UNIVERSITA' DI CATANIA Concorso pubblico, per titoli colloquio, per l'ammissione ai corsi di dottorato di ricerca - XXVI ciclo

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Posti 128
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 82 del 15-10-2010
Sintesi: UNIVERSITA' DI CATANIA CONCORSO   (scad.  15 novembre 2010) Concorso pubblico, per titoli colloquio, per l'ammissione ai corsi di dottorato di ricerca - XXVI ciclo  (Decreto rettorale n. ...
Ente: UNIVERSITA' DI CATANIA
Regione: SICILIA
Provincia: CATANIA
Comune: CATANIA
Data di pubblicazione 15-10-2010
Data Scadenza bando 15-11-2010
Condividi

UNIVERSITA' DI CATANIA


CONCORSO   (scad.  15 novembre 2010)

 
      Concorso pubblico, per titoli colloquio, per l'ammissione 
            ai corsi di dottorato di ricerca - XXVI ciclo 
 
 
(Decreto rettorale n. 6103).

                             IL RETTORE

    Vista la legge 9 maggio 1989, n. 168;
    Visto lo statuto dell'Universita' di Catania;
    Vista la legge 3 luglio 1998, n. 210 ed particolare l'art. 4;
    Visto il decreto ministeriale n. 224 del 30 aprile 1999  che,  in
attuazione della  sopraccitata  legge  n.  210/1998,  regolamenta  la
materia del dottorato di ricerca;
    Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del  9
aprile 2001 ed in particolare l'art. 8, commi 1 e 7;
    Visto il regolamento dell'Universita' di Catania per gli studi di
dottorato di ricerca, emanato con decreto rettorale n.  4548  del  27
ottobre 1999 e successive modifiche e integrazioni;
    Visto il proprio decreto n. 4564  del  31  luglio  2003  relativo
all'innalzamento  ad  € 12.000,00  del  limite  di  reddito  per   il
beneficio delle borse di studio di dottorato di ricerca;
    Visto   il    regolamento    del    Ministero    dell'istruzione,
dell'universita' e della ricerca, emanato  con  decreto  ministeriale
del 22 ottobre 2004, n. 270;
    Tenuto conto che il S.A. ed il C.A., con delibere del 7 settembre
2009, hanno disposto che la procedura di valutazione dei candidati ai
dottorati internazionali si svolga mediante selezione per titoli;
    Visto il decreto ministeriale 5  agosto  2004,  pubblicato  nella
Gazzetta Ufficiale 25 novembre 2004, n. 277 ed in particolare  l'art.
22 con  il  quale  si  istituisce  la  Scuola  superiore  di  Catania
nell'ambito dell'Universita' di Catania;
    Visto il Programma operativo nazionale ricerca  e  competitivita'
2007-2013 relativo a cofinanziamento  degli  interventi  con  risorse
PON;
    Visto  il  decreto  ministeriale  18   gennaio   2010,   relativo
all'invito alla presentazione  di  progetti  di  ricerca  industriale
nell'ambito   del   Programma   operativo   nazionale   «Ricerca    e
competitivita' 2007-2013»;
    Viste le delibere del senato accademico (27 settembre 2010) e del
consiglio   di   amministrazione   (1°   ottobre    2010)    relative
all'istituzione dei dottorati di ricerca;

                              Decreta:


                               Art. 1


                             Attivazione


    Per  quanto  in  premessa,  nell'ambito  del  XXVI  ciclo,   sono
istituiti i dottorati  di  ricerca  con  sede  amministrativa  presso
l'Universita' degli studi di Catania.
    Sono indetti i concorsi, per titoli e colloquio, per l'ammissione
ai  corsi  di  dottorato  di  ricerca  di   seguito   riportati   con
l'indicazione della durata, dei posti complessivi messi  a  concorso,
del numero di borse di studio, degli Enti finanziatori e  delle  sedi
consociate.

       
     
                               Art. 2 
 
 
                       Requisiti di ammissione 
 
 
    Possono presentare istanza di partecipazione al  concorso,  senza
limitazioni di eta' e cittadinanza, coloro che siano in  possesso  di
diploma   di   laurea   (vecchio    ordinamento)    o    di    laurea
specialistica/magistrale (nuovo ordinamento) o di  titolo  accademico
conseguito  all'estero  gia'  dichiarato  equipollente.  I  cittadini
comunitari ed extracomunitari in possesso di titolo che non sia  gia'
stato dichiarato equipollente alla  laurea,  dovranno  fare  espressa
richiesta scritta di equipollenza al collegio dei docenti  del  corso
di dottorato cui intendono concorrere,  corredando  l'istanza  stessa
dei  documenti  utili  a   consentire   al   collegio   medesimo   la
dichiarazione di equipollenza. Detti documenti tradotti e legalizzati
vanno  trasmessi,  a  corredo  dell'  istanza  di  partecipazione  al
concorso, di cui al successivo art. 3 del presente bando. 
    Gli interessati devono  redigere  le  istanze  di  ammissione  in
lingua italiana, separate  per  ciascun  concorso  per  il  quale  si
intende  partecipare,   secondo   l'allegato   modello   istanza   di
partecipazione facente parte integrante del presente bando, con tutti
gli elementi in esso richiesti. 
    Possono presentare  istanza  di  partecipazione  anche  coloro  i
quali, regolarmente iscritti all'ultimo anno di un  corso  di  laurea
vecchio  ordinamento  o  di  laurea  specialistica/magistrale  (nuovo
ordinamento), conseguano il relativo diploma  entro  il  30  novembre
2010. 
    In tal caso, l'ammissione verra' disposta  «con  riserva»  ed  il
candidato sara' tenuto a produrre, a pena di decadenza,  al  recapito
indicato al successivo art. 3,  il  relativo  certificato  di  laurea
entro il 10 dicembre 2010. 
    In ogni caso, le commissioni valuteranno i titoli presentati  dai
candidati entro la scadenza del presente bando. 

        
      
                               Art. 3 
 
 
                        Istanza di ammissione 
 
 
    Le  istanze  di  partecipazione  al  concorso  con  indicato   il
domicilio eletto ai fini del  concorso,  vanno  compilate  e  chiuse,
esclusivamente on-line per via elettronica,  secondo  il  modello  di
istanza di partecipazione reperibile sul sito web www.unict.it, entro
e non oltre il termine perentorio dell'15 novembre 2010. 
    Non sara' possibile accedere al sito on-line  e  quindi  chiudere
l'istanza oltre il termine di scadenza del bando. 
    Saranno  accolte  le  istanze  di  partecipazione   al   concorso
compilate e chiuse per via elettronica (on-line). 
    Verranno esclusi dal concorso i  candidati  le  cui  istanze  non
contengono tutte le dichiarazioni circa il possesso dei requisiti  di
ammissione. 
    Se nella stessa istanza venissero indicati piu' dottorati,  sara'
ritenuto valido unicamente quello indicato per primo. 
    I candidati sono ammessi con riserva al concorso. 
    L'amministrazione   puo'   disporre   in   ogni   momento,    con
provvedimento motivato, l'esclusione dal concorso. 
    Nell'istanza, da redigere in lingua italiana, il candidato dovra'
dichiarare   con   chiarezza   e   precisione   sotto   la    propria
responsabilita': 
      a) il proprio nome e cognome, il codice fiscale, la data  e  il
luogo di nascita, la residenza e il recapito eletto agli effetti  del
concorso (specificando il codice di  avviamento  postale,  il  numero
telefonico e l'indirizzo e-mail). 
    Per i cittadini stranieri non in possesso del codice  fiscale  il
sistema generera' un codice fiscale provvisorio che verra' utilizzato
per la registrazione; 
    b) l'esatta denominazione del concorso a cui intende partecipare; 
    c) la propria cittadinanza; 
    d)   la   laurea    (vecchio    ordinamento)    o    la    laurea
specialistica/magistrale (nuovo ordinamento) posseduta, con la data e
l'universita'  presso  cui  e'  stata  conseguita  ovvero  il  titolo
accademico  conseguito  presso  una  universita'  straniera  e   gia'
riconosciuto  equipollente  con   indicazione   degli   estremi   del
provvedimento di equipollenza ovvero il titolo di  studio  conseguito
presso una universita' straniera e del quale  si  richiede,  ai  soli
fini dell'ammissione al corso, il riconoscimento di  equipollenza  al
collegio dei docenti; 
    e) gli eventuali altri titoli da allegare alla istanza  ai  sensi
del successivo comma 4; 
    f) di  impegnarsi  a  frequentare  a  tempo  pieno  il  corso  di
dottorato secondo le modalita' che saranno fissate dal  collegio  dei
docenti; 
    g) di possedere un'adeguata conoscenza di una lingua straniera  -
requisito imprescindibile per l'ammissione - la cui conoscenza dovra'
essere  documentata  attraverso  autocertificazione  o  tramite   una
certificazione di cui alla successiva lettera  b)  del  comma  4.  Se
cittadini stranieri, un'adeguata  conoscenza  della  lingua  italiana
documentata   attraverso    autocertificazione    o    tramite    una
certificazione di cui alla successiva lettera b) del comma 4; 
    h) di impegnarsi  a  comunicare  tempestivamente  ogni  eventuale
cambiamento della propria residenza o del recapito. 
    Per i portatori di handicap: 
      h) di trovarsi in situazione di handicap pari al ......%. 
    Nella stessa istanza, il candidato  dovra'  indicare  on-line  il
possesso dei seguenti documenti e titoli: 
    a) curriculum vitae e studiorum del candidato; 
    b) certificazioni di eventuali  conoscenze  di  lingue  straniere
(p.e. Graduate Records Examinations o Toefl, ecc.); 
    c) progetto di ricerca; 
    d) almeno una lettera di presentazione da parte di un professore; 
    e)  lista  di  eventuali  pubblicazioni  corredate  da   relativi
abstract; 
    f) estremi di un documento di identita' in corso di validita'; 
    g) titolo di laurea  o  dichiarazione  in  autocertificazione  di
conseguimento del titolo di laurea entro il 30 novembre 2010. 
    L'istanza di partecipazione al concorso  deve  essere  inoltrata,
entro  il  termine  perentorio  dell'15  novembre  2010,  utilizzando
esclusivamente,  (da  qualsiasi  postazione  dotata  di  collegamento
internet  e  stampante)   l'apposita   procedura   informatica   resa
disponibile via web sul sito dell'Ateneo (www.unict.it/). 
    I candidati sono tenuti a versare, entro e non oltre  il  termine
di  scadenza  del  presente  bando,  un  contributo  -  quali   spese
organizzative concorsuali - di € 100,00. 
    Detti documenti, unitamente  a  copia  della  istanza  effettuata
on-line dovranno, in ogni caso, essere  presentati,  inderogabilmente
entro il termine  di  scadenza  dell'11  novembre  2010,  debitamente
datati  e  sottoscritti,  direttamente  o  inviati  tramite  servizio
postale, pena la  decadenza  dalla  partecipazione  al  concorso,  al
seguente indirizzo:  «Al  magnifico  rettore  dell'Universita'  degli
studi di Catania - ufficio dottorato di ricerca - piazza Universita',
2 - 95131 Catania». 
    Per la documentazione pervenuta tramite  servizio  postale  fara'
fede la data del timbro dell'ufficio postale accettante la missiva. 
    Inoltre,  i  candidati  in  possesso  di  un  titolo   accademico
straniero per il  quale  si  richiede  al  collegio  dei  docenti  il
riconoscimento di equipollenza dovranno allegare i documenti relativi
al tipo, denominazione e durata del corso di studi, piano  di  studio
con la specificazione di  ogni  singola  attivita'  formativa  svolta
incluso l'elenco dei corsi sostenuti e relative votazioni. 
    Tutti i documenti allegati  dovranno  essere  redatti  in  lingua
italiana. 
    Le dichiarazioni contenute  nel  curriculum  vitae  et  studiorum
costituiscono dichiarazioni sostitutive di certificazione.  Nei  casi
in cui non sia applicabile la normativa in materia  di  dichiarazioni
sostitutive (decreto del Presidente della Repubblica  n.  445/2000  e
successive modificazioni ed integrazioni), il candidato si assume  la
responsabilita' delle dichiarazioni rilasciate nel  curriculum  vitae
et  studiorum.  I  candidati  che  renderanno  dichiarazioni  mendaci
decadranno automaticamente dall'iscrizione e dall'eventuale godimento
della borsa di studio con effetto retroattivo, fatta  comunque  salva
l'applicazione delle ulteriori  sanzioni  amministrative  e/o  penali
previste  dalle  norme  vigenti.  L'amministrazione  si  riserva   di
effettuare i controlli e gli accertamenti previsti dalle disposizioni
in vigore. L'Universita' si riserva in ogni caso di  adottare,  anche
successivamente  all'espletamento  del  concorso,  provvedimenti   di
esclusione dei candidati che non abbiano ottemperato alle  previsioni
di bando o risultino privi dei requisiti ivi stabiliti. 
    L'amministrazione universitaria non assume alcuna responsabilita'
per il caso di smarrimento di comunicazioni  dipendente  da  inesatte
indicazioni della residenza e del recapito da parte dell'aspirante  o
da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento degli stessi,
ne' per eventuali disguidi postali o  telegrafici  non  imputabili  a
colpa dell'amministrazione medesima. 
    Le  istanze  di  partecipazione  al  concorso,  vanno  compilate,
on-line per via  elettronica,  secondo  la  procedura  di  cui  sotto
accessibile dal sito web www.unict.it 
    Il candidato dovra' redigere l'istanza di partecipazione  secondo
le istruzioni visualizzate sul sito web. 
    A «chiusura» avvenuta, il sistema inviera' un messaggio di  posta
elettronica   all'indirizzo   e-mail   indicato,   confermando    che
l'operazione e' stata eseguita. 
    A «chiusura» avvenuta, il candidato  dovra'  presentare  in  ogni
caso, inderogabilmente entro il termine di scadenza dell'15  novembre
2010, unitamente a copia della istanza effettuata  on-line,  tutti  i
documenti ed i titoli debitamente datati e sottoscritti, direttamente
o tramite servizio postale, pena la decadenza dalla partecipazione al
concorso,   al   seguente   indirizzo:    «Al    magnifico    rettore
dell'Universita' degli  studi  di  Catania  -  ufficio  dottorato  di
ricerca - piazza Universita', 2 - 95131 Catania». 
    L'amministrazione universitaria non assume alcuna responsabilita'
per il caso dipendente da inesatte indicazioni della residenza e  del
recapito  da  parte  dell'aspirante  o  da  mancata  oppure   tardiva
comunicazione del cambiamento degli stessi. 
    L'amministrazione, in ogni caso,  si  riserva  di  verificare  le
dichiarazioni contenute nell'istanza di iscrizione. 
    L'amministrazione   puo'   disporre   in   ogni   momento,    con
provvedimento motivato, l'esclusione dal concorso. 
Procedura per la partecipazione. 
    Per i nuovi utenti, che non siano in possesso  del  «codice  PIN»
presso l'Universita' di Catania, occorre cliccare alla voce  «Portale
Studenti» e poi, a seguire, alla voce «Registrazione utente».  Per  i
cittadini stranieri non in possesso del  codice  fiscale  il  sistema
generera' un codice fiscale provvisorio che verra' utilizzato per  la
registrazione. Al termine della  procedura  di  registrazione,  sara'
generato per i nuovi utenti il «codice PIN» personale. 
    Detta registrazione non si rende necessaria per chi  figura  gia'
registrato ed in possesso del «codice PIN» personale. 
    Avvenuta la «Registrazione utente», cliccare alla  voce  «Portale
Studenti» ed inserire, alla voce «Login» il codice fiscale ed il  PIN
rilasciato  precedentemente  dal  sistema.  Continuare  cliccando  su
«Versamenti» ed effettuare la scelta della  tipologia  del  corso  di
studi «concorso ammissione  DOTTORATO»  e  poi  selezionare  la  voce
«Dottorato di ricerca (995)», proseguendo, poi, secondo le istruzioni
fornite dal sistema. 
    Per  effettuare  il  pagamento  del  contributo  di  € 100,00  e'
possibile utilizzare una delle seguenti opzioni: 
      a) pagamento immediato on-line. 
    Detto pagamento puo' essere effettuato con carta di credito (solo
circuiti VISA e MasterCard). In tal caso, effettuata la registrazione
del  versamento  ed  annotato  l'«id»,  occorre  cliccare  alla  voce
«Pagamenti on line» e seguire le istruzioni; 
      b) pagamento differito (procedura Epos). 
    Eseguita l'operazione «registrazione del versamento»  e  annotato
l'«id» occorre recarsi presso uno degli sportelli delle agenzie della
Banca Monte dei Paschi di Siena  S.P.A.  In  tal  caso  il  candidato
dovra' registrare il versamento almeno un giorno prima della scadenza
di cui al presente bando. 
    Effettuato il pagamento, il candidato dovra'  redigere  l'istanza
di partecipazione secondo le istruzioni visualizzate sul sito web. 
    Ai  fini  della   «chiusura»   dell'istanza,   occorre   inserire
nell'apposita casella il numero identificativo del versamento. 
    A «chiusura» avvenuta, il sistema inviera' un messaggio di  posta
elettronica   all'indirizzo   e-mail   indicato,   confermando    che
l'operazione e' stata eseguita. 
    L'amministrazione universitaria non assume alcuna responsabilita'
per il caso dipendente da inesatte indicazioni della residenza e  del
recapito  da  parte  dell'aspirante  o  da  mancata  oppure   tardiva
comunicazione del cambiamento degli stessi. 
    L'amministrazione, in ogni caso,  si  riserva  di  verificare  le
dichiarazioni contenute nell'istanza di iscrizione  e  se  al  numero
identificativo corrisponde il versamento effettuato quale  contributo
per le spese organizzative concorsuali. 
    L'amministrazione   puo'   disporre   in   ogni   momento,    con
provvedimento motivato, l'esclusione dal concorso. 

        
      
                               Art. 4 
 
 
                         Attribuzione posti 
 
 
    I posti  del  dottorato  sono  determinati  seguendo  i  seguenti
criteri: 
      A) posti con borse di studio finanziati tramite: 
    fondi ministeriali (posti MIUR/Istituzionali); 
    fondi di facolta' (borse agg. facc.); 
    convenzioni con atenei consociati (borse aggiunte univ. consoc.); 
    convenzioni, con soggetti  pubblici  e  privati  in  possesso  di
requisiti di elevata qualificazione  culturale  e  scientifica  e  di
personale, strutture ed attrezzature idonee (borse aggiunte enti); 
Borse aggiunte: 
    dottorato in scienze umanistiche e dei beni culturali, una  borsa
agg. CNR; 
    dottorato  in  neurobiologia,  una  borsa   agg.   sede   consoc.
Universita' degli studi Roma I; 
    dottorato in fisica, due borse agg. INFN; 
    dottorato in fisica, una borsa agg. INFN-LNS; 
    dottorato in scienze della  terra,  una  borsa  agg.  sede  cons.
Universita' degli studi Napoli «Federico II»; 
    dottorato in scienze politiche, una borsa agg.  facolta'  scienze
politiche Universita' degli studi Catania; 
    dottorato in informatica, due borse agg. S.T. Microeletronics; 
      B)  posti  senza  finanziamento  da  destinare  a  laureati  da
ammettere al corso di dottorato senza borsa di studio e con pagamento
di tasse e contributi per l'accesso e la frequenza; 
      C)  eventuali  borse  aggiunte  di  dottorato  suscettibili  di
finanziamento nell'ambito del Programma operativo nazionale ricerca e
compatibilita' 2007-2013 interventi con risorse PON  potranno  essere
attribuite - secondo l'ordine comunque delle graduatorie di merito  -
oltre che ai vincitori dei  posti  senza  borsa  anche  ad  eventuali
idonei non vincitori, qualora il connesso finanziamento si  consolidi
entro e non oltre il corrente anno 2010. 
    Di tale eventuale incremento di posti con borsa di  studio  sara'
data comunicazione via web alla pagina internet dell'Ateneo. 
    Nel caso delle  borse  aggiunte,  i  collegi  docenti  dei  corsi
dottorali beneficiari delle  stesse  individueranno  tra  i  borsisti
assegnatari i beneficiari  delle  stesse,  sulla  base  dei  progetti
formativi. 

        
      
                               Art. 5 
 
 
        Modalita' di svolgimento della procedura di selezione 
 
 
    La selezione  dei  candidati  avviene  mediante  valutazione  dei
titoli e colloquio, intesi ad accertare le capacita' e le  attitudini
del candidato alla ricerca scientifica nei settori attinenti al corso
di dottorato. E' compresa nel colloquio  una  verifica  della  lingua
straniera conosciuta dal candidato. 
    Il colloquio si terra' nelle  date,  alle  ore  e  nei  luoghi  e
indicati nell'allegato 1, parte integrante del presente bando  e  non
verra' inviata alcuna comunicazione scritta ai candidati. 
    Per sostenere le prove  i  candidati  dovranno  esibire  uno  dei
documenti di riconoscimento ritenuti idonei dalla vigente normativa. 
    Saranno valutati i seguenti titoli: 
    a. laurea conseguita; 
    b. curriculum vitae et studiorum; 
    c. certificazioni di  conoscenze  delle  lingue  straniere  (p.e.
Graduate  Records  Examinations  o  Toefl,  ecc.),   conseguiti   dal
candidato,  fatta  salva  la  facolta'   di   allegare   attestazioni
equivalenti; 
    d. eventuali pubblicazioni; 
    e. progetto di ricerca. 
    Le commissioni valuteranno in ogni caso i titoli  presentati  dai
candidati entro la scadenza del presente bando. 

        
      
                               Art. 6 
 
 
          Nomina e attivita' della commissione giudicatrice 
 
 
    Ciascuna commissione giudicatrice dei concorsi  per  l'ammissione
ai corsi di dottorato  di  ricerca  saranno  formate  e  nominate  in
conformita' alla norma. 
    Preliminarmente alla valutazione  dei  titoli  e  del  colloquio,
ciascuna commissione giudicatrice dovra' fissare i  criteri  generali
per la valutazione delle due verifiche (titoli e colloquio). 
    La commissione attribuisce ad ogni candidato fino a 60 punti  per
la valutazione dei titoli e fino a 60 punti per il colloquio. 
    La selezione si intende superata  se  il  candidato  consegue  un
punteggio complessivo non inferiore a 80/120, con un punteggio minimo
di 40/60 per il colloquio. Lo svolgimento del colloquio e' pubblico. 
    Espletata la selezione, la  commissione  compila  la  graduatoria
generale di merito  che  viene  sottoscritta  dal  presidente  e  dal
segretario della commissione e che viene affissa nel medesimo  giorno
all'albo della sede presso cui si e' svolta la selezione. 
    Al termine delle procedure selettive, la commissione  compila  la
graduatoria generale di merito sulla base del  punteggio  complessivo
ottenuto dai candidati, procedendo ad una valutazione comparativa tra
eventuali pari classificati, al fine  di  formulare  una  graduatoria
differenziata. 

        
      
                               Art. 7 
 
 
                    Approvazione atti concorsuali 
 
 
    Con decreto del rettore dell'Universita' degli studi di  Catania,
sono  approvati  gli  atti  concorsuali   nonche'   le   graduatorie,
unitamente alla nomina dei vincitori  di  ciascuna  selezione.  Dette
graduatorie saranno pubblicate on-line sul sito web dell'Ateneo. 

        
      
                               Art. 8 
 
 
                         Ammissione ai corsi 
 
 
    I  candidati  saranno  ammessi  ai  corsi  secondo  l'ordine   di
graduatoria fino alla  concorrenza  del  numero  dei  posti  messi  a
concorso per ogni corso di dottorato. In corrispondenza di  eventuali
rinunce  degli  aventi   diritto   prima   dell'inizio   del   corso,
subentreranno   altrettanti   candidati   secondo   l'ordine    della
graduatoria. In caso di utile collocamento in  piu'  graduatorie,  il
candidato dovra' esercitare opzione per un solo corso di dottorato. 
    Ai primi posizionati in graduatoria viene conferita la  borsa  di
studio, fino alla concorrenza del numero di borse disponibili. 
    I rimanenti idonei possono  partecipare  al  corso  di  dottorato
senza borsa, fino al numero di posti previsti, con il pagamento delle
tasse  e  contributi  nella  misura  stabilita   dal   consiglio   di
amministrazione. 
    Sono esentati dal pagamento delle tasse e contributi gli iscritti
ai corsi di dottorato senza borsa di studio che versino in situazione
di handicap. 
    I  candidati  che  versino  in  situazione  di  handicap  pari  o
superiore al 66% e che, pur superando le prove  concorsuali  (idonei)
non risultino vincitori dei posti messi a concorso,  vengono  ammessi
in soprannumero, senza borsa di studio, nel limite  della  meta'  dei
posti istituiti con arrotondamento all'unita' per eccesso. 

        
      
                               Art. 9 
 
 
                        Domanda di iscrizione 
 
 
    I  candidati  vincitori  dovranno  presentare  o  far   pervenire
all'amministrazione universitaria  entro  il  termine  perentorio  di
giorni venti che decorrono  dal  giorno  successivo  a  quello  della
pubblicazione delle graduatorie  dei  singoli  concorsi,  i  seguenti
documenti: 
    1. domanda di iscrizione al primo anno di corso, in resa legale; 
    2. fotocopia del numero di attribuzione del codice fiscale; 
    3. dichiarazione sostitutiva dalla quale risulti: 
    a) luogo e data di nascita; 
    b) cittadinanza; 
    c)  la  laurea  posseduta  con   l'indicazione   della   relativa
votazione, della data di conseguimento e dell'universita'  presso  la
quale e' stata conseguita oppure titolo di studio  conseguito  presso
l'universita'  straniera  dichiarato  equipollente   a   una   laurea
italiana; 
    d) di non  essere  contemporaneamente  iscritto  ad  altro  corso
(laurea, laurea specialistica o magistrale, master I  e  II  livello,
scuole di specializzazione, corsi di perfezionamento, perfezionamento
all'estero o ad un corso di altro dottorato di ricerca, ecc.); 
    e) di impegnarsi, per tutta la frequenza del corso di  dottorato,
ad ottemperare alla  non  contemporanea  iscrizione  ad  altro  corso
(laurea, laurea specialistica o magistrale, master I  e  II  livello,
scuole di specializzazione, corsi di perfezionamento, perfezionamento
all'estero o ad un corso di altro dottorato di ricerca, ecc.); 
    f) di non aver mai usufruito di una borsa  di  studio  per  altro
corso di dottorato di ricerca; 
    g)  di  impegnarsi  a  frequentare  continuativamente  tutte   le
attivita' del dottorato secondo le modalita' fissate dal collegio dei
docenti; 
    h) di essere a conoscenza che  le  borse  di  studio  di  cui  al
presente bando non possono essere cumulate con altre borse di  studio
a qualsiasi titolo conferite,  tranne  che  con  quelle  concesse  da
istituzioni nazionali o straniere utili ad integrare,  con  soggiorni
all'estero, l'attivita' di formazione o di ricerca dei borsisti; 
    i) di non fruire di un reddito annuo personale complessivo  lordo
superiore a € 12.000,00 ovvero di rinunciare alla borsa di studio per
il superamento del suddetto limite di reddito (alla determinazione di
tale reddito  concorrono  redditi  di  origine  patrimoniale  nonche'
emolumenti di qualsiasi altra natura aventi carattere ricorrente  con
esclusione  di  quelli  aventi  natura  occasionale  o  derivanti  da
servizio militare di leva o da servizio civile). 
    I cittadini  stranieri  devono  anche  dichiarare  di  essere  in
possesso dei seguenti requisiti: 
    a)  godere  dei  diritti  civili  e  politici  negli   Stati   di
appartenenza o di provenienza; 
    b) essere in possesso, fatta eccezione della  titolarieta'  della
cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti  previsti  per  i
cittadini della Repubblica. 
    La  mancata   presentazione   dei   documenti   richiesti   sara'
considerata come rinuncia al dottorato, quale ne sia la causa. 

        
      
                               Art. 10 
 
 
                           Borse di studio 
 
 
    Ai vincitori primi graduati, aventi reddito personale complessivo
annuo lordo non superiore a € 12.000,00, verra' conferita, ai sensi e
con le modalita' stabilite  dalla  normativa  vigente,  la  borsa  di
studio. 
    A tal fine, dovranno produrre: 
    autocertificazione sul reddito personale complessivo annuo lordo; 
    fotocopia modello  I.N.P.S.  attestante  l'avvenuta  costituzione
della posizione contributiva; 
    dichiarazione di essere a conoscenza che le borse  di  studio  di
cui al presente bando sono  esenti  dall'imposta  sul  reddito  delle
persone  fisiche  e  che  comunque  utilizzate  non  danno  luogo   a
valutazioni ai fini di carriere giuridiche ed economiche. 
    Le eventuali economie di borse  di  studio  o  frazione  di  esse
saranno impegnate per  essere  utilizzate  nei  successivi  cicli  di
dottorato. 
    Le borse,  della  durata  massima  pari  a  quella  prevista  per
l'intero  corso  di  dottorato,  sono  confermate  con   l'ammissione
all'anno di corso successivo del  borsista  e  vengono  assegnate  ai
candidati utilmente  collocati  in  graduatoria,  previa  valutazione
comparativa del merito e secondo l'ordine definito nella  graduatoria
stessa. L'importo della borsa di studio e' di euro  13.638,47  annui,
al lordo delle ritenute a carico del percepiente. Tale importo  sara'
adeguato agli aumenti previsti dalla norma. 
    Al termine di ciascun anno di corso, gli iscritti presentano  una
particolareggiata relazione sull'attivita' e sulle ricerche svolte al
collegio dei docenti il quale, previa valutazione  dell'assiduita'  e
dell'operosita' degli interessati, ne determina l'ammissione all'anno
di corso successivo ovverosia ne propone al rettore l'esclusione  dal
proseguimento del corso. 
    Entro il 15 novembre di ciascun  anno  essi  hanno  l'obbligo  di
rinnovare l'iscrizione  agli  anni  di  corso  successivi  al  primo.
L'iscrizione va effettuata  con  riserva  subordinatamente,  in  ogni
caso, a quanto deliberato dal collegio dei docenti, ai sensi  di  cui
all'art. 14, comma 3, del regolamento dell'Universita' di Catania per
gli studi di dottorato di ricerca, e successive modificazioni. 
    La mancata iscrizione determina la decadenza dal dottorato. 
    L'importo della borsa di studio e' elevato del 50% per  cento  in
proporzione ed in  relazione  ai  consentiti  periodi  di  permanenza
all'estero presso universita' o istituti di ricerca. 
    L'erogazione della borsa  di  studio  e'  legata  ai  periodi  di
frequenza e di attivita' di studio e di ricerca effettivamente resi. 
    Alle borse di studio per la frequenza ai corsi  di  dottorato  di
ricerca si applicano  le  disposizioni  in  materia  di  agevolazioni
fiscali di cui all'art. 4 della legge 13 agosto 1984, n. 476. 
    Le borse non possono essere cumulate con altre borse di studio  a
qualsiasi  titolo  conferite,  tranne  che  con  quelle  concesse  da
istituzioni nazionali o straniere utili ad integrare,  con  soggiorni
all'estero, l'attivita' di formazione o di ricerca dei borsisti. 
    Chi abbia usufruito di una  borsa  di  studio  per  un  corso  di
dottorato anche per un  solo  anno  o  frazione  di  esso,  non  puo'
chiedere di fruirne una seconda volta. 

        
      
                               Art. 11 
 
 
                          Incompatibilita' 
 
 
    Gli ammessi ai corsi di dottorato di ricerca non  possono  essere
contemporaneamente iscritti ad  altro  corso  universitario  (laurea,
laurea specialistica o magistrale, master I e II livello,  scuole  di
specializzazione,   corsi   di    perfezionamento,    perfezionamento
all'estero o ad un corso di altro dottorato di ricerca, ecc.). 
    A nessun  titolo  possono  essere  attribuiti  agli  iscritti  ai
dottorati di ricerca, vincitori dei posti con borsa di studio,  oltre
all'importo della borsa, compensi che facciano carico a contributi  o
assegnazioni  erogati  con  fondi  di  bilancio  dell'Universita'  di
Catania. 
    Gli iscritti ai corsi di  dottorato  nei  posti  senza  borsa  di
studio possono beneficiare di contributi come  sopra,  in  ogni  caso
limitatamente allo svolgimento di attivita' di ricerca. 

        
      
                               Art. 12 
 
 
                         Dipendente pubblico 
 
 
    Il pubblico dipendente ammesso al corso di dottorato  di  ricerca
e' collocato a domanda in congedo straordinario per motivi di  studio
come previsto dall'art.  2  della  legge  n.  476/1984  e  successive
modifiche ed integrazioni (art. 52, comma 57 della legge 28  dicembre
2001, n. 448, legge finanziaria 2002). 

        
      
                               Art. 13 
 
 
                       Obblighi dei dottorandi 
 
 
    Gli iscritti hanno l'obbligo di frequentare i corsi di  dottorato
e di compiere continuativamente attivita'  di  studio  e  di  ricerca
nell'ambito delle strutture destinate a tal fine secondo le modalita'
fissate dal collegio dei docenti. 

        
      
                               Art. 14 
 
 
                      Conseguimento del titolo 
 
 
    Il titolo di dottore di ricerca si  consegue  a  conclusione  del
corso, con il superamento dell'esame finale. 
    Esso e' conferito dal  rettore  dell'Universita'  a  chi,  avendo
superato l'esame finale, ha ottenuto risultati  di  rilevante  valore
scientifico documentati da una dissertazione finale scritta o  da  un
lavoro  grafico.  I  predetti  risultati  vengono  accertati  da  una
commissione, costituita  secondo  quanto  stabilito  dal  regolamento
dell'Universita' di Catania per gli studi di dottorato di ricerca,  e
successive  modificazioni.  Il  rilascio  della  certificazione   del
conseguimento  del  titolo  e'  subordinato  al  deposito,  da  parte
dell'interessato,  della  tesi  finale  nell'archivio   istituzionale
d'Ateneo ad accesso aperto, che ne garantira' la conservazione  e  la
pubblica consultabilita'. Successivamente  al  rilascio  del  titolo,
l'Universita'  medesima  curera'  il  deposito   legale,   in   forma
elettronica, presso le Biblioteche nazionali di Roma e di  Firenze  .
Il deposito delle tesi puo' essere ritardato  fino  ad  un  anno,  su
richiesta dell'interessato, per motivi di copertura brevettuale. 

        
      
                               Art. 15 
 
 
                     Trattamento dati personali 
 
 
    Ai sensi del decreto legislativo n. 196/2003 e del regolamento di
attuazione adottato dall'Universita', i dati  personali  forniti  dai
candidati saranno gestiti presso l'Universita' degli studi di Catania
e  trattati  per  le  finalita'  connesse  al  conferimento  e   alla
successiva  gestione  delle  attivita'  procedurali   correlate,   in
conformita' alle previsioni normative 

        
      
                               Art. 16 
 
 
                               Rinvio 
 
 
    Per quanto non esplicitamente riportato nel presente bando, si fa
riferimento alle norme contenute nella legge n. 210/1998, nel decreto
ministeriale  n.  224   del   30   aprile   1999,   nel   regolamento
dell'Universita' di Catania per gli studi di dottorato di ricerca,  e
successive   modificazioni,   e   negli   accordi   di   cooperazione
internazionali ed interuniversitari, nonche' nelle altre disposizioni
impartite in materia e comunque alla normativa vigente. 
      Catania, 6 ottobre 2010 
 
                                              p. Il rettore: Carnazza

Per visualizzare il bando completo clicca qui