conseguita secondo l'ordinamento previgente il  DM  509/1999
conseguita in Italia o di titolo accademico  equipollente  conseguito
presso Universita' straniere. 
    I  predetti  titoli  devono  essere  coerenti  con  il  corso  di
Dottorato di Ricerca prescelto. La  valutazione  dell'equipollenza  e
della coerenza dei titoli di studio e' di competenza del Collegio dei
Docenti di ciascun Dottorato di Ricerca. 
    E'  consentita  l'ammissione  sotto  condizione  al  concorso  ai
laureandi purche' conseguano il titolo entro la data  di  svolgimento
della prova concorsuale. In tal caso la  partecipazione  al  concorso
verra' disposta con riserva e il candidato dovra' presentare, a  pena
di esclusione, il relativo certificato e/o dichiarazione  sostitutiva
di certificazione, ai sensi dell'art. 3 del DPR  n.  445/2000,  prima
dell'iscrizione al corso di dottorato. 
    I candidati in possesso di titolo accademico  straniero  che  non
sia gia' stato dichiarato equipollente ai titoli di  studio  italiani
idonei per l'ammissione al dottorato di  ricerca  dovranno,  solo  ai
fini e per gli effetti dell'ammissione al  dottorato  di  ricerca  al
quale intendono concorrere, fare espressa richiesta  di  equipollenza
nella domanda di partecipazione al concorso.  Alla  domanda  dovranno
essere allegati i seguenti documenti: 
      titolo di studio e certificato dal quale si desuma il piano  di
studio adottato tradotto e legalizzato dalla Rappresentanza  italiana
(Ambasciata o Consolato) nel Paese ove si e' conseguito il titolo; 
      dichiarazione di valore in loco  a  cura  della  Rappresentanza
italiana (Ambasciata o Consolato) del paese ove si e'  conseguito  il
titolo. 

        
      
                               Art. 3 
 
 
                        Domande di ammissione 
 
 
    La domanda di ammissione ai Dottorati di  Ricerca  dovra'  essere
presentata ed entro e non oltre le ore 12.00  del  17  dicembre  2010
secondo le seguenti modalita': 
Cittadini Italiani 
    1. Preiscrizione al concorso 
    I cittadini' italiani dovranno inoltrare la domanda di ammissione
al corso esclusivamente tramite l'utilizzo dei terminali self service
- dislocati in Viale Masia n. 27 a Como e in Via Ravasi n. 2 a Varese
- o collegandosi  al  sito  web  www.uninsubria.it  da  un  qualsiasi
personal computer, previo  versamento  della  somma  di  € 50,00,  da
effettuarsi presso gli sportelli di Banca Intesa Sanpaolo utilizzando
il modulo di pagamento disponibile presso l'Ufficio  Post  Lauream  o
scaricabile dal sito web dell'Universita' degli  Studi  dell'Insubria
(www.uninsubria.it), dopo la laurea - dottorati di ricerca  -  moduli
di pagamento (contributo test di ammissione) oppure tramite  bonifico
bancario: IBAN: IT92 K 03069 10807 100000300001  -  Banca  Intesa  S.
Paolo - Filiale 8135 Varese 02. Per gli studenti che vogliano  pagare
con bonifico internazionale: BIC/SWIFT: BCITITMM435. 
    Si ricorda di specificare il corso degli studi per cui si espleta
la prova di ammissione. Si ricorda che tale versamento dovra'  essere
effettuato per ogni domanda presentata. 
    In nessun caso verra' restituita la tassa  di  partecipazione  al
concorso. 
    Per  accedere  al  sistema  di  ammissione  telematica  (test  di
ammissione) occorre scegliere dal  sito  www.uninsubria.it   dopo  la
laurea - dottorati di ricerca - Servizi Web - Segreteria Studenti. 
    Chi e' gia' in possesso di userlD e  password  puo'  accedere  ai
servizi web effettuando il «Login» scegliendo «test di ammissione»  e
seguendo le istruzioni. 
    Chi non e' in  possesso  delle  credenziali  per  l'accesso  deve
effettuare la registrazione tramite la voce «Registrazione; procedere
al «login» scegliere «test di ammissione» e seguire le istruzioni. 
    I candidati, seguendo le istruzioni della procedura  informatica,
dovranno indicare: dati anagrafici, residenza, domicilio  e  recapito
telefonico,  data  pagamento   bollettino,   dottorato   di   ricerca
prescelto, dati di laurea. 
    Si ricorda che l'inserimento di dati  non  veritieri  o  inseriti
erroneamente (e non corretti entro i termini  indicati),  comportera'
l'esclusione dalle prove concorsuali e/o dalla graduatoria finale. 
    Al termine delle operazioni il terminale  rilascia  una  ricevuta
attestante l'awenuta iscrizione al  concorso.  Tale  ricevuta  dovra'
essere stampata, anche se si utilizza un personal computer, e  dovra'
essere  consegnata,  unitamente  alla  ricevuta  del  versamento   di
€ 50,00, presso l'Ufficio  Protocollo  dell'Universita'  degli  Studi
dell'Insubria (sede: via Ravasi 2, 21100 Varese - orari  di  apertura
al pubblico: lun, mar, gio, ven. dalle ore 9.00 alle ore 12.00,  mer.
dalle ore 14.00 alle ore 16.00) per il perfezionamento della domanda. 
    2. Perfezionamento della domanda 
    I candidati sono tenuti a perfezionare la domanda, ed entro e non
oltre le ore 12.00 del 17 dicembre 2010, presso l'Ufficio  Protocollo
(sede: via Ravasi 2, 21100 Varese - orari di  apertura  al  pubblico:
lun, mar, gio, ven. dalle ore 9.00 alle ore  12.00,  mer.  dalle  ore
14.00 alle ore 16.00) presentando di persona o mediante terzi purche'
muniti di delega e documento d'identita' dell'interessato i  seguenti
documenti: 
      1. Ricevuta della preiscrizione, debitamente  sottoscritta  con
firma autografa; 
      2. Attestazione del versamento di € 50,00. 
      3. Elenco  numerato  dei  titoli  consegnati  presso  i  luoghi
indicati per ogni dottorato. 
    Se impossibilitati a perfezionare  la  domanda  presso  l'Ufficio
Protocollo, i candidati possono procedere  al  perfezionamento  della
stessa, tramite Raccomandata con ricevuta di ritorno, spedita,  entro
il giorno 17 dicembre 2010, al seguente indirizzo: 
      Universita' degli Studi dell'Insubria, Via Ravasi,  2  -  21100
Varese. 
      Oggetto: Domanda di partecipazione  al  concorso  dottorato  di
ricerca in «..». 
      Fa fede il timbro a data dell'ufficio postale accettante. 
    I candidati che perfezionano la domanda tramite  raccomandata  AR
dovranno presentarsi  il  giorno  della  prova  con  la  ricevuta  di
preiscrizione al concorso, elenco dei titoli  consegnati,  copia  del
versamento di 50,00 € e la cartolina di  ricevuta  di  ritorno  della
spedizione, se gia' in loro possesso,  pena  ammissione  con  riserva
alla prova. 
    3. Presentazione dei titoli 
    Gli eventuali titoli (certificato o autocertificazione di  laurea
con elenco  e  votazione  degli  esami  sostenuti;  tesi  di  laurea,
certificazioni di attivita' elettive, pubblicazioni) dovranno  essere
consegnati  ed  entro  e  non  oltre  il  giorno  17  dicembre  2010,
direttamente presso i luoghi indicati per ogni Dottorato  di  ricerca
all'art. 1. 
    I titoli potranno essere  consegnati  anche  via  posta,  tramite
Raccomandata con ricevuta di ritorno, spedita,  entro  il  giorno  17
dicembre 2010,  agli  indirizzi  indicati  all'articolo  1  per  ogni
dottorato; specificando  come  oggetto:  «Invio  titoli  concorso  di
ammissione al dottorato di ricerca in ». 
    I candidati, unitamente ai titoli, devono  consegnare  un  elenco
numerato dei titoli stessi e copia della Ricevuta della preiscrizione
al concorso, debitamente sottoscritta con firma autografa. 
    Qualora i titoli non possano essere consegnati  in  originale,  i
candidati dovranno produrre una dichiarazione  sostitutiva  dell'atto
di notorieta' attestante la conformita' all'originale (art. 19 D.P.R.
445/2000). Eventuali altri titoli non saranno oggetto di  valutazione
da parte della  Commissione  Giudicatrice.  I  titoli  presentati  in
originale o in fotocopia autenticata saranno restituiti, a  richiesta
dell'interessato, trascorsi  120  giorni  dalla  pubblicazione  delle
graduatorie. I candidati provvederanno, a loro cura  e  spese,  entro
sei mesi dall'espletamento del concorso, al  recupero  dei  titoli  e
delle eventuali pubblicazioni inviate all'Universita';  scaduto  tale
termine l'Amministrazione non rispondera' della  conservazione  degli
stessi. 
    Il mancato perfezionamento della domanda secondo la modalita'  di
cui sopra determina l'inammissibilita'  alla  prova  concorsuale.  Il
solo inserimento della domanda di ammissione per via telematica o  la
sola spedizione dei titoli non verranno considerati  validi  ai  fini
dell'ammissione al concorso. 
    Le domande incomplete saranno respinte.  Non  verranno  accettate
domande pervenute oltre i termini stabiliti. 
Cittadini stranieri o  italiani  in  possesso  di  titolo  di  studio
straniero 
    La domanda di ammissione al  concorso  dovra'  essere  presentata
all'Ufficio Protocollo  dell'Universita'  degli  Studi  dell'Insubria
(sede: via Ravasi 2, 21100 Varese - orari di  apertura  al  pubblico:
lun, mar, gio, ven. dalle ore 9.00 alle ore  12.00,  mer.  dalle  ore
14.00 alle ore 16.00) entro e non oltre le ore 12.00 del 17  dicembre
2010, corredata dai seguenti documenti: 
      1. Domanda  di  Ammissione  al  concorso  da  ritirarsi  presso
l'Ufficio Post Lauream, Via Ravasi 2, Varese (orari  di  apertura  al
pubblico: lun, mar, gio, ven, dalle ore 9.00  alle  ore  12.00;  mer.
dalle  ore  14.00  alle   ore   16.00)   o   scaricabile   dal   sito
www.uninsubria.it; 
      2. Attestazione del versamento di € 50,00 da effettuarsi presso
gli sportelli di  Banca Intesa San Paolo  utilizzando  il  modulo  di
pagamento disponibile presso l'Ufficio Post Lauream o scaricabile dal
sito    web    dell'Universita'     degli     Studi     dell'Insubria
(www.uninsubria.it), dopo la laurea - dottorati di ricerca  -  moduli
di pagamento (contributo test di ammissione) oppure tramite  bonifico
bancario: IBAN: IT92 K 03069 10807 100000300001  -  Banca  Intesa  S.
Paolo - Filiale 8135 Varese 02 Per gli studenti che  vogliano  pagare
con bonifico internazionale: BIC/SWIFT:  BCMTMM435.  Tale  versamento
dovra' essere effettuato per ogni domanda presentata.  In  ogni  caso
non verra' restituito il contributo spese per la prova di ammissione; 
    3. Titolo di studio tradotto e legalizzato  dalla  Rappresentanza
italiana (Ambasciata o Consolato) del paese ove si e'  conseguito  il
titolo; 
    4.  Dichiarazione  di  Valore  in   loco   da   richiedere   alla
Rappresentanza italiana (Ambasciata o Consolato) del paese ove si  e'
conseguito il titolo; 
    5.  Richiesta,  in  carta  libera,  di  equipollenza  del  titolo
accademico straniero, qualora il titolo non sia gia' stato dichiarato
equipollente   ad   un   titolo   italiano,   unicamente   ai    fini
dell'ammissione al dottorato di ricerca. 
    Per le domande inoltrate tramite servizio postale fara'  fede  il
timbro a data dell'ufficio postale accettante. 
    Gli eventuali titoli (certificato o autocertificazione di  laurea
con elenco  e  votazione  degli  esami  sostenuti,  tesi  di  laurea,
certificazioni di attivita' elettive, pubblicazioni) dovranno  essere
consegnati entro e non oltre il giorno 17 dicembre 2010, direttamente
presso i luoghi indicati per ogni Dottorato di ricerca. 
    Le domande incomplete o carenti  della  documentazione  richiesta
verranno respinte.  I  termini  di  presentazione  delle  istanze  di
partecipazione al concorso sono perentori. L'importo di  € 50,00  non
sara' restituito in nessun caso, anche se erroneamente versato. 
    Portatori di Handicap 
    Al fine  di  poter  predisporre  gli  ausili  necessari,  nonche'
determinare gli eventuali tempi aggiuntivi necessari all'espletamento
della prova in relazione allo specifico handicap (ai sensi  dell'art.
20 della L. 104/92, integrata  e  modificata  dalla  L.  17/1999),  i
candidati diversamente abili devono far  pervenire  all'Ufficio  Post
Lauream, idoneo certificato della competente ASL, entro i termini  di
presentazione delle domande. 
    Si  segnala  che  presso  l'Ateneo  e'   presente   il   Servizio
integrazioni disabili, aperto al pubblico il lunedi' e martedi' dalle
ore 10,00 alle ore 12,00 presso la sede di Via Ravasi, 2 in Varese  e
il mercoledi' dalle ore 9,00 alle ore 15,00 presso  la  sede  di  Via
Sant'Abbondio,  9  in  Como.  In  entrambe  le  sedi  si  riceve   su
appuntamento. 
    Esito della prova 
    L'elenco degli ammessi verra' reso  noto  mediante  pubblicazione
ufficiale della graduatoria sul sito internet www.uninsubria.it, dopo
la laurea - dottorati di ricerca. 
    La  pubblicazione  sostituisce   a   tutti   gli   effetti   ogni
comunicazione personale. 
    Contro il  provvedimento  finale  puo'  essere  proposto  ricorso
giurisdizionale al TAR o ricorso straordinario al  Capo  dello  Stato
rispettivamente entro 60  o  120  giorni  dalla  pubblicazione  della
graduatoria pena l'inoppugnabilita' del predetto provvedimento. 
    Qualora  il  numero  dei  partecipanti  alla  presente  procedura
concorsuale ed il numero degli iscritti ad un corso di  dottorato,  a
seguito dell'espletamento del concorso e  della  completa  escussione
della graduatoria,  risultasse  inferiore  a  tre,  l'Universita'  si
riserva di non procedere all'espletamento del  concorso  e/o  di  non
attivare il corso. 
    Gli  ammessi  al  corso  dovranno  perfezionare  la  domanda   di
immatricolazione al primo anno, entro il termine perentorio  indicato
contestualmente  alla   pubblicazione   della   graduatoria,   presso
l'Ufficio Post Lauream, Via  Ravasi,  2  -  21100  Varese  (orari  di
sportello: lun.-mart.-giov.-ven. dalle  ore  9.30  alle  12.00;  mer.
dalle ore 14.00 alle 16.00). I  moduli  di  immatricolazione  saranno
disponibili sul sito Internet  www.uninsubria.it  dopo  la  laurea  -
dottorati di ricerca - moduli. 

        
      
                               Art. 4 
 
 
                            Prove d'esame 
 
 
    L'ammissione ai corsi di dottorato di ricerca e'  per  titoli  ed
esame. Il Collegio dei Docenti stabilisce i titoli  valutabili  e  la
commissione determina i criteri  per  la  valutazione  degli  stessi.
L'esame di ammissione consiste nella discussione  e  valutazione  dei
titoli del candidato e in  una  prova  orale  o  scritta,  intese  ad
accertare la preparazione, le capacita' e le attitudini del candidato
alla ricerca scientifica. Le prove di ammissione al dottorato possono
essere sostenute in lingua  inglese  se  il  candidato  ne  ha  fatta
espressa richiesta nella domanda  di  ammissione.  E  compresa  nella
prova orale o scritta una  verifica  della  conoscenza  della  lingua
inglese e delle altre lingue eventualmente indicate dal candidato. 
    Le prove d'esame si terranno secondo  il  calendario  che  verra'
pubblicato sul sito d'ateneo www.uninsubria.it 
    I candidati sono tenuti a verificare  eventuali  modifiche  delle
date, luoghi o orari sul sito  internet  www.uninsubria.it,  dopo  la
laurea - dottorati di ricerca o direttamente  presso  l'ufficio  Post
Lauream. La pubblicazione sostituisce a tutti gli  effetti  qualsiasi
comunicazione personale. 
    I candidati dovranno presentarsi alle prove di  ammissione,  pena
esclusione, muniti di un valido documento di riconoscimento. 
    Possono essere ammessi  ai  corsi  di  dottorato  di  ricerca  in
soprannumero, senza fruizione della borsa di studio,  i  titolari  di
assegni per la collaborazione  ad  attivita'  di  ricerca,  ai  sensi
dell'art. 51, comma 6, della legge 27 dicembre 1997 n.  449,  nonche'
candidati non comunitari non soggiornanti in Italia, a condizione che
siano risultati idonei al concorso di  ammissione  al  dottorato.  Il
Collegio dei docenti determina il numero di  posti  in  soprannumero,
comunque in misura non superiore a quello dei posti attivati. 

        
      
                               Art. 5 
 
 
                      Commissione giudicatrice 
 
 
    La  Commissione  incaricata  delle  valutazioni  comparative  dei
candidati e' nominata con Decreto Rettorale ed  e'  composta  da  tre
membri scelti tra professori e ricercatori universitari di ruolo (dei
quali almeno due professori  di  prima  o  di  seconda  fascia),  cui
possono essere aggiunti, su proposta  del  Collegio  dei  Docenti  di
ciascun Dottorato, non piu' di due esperti, anche stranieri,  esterni
all'Universita', scelti nell'ambito  degli  enti  e  delle  strutture
pubbliche e private di ricerca di alta qualificazione. 
    Nel  caso  di  dottorati  istituiti  a  seguito  di  accordi   di
cooperazione interuniversitaria internazionale, la Commissione  e  le
modalita' di ammissione sono definite secondo quanto  previsto  negli
accordi stessi. 
    In relazione alle qualita' accertate, la Commissione  attribuisce
a ogni candidato fino ad un massimo 60 punti per ciascuna  delle  due
prove (valutazione dei titoli e prova orale o scritta).  In  caso  di
differente valutazione  da  parte  dei  Commissari,  ognuno  di  essi
attribuisce al candidato fino ad un massimo di punti 60/n dove  n  e'
il numero dei commissari. La prova orale o scritta e' pubblica  e  si
intende superata se il candidato ottiene un punteggio non inferiore a
40/60. Al termine delle prove  d'esame,  la  Commissione  compila  la
graduatoria generale di merito sulla base dei punteggi  ottenuti  dai
candidati nelle due prove. In caso di parita'  punteggio  prevale  il
candidato con la minore eta' anagrafica. 
    I risultati delle prove verranno resi noti mediante pubblicazione
ufficiale sul sito di Ateneo (www.uninsubria.it, - dopo la  laurea  -
dottorati di ricerca).  La  pubblicazione  sostituisce  a  tutti  gli
effetti qualsiasi comunicazione personale. 
    I candidati che, in base alla graduatoria finale, siano risultati
tra gli ammessi al corso, decadono  qualora  non  esprimano  la  loro
accettazione per iscritto, entro  la  data  indicata  in  calce  alla
graduatoria. In tal caso subentra il  candidato  che,  in  base  alla
graduatoria, risulta essere il primo degli idonei. 

        
      
                               Art. 6 
 
 
                      Immatricolazione ai corsi 
 
 
    I  candidati  saranno  ammessi  ai  corsi  secondo  l'ordine   di
graduatoria fino  alla  concorrenza  del  numero  di  posti  messi  a
concorso per ogni corso di dottorato. 
    I candidati ammessi dovranno presentarsi, entro la data  indicata
contestualmente alla pubblicazione della graduatoria, pena decadenza,
presso l'Ufficio Post Lauream, negli orari di apertura  al  pubblico,
con la seguente documentazione: 
    1.  Modulo  di  immatricolazione,   debitamente   compilato,   da
ritirarsi presso  l'Ufficio  Post  Lauream  o  disponibile  sul  sito
internet www.uninsubria.it, - dopo la laurea - dottorati di ricerca -
moduli. 
    2. Fotocopia di un documento di riconoscimento. 
    3. Fotocopia del codice fiscale. 
    4. Dati bancari per accreditamento borsa di studio (da compilarsi
a cura dei soli dottorandi borsisti  -  modulo  da  ritirarsi  presso
l'Ufficio   Post   Lauream   o   disponibile   sul   sito    internet
www.uninsubria.it), dopo la laurea - dottorati di ricerca - moduli. 
    5. Modulo per assicurazione (modulo da ritirarsi presso l'Ufficio
Post Lauream o disponibile sul sito internet wwvv.uninsubria.it). 
    6. Attestazione (da  parte  dei  dottorandi  non  assegnatari  di
borsa) del versamento di € 400,00 (comprensivo della tassa  regionale
per  il  diritto  allo  studio  di  €  100,00  e   dell'assicurazione
infortuni)  secondo  quanto  stabilito  dal  «Regolamento   tasse   e
contributi a.a.  2010/2011.  Causale:«tassa  di  immatricolazione  al
dottorato di ricerca» - da effettuarsi presso gli sportelli di  Banca
Intesa Sanpaolo utilizzando il modulo di pagamento disponibile presso
l'Ufficio Post Lauream o scaricabile dal  sito  web  dell'Universita'
degli Studi  dell'Insubria  (www.uninsubria.it),  dopo  la  laurea  -
dottorati di ricerca - moduli di pagamento. 
    I dottorandi assegnatari di borse di studio  sono  esonerati  dal
contributo per l'accesso e  la  frequenza  al  corso  e  dalla  tassa
regionale per il diritto allo studio. 
    I candidati utilmente collocati in graduatoria, che non dovessero
iscriversi   entro   il   termine   fissato,   saranno    considerati
rinunciatari. Gli Uffici  competenti  provvederanno  ad  escutere  la
graduatoria, dando formale comunicazione agli  interessati  (mediante
lettera raccomandata  con  ricevuta  di  ritorno  o  telegramma).  Il
candidato, che risulti in posizione  utile  in  piu'  graduatorie  di
merito, e'  tenuto  ad  esercitare  opzione  per  un  solo  corso  di
dottorato. 

        
      
                               Art. 7 
 
 
                          Incompatibilita' 
 
 
    L'iscrizione a corsi di Dottorato di Ricerca e' incompatibile con
la contemporanea iscrizione ad altri corsi di dottorato, a  corsi  di
laurea, di diploma, di laurea specialistica, di laurea magistrale,  a
scuole  di   specializzazione,   a   corsi   di   aggiornamento   e/o
perfezionamento ed a master. 
    Non e' consentita l'iscrizione contemporanea a piu' di  un  corso
di studio nello stesso anno accademico (art. 2,  comma  secondo,  del
Regolamento d'Ateneo per gli studenti). 
    L'iscrizione a corsi di Dottorato di ricerca con borsa di  studio
e' incompatibile  con  la  fruizione  di  altre  borse  di  studio  a
qualsiasi titolo conferite, tranne che con le borse di studio per  il
perfezionamento all'estero a  condizione  che  il  periodo  formativo
persegua temi scientifici che rientrino nel curriculum stabilito  dal
Collegio dei docenti che a tal fine deve esprimersi. 
    Chi abbia gia' usufruito di una borsa di studio per un  corso  di
dottorato non puo' fruirne una seconda volta. 

        
      
                               Art. 8 
 
 
                         Frequenza ai corsi 
 
 
    Il dottorando e' tenuto a seguire con  regolarita'  le  attivita'
previste per il suo curriculum formativo  e  a  dedicarsi  con  pieno
impegno ai programmi di studio e allo svolgimento delle attivita'  di
ricerca assegnate dal Collegio dei docenti. Il Collegio  dei  Docenti
disciplina, le modalita' di frequenza al dottorato di ricerca. 
    Ai sensi del comma 8 dell'articolo 4 della legge n. 210/1998,  ai
dottorandi di ricerca puo' essere affidata, con il loro consenso, una
limitata attivita' didattica sussidiaria o integrativa che  non  deve
in ogni caso compromettere  la  loro  attivita'  di  formazione  alla
ricerca. Tale  attivita'  didattica  e'  da  intendersi  senza  oneri
aggiuntivi per il bilancio dello Stato e non da' luogo a  diritti  in
ordine all'accesso ai ruoli dell'Universita'. 
    Il titolo di dottore di ricerca si consegue alla conclusione  del
ciclo di dottorato, all'atto del superamento dell'esame finale che e'
subordinato alla presentazione di una dissertazione scritta (tesi  di
dottorato) che dia conto  di  una  ricerca  originale,  condotta  con
sicurezza di metodo e dalla quale  emergano  risultati  di  rilevanza
scientifica adeguata. 

        
      
                               Art. 9 
 
 
                           Borse di studio 
 
 
    Ciascun dottorato e' dotato di borse di studio per  la  frequenza
ai corsi che sono conferite ai candidati  utilmente  collocati  nelle
relative graduatorie  e  fino  a  concorrenza  del  numero  di  borse
disponibili. 
    A parita' di  merito  prevale  la  valutazione  della  situazione
economica determinata ai sensi del DPCM 9 aprile  2001,  «Uniformita'
di trattamento sul diritto agli studi universitari ai sensi dell'art.
4 della Legge  2/12/1991  n.  390»  e  del  D.M.  18  giugno  2004  e
successive modifiche. 
    Il godimento di una borsa di studio per la frequenza al dottorato
di ricerca e' compatibile con altri redditi, anche percepiti in  modo
continuativo nell'anno solare in cui e' percepita la  borsa,  purche'
non venga superato  il  tetto  massimo  di € 22.000,00.  In  caso  di
superamento del limite di reddito, la borsa si intende  revocata  per
l'intero anno  in  questione.  Al  fine  della  verifica  del  limite
fissato, l'interessato e' tenuto a dichiarare annualmente il  reddito
percepito  e  a  segnalare   l'eventuale   superamento   del   limite
prescritto. 
    Per i periodi di  studio  all'estero  l'importo  della  borsa  e'
aumentato nella misura non inferiore del 50%. Il  periodo  di  studio
all'estero non puo' essere superiore ad un anno. 
    L'importo annuale  della  borsa  di  studio  e'  di  € 13.638,47,
assoggettabile  al  contributo  previdenziale  I.N.P.S.  a   gestione
separata di cui all'articolo 2, commi 26 e seguenti,  della  legge  8
agosto 1995, n. 335 e successive modificazioni ed integrazioni.  Alle
borse di studio per la frequenza dei corsi di dottorato si applicano,
in materia fiscale, le disposizioni di cui all'articolo 4 della legge
13 agosto 1984, n. 476. 
    Le borse di studio finanziate dal  Ministero  dell'Universita'  e
della Ricerca - Decreto Direttoriale «Progetto Giovani 2009»  del  10
marzo 2010 n. 54, con fondi previsti dal D.M. 23 ottobre 2003 n. 198,
dal D.M. 9 agosto 2004 n. 263 e dal  D.M.  3  novembre  2005  n.  492
«Fondo per il sostegno dei giovani e per favorire la mobilita'  degli
studenti» e le borse finanziate da  altri  enti  pubblici  o  privati
verranno assegnate ai candidati secondo l'ordine della graduatoria di
merito e sono vincolate ad una specifica area di  ricerca.  Pertanto,
qualora  il  primo  candidato  in  graduatoria  rinunci  a   svolgere
l'attivita'  di  ricerca   relativa   all'area   finanziata,   verra'
interpellato il candidato successivo sino a completa escussione della
graduatoria. 

        
      
                               Art. 10 
 
 
               Contributi per l'accesso e la frequenza 
 
 
    I dottorandi assegnatari di borse di studio  sono  esonerati  dal
contributo per l'accesso e  la  frequenza  al  corso  e  dalla  tassa
regionale per il diritto allo studio. 
    I dottorandi non assegnatari di borsa di studio  sono  tenuti  al
versamento di un contributo annuale di  € 400,00  (comprensivo  della
tassa regionale di € 100) secondo quanto stabilito  dal  «regolamento
tasse e contributi a.a. 2010/2011 disponibile presso  l'Ufficio  post
lauream o sul sito internet www.uninsubria.it. In merito ad eventuali
oneri assicurativi nel rispetto della vigente normativa  in  materia,
si rinvia a quanto dettagliato nei modelli di immatricolazione. 

        
      
                               Art. 11 
 
 
                   Trattamento dei dati personali 
 
 
    Ai sensi del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196  («Codice
in materia di protezione  dei  dati  personali»),  i  dati  personali
forniti dai candidati saranno raccolti presso l'Ufficio Post  Lauream
dell'Universita'  degli  Studi  dell'Insubria  e  trattati   per   le
finalita' di gestione del concorso e dell'eventuale  procedimento  di
gestione della carriera accademica dei vincitori. La comunicazione di
tali dati da parte  dei  candidati  e'  obbligatoria  ai  fini  della
valutazione dei requisiti di partecipazione,  pena  l'esclusione  dal
concorso. 
    I dati personali forniti dai candidati  saranno  comunicati  alle
strutture amministrative dell'Universita' degli  Studi  dell'Insubria
ed   agli    enti    direttamente    interessati    alla    posizione
giuridica-economica dei candidati risultati vincitori. 
    Si rinvia al modello informativo «Informativa sulla  privacy»  ai
sensi del D.Lgs 196/2003 disponibile presso l'Ufficio  Post  Lauream,
Via Ravasi, 2 - 21100 Varese. 

        
      
                               Art. 12 
 
 
                    Responsabile del procedimento 
 
 
    Ai sensi di quanto disposto dall'art. 5 della  Legge  241/1990  e
successive modifiche e integrazioni (legge 11 febbraio 2005 n.  15  e
legge 14 maggio 2005 n. 80), il Responsabile del procedimento di  cui
al presente bando, per quanto di  competenza,  e'  la  Dott.ssa  Sara
Coppes, responsabile dell'Ufficio Post Lauream. 

        
      
                               Art. 13 
 
 
                        Norme di riferimento 
 
 
    Per  quanto  non  disposto  specificamente  dal  presente  bando,
l'Universita' degli Studi dell'Insubria  si  attiene  alla  normativa
vigente in materia e al Regolamento di Ateneo sui corsi di  dottorato
di ricerca. 
    Per informazioni attinenti alle procedure concorsuali  contattare
il numero 0332/219061/62 - fax 0332/219059. 
      Varese, 16 novembre 2010 
 
                                                  Il rettore: Dionigi 
    N.B. Disposta la pubblicazione  sulla  Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica Italiana,  4ª  Serie  Speciale  -  Concorsi,  con  Decreto
Rettorale n. 16730 prot 17112 del 16 novembre 2010. 

  Per visualizzare il bando completo clicca qui.