UNIVERSITA' ''MAGNA GRAECIA'' DI CATANZARO Concorso per l'ammissione ai corsi di dottorato di ricerca - anno accademico 2010/2011.

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichļæ½ ļæ½ scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti 65
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 84 del 22-10-2010
Sintesi: UNIVERSITA' DI CATANZARO «MAGNA GRĘCIA» CONCORSO   (scad.  22 novembre 2010) Concorso per l'ammissione ai corsi di dottorato di ricerca - anno accademico 2010/2011. ...
Ente: UNIVERSITA' ''MAGNA GRAECIA'' DI CATANZARO
Regione: CALABRIA
Provincia: CATANZARO
Comune: CATANZARO
Data di pubblicazione 25-10-2010
Data Scadenza bando 22-11-2010
Condividi

UNIVERSITA' DI CATANZARO «MAGNA GRĘCIA»


CONCORSO   (scad.  22 novembre 2010)

Concorso per l'ammissione ai corsi di dottorato  di  ricerca  -  anno
  accademico 2010/2011. 

  
                             IL RETTORE

    Vista la legge 3 luglio 1998, n. 210 (Norme per  il  reclutamento
dei ricercatori  e  dei  professori  universitari  di  ruolo)  e,  in
particolare, l'art. 4;
    Vista la legge 30 novembre 1989, n.  398  (Norme  in  materia  di
borse di studio universitarie) e, in particolare, l'art.6;
    Visto  il  decreto  ministeriale  3   novembre   1999,   n.   509
(Regolamento recante norme concernenti  l'autonomia  didattica  degli
Atenei);
    Visto il decreto ministeriale 30 aprile 1999, n. 224 (Regolamento
recante norme in materia di dottorato di ricerca);
    Visto  il  decreto   ministeriale   18   giugno   2008   (Aumento
dell'importo annuale lordo delle borse di dottorato di ricerca);
    Visto  il  Regolamento  in  materia  di  dottorato   di   ricerca
dell'Universita' degli studi Magna Gręcia di Catanzaro,  emanato  con
decreto rettorale n. 12 del 9 gennaio 2003;
    Tenuto  conto  di  quanto  deliberato   dal   Senato   accademico
nell'adunanza del 22 febbraio 2007  relativamente  all'importo  delle
tasse per l'iscrizione ai corsi di dottorato di ricerca;
    Vista la ministeriale prot. n. 606 del 17 marzo  2010  avente  ad
oggetto «Assegnazione borse aggiuntive dottorato  di  ricerca  -  es.
fin. 2009» a valere sul «Fondo per il  sostegno  dei  giovani  e  per
favorire la mobilita' degli studenti»  di  cui  decreto  ministeriale
n.198/2003, art. 3 e successive modifiche;
    Tenuto  conto  di  quanto  deliberato  dal   Senato   accademico,
nell'adunanza del 30 marzo 2010 relativamente alla ripartizione delle
suddette borse di studio aggiuntive;
    Visto il Programma  Operativo  Regionale  (POR)  Calabria  -  FSE
2007/2013, approvato con decisione della  Commissione  Europea  n.  C
(2007) 6711 del 17 dicembre  2007  ed,  in  particolare,  l'obiettivo
operativo M.2 «Sostenere la realizzazione di percorsi individuali  di
alta formazione per giovani laureati e ricercatori  presso  organismi
di riconosciuto prestigio nazionale e internazionale» dell'Asse IV  -
Capitale umano;
    Visto il Piano Regionale per le Risorse Umane  -  Piano  d'Azione
2009/2010 della Regione Calabria ed in particolare  l'intervento  D.7
«Potenziamento e internazionalizzazione dei corsi di dottorato»;
    Visto il Regolamento (CE) n. 1081/2006 del 5 luglio 2006 relativo
al FSE e recante abrogazione del Regolamento (CE) n. 1784/1999;
    Visto il  Regolamento  (CE)  n.  1083/2006  dell'11  luglio  2006
recante disposizioni generali sul  fesr,  SUL  fse  E  SUL  Fondo  di
coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999;
    Visto il Regolamento (CE) n. 1828/2006 dell'8 dicembre  2006  che
stabilisce  modalita'  di  applicazione  del  Regolamento   (CE)   n.
1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul  FESR,  sul
FSE e sul Fondo di coesione e del Regolamento (CE) n.  1080/2006  del
Parlamento Europeo e del Consiglio relativo al FESR;
    Vista la convenzione sottoscritta in  data  1ŗ  aprile  2010  tra
l'Universita' degli Studi Magna Gręcia di Catanzaro e il Dipartimento
11   «Cultura,   Istruzione,   Universita',   Ricerca,    Innovazione
Tecnologica,  Alta  Formazione»  della  Regione  Calabria,  per   gli
interventi cofinanziati dal Fondo  Sociale  Europeo  nell'ambito  del
Programma  Operativo  Regionale   (POR)   Calabria   2007/2013,   per
l'assegnazione di diciannove borse di studio di dottorato di  ricerca
di  durata  triennale   di   cui   almeno   12   mesi   da   svolgere
obbligatoriamente all'estero;
    Viste le Linee Guida  emanate  dalla  Regione  Calabria  riferite
all'obiettivo  operativo  M.2  dell'Asse  IV  -  Capitale   umano   -
Intervento D.7 «Potenziamento e internazionalizzazione dei  corsi  di
dottorato»;
    Visto l'allegato 2 alle sopra citate Linee  Guida  nel  quale  e'
previsto che per l'Ateneo Magna Gręcia di  Catanzaro  n.18  borse  di
studio ricadano negli ambiti/settori dei Poli  di  Innovazione  della
Regione Calabria e n. 1 in altri ambiti disciplinari;
    Considerato che  presso  l'Ateneo  di  Catanzaro  annualmente  e'
attivato il corso di dottorato di ricerca in  Scienze  farmaceutiche,
oltre   ai   corsi   di   dottorato   approvati   nel   «Piano    per
l'internazionalizzazione delle borse di dottorato», allegato 2  delle
citate linee guida;
    Considerato altresi', che  il  suddetto  corso  di  dottorato  e'
comunque  incluso  nell'allegato  1  «Descrizione  e  classificazione
dell'offerta attuale dei  corsi  di  dottorato»  delle  linee  guida,
relativamente alla parte di competenza dell'Universita' Magna  Gręcia
di  Catanzaro,  ambito   prioritario   «Salute   dell'uomo-   Filiere
agroalimentari di qualita'»;
    Visto che per tale corso sono state previste,  segnatamente,  due
borse con fondi FSE, che concorrono a formare il  numero  complessivo
ammesso di diciotto borse FSE negli ambiti prioritari,  nel  rispetto
del requisito minimo contemplato dalle linee guida per  il  quale  le
borse FSE da assegnare devono ricadere almeno per l'80% negli  ambiti
prioritari individuati dal POR Calabria 2007/2013;
    Vista la delibera assunta dal Senato accademico nell'adunanza del
29 luglio 2010, con la quale e' stata approvata la  programmazione  e
l'istituzione,  per  l'anno  accademico  2010/2011,  dei   corsi   di
dottorato di ricerca con  sede  amministrativa  presso  l'Universita'
degli studi Magna Gręcia di Catanzaro, la ripartizione delle borse di
studio ed e' stato altresi' deliberato,  fra  l'altro,  che  l'Ateneo
assicuri con propri fondi, oltre a ventuno borse di studio, la quarta
annualita'  delle  borse  di   studio   triennali,   provenienti   da
finanziamenti regionali o ministeriali, assegnate a corsi  di  durata
quadriennale;
    Acquisito il parere favorevole del Nucleo di Valutazione  Interno
espresso in data 22 settembre 2010;
    Visto il decreto rettorale n. 869 del 7 ottobre 2010 con il quale
e' stata ampliato il numero  dei  posti  senza  borsa  del  corso  di
dottorato di ricerca  in  Teoria  del  Diritto  ed  Ordine  giuridico
europeo;
    Accertato che  la  copertura  finanziaria  sara'  assicurata  sul
pertinente capitolo bilancio esercizio finanziario 2011;
    Visto  il  decreto  legislativo  196/03  -  Codice   in   materia
protezione dei dati personali;
    Visto  il  decreto  legislativo  445/2000  -  testo  unico  delle
disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione
amministrativa;

                              Decreta:


                               Art. 1


                             Istituzione


    Nell'anno   accademico   2010/2011   sono    istituiti,    presso
l'Universita' degli Studi Magna  Gręcia  di  Catanzaro,  i  corsi  di
dottorato di ricerca di seguito indicati:
      Biotecnologie cliniche e sperimentali in urologia;
      Biotecnologie mediche;
      Economia e management in sanita';
      Ingegneria biomedica e informatica;
      Metodologie  di  ricerca  avanzata  nelle  scienze  chirurgiche
applicate all'oncologia;
      Oncologia molecolare, immunologia sperimentale  e  sviluppo  di
terapie innovative;
      Scienze endocrino - metaboliche e della nutrizione;
      Scienze farmaceutiche;
      Scienze neurologiche e riabilitative;
      Teoria del diritto e ordine giuridico europeo;
      Tossicologia ambientale, cellulare e molecolare;
    Valutazione delle modificazioni morfologiche e  funzionali  della
macula in pazienti affetti da edema maculare diabetico in terapia con
anti-VEGF.

       
     

                               Art. 2 
 
 
                       Indizione del concorso 
 
 
    E' indetto, per l'anno accademico  2010/2011,  pubblico  concorso
per l'ammissione ai corsi di dottorato di ricerca di cui  all'art.  1
del presente bando. 
    Per  ciascun  corso  di  dottorato  nell'allegato  A   -   Schede
Analitiche dei Corsi di dottorato di ricerca  a.a.  2010/2011,  parte
integrante del presente bando, sono indicati gli obiettivi, i settori
scientifico-disciplinari, il  nominativo  del  docente  coordinatore,
l'eventuale ambito/settore dei Poli di  innovazione,  la  durata,  le
lauree specialistiche/magistrali richieste per l'ammissione, i  posti
e le borse di studio messi a concorso, le  modalita'  di  svolgimento
delle prove, eventuali criteri per  la  valutazione  dei  titoli,  il
calendario delle prove, la lingua straniera richiesta. 
    Fermo restando i termini della  data  di  scadenza  previsti  dal
successivo art. 4, il numero delle  borse  di  studio  potra'  essere
aumentato a seguito  di  appositi  finanziamenti  che  si  rendessero
disponibili entro il termine di scadenza del presente bando. 
    Il bando e' cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo attraverso  il
POR  Calabria  FSE  2007/2013,  Asse  IV  Capitale  Umano,  Obiettivo
Operativo M2 «Sostenere la realizzazione di percorsi  individuali  di
alta formazione per giovani laureati e ricercatori  presso  organismi
di riconosciuto  prestigio  nazionale  e  internazionale».  Le  borse
cofinanziate dal FSE rientrano nell'ambito del Piano Regionale per le
Risorse  Umane  -  Piano   d'Azione   2009-2010   -   Intervento   D7
«Potenziamento  e  internazionalizzazione  dei  corsi  di  dottorato»
attuato  dal  Dipartimento  11  «Cultura,  Istruzione,   Universita',
Ricerca, Innovazione  Tecnologica,  Alta  Formazione»  della  Regione
Calabria,  con  l'obiettivo  di  aumentare  e  istituzionalizzare  lo
svolgimento di periodi di formazione all'estero nell'ambito dei corsi
di dottorato offerti dalle Universita' della regione, con particolare
riferimento a quelli nelle aree di interesse dei Poli di  Innovazione
regionali: Trasporti, Logistica  e  Trasformazione;  Beni  Culturali;
Tecnologie  dell'Informazione  e  delle  Telecomunicazioni;   Filiere
Agroalimentari  di  Qualita';  Tecnologie  dei  Materiali   e   della
Produzione;  Tecnologie  della   salute;   Energie   Rinnovabili   ed
Efficienza Energetica; Tecnologie per la gestione  Sostenibile  delle
Risorse Ambientali; Risorse Acquatiche  e  Filiere  Alimentari  della
Pesca. 
    A tale scopo, conformemente alle  «Linee  Guida»,  le  borse  FSE
prevedono un periodo obbligatorio  di  studio  all'estero  di  durata
compresa fra 12 e 18 mesi. 
    Per le borse FSE, il periodo  di  attuazione  dell'intervento  si
deve concludere entro il 31 dicembre 2013 e  comunque  non  oltre  il
termine massimo previsto per l'ammissibilita'  delle  spese  del  POR
Calabria FSE 2007/2013. 

        
      
                               Art. 3 
 
 
                       Requisiti di ammissione 
 
 
    Possono presentare  domanda  di  partecipazione  ai  concorsi  di
ammissione ai corsi di dottorato di ricerca indicati nell'allegato  A
- Schede Analitiche dei Corsi di dottorato di ricerca a.a. 2010/2011,
senza limitazioni di eta' o cittadinanza, coloro  i  quali  siano  in
possesso di diploma di laurea magistrale appartenente  ad  una  delle
classi indicate nelle rispettive tabelle, ovvero di diploma di laurea
conseguito secondo l'ordinamento anteriore all'entrata in vigore  del
decreto ministeriale n. 509/1999 corrispondente ad una  delle  classi
indicate, o di analogo  titolo  di  studio  conseguito  all'estero  e
riconosciuto idoneo, anche nell'ambito di  accordi  interuniversitari
di cooperazione  e  mobilita'.  Non  possono  presentare  domanda  di
partecipazione coloro i quali siano in  possesso  della  sola  laurea
triennale. 
    Il riconoscimento dell'idoneita' dei titoli di studio  conseguiti
all'estero, qualora il titolo non sia  gia'  stato  riconosciuto,  e'
deliberata,  ai  soli  fini  dell'ammissione  al  corso,  dal  Senato
accademico, su proposta del Consiglio  di  facolta'  o  del  Comitato
tecnico, nel rispetto degli accordi internazionali vigenti. 
    In caso di titolo accademico conseguito all'estero, il  candidato
dovra' allegare alla domanda di partecipazione, pena l'esclusione dal
concorso, i documenti utili a consentirne il riconoscimento, tradotti
e legalizzati dalle competenti rappresentanze italiane del  Paese  di
provenienza, secondo le norme vigenti in materia per l'ammissione  di
studenti stranieri ai corsi di laurea delle Universita' italiane. 
    Per beneficiare delle borse finanziate dal FSE i candidati, oltre
ad essere in possesso dei requisiti di cui al comma 1, all'atto della
presentazione della domanda di partecipazione al concorso dovranno: 
      attestare di essere residenti in Calabria; 
      attestare  di  possedere,  lo  stato  di  disoccupazione  o  di
inoccupazione. Tale condizione, come definita dall'art.  4  comma  a)
del decreto legislativo n. 181 del  21  aprile  2000  modificato  con
decreto legislativo n. 297 del 19 dicembre  2002  in  relazione  alla
definizione della soglia annuale di reddito,  deve  essere  mantenuta
per tutta la durata della borsa, pena decadenza dal beneficio; 
      sottoscrivere una dichiarazione di impegno a recarsi presso  un
ente di ricerca estero per un periodo  di  almeno  12  mesi  pena  la
decadenza dalla fruizione della stessa borsa e rimborso delle risorse
gia' erogate. 
    I candidati che intendano beneficiare delle  borse  FSE  dovranno
specificarlo nella domanda di partecipazione: 
      attestando il possesso di tutti i requisiti compresi quelli  di
cui al precedente comma del presente articolo; 
      impegnandosi a rispettare le condizioni specifiche imposte  dal
FSE  e   dalle   Linee   Guida   dell'intervento   «Potenziamento   e
internazionalizzazione dei corsi di dottorato» del POR  Calabria  FSE
2007/2013, Asse IV Capitale umano, Obiettivo Operativo M2. 
    Tali dichiarazioni sono contenute nella domanda di iscrizione  al
concorso. 
    I candidati che non siano in possesso dei  requisiti  di  cui  ai
precedenti  commi   4   e   5   possono   concorrere   esclusivamente
all'attribuzione  di  borse  non  cofinanziate  dal  FSE  e  potranno
altresi' accedere ai posti senza borsa. 
    Ai fini dell'ammissione e' garantita parita' e pari  opportunita'
tra uomini e donne. 

        
      
                               Art. 4 
 
 
              Procedure di presentazione delle domande 
 
 
    Le domande di partecipazione al concorso, una per ogni  corso  di
dottorato per il quale si intende concorrere, devono essere redatte e
inviate in forma elettronica  collegandosi  alla  procedura  on  line
disponibile  dal  giorno  successivo   a   quello   della   data   di
pubblicazione del  presente  bando  nella  Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica  italiana  -  4Ŗ  serie   speciale,   all'indirizzo   web:
 http://www.unicz.it/portale/dottorati.asp   
    La data di scadenza  e'  fissata  perentoriamente  al  trentesimo
giorno successivo a quello della data di pubblicazione  del  presente
bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana -  4Ŗ  serie
speciale. 
    La procedura per la ricezione delle  candidature  on  line  sara'
automaticamente chiusa  alle  ore  12  del  giorno  di  scadenza  del
presente bando. 
    Il termine indicato  e'  perentorio  ed  e'  responsabilita'  del
candidato  verificare  la  corretta   conclusione   della   procedura
elettronica. 
    Dopo aver compilato la domanda on line il  candidato  dovra'  far
pervenire in  versione  cartacea  la  domanda  di  partecipazione  al
concorso  (stampata   dalla   procedura   di   compilazione   online)
debitamente firmata in calce, corredata da copia di un  documento  di
identita' in  corso  di  validita'  e  dell'eventuale  documentazione
richiesta nell'allegato A, secondo una delle seguenti modalita': 
      a) consegna a mano, in busta chiusa, entro e non oltre  le  ore
12 del  giorno  di  scadenza  del  presente  bando  presso  l'ufficio
protocollo dell'Universita' degli Studi Magna Gręcia di  Catanzaro  -
Campus Universitario - Edificio  Direzionale  -  viale  Europa  (Loc.
Germaneto) - 88100 Catanzaro. Sulla busta dovra' essere riportata  la
seguente dicitura «Domanda di partecipazione  concorso  dottorato  di
ricerca in .........................», indicando chiaramente il corso
di dottorato per il quale si intende concorrere e  l'indicazione  del
mittente. 
    L'orario di apertura al pubblico dell'ufficio  protocollo  e'  il
seguente: dal lunedi' al venerdi',  dalle  ore  9  alle  ore  12;  il
lunedi' e martedi' anche dalle ore 15 alle ore 16. 
      b) spedizione a mezzo di raccomandata  postale  con  avviso  di
ricevimento,  posta  celere  o  corriere  privato,   indirizzata   al
Magnifico  Rettore  dell'Universita'  degli  Studi  Magna  Gręcia  di
Catanzaro al seguente indirizzo: Universita' degli studi Magna Gręcia
di Catanzaro - ufficio protocollo - Campus universitario  -  Edificio
Direzionale - viale Europa (Loc. Germaneto) - 88100 Catanzaro.  Sulla
busta dovra'  essere  riportata  la  seguente  dicitura  «Domanda  di
partecipazione     concorso     dottorato     di      ricerca      in
.........................»,  indicando  chiaramente   il   corso   di
dottorato per il quale si  intende  concorrere  e  l'indicazione  del
mittente. 
    Per il rispetto del predetto  termine  fara'  fede  la  data  del
timbro dell'ufficio postale accettante la raccomandata  a/r  o  della
ricevuta rilasciata dal corriere. 
    Resta esclusa qualsiasi  diversa  forma  di  presentazione  delle
domande. 
    Non saranno prese in considerazione le domande  spedite  in  data
antecedente alla pubblicazione  del  presente  bando  nella  Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana o pervenute oltre il terzo giorno
lavorativo successivo alla data di scadenza. 
    Il   candidato   che,   pur   avendo   compilato    ed    inviato
elettronicamente la domanda, non provveda direttamente alla  consegna
o alla  spedizione  della  stessa,  debitamente  firmata,  nei  tempi
stabiliti, sara'  automaticamente  escluso  dalla  partecipazione  al
concorso. 
    Saranno esclusi dalla partecipazione al concorso i  candidati  le
cui domande risultino  prive  della  sottoscrizione  o  dell'allegato
documento di identita'. 
      l'amministrazione    universitaria    non     assume     alcuna
responsabilita'  per  il  caso  di   dispersione   di   comunicazioni
dipendente da inesatte indicazioni della residenza e del recapito  da
parte dell'aspirante, ovvero da mancata o tardiva  comunicazione  del
cambiamento degli  stessi,  ne'  per  eventuali  disguidi  postali  o
telegrafici non imputabili all'amministrazione stessa. 
    Nella domanda di partecipazione, il candidato  dovra'  dichiarare
con chiarezza e precisione, sotto la propria responsabilita': 
      1. le proprie generalita', la data ed il luogo di  nascita,  il
codice fiscale, la cittadinanza, la residenza e  il  recapito  eletto
agli effetti del concorso; 
      2. l'esatta denominazione del concorso cui intende partecipare; 
      3. il titolo di studio posseduto con la votazione ottenuta,  la
data e l'Universita' presso cui e' stato conseguito, ovvero il titolo
accademico conseguito presso una Universita' straniera; 
      4. di impegnarsi a  frequentare  a  tempo  pieno  il  corso  di
dottorato secondo le modalita' che saranno fissate dal  Collegio  dei
docenti; 
      5. le lingue straniere conosciute; 
      6. di impegnarsi a comunicare  tempestivamente  ogni  eventuale
cambiamento della propria residenza o del recapito eletto ai fini del
concorso; 
      7. di essere/di non essere titolare di assegno di ricerca; 
      8.  di   essere/di   non   essere   dipendente   di   Pubbliche
Amministrazioni; 
      9. di essere a conoscenza che i propri dati  personali  forniti
con la presente  domanda  saranno  trattati  per  le  sole  finalita'
connesse e strumentali allo svolgimento del concorso e  all'eventuale
gestione del rapporto con l'Universita',  nel  rispetto  del  decreto
legislativo n. 196/2003 e di prestare il proprio consenso al suddetto
trattamento; 
      10. di avere preso visione e di accettare tutte le clausole del
bando di concorso e, in particolare, di essere a  conoscenza  che  le
prove concorsuali si  svolgeranno  secondo  il  calendario  riportato
nell'allegato A - Schede Analitiche dei Corsi di dottorato di ricerca
a.a. 2010/2011, che costituisce convocazione ufficiale per  le  prove
stesse, senza ulteriore avviso; 
      11. di essere a conoscenza che le borse di studio  non  possono
essere  cumulate  con  altre  borse  di  studio  a  qualsiasi  titolo
conferite, tranne che con quelle concesse da istituzioni nazionali  o
straniere utili ad integrare, con soggiorni  all'estero,  l'attivita'
di formazione o di ricerca dei borsisti. 
    I candidati  portatori  di  handicap,  ai  sensi  della  legge  5
febbraio 1992, n. 104, dovranno fare esplicita richiesta in relazione
al  proprio  handicap,  riguardo  all'ausilio   necessario,   nonche'
all'eventuale necessita' di tempi aggiuntivi per poter  sostenere  le
prove di concorso. 
    I candidati che intendano beneficiare delle borse finanziate  dal
FSE dovranno specificarlo nella domanda di partecipazione e  dovranno
dichiarare di essere in possesso, oltre  che  dei  requisiti  di  cui
all'art. 3 comma 1, dei seguenti requisiti: 
      essere residenti in Calabria; 
      possedere, lo stato di disoccupazione o di inoccupazione.  Tale
condizione,  come  definita  dall'art.  4  comma   a)   del   decreto
legislativo  n.  181  del  21  aprile  2000  modificato  con  decreto
legislativo n. 297 del 19 dicembre 2002 in relazione alla definizione
della soglia annuale di reddito, deve essere mantenuta per  tutta  la
durata della borsa, pena decadenza dal beneficio. 
    I candidati che intendano beneficiare delle borse finanziate  dal
FSE dovranno sottoscrivere: 
      una dichiarazione di  impegno  a  recarsi  presso  un  ente  di
ricerca estero per un periodo di almeno 12  mesi  pena  la  decadenza
dalla fruizione della stessa borsa  e  rimborso  delle  risorse  gia'
erogate; 
      una  dichiarazione  di  impegno  a  rispettare  le   condizioni
specifiche imposte  dal  FSE  e  dalle  Linee  Guida  dell'intervento
«Potenziamento e internazionalizzazione dei corsi di  dottorato»  del
POR  Calabria  FSE  2007/2013,  Asse  IV  Capitale  umano,  Obiettivo
Operativo M2. 
    I requisiti di ammissione devono essere posseduti  alla  data  di
scadenza  del  termine  per  la  presentazione   delle   domande   di
partecipazione. 
    Tutti i  candidati  sono  ammessi  al  concorso  con  riserva  di
accertamento dei requisiti previsti dal bando, che  l'Universita'  e'
tenuta ad effettuare ai sensi dell'art. 43 del  decreto  ministeriale
n. 445/2000. Puo' essere disposta l'esclusione, in qualsiasi momento,
con provvedimento motivato. 
    Per la partecipazione al concorso per l'ammissione  ai  corsi  di
dottorato di ricerca per i quali  sia  prevista  la  valutazione  dei
titoli, i candidati dovranno allegare alla domanda  (sia  in  formato
elettronico che cartaceo) il curriculum vitae et studiorum, i  titoli
che riterranno  utili  ai  fini  della  valutazione  da  parte  della
commissione esaminatrice e l'elenco dei titoli prodotti. 
    I documenti e i titoli possono essere prodotti in originale o  in
copia dichiarata conforme all'originale sotto la responsabilita'  del
candidato. Trascorso il termine di 120 (centoventi) giorni dalla data
di pubblicazione della graduatoria  del  concorso  di  ammissione,  i
titoli presentati potranno essere ritirati,  a  cura  dei  candidati,
presso  l'Area  Affari  Generali,  al  seguente   indirizzo:   Campus
universitario,  Edificio  Direzionale  -  viale  Europa  -  Localita'
Germaneto, Catanzaro,  nei  seguenti  orari:  lunedi',  mercoledi'  e
venerdi' dalle ore 10,30 alle ore 11,30; martedi' dalle ore  15  alle
ore 16. I documenti e i titoli non ritirati entro i successivi trenta
giorni non saranno piu' disponibili. 

        
      
                               Art. 5 
 
 
                    Prove di ammissione ai corsi 
 
 
    Le prove di ammissione ai corsi  consistono,  di  norma,  in  una
prova scritta e in una prova orale, salvo che  non  sia  diversamente
indicato nell'allegato A - Schede Analitiche dei Corsi  di  dottorato
di ricerca a.a. 2010/2011, parte integrante del presente  bando.  Per
le modalita' di svolgimento dei concorsi di ammissione si rinvia alle
specifiche contenute per ciascun corso di dottorato nell'allegato A. 
    Le prove di  esame  sono  volte  ad  accertare  l'attitudine  del
candidato  alla  ricerca   scientifica,   verteranno   su   tematiche
identificate dal Coordinatore del corso  di  dottorato  elaborate  in
base alle linee di  ricerca  che  il  Collegio  dei  docenti  intende
potenziare nel corso del  ciclo  dottorale,  e  assicurano  un'idonea
valutazione comparativa dei candidati. 
    Le date per l'espletamento delle prove concorsuali,  fissate  per
ciascun corso di dottorato nell'allegato A del presente bando,  hanno
valore di notifica a tutti gli effetti. I  candidati  sono  tenuti  a
presentarsi, senza ulteriore preavviso, presso la sede, nel giorno  e
nell'ora indicata. 
    Eventuali variazioni del predetto calendario  saranno  rese  note
esclusivamente  mediante  pubblicazione  sul  sito  web  dell'Ateneo,
all'indirizzo http://www.unicz.it/portale/dottorati.asp  
    I candidati non riceveranno alcuna comunicazione  individuale  da
parte    dell'Amministrazione     universitaria,     ad     eccezione
dell'esclusione  dalla   selezione   che   verra'   notificata   agli
interessati mediante raccomandata a/r o altra forma equivalente. 
    Pertanto si intendono convocati per la prova scritta tutti coloro
che  abbiano  prodotto   in   tempo   utile   regolare   domanda   di
partecipazione e non abbiano ricevuto la  predetta  comunicazione  di
esclusione. 
    I candidati che non siano presenti alle operazioni di  appello  e
identificazione, nelle date e negli orari stabiliti, saranno  esclusi
dalla partecipazione alle prove. 
    Il punteggio riportato nella prova scritta sara' notificato dalla
commissione esaminatrice, subito dopo la correzione degli  elaborati,
mediante affissione dei risultati presso la medesima sede in  cui  la
prova verra' espletata e, inoltre,  all'albo  della  Facolta'  o  del
Dipartimento presso cui si e' svolta la prova. 
    L'affissione  dei  punteggi   riportati   nella   prova   scritta
costituisce, per coloro i quali abbiano ottenuto  una  votazione  non
inferiore a 40/60, convocazione per la prova orale,  senza  ulteriori
avvisi e/o comunicazioni. 
    La data della prova orale,  che  potra'  svolgersi  nello  stesso
giorno della prova scritta, sara' comunicata in  sede  concorsuale  a
cura della Commissione giudicatrice salvo  che  non  sia  stata  gia'
stabilita nel citato allegato A. Le prove orali dovranno in ogni modo
essere espletate entro e non oltre il 15 gennaio 2011. 
    La prova orale e' comprensiva  della  verifica  della  conoscenza
della lingua straniera.  Il  candidato  dovra'  dimostrare  la  buona
conoscenza di almeno una lingua straniera, a  scelta  fra  le  lingue
ufficiali  dell'Unione  europea,  salvo  che  non  sia   diversamente
specificato nell'allegato A al presente bando. 
    La prova orale e' pubblica e puo' essere sostenuta dai  candidati
di nazionalita' straniera anche per via telematica,  ai  sensi  della
normativa vigente. Si intende superata con il  conseguimento  di  una
votazione non inferiore a 40/60. 
    Alla fine di ogni seduta dedicata alla prova orale la Commissione
forma l'elenco dei candidati esaminati, con l'indicazione dei voti da
ciascuno riportati nella prova  stessa.  L'elenco,  sottoscritto  dal
Presidente  e  dal  Segretario  della  Commissione,  e'  affisso  nel
medesimo giorno presso la sede in cui la  prova  verra'  espletata  e
all'albo della Facolta' o del Dipartimento presso cui si e' svolta la
prova. Al termine di tutte le prove d'esame la Commissione compila la
graduatoria generale di merito, sulla base della somma  dei  punteggi
ottenuti dai candidati nelle singole prove. 
    Il candidato e' ritenuto idoneo se  raggiunge  la  votazione  non
inferiore a 80/120. 
    La valutazione dei titoli, ove prevista,  e'  effettuata,  previa
individuazione dei criteri, dopo le eventuali prove scritte  e  prima
che  si  proceda  alla  correzione  dei  relativi  elaborati  e  allo
svolgimento del colloquio. 
    Per l'ammissione al corso di dottorato di  ricerca  in  Oncologia
molecolare,  immunologia   sperimentale   e   sviluppo   di   terapie
innovative, le cui prove concorsuali consistono  in  una  valutazione
dei titoli selettiva e in una prova orale, il  candidato  si  intende
ammesso al colloquio orale se all'esito della valutazione dei  titoli
raggiunge una votazione non inferiore a 40/60. 
    Il punteggio riportato a seguito  della  valutazione  dei  titoli
sara' notificato  dalla  commissione  esaminatrice,  subito  dopo  le
operazioni di valutazione, mediante affissione dei risultati all'albo
della Facolta' o del Dipartimento di afferenza del corso  e  mediante
pubblicazione    sul    sito    web     dell'Ateneo     all'indirizzo
 http://www.unicz.it/portale/dottorati.asp  
    L'affissione dei punteggi riportati nella valutazione dei  titoli
costituisce, per coloro i quali abbiano ottenuto  una  votazione  non
inferiore a 40/60, convocazione per la prova orale,  senza  ulteriori
avvisi e/o comunicazioni. 
    Per sostenere le prove, i candidati dovranno esibire un documento
di riconoscimento in corso di validita'. 

        
      
                               Art. 6 
 
 
                      Commissioni giudicatrici 
 
 
    Le Commissioni giudicatrici dei concorsi di ammissione  ai  corsi
di dottorato di ricerca di cui al presente bando  sono  nominate  dal
Rettore, sentito il Coordinatore di ciascun corso di dottorato. 
    Ciascuna commissione e' composta da tre professori o  ricercatori
di ruolo, cui possono essere  aggiunti  fino  a  due  esperti,  anche
stranieri, scelti nell'ambito degli enti e delle strutture  pubbliche
e private  di  ricerca,  nonche'  delle  organizzazioni  culturali  e
scientifiche o appartenenti al mondo economico e produttivo. 

        
      
                               Art. 7 
 
 
                             Graduatorie 
 
 
    Espletate  le  prove  di  concorso,  la  commissione  compila  la
graduatoria generale di merito sulla base dei punteggi  ottenuti  dai
candidati nelle singole prove, riportando l'indicazione dei candidati
ammessi che hanno fatto domanda per le borse FSE. 
    Nella eventualita' che i  risultati  delle  prove  di  ammissione
determinino una situazione di ex aequo e' preferito il candidato piu'
giovane di eta' ai sensi dell'art. 3, comma 7 della legge  15  maggio
1997, n. 127 (come integrato dall'art. 2 della legge n. 191/1998). Le
borse sono assegnate  con  decreto  rettorale,  sulla  base  di  tale
graduatoria generale di merito e, in particolare: 
      prioritariamente  saranno  assegnate  le  borse  FSE,   secondo
l'ordine  di  punteggio  nella  graduatoria  generale,  ai   migliori
candidati che ne hanno fatto domanda e che rispettano i requisiti  di
ammissione di cui all'art. 3, commi 4 e 5 del presente bando; 
      successivamente, le altre borse (Ateneo, MIUR, eventuali  altri
enti)  sono  assegnate  ai  candidati   utilmente   collocati   nella
graduatoria di merito. 
    Le graduatorie  finali  saranno  rese  note  mediante  affissione
all'albo della Facolta' o del Dipartimento presso il  quale  si  sono
svolte le prove e  all'albo  ufficiale  dell'ateneo  nella  sede  del
rettorato (Campus universitario, edificio delle  Bioscienze)  nonche'
mediante  pubblicazione  sul  sito  web   dell'ateneo   all'indirizzo
 http://www.unicz.it/portale/dottorati.asp  
    L'Ateneo comunichera' alla Regione Calabria l'esito finale  delle
selezioni. 
    I vincitori saranno  ammessi  ai  corsi  secondo  l'ordine  della
graduatoria fino alla  concorrenza  del  numero  dei  posti  messi  a
concorso per ciascun dottorato di ricerca, nel rispetto dei requisiti
di ammissione di cui all'art. 3, commi 4 e 5 del presente bando. 
    In corrispondenza di eventuali rinunce degli aventi diritto prima
dell'inizio delle attivita'  di  ricerca,  subentreranno  altrettanti
candidati secondo l'ordine della graduatoria e  sempre  nel  rispetto
dei requisiti di ammissione di cui  all'art.  3,  commi  4  e  5  del
presente bando. 
    In caso di utile collocamento in piu' graduatorie,  il  candidato
dovra' esercitare opzione  per  un  solo  corso  di  dottorato:  tale
opzione non  potra'  essere  esercitata  qualora  il  dottorando  sia
assegnatario di borsa di studio ed abbia gia' iniziato  la  frequenza
delle attivita' di ricerca. 
    I corsi di dottorato di ricerca di cui al presente bando  saranno
attivati  esclusivamente  se,  espletati  i  relativi   concorsi   di
ammissione, si raggiungera' il numero  minimo  di  tre  iscritti  per
ciascun corso. 

        
      
                               Art. 8 
 
 
                     Adempimenti per i vincitori 
 
 
    I  candidati  risultati  vincitori,  pena   decadenza,   dovranno
consegnare o far pervenire  all'Ufficio  Protocollo  dell'Universita'
degli Studi Magna Gręcia di Catanzaro, entro il termine perentorio di
otto giorni,  che  decorrono  dal  giorno  successivo  alla  data  di
pubblicazione  del  provvedimento  di  approvazione  degli  atti  del
concorso sul sito  web  http://www.unicz.it/portale/dottorati.asp   la
domanda di iscrizione, in bollo  da  € 14,62,  contente  le  seguenti
dichiarazioni: 
      generalita', data  e  luogo  di  nascita,  residenza,  recapito
eletto per le comunicazioni inerenti il dottorato ; 
      cittadinanza; 
      diploma di scuola secondaria superiore posseduto ovvero, per  i
cittadini  non  italiani,  diploma  (documento  originale)   che   ha
consentito la loro ammissione all'Universita'; 
      diploma di laurea magistrale posseduto; 
      dichiarazione di  non  essere  contemporaneamente  iscritti  ad
altro corso di studio universitario  (corso  di  laurea  di  I  e  II
livello, scuola di specializzazione, altro corso di dottorato,  corsi
di perfezionamento,  master  universitari  I  e  II  livello)  ovvero
l'impegno a sospenderne la frequenza prima dell'inizio dei corsi; 
      dichiarazione  relativa  all'eventuale   attivita'   lavorativa
svolta e all'eventuale condizione di pubblico dipendente; 
      dichiarazione relativa al trattamento dei dati personali. 
    Alla domanda di iscrizione dovra' essere allegata fotocopia di un
documento di riconoscimento debitamente firmata. 
    Inoltre, i vincitori di borsa di studio dovranno presentare: 
      dichiarazione  presuntiva  concernente  il  reddito   personale
complessivo  annuo  lordo  relativo  all'anno  solare   di   maggiore
fruizione della borsa; 
      dichiarazione di non avere  gia'  usufruito  in  precedenza  di
borsa di studio per la frequenza di un corso di dottorato; 
      dichiarazione di non trovarsi nella  situazione  di  cumulo  di
borse di studio e di impegnarsi a rispettare tale divieto  per  tutta
la durata del corso di dottorato; 
      impegno  a   comunicare   tempestivamente   all'Amministrazione
universitaria ogni variazione delle situazioni dichiarate che  faccia
venir meno il diritto a fruire della borsa di studio di dottorato  di
ricerca. 
    Le  suddette  dichiarazioni  sono  soggette  al  controllo  della
veridicita'  del  loro  contenuto   da   parte   dell'Amministrazione
universitaria, anche in collaborazione  con  gli  organi  di  polizia
tributaria. 
    I vincitori di borsa di studio finanziate dalla Regione  Calabria
POR-FSE dovranno altresi' dichiarare di impegnarsi a recarsi  per  un
periodo non inferiore a 12  mesi  presso  strutture  universitarie  o
centri di ricerca all'estero. 
    Coloro che non avranno  provveduto  a  regolarizzare  la  propria
iscrizione entro i suddetti termini saranno considerati  rinunciatari
e i posti vacanti  saranno  assegnati  ai  candidati  idonei  secondo
l'ordine della graduatoria, nel rispetto dei requisiti di  ammissione
di cui all'art. 3, commi 4 e 5 del presente bando.  La  comunicazione
al candidato successivo verra' inviata esclusivamente a  mezzo  posta
elettronica all'indirizzo indicato nella domanda di partecipazione al
concorso; lo stesso  dovra'  iscriversi,  pena  decadenza,  entro  il
termine  indicato  nella  e-mail  di  convocazione,  presentando   la
documentazione prevista ai precedenti commi. 

        
      
                               Art. 9 
 
 
                           Borse di studio 
 
 
    Ai candidati dichiarati  vincitori,  ai  sensi  dell'art.  7  del
presente  bando,  e'  conferita  la  borsa  di  studio,   fino   alla
concorrenza del numero  di  borse  disponibili.  I  rimanenti  idonei
ammessi su posti senza borsa possono accedere al corso di  dottorato,
fino al numero di posti previsti. 
    L'importo annuale della borsa di studio e' di  € 13.638,47  (euro
tredicimilaseicentotrentotto/47), assoggettate al contributo I.N.P.S.
a gestione separata. 
    L'importo della borsa di studio  e'  aumentato,  per  l'eventuale
periodo di soggiorno all'estero, nella misura del 50 per cento. 
    Le borse di studio sono assegnate secondo l'ordine definito nella
relativa graduatoria; in  caso  di  parita'  di  merito,  prevale  la
valutazione della  situazione  economica  determinata  ai  sensi  del
decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 aprile 2001. 
    Per la fruizione  della  borsa  di  studio,  i  vincitori  devono
beneficiare, nell'anno solare di maggiore erogazione della borsa,  di
un  reddito  personale  complessivo  annuo  lordo  non  superiore   a
15.000,00 euro. Concorrono alla determinazione  del  predetto  limite
redditi di origine patrimoniale nonche' emolumenti di qualsiasi altra
natura aventi carattere ricorrente, con esclusione di  quelli  aventi
natura occasionale ovvero derivanti dal servizio civile. 
    La  durata  dell'erogazione  della  borsa  di  studio   e'   pari
all'intera durata del corso; la cadenza di pagamento della  borsa  di
studio e' bimestrale. 
    I   dottorandi   titolari   di   borse   di   studio    conferite
dall'Universita' su fondi ripartiti dai decreti ministeriali  di  cui
all'art. 4, comma 3 della legge 3 luglio 1998, n. 210, sono esonerati
preventivamente dai contributi  per  l'accesso  e  la  frequenza  dei
corsi. 
    I  vincitori  che  non  siano  assegnatari  di  borsa  di  studio
partecipano al corso di dottorato di ricerca, fino al numero di posti
disponibili, dietro pagamento di  un  contributo  annuo,  che  dovra'
essere versato in unica soluzione al momento dell'iscrizione, pari  a
€ 520,16 (euro cinquecentoventi/16). 
    Ai sensi dell'art. 8 del decreto del Presidente del Consiglio dei
Ministri 9 aprile 2001, sono esonerati  dal  pagamento  del  suddetto
contributo i dottorandi  con  grado  d'invalidita'  riconosciuta  non
inferiore al 66%. 
    Le borse di studio non possono essere cumulate con altre borse di
studio a qualsiasi titolo conferite, tranne che con  quelle  concesse
da  istituzioni  nazionali  o  straniere  utili  ad  integrare,   con
soggiorni all'estero, l'attivita' di  formazione  o  di  ricerca  dei
borsisti. 
    Chi abbia gia' usufruito di una borsa di studio per un  corso  di
Dottorato anche per un solo  anno,  o  frazione  di  esso,  non  puo'
chiedere di fruirne una seconda volta. 
    Gli oneri per il finanziamento delle borse di studio, comprensivi
dei contributi per l'accesso e la frequenza ai corsi, non coperti dai
fondi ripartiti dai decreti ministeriali di cui all'art. 4, comma  3,
della  legge  3  luglio  1998,  n.  210,   possono   essere   coperti
dall'Universita' anche mediante  convenzioni  con  soggetti  estranei
all'amministrazione universitaria. 
    Per i dottorandi «fuori sede» iscritti a corsi  per  i  quali  la
formazione  avvenga  prevalentemente  attraverso  la   frequenza   di
laboratori, potranno essere previste borse di studio di Ateneo, quale
contributo  alloggio/forfetario  per  le  spese  di   soggiorno,   da
assegnare a seguito dell'emanazione di apposito bando di selezione. 

        
      
                               Art. 10 
 
 
                  Obblighi e diritti dei dottorandi 
 
 
    Gli iscritti hanno l'obbligo di frequentare i corsi di  dottorato
e di compiere continuativamente attivita' di  studio  e  di  ricerca,
nell'ambito  delle  strutture  destinate  a  tal  fine,  secondo   le
modalita' che saranno fissate dal Collegio dei docenti. 
    E' prevista l'esclusione dal dottorato di ricerca, con  decisione
motivata del Collegio dei docenti, in caso di: 
      giudizio negativo del Collegio dei docenti alla fine  dell'anno
di frequenza; 
      prestazioni di lavoro a tempo indeterminato, nonche' assunzione
di incarichi di lavoro a tempo determinato o di prestazioni  d'opera,
senza l'autorizzazione del Collegio dei docenti; 
      assenze ingiustificate e prolungate. 
    E'  consentita  la  sospensione  della  frequenza  dei  corsi   e
dell'erogazione della borsa ai dottorandi, in caso di maternita' o di
grave documentata malattia. 
    Gli assegnisti di ricerca possono  essere  ammessi  ai  corsi  di
dottorato anche in sovrannumero, a condizione che  il  dottorato  cui
partecipano riguardi la stessa area scientifico - disciplinare  della
ricerca per la quale sono destinatari di assegni. 
    Ai  dottorandi  di  ricerca  puo'  essere  affidata  nell'ateneo,
secondo quanto  proposto  dal  Collegio  dei  docenti,  una  limitata
attivita' didattica sussidiaria o integrativa, che non deve  in  ogni
caso compromettere l'attivita' di formazione alla ricerca. 
    Per le borse cofinanziate  dal  POR  Calabria  FSE  2007/2013,  i
dottorandi hanno inoltre l'obbligo: 
      di recarsi presso un ente di ricerca estero per un  periodo  di
almeno 12 mesi pena la  decadenza  dalla  fruizione  della  stessa  e
restituzione di quanto percepito durante l'intero corso di dottorato; 
      di  osservare  le  disposizioni   riportate   nei   Regolamenti
comunitari e nelle norme nazionali per  gli  interventi  cofinanziati
dal FSE pena la restituzione di quanto gia' percepito; 
      di  produrre  una  relazione   semestrale   sui   contenuti   e
sull'andamento del percorso formativo controfirmata dal  coordinatore
del dottorato, di tenere un diario di  bordo  delle  attivita'  e  di
produrre eventuale ulteriore documentazione ritenuta necessaria dagli
uffici regionali per le esigenze di  monitoraggio  e  rendicontazione
dell'intervento.  La  relazione  deve  documentare  la  coerenza  del
percorso formativo con lo specifico curriculum finanziato dal FSE; 
      di riportare esplicitamente la fonte di finanziamento su  tutti
i  documenti  e  le  pubblicazioni,  in  particolare  se  di   natura
tecnico-scientifica, cosi' come indicato dall'art. 5.6  delle  «Linee
Guida» richiamate in premessa. 

        
      
                               Art. 11 
 
 
                   Trattamento dei dati personali 
 
 
    Ai sensi del decreto legislativo n.  196/2003,  l'Universita'  si
impegna  a  rispettare  il  carattere  riservato  delle  informazioni
fornite  dai  candidati.  Tutti  i  dati  personali  forniti  saranno
trattati  per  le  sole  finalita'  connesse   e   strumentali   allo
svolgimento del concorso e all'eventuale gestione  del  rapporto  con
l'Universita', nel rispetto delle disposizioni vigenti. 
    In qualsiasi  momento,  gli  interessati  potranno  esercitare  i
diritti di cui all'art. 7 del decreto  legislativo  n.  196/2003  nei
confronti del titolare o del responsabile, anche per il tramite di un
incaricato al trattamento dei dati personali. 

        
      
                               Art. 12 
 
 
                    Responsabile del procedimento 
 
 
    Ai sensi di quanto disposto dall'art.  5  della  legge  7  agosto
1990, n. 241, il responsabile del procedimento  di  cui  al  presente
bando e' la dottoressa  Eleonora  Consoli,  area  affari  generali  -
Universita' Magna Graecia di Catanzaro - Campus universitario - viale
Europa, Loc.  Germaneto,  Catanzaro  -  tel.  0961/3696075/6083,  fax
0961/3696150, e-mail consoli@unicz.it 

        
      
                               Art. 13 
 
 
                        Norme di riferimento 
 
 
    Per  quanto  non  previsto  nel  presente   bando,   valgono   le
disposizioni legislative e regolamentari in materia di  dottorato  di
ricerca, nonche' le norme sulle modalita' di svolgimento dei pubblici
concorsi. 

        
      
                               Art. 14 
 
 
        Programma Operativo Regione Calabria - FSE 2007/2013 
 
 
    La presente  iniziativa  e'  coerente  con  le  procedure  e  gli
obiettivi specifici ed operativi del Piano  Operativo  della  Regione
Calabria-FSE 2007/2013, Asse IV Capitale umano,  Obiettivo  Operativo
M.2. 
    Il presente bando e' cofinanziato dal Programma Operativo Regione
FSE Calabria 2007-2013 e pertanto e'  sottoposto  al  rispetto  della
normativa ministeriale vigente in materia di dottorato di  ricerca  e
dei regolamenti comunitari e delle norme nazionali per gli interventi
cofinanziati dal Fondo sociale europeo. Questi ultimi in  particolare
come definiti dal Programma Operativo Calabria - FSE 2007-2013 - Asse
IV  Capitale  umano  -  Obiettivo   Operativo   M.2   «Sostenere   la
realizzazione di percorsi individuali di alta formazione per  giovani
laureati e ricercatori presso  organismi  di  riconosciuto  prestigio
nazionale e internazionale» e dal  Piano  Regionale  per  le  risorse
umane  -  Piano  d'Azione  2009  -  Intervento  D7  «Potenziamento  e
internazionalizzazione  dei   corsi   di   dottorato»   attuato   dal
Dipartimento   11   «Cultura,   Istruzione,   Universita',   Ricerca,
Innovazione Tecnologica, Alta Formazione» della Regione Calabria. 
    La ripartizione delle borse cofinanziate  dal  POR  Calabria  FSE
2007/2013,  di  cui  all'allegato  B  -   Ambiti/Settori   strategici
regionali - Poli innovazione, parte integrante del presente bando, e'
conforme alle previsioni contenute nelle Linee Guida regionali di cui
in premessa, relativamente alla ricaduta di almeno l'80% delle  borse
negli  ambiti  individuati  dal  POR  Calabria   2007/2013   per   la
realizzazione dei Poli di Innovazione regionali di cui all'art. 2 del
presente bando. 

        
      
                               Art. 15 
 
 
                             Pubblicita' 
 
 
    Il presente bando e' stato sottoposto e approvato  dalla  Regione
Calabria che ne ha  verificato  la  conformita'  del  rispetto  delle
normative del FSE e secondo quanto fissato dalla convenzione e  dalle
Linee Guida. 
    Il presente bando sara' inviato al Ministero  dell'universita'  e
della ricerca scientifica e  tecnologica  e  sara'  pubblicato  nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica  italiana  -  4Ŗ  serie  speciale
«Concorsi ed esami». 
    Il  presente  bando   sara'   inoltre   consultabile   sul   sito
dell'Universita' degli studi Magna Gręcia di Catanzaro  all'indirizzo
 http://www.unicz.it/portale/dottorati.asp  e su quello  della  Regione
Calabria all'indirizzo  http://www.regione.Calabria.it/istruzione  
      Catanzaro, 11 ottobre 2010 
 
                                                 Il rettore: Costanzo

Per visualizzare l'allegato A clicca qui.
Per visualizzare l'allegato B clicca qui.