UNIVERSITA' 'CA' FOSCARI' DI VENEZIA Concorso pubblico, per esami per la copertura di 1 posto di Dirigente II fascia a tempo indeterminato per la Direzione della Divisione Ragioneria.

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 76 del 24-09-2010
Sintesi: UNIVERSITA' «CA' FOSCARI» DI VENEZIA DIARIO   (scad.  25 ottobre 2010) Concorso pubblico, per esami per la copertura di 1 posto di Dirigente II fascia a tempo indeterminato per la Direzione della Divisione Ragioneria. ...
Ente: UNIVERSITA' 'CA' FOSCARI' DI VENEZIA
Regione: VENETO
Provincia: VENEZIA
Comune: VENEZIA
Data di pubblicazione 27-09-2010
Data Scadenza bando 25-10-2010
Condividi

UNIVERSITA' «CA' FOSCARI» DI VENEZIA


DIARIO   (scad.  25 ottobre 2010)

Concorso pubblico, per esami per la copertura di 1 posto di Dirigente
  II fascia a tempo indeterminato per la  Direzione  della  Divisione
  Ragioneria. 

 

 
 
                     IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO 
 
    Vista la Costituzione della Repubblica Italiana, e in particolare
gli articoli 3 e 97; 
    Visto il D.P.R. 10.1.1957, n. 3; 
    Visto il D.P.R. 3.5.1957, n. 686; 
    Vista la legge 9.5.1989, n. 168; 
    Vista la legge 7.8.1990, n. 241  e  successive  modificazioni  ed
integrazioni; 
    Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165  e  successive
modificazioni ed integrazioni; 
    Vista la legge 05/02/1992, n. 104; 
    Visto il D.P.C.M. 07/02/94, n. 174; 
    Visto il D.P.R. 09/05/1994, n.  487  e  successive  modifiche  ed
integrazioni,  le  cui  norme  regolamentano  l'accesso  ai  pubblici
impieghi nella pubblica amministrazione e le modalita' di svolgimento
dei concorsi; 
    Vista la legge 15.5.1997, n. 127; 
    Visto il D.P.R. 28 dicembre 2000,  n.  445,  «Testo  unico  delle
disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione
amministrativa»; 
    Visto il vigente Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro  (CCNL)
del  personale  dirigente  dell'Area  VII  per  i   dirigenti   delle
Universita'; 
    Vista la legge 31/03/2005, n. 43; 
    Vista la legge 09/01/2009, n.1; 
    Vista la legge 24/12/2007, n. 244 (Finanziaria 2008); 
    Visto il  decreto  legislativo  30/06/2003,  n.  196  «Codice  in
materia di protezione dei dati personali»; 
    Viste le circolari del dipartimento della  funzione  pubblica  n.
6350/2000  e  n.  4/2005  contenenti  indicazioni   in   materia   di
riconoscimento dei titoli in relazione  all'accesso  nelle  pubbliche
amministrazioni; 
    Visto il D.I. del 9/7/2009 di equiparazione dei diplomi di laurea
del vecchio ordinamento, alle lauree specialistiche (LS)  ex  decreto
n.509/99 e lauree magistrali (LM)  ex  decreto  n.270/2004,  ai  fini
della partecipazione ai pubblici concorsi; 
    Visto il D.I. del 9/7/2009 di equiparazione delle classi  di  cui
ai decreti ministeriali 4 agosto 2000 e 2  aprile  2001  alle  lauree
universitarie delle classi di cui ai decreti  ministeriali  16  marzo
2007 e 19 febbraio 2009 ai  fini  della  partecipazione  ai  pubblici
concorsi; 
    Visto il DDA n. 717 / prot. n. 19351 del 30/08/2010 con il  quale
si  autorizza  l'indizione  di   un   concorso   pubblico   a   tempo
indeterminato per l'assunzione di  un  dirigente  di  II  fascia  cui
affidare  un  incarico  di  direzione  della  Divisione   Ragioneria,
subordinandone lo svolgimento all'esito negativo delle  mobilita'  di
legge; 
    Vista la nota  n.  19541-  VII/2  del  02/09/2010  con  la  quale
l'Amministrazione  ha  trasmesso  al  Dipartimento   della   Funzione
Pubblica l'avviso di mobilita' ex art. 34-bis del decreto legislativo
n. 165/2001 e successive modificazioni ed integrazioni; 
    Vista la nota n. 19716-VII/2 del 03/09/2010 con la quale si avvia
la mobilita' ex art. 28 del CCNL relativo al personale dell'area  VII
della dirigenza Universita' ed Enti di Ricerca e  Sperimentazione  ed
ex art.30  decreto  legislativo  n.  165/01,  la  cui  attuazione  e'
subordinata all'esito negativo della mobilita' ex art. 34-bis; 
    Ritenuto di poter procedere all'indizione di un concorso pubblico
per esami per la copertura  di  n.  1  posto  di  dirigente  a  tempo
indeterminato  di  II  fascia  per  la  Direzione   della   Divisione
Ragioneria  dell'Universita'  Ca'   Foscari   Venezia,   subordinando
l'attivazione della procedura selettiva all'esito della comunicazione
ex art. 34-bis del D. Lgs. 165/2001 e  della  mobilita'  ex  art.  30
decreto legislativo n. 165/2001; 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
                          Posto a concorso 
 
 
    1. L'Universita' Ca' Foscari Venezia indice un concorso  pubblico
per esami per la copertura di n. 1 posto  a  tempo  indeterminato  di
dirigente II fascia  per  la  direzione  della  Divisione  Ragioneria
dell'Universita'  Ca'  Foscari  Venezia  il  cui  espletamento  viene
subordinato all'esito negativo delle mobilita' previste dalle vigenti
disposizioni. 
    2. L'Amministrazione garantisce parita' e pari  opportunita'  tra
uomini e donne per l'accesso al lavoro ed il trattamento  sul  lavoro
ai sensi dell'art. 7 del decreto legislativo n. 165/2001. 

        
      
                               Art. 2 
 
 
                       Ruolo e responsabilita' 
 
 
    1. La posizione dirigenziale riferisce direttamente al  Direttore
Amministrativo e presidia le seguenti aree di responsabilita': 
      1) Controllo di gestione e presidio dei sistemi e dei  processi
di programmazione, garantendone l'adeguatezza  metodologica  (logiche
ABC, contabilita'  per  centri  di  responsabilita',  BSC  e  modelli
multidimensionali, ecc.) e la rispondenza ai  fabbisogni  decisionali
del vertice; 
      2) Presidio dei processi  di  reporting  (anche  attraverso  lo
sviluppo di decision support system (DSS) e di  sistemi  di  business
intelligence),  per  quanto  riguarda  le   variabili   economico   -
finanziarie,  garantendo   la   completezza   dell'informazione   nei
confronti del vertice  dell'ateneo  e  degli  altri  stakeholder  del
sistema (social accountability); 
      3)  Supporto  all'elaborazione  della   strategia   finanziaria
dell'Ateneo,  con  particolare  riferimento   alla   gestione   degli
strumenti di credito e all'equilibrio di medio lungo periodo; 
      4)  Presidio  dei  processi   di   programmazione   annuale   e
pluriennale, di gestione  dei  flussi  finanziari  (tesoreria)  e  di
rendicontazione nel rispetto delle norme di  contabilita'  e  finanza
pubblica; 
      5) Presidio dei processi di gestione contabile, fiscale  e  dei
trattamenti economici. 
    Al titolare della posizione e' inoltre richiesto: 
      1) l'organizzazione dei servizi e del lavoro  in  un'ottica  di
flessibilita' gestionale  e  di  creazione  di  valore  per  l'utenza
finale, anche  attraverso  l'allocazione  delle  risorse  umane  alle
diverse unita' organizzative della propria struttura; 
      2) il presidio dell'innovazione dei sistemi e dei processi,  al
fine   di   aumentare   l'efficacia   e   l'efficienza    dell'azione
amministrativa; 
      3) Lo sviluppo (formazione, valutazione, incentivazione)  e  la
gestione del personale della propria struttura, in  coerenza  con  le
politiche e i sistemi di ateneo; 
      4) il supporto allo sviluppo del sistema contabile -finanziario
di  ateneo,  anche  attraverso  la  definizione  di  standard  comuni
(procedure, prassi) e la diffusione delle conoscenze specialistiche; 
      5) il presidio e lo sviluppo dei sistemi  informativi  connessi
alle proprie aree di  responsabilita',  con  particolare  riferimento
all'implementazione del data warehouse contabile. 
    Al dirigente sono richieste le seguenti competenze: 
    Conoscenze generali: 
      Conoscenza delle tecniche  e  degli  strumenti  di  gestione  e
sviluppo delle Risorse Umane e di organizzazione del lavoro; 
      Conoscenza delle  tecniche  e  degli  strumenti  connessi  alla
gestione dell'innovazione (change and project management); 
      Conoscenza della normativa generale dell'Universita'  (compresa
quella relativa alla PA in generale riferibile all'Universita'); 
      Conoscenza  della   lingua   inglese   in   particolare   della
terminologia tecnica; 
      Conoscenze informatiche legate al pacchetto Office; 
    Conoscenze specialistiche dell'area da presidiare: 
      Conoscenza degli strumenti e delle tecniche di pianificazione e
controllo; 
      Conoscenza degli strumenti e delle tecniche per il reporting; 
      Conoscenza degli strumenti relativi  al  DSS  e  alla  Business
Intelligence; 
      Conoscenza della normativa e  delle  tecniche  di  contabilita'
(sia finanziaria/pubblica che economico patrimoniale); 
      Conoscenza   delle   normativa   fiscale    e    previdenziale,
relativamente alle aree di responsabilita' di competenza; 
    Capacita': 
      Organizzazione: Capacita' di pianificare  e  allocare  in  modo
ottimale le risorse, le attivita'  e  gli  strumenti  affidati  e  di
monitorare il loro efficiente ed efficace utilizzo; 
      Visione  d'insieme:  Capacita'  di  saper  considerare  in  una
prospettiva  integrata  problemi  diversi,  cercando  soluzioni   che
possano risultare efficaci sia al problema che  si  affronta  sia  al
contesto di riferimento; 
      Decisionalita': Capacita' di affrontare e scegliere  di  fronte
all'incertezza, ove vi sia presente una situazione di rischio,  sulla
base della propria stabilita' emotiva e sicurezza personale; 
      Leadership: Capacita' di interpretare  gli  indirizzi  generali
all'interno dell'organizzazione e di porsi come polo di  aggregazione
emotiva dei bisogni e delle motivazioni; 
      Abilita' relazionale: Capacita' di sapersi muovere,  risultando
efficaci in relazioni e contesti  diversi,  prestando  attenzione  ai
feedback dell'interlocutore e dell'ambiente; 
      Analisi: Capacita' di elaborare  le  diverse  variabili  di  un
problema e quindi di approfondire  i  dati  a  disposizione,  fino  a
ottenere una soluzione che ottimizzi gli elementi in gioco; 
      Flessibilita'  di  pensiero   /   innovazione:   Capacita'   di
affrontare i problemi senza essere  condizionato  ne'  da  schemi  di
riferimento ne' da chiusure preconcette, riuscendo ad  integrare  con
altri dati  quelli  a  disposizione,  ampliando  cosi'  il  campo  di
indagine al fine di individuare soluzioni nuove e  caratterizzate  da
maggiore efficacia ed efficienza. 

        
      
                               Art. 3 
 
 
                  Requisiti generali di ammissione 
 
 
    1. Per l'ammissione al concorso i candidati  devono  trovarsi  in
una delle seguenti condizioni soggettive alternative: 
      a) dipendenti di ruolo delle pubbliche amministrazioni,  muniti
del titolo di studio di cui al successivo  comma  2,  lett.  A),  che
abbiano compiuto almeno cinque anni di servizio o, se in possesso del
dottorato di ricerca o del  diploma  di  specializzazione  conseguito
presso le scuole di  specializzazione  individuate  con  decreto  del
Presidente del Consiglio dei Ministri, di concerto  con  il  Ministro
dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca, almeno tre anni di
servizio, svolti in posizioni funzionali per l'accesso alle quali  e'
richiesto il possesso del diploma di laurea. Per i  dipendenti  delle
amministrazioni statali reclutati a  seguito  di  corso-concorso,  il
periodo di servizio e' ridotto a quattro anni; 
      b) soggetti in possesso della qualifica di dirigente in enti  e
strutture  pubbliche  non  ricomprese  nel  campo   di   applicazione
dell'art.1 comma 2 del d.lgs.  n.  165/2001,  muniti  del  titolo  di
studio di cui al successivo comma 2, lett. A), che hanno  svolto  per
almeno due anni le funzioni dirigenziali; 
      c)  soggetti  che  hanno  svolto   incarichi   dirigenziali   o
equiparati in Amministrazioni Pubbliche per un periodo non  inferiore
a cinque anni,  purche'  muniti  del  titolo  di  studio  di  cui  al
successivo comma 2, lett. A); 
    d)  cittadini  italiani  forniti  di  idoneo  titolo  di   studio
universitario in conformita' ai titoli di studio di cui al successivo
comma 2, lett. A), che hanno maturato, con servizio continuativo  per
almeno quattro anni presso enti, pubblici  o  privati  (associazioni,
fondazioni, imprese, ecc.) od  organismi  internazionali,  esperienze
lavorative in posizioni funzionali apicali per l'accesso  alle  quali
e' richiesto il possesso del diploma di laurea. 
    2. I candidati devono essere altresi' in possesso  dei  requisiti
di seguito elencati: 
    A) Titolo di studio: 
      Diploma di Laurea del Vecchio Ordinamento (ante D.M. n. 509/99)
in: 
        Economia  aziendale,   Economia   e   commercio,   Ingegneria
gestionale ed equipollenti; 
        laurea specialistica (LS) appartenente alla  classe  84/S   -
Scienze   economico-sociali,   o   alla   classe   64/S   -   Scienze
dell'economia, o alla classe 34/S - Ingegneria gestionale; 
        laurea magistrale  (LM)  appartenente  alla  classe  LM-77  -
Scienze  economico-aziendali,  o  alla   classe   LM-56   -   Scienze
dell'economia, o alla classe LM-31 - Ingegneria gestionale  e  lauree
equiparate ai sensi del D.I. 9/7/2009 MIUR rilasciato di concerto con
il Ministero della Pubblica Amministrazione e Innovazione; 
        Laurea  (L)   appartenente   alla   classe   17   -   Scienze
dell'economia e della gestione aziendale o alla classe 28  -  Scienze
economiche ovvero laurea (L) appartenente alla classe L-18 -  Scienze
dell'economia e della gestione aziendale o alla classe L-33 - Scienze
economiche rilasciate ai sensi dell'ordinamento di  cui  al  D.M.  n.
509/99 del MURST e successive modificazioni, equiparate ai sensi  del
D.I. 9/7/2009 MIUR rilasciato di  concerto  con  il  Ministero  della
Pubblica Amministrazione e Innovazione. 
    Il  titolo  di   studio   conseguito   all'estero   deve   essere
riconosciuto equipollente a quelli sopraindicati, in base ad  accordi
internazionali, ovvero alla normativa vigente. 
    I candidati che hanno conseguito il titolo di  studio  all'estero
dovranno allegare il  titolo  stesso  tradotto  e  autenticato  dalla
competente rappresentanza diplomatica o consolare italiana, indicando
l'avvenuta equipollenza del  proprio  titolo  di  studio  con  quello
italiano richiesto ai fini dell'ammissione. 
    Per esercizio di funzioni dirigenziali o apicali, si  intende  lo
svolgimento di attivita'  di  direzione  di  strutture  organizzative
complesse, di programmazione,  di  coordinamento  e  controllo  delle
attivita' degli  uffici  sottoposti,  di  organizzazione  e  gestione
autonoma del personale e delle risorse strumentali ed economiche,  di
definizione degli obiettivi e  standard  di  prestazione  e  qualita'
delle  attivita'  delle  strutture   sottordinate,   nell'ambito   di
finalita' ed obiettivi generali stabiliti  dai  dirigenti  di  uffici
dirigenziali  di  livello  superiore  o  dagli  organi   di   governo
dell'amministrazione di appartenenza del  candidato.  Le  circostanze
nelle quali le funzioni di cui sopra  sono  state  esercitate  devono
essere documentate. 
    B) cittadinanza italiana (sono equiparati ai  cittadini  italiani
gli italiani non appartenenti alla repubblica) o cittadinanza di  uno
Stato membro dell'Unione europea; 
    C) godimento dei diritti politici; 
    D) idoneita' fisica all'impiego. L'Amministrazione sottoporra'  a
visita medica di controllo i vincitori  di  concorso,  da  parte  del
medico competente dell'Universita'; 
    E) di essere in posizione regolare nei confronti dell'obbligo  di
leva; 
    F)  di  non  aver  riportato  condanne  penali  e  di  non  avere
procedimenti penali pendenti, ovvero  le  eventuali  condanne  penali
riportate o i procedimenti penali eventualmente pendenti; 
    Non possono essere ammessi al concorso coloro che  siano  esclusi
dall'elettorato politico attivo e coloro che siano stati destituiti o
dispensati  dall'impiego  presso  una  pubblica  amministrazione  per
persistente insufficiente rendimento, ovvero siano  stati  dichiarati
decaduti da altro impiego  statale  ai  sensi  dell'art.  127,  primo
comma, lettera d), del testo unico delle disposizioni concernenti  lo
statuto degli impiegati civili  dello  Stato,  approvato  con  D.P.R.
10.1.1957, n. 3. 
    3. I cittadini degli Stati membri  dell'Unione  europea  dovranno
possedere, ai fini della partecipazione alla  selezione,  i  seguenti
requisiti: 
      a) godere dei diritti civili e politici anche  negli  Stati  di
appartenenza o di provenienza; 
      b) essere in possesso, fatta eccezione della titolarita'  della
cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti  previsti  per  i
cittadini della Repubblica; 
      c) avere un'adeguata conoscenza della lingua italiana. 
    4. I requisiti prescritti devono essere posseduti  alla  data  di
scadenza del termine utile per  la  presentazione  delle  domande  di
ammissione al concorso. 
    5. Tutti i candidati sono ammessi al concorso con riserva. 
    6.  L'esclusione  dal  concorso,  per   difetto   dei   requisiti
prescritti,  puo'  essere  disposta  in  qualsiasi   momento,   anche
successivamente  allo   svolgimento   delle   prove,   con   motivato
provvedimento e notificata all'interessato. 

        
      
                               Art. 4 
 
 
                 Domanda e termine di presentazione 
 
 
    1. Gli interessati  dovranno  far  pervenire  di  persona  o  con
raccomandata con avviso di ricevimento, la domanda di  partecipazione
alla   selezione,    indirizzata    al    Direttore    Amministrativo
dell'Universita' Ca' Foscari Venezia, redatta  in  carta  semplice  e
sottoscritta in originale dal candidato, secondo lo  schema  allegato
A) unitamente al curriculum formativo e professionale - con  allegato
B) (curriculum europeo), entro il termine di 30  giorni  a  decorrere
dal giorno successivo alla data di pubblicazione del  presente  bando
nella Gazzetta Ufficiale - 4ª serie speciale.  Non  si  terra'  conto
delle domande presentate o spedite a mezzo raccomandata con avviso di
ricevimento oltre il termine stabilito. 
    2. La domanda, corredata dei  recapiti  e-mail,  fax,  cellulare,
telefono dovra' essere  inviata  in  busta  chiusa  con  la  dicitura
"Riservata Personale - Bando di concorso per la copertura di 1  posto
di dirigente della Divisione Ragioneria al seguente indirizzo: 
      Universita' Ca' Foscari Venezia -  Divisione  Organizzazione  e
Gestione delle Risorse Umane -  Sezione  PTA  /  Settore  Concorsi  -
Dorsoduro n. 3246 - 30123 Venezia. 
    3. La data di spedizione delle domande e' stabilita e  comprovata
dal timbro a data dell'Ufficio postale accettante. 
    4. Il bando e' pubblicato nella home page del sito WEB di  questo
Ateneo al seguente indirizzo: http://www.unive.it/concorsi  
    Nella domanda di ammissione  al  concorso  i  candidati  dovranno
dichiarare, sotto la propria personale responsabilita' ai  sensi  del
D.P.R. n. 445/2000, art. 46: 
      a) il cognome e il nome; 
      b) la data e il luogo di nascita; 
      c) il possesso della cittadinanza italiana o della cittadinanza
di uno Stato membro dell'Unione europea; 
      d) il Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, ovvero i
motivi della mancata iscrizione o  della  cancellazione  dalle  liste
medesime; 
    I candidati cittadini degli  Stati  Membri  dell'Unione  europea,
devono inoltre dichiarare di godere dei  diritti  civili  e  politici
anche negli Stati di appartenenza o  di  provenienza,  di  essere  in
possesso di tutti  gli  altri  requisiti  previsti  per  i  cittadini
appartenenti alla Repubblica, fatta  eccezione  per  la  cittadinanza
italiana, nonche' di  avere  una  adeguata  conoscenza  della  lingua
italiana; 
      e) le eventuali condanne  penali  riportate  o  i  procedimenti
penali eventualmente pendenti; 
      f) il possesso  del  titolo  di  studio  richiesto  all'art.  3
lettera A) del presente bando, con l'indicazione dell'anno in cui  e'
stato conseguito e dell'Universita'  che  lo  ha  rilasciato.  Se  il
titolo di studio e' stato conseguito all'estero, il candidato  dovra'
indicare   l'autorita'   competente,   nonche'   gli   estremi    del
provvedimento che ha riconosciuto tale titolo equipollente al  titolo
italiano o con il quale e' stato richiesto il riconoscimento; 
      g) il possesso  di  una  delle  condizioni  soggettive  di  cui
all'art. 3 punto 1 lettere a), b), c), d). 
      h) idoneita' fisica all'impiego; 
      i) la posizione rivestita  per  quanto  concerne  gli  obblighi
militari; 
      l)   gli   eventuali   servizi   prestati   presso    pubbliche
amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti  rapporti  di
impiego pubblico; tale dichiarazione dovra' essere redatta  anche  se
negativa; 
      m) di non essere stati  destituiti  o  dispensati  dall'impiego
presso una pubblica  amministrazione  per  persistente  insufficiente
rendimento, di non essere  stati  dichiarati  decaduti  da  un  altro
impiego  statale  per  averlo  conseguito  mediante   produzione   di
documenti falsi o viziati da invalidita' insanabile; 
      n) il  possesso  di  eventuali  titoli  validi  ai  fini  della
preferenza di cui al successivo art. 9 posseduti  alla  scadenza  del
termine utile per la presentazione della  domanda  di  ammissione  al
concorso. 
    5. I titoli di preferenza saranno presi  in  considerazione  solo
qualora  siano  stati  dichiarati  dal  candidato  nella  domanda  di
partecipazione al concorso  con  specificazione  della  categoria  di
appartenenza. 
    6.  Dalle  domande  deve  risultare  altresi'  il  recapito   cui
indirizzare  eventuali  comunicazioni,  numero  di   telefono,   fax,
indirizzo e-mail. 
    7. I candidati portatori di  handicap  devono  specificare  nella
domanda  l'eventuale  ausilio  necessario  in  relazione  al  proprio
handicap,  nonche'  segnalare   l'eventuale   necessita'   di   tempi
aggiuntivi per l'espletamento delle prove, da documentarsi entrambi a
mezzo  idoneo  certificato  rilasciato  dalla   struttura   sanitaria
pubblica competente per territorio, ai sensi degli artt. 4 e 20 della
legge n. 104/92. 
    8. L'Amministrazione non assume  alcuna  responsabilita'  per  la
dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta  indicazione  del
recapito da  parte  del  concorrente  o  da  mancata  oppure  tardiva
comunicazione del cambiamento dell'indirizzo indicato nella  domanda,
ne'  per  eventuali  disguidi  postali  o  telegrafici   o   comunque
imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. 
    9. Non si terra' conto delle domande presentate o spedite a mezzo
raccomandata con avviso di ricevimento oltre il termine stabilito. 
    10. Non si terra' conto  delle  domande  che  non  contengano  le
indicazioni precisate nel presente articolo, se non sanabili. 
    11. Ai sensi di  quanto  disposto  dall'art.  39  del  D.P.R.  n.
445/2000  la  sottoscrizione  della  domanda  non  e'   soggetta   ad
autenticazione. 
    12. La firma in calce alla domanda e'  apposta  in  presenza  del
dipendente addetto a ricevere la domanda,  previa  esibizione  di  un
valido documento di identificazione. Per le domande inviate per posta
o consegnate da terze persone, alla domanda firmata va  allegata  una
fotocopia semplice (fronte retro) di un  documento  di  identita'  in
corso di validita'. 
    13. La  mancanza  della  sottoscrizione  nella  domanda  comporta
l'esclusione dal concorso. 

        
      
                               Art. 5 
 
 
                      Commissione esaminatrice 
 
 
    1.  La  Commissione  esaminatrice  e'  nominata  ai  sensi  della
normativa vigente in materia. 

        
      
                               Art. 6 
 
 
     Pubblicazione dello svolgimento della procedura concorsuale 
        e calendario della preselezione e delle prove d'esame 
 
 
    1.  Questa  Universita'  comunichera'  il  giorno  mercoledi'   3
novembre   2010   sul    proprio    sito    internet    all'indirizzo
www.unive.it/concorsi l'avviso  riguardante  l'effettuazione  o  meno
della procedura concorsuale, in base agli esiti  delle  mobilita'  di
personale che saranno  attivate  ai  sensi  delle  normative  vigenti
nonche' pubblichera' il calendario della preselezione e  delle  prove
d'esame di cui ai successivi articoli 7 e 8. 
    2. La suddetta pubblicazione del calendario della preselezione  e
delle prove d'esame ha valore di notifica a tutti gli effetti. 

        
      
                               Art. 7 
 
 
                            Preselezione 
 
 
    1. La prova di preselezione consistera' in test atti  a  rilevare
le  capacita'  e  le  competenze  necessarie   all'assunzione   delle
responsabilita' in capo al ruolo, e si svolgera' nel  giorno,  ora  e
luogo indicati nel calendario che sara' pubblicato come  indicato  al
precedente articolo 6. 
    2. La pubblicazione del suddetto calendario ha valore di notifica
a tutti gli effetti. I candidati sono  tenuti  a  presentarsi,  senza
alcun preavviso, nei locali,  nei  giorni  e  nell'ora  indicati  nel
citato diario. 
    3.  Il  superamento  della  preselezione  si  consegue  con   una
valutazione di almeno 21/30 o equivalente e  costituisce  titolo  per
l'ammissione alle prove scritte. L'assenza del candidato  alla  prova
di preselezione sara' considerata come rinuncia alla selezione  quale
ne sia la causa. 
    4. Nel calendario di svolgimento  della  preselezione  che  sara'
pubblicato  il  giorno  mercoledi'  3  novembre  2010  nel  sito  web
dell'Ateneo all'indirizzo www.unive.it/concorsi  , sara' altresi' resa
nota la data in cui verranno esposti i risultati della preselezione. 
    4. Tutti i candidati sono ammessi con  riserva,  fatte  salve  le
esclusioni eventualmente intervenute. 
    5.  Ai  fini  di  economicita'  ed  efficienza  della   procedura
concorsuale, l'Amministrazione si riserva di valutare  l'opportunita'
di procedere  all'espletamento  della  preselezione  sulla  base  del
numero delle domande di partecipazione pervenute. 

        
      
                               Art. 8 
 
 
                  Programma di esame, convocazione 
                         e calendario prove 
 
 
    1.  Le  prove  sono  finalizzate  a  verificare   le   competenze
professionale  dei  candidati,  nonche'  la  capacita'  di  risolvere
correttamente i problemi ed esercitare concretamente le competenze in
capo al ruolo di  Direttore  della  Divisione  Ragioneria.  Le  prove
selettive consisteranno in due prove scritte, di cui una a  contenuto
teorico-pratico, e in una prova orale vertenti sulle  responsabilita'
e le competenze richieste per l'espletamento del  ruolo  ed  indicate
all'art. 2 del bando. 
    La  prima  prova  scritta  vertera'  su  tematiche  attinenti  le
conoscenze richieste per l'esercizio del  ruolo  il  cui  svolgimento
potra' consistere in un elaborato e/o in un  test  anche  a  risposta
multipla. 
    La seconda prova scritta a contenuto teorico pratico  riguardera'
la trattazione di un caso e sara' volta ad  accertare  le  competenze
richieste con particolare riguardo a quelle manageriali. 
    2. Per la valutazione delle due prove la commissione  dispone  di
30 punti. Le prove si intendono superate qualora il candidato riporti
una votazione non inferiore a 21/30 in ciascuna di esse. L'ammissione
alla prova orale e' subordinata al superamento di entrambe  le  prove
scritte. 
    La prova orale  vertera'  sugli  argomenti  oggetto  delle  prove
scritte e sulle conoscenze e competenze richieste per l'esercizio del
ruolo  e  sara'  mirata   ad   accertare   la   preparazione   e   la
professionalita' del candidato,  la  conoscenza  delle  problematiche
dell'ambito  universitario  e  le  attitudini  a  svolgere   funzioni
dirigenziali. Verranno inoltre verificate le conoscenze della  lingua
inglese e  delle  applicazioni  informatiche  piu'  diffuse.  Per  la
valutazione del colloquio la commissione  dispone  di  30  punti.  Il
colloquio si  intende  superato  qualora  il  candidato  riporti  una
votazione  non  inferiore  a  21/30.  Le  sedute  della   Commissione
esaminatrice durante lo svolgimento della prova orale sono pubbliche. 
    3. Al termine della valutazione di tutti i candidati ammessi alla
prova  orale  la  Commissione  esaminatrice  formera'  l'elenco   dei
candidati  esaminati,  con  l'indicazione  dei   voti   da   ciascuno
riportati, che verra' affisso nella sede  degli  esami,  nonche'  nel
sito internet all'indirizzo: www.unive.it/concorsi  
    4. Il punteggio finale e' dato dalla somma della media  dei  voti
conseguiti nelle prove scritte, e della  votazione  conseguita  nella
prova orale. 
    5. Il calendario delle prove  d'esame  nonche'  la  data  in  cui
saranno pubblicati i risultati delle prove scritte  per  l'ammissione
dei candidati alla prova orale, saranno pubblicati nel  sito  web  di
Ateneo all'indirizzo www.unive.it/concorsi   il  giorno  mercoledi'  3
novembre 2010. 
    6. La pubblicazione del suddetto calendario ha valore di notifica
a tutti gli  effetti  ai  fini  della  convocazione  alla  selezione.
Pertanto  i  candidati  sono  tenuti  a  presentarsi,   senza   alcun
preavviso, nei locali, nei giorni e  nell'ora  indicati  nell'avviso.
L'assenza  del  candidato  ad  una  qualsiasi   delle   prove   sara'
considerata come rinuncia alla selezione quale ne sia la causa. 
    7. Per essere ammessi a sostenere le prove di esame  i  candidati
dovranno essere muniti  di  uno  dei  seguenti  validi  documenti  di
riconoscimento: 
      a) carta d'identita', passaporto, porto d'armi; 
      b) tessera di riconoscimento rilasciata da una  Amministrazione
dello Stato, a norma  del  D.P.R.  28.7.1967,  n.  851  e  successive
modificazioni; 
      c) fotografia recente applicata su prescritto foglio  di  carta
da bollo con firma autenticata dell'aspirante. 

        
      
                               Art. 9 
 
 
                        Titoli preferenziali 
 
 
    1. Al fine  della  formazione  della  graduatoria  di  merito,  i
concorrenti  che  abbiano  superato  la  prova  orale  dovranno   far
pervenire per loro diretta  iniziativa  all'Universita'  Ca'  Foscari
Venezia, Divisione Organizzazione e Gestione delle  Risorse  Umane  -
Sezione PTA/Settore Concorsi - Dorsoduro, 3246 -  Venezia,  entro  il
termine perentorio di 15 giorni che decorrono dal giorno successivo a
quello in  cui  hanno  sostenuto  la  prova  orale,  i  documenti  in
originale  o  in  copia  autenticata  in  carta  libera,  ovvero   le
dichiarazioni sostitutive di certificazione  attestanti  il  possesso
dei titoli di preferenza, a parita'  di  valutazione,  gia'  indicati
nella domanda, dai quali risulti altresi' il possesso  del  requisito
alla data di scadenza del termine utile per  la  presentazione  della
domanda  di  ammissione  al  concorso.  I  documenti  si  considerano
prodotti in tempo utile anche se spediti  a  mezzo  raccomandata  con
avviso di ricevimento entro il termine indicato; a tal fine  fa  fede
il timbro a data dell'ufficio postale accettante. 
    Le  categorie  di  cittadini  che  nei  pubblici  concorsi  hanno
preferenza a parita' di merito e a parita' di  titoli  sono  appresso
elencate. A parita' di merito i titoli di preferenza sono: 
      1) gli insigniti di medaglia al valore militare; 
      2) i mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti; 
      3) i mutilati ed invalidi per fatto di guerra; 
      4) i mutilati ed invalidi per servizio nel settore  pubblico  e
privato; 
      5) gli orfani di guerra; 
      6) gli orfani dei caduti per fatto di guerra; 
      7) gli orfani dei caduti per servizio nel  settore  pubblico  e
privato; 
      8) i feriti in combattimento; 
      9) gli insigniti di croce di guerra  o  di  altra  attestazione
speciale di merito di guerra, nonche' i capi di famiglia numerosa; 
      10) i  figli  dei  mutilati  e  degli  invalidi  di  guerra  ex
combattenti; 
      11) i figli dei mutilati e degli invalidi per fatto di guerra; 
      12) i figli dei mutilati e  degli  invalidi  per  servizio  nel
settore pubblico e privato; 
      13) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati  e
le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti in guerra; 
      14) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati  e
le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per fatto di
guerra; 
      15) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati  e
le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per servizio
nel settore pubblico e privato; 
      16)  coloro  che  abbiano  prestato  servizio   militare   come
combattenti; 
      17) coloro che abbiano prestato lodevole servizio  a  qualunque
titolo, per non meno di un anno nell'Amministrazione che  ha  indetto
il concorso; 
      18) i coniugati e i non coniugati con riguardo  al  numero  dei
figli a carico; 
      19) gli invalidi ed i mutilati civili; 
      20) militari  volontari  delle  Forze  armate  congedati  senza
demerito al termine della ferma o rafferma. 
    A parita' di merito e di titoli la preferenza e' determinata: 
      a) dal numero dei figli a carico, indipendentemente  dal  fatto
che il candidato sia coniugato o meno; 
      b) dall'aver prestato lodevole servizio  nelle  amministrazioni
pubbliche; 
      c) dalla piu' giovane eta' del candidato. 

        
      
                               Art. 10 
 
 
                   Approvazione della graduatoria 
 
 
    1. La graduatoria di merito e' formata secondo l'ordine dei punti
della votazione  complessiva  riportata  da  ciascun  candidato,  con
l'osservanza, a parita' di punti, delle preferenze previste dall'art.
9 del presente bando. 
    2. E' dichiarato vincitore, nei limiti dei posti complessivamente
messi a concorso, il candidato utilmente collocato nella  graduatoria
di  merito,  sotto  condizione   sospensiva   dell'accertamento   dei
requisiti richiesti per l'ammissione all'impiego. 
    3. La graduatoria di merito, unitamente a quella  del  vincitore,
e' approvata  con  determinazione  dirigenziale.  La  graduatoria  di
merito  e  quella  del  vincitore  del  concorso  saranno  pubblicate
mediante  affissione  all'Albo  della  Divisione   Organizzazione   e
Gestione delle Risorse Umane dell'Universita'  Ca'  Foscari  Venezia,
Dorsoduro, 3246 - Venezia, e pubblicati nel sito internet dell'Ateneo
al seguente indirizzo: www.unive.it/concorsi  . Di tale  pubblicazione
sara' data notizia mediante  avviso  nella  Gazzetta  Ufficiale  - 4ª
serie speciale. 
    4. Dalla data di pubblicazione di detto avviso decorre il termine
per eventuali impugnative. 
    5. La graduatoria di merito, unitamente a  quella  del  vincitore
del concorso rimane efficace per un termine di tre anni dalla data di
pubblicazione. 
    6. Non si da' luogo a dichiarazioni di idoneita'. 

        
      
                               Art. 11 
 
 
                 Costituzione del rapporto di lavoro 
 
 
    1.  L'assunzione   sara'   subordinata   all'accertamento   della
disponibilita'  finanziaria  sul  bilancio  dell'Ateneo  e  a  quanto
previsto  dalle  norme  vigenti  in  materia  di   assunzione   nelle
Universita'. 
    2. Il candidato dichiarato vincitore sara' invitato  a  stipulare
con l'Universita' Ca' Foscari Venezia  un  contratto  individuale  di
lavoro subordinato a tempo indeterminato nella qualifica di dirigente
di ruolo in prova  della  carriera  dirigenziale  delle  Universita',
conformemente a quanto previsto dal vigente CCNL  dell'area  VII  dei
dirigenti del comparto universita' entro il  termine  previsto  dalla
nota d'invito. Decorso tale termine, fatta salva la  possibilita'  di
una sua proroga a richiesta dell'interessato in caso di comprovato  e
giustificato impedimento, non si  da'  luogo  alla  stipulazione  del
contratto di lavoro. 
    3. Il vincitore assunto sara' soggetto ad un periodo di prova  di
sei mesi, non rinnovabile o prorogabile alla scadenza. 
    4. Il rapporto di lavoro e'  regolato,  anche  per  le  cause  di
risoluzione e per i termini di preavviso, dal vigente CCNL  Area  VII
dei  dirigenti  del  comparto  Universita',  dalle  norme  di   legge
concernenti i rapporti di lavoro subordinato nell'impresa  in  quanto
compatibili con la natura ed i fini  istituzionali  dell'Universita',
nonche' dalle norme comunitarie in materia. 
    5. E' in ogni caso condizione  risolutiva  del  contratto,  senza
obbligo di preavviso, l'annullamento della procedura di  reclutamento
che ne costituisce il presupposto. 
    6. Decorsa la meta' del suddetto periodo di prova,  nel  restante
periodo ciascuna delle parti puo' recedere dal rapporto in  qualsiasi
momento senza obbligo di preavviso ne' di indennita' sostitutiva  del
preavviso, fatti salvi i casi di sospensione previsti  dal  Contratto
Collettivo  nazionale  di  lavoro   o   dalle   norme   modificative,
integrative e sostitutive dello stesso. Il recesso opera dal  momento
della   comunicazione   alla   controparte.    Il    recesso    della
Amministrazione deve essere motivato. 
    7. Decorso il periodo di prova senza che il  rapporto  di  lavoro
sia stato risolto da  una  delle  parti,  il  dipendente  si  intende
confermato in servizio e  gli  viene  riconosciuta  l'anzianita'  dal
giorno dell'assunzione a tutti gli effetti. 
    8. Per la restante disciplina si rinvia  a  quanto  disposto  dal
vigente Contratto Collettivo Nazionale di lavoro  dell'area  VII  dei
dirigenti dell'Universita'. 
    9. Al  vincitore  con  specifico  provvedimento  sara'  conferito
l'incarico dirigenziale di Direttore della Divisione  Ragioneria  che
individuera' l'oggetto dell'incarico, i programmi da realizzare e gli
obiettivi  da  conseguire  nonche'  la  durata   dello   stesso.   Al
conferimento dell'incarico verra' stipulato un  contratto  di  lavoro
individuale con cui  sara'  definito  il  corrispondente  trattamento
economico accessorio previsto, secondo quanto previsto dal CCNL e dal
Contratto Collettivo Integrativo. 

        
      
                               Art. 12 
 
 
                     Presentazione dei documenti 
 
 
    1. Entro trenta giorni dalla  stipula  del  contratto  di  lavoro
individuale il candidato  vincitore  sara'  invitato  a  produrre  la
documentazione o a  sottoscrivere  le  dichiarazioni  sostitutive  di
certificazione comprovanti il possesso dei  requisiti  richiesti  dal
bando. 
    2. Ai fini dell'accertamento dell'idoneita'  fisica  al  servizio
continuativo  ed  incondizionato  nell'impiego  il  vincitore   sara'
sottoposto a visita medica da parte del medico competente  di  questa
Universita'. 

        
      
                               Art. 13 
 
 
                 Risoluzione del rapporto di lavoro 
 
 
    1. La mancata assunzione del servizio nel termine  stabilito  dal
contratto comporta l'immediata risoluzione del  rapporto  di  lavoro,
salvo comprovati e giustificati motivi di impedimento.  In  tal  caso
l'Universita', valutati i  motivi,  puo'  prorogare  il  termine  per
l'assunzione, compatibilmente con le esigenze di servizio. 
    2. Ogni altra causa di estinzione del rapporto  e'  regolata  dai
Contratti Collettivi e dalle disposizioni vigenti. 

        
      
                               Art. 14 
 
 
                   Trattamento dei dati personali 
 
 
    1. Ai sensi d.lgs. n. 196 del 30/06/2003  i  dati  personali  dei
candidati, saranno trattati in forma cartacea o informatica,  per  le
finalita' della presente procedura. 

        
      
                               Art. 15 
 
 
                          Sede di servizio 
 
 
    1. La sede  di  servizio  e'  presso  l'Universita'  Ca'  Foscari
Venezia. 

        
      
                               Art. 16 
 
 
                            Comunicazioni 
 
 
    1. Tutte le comunicazioni relative al concorso saranno inviate al
candidato a mezzo con raccomandata con ricevuta di ritorno,  ove  non
previsto diversamente dal presente bando. 

        
      
                               Art. 17 
 
 
                               Rinvio 
 
 
    1. Per tutto quanto non previsto nel presente bando,  valgono  le
disposizioni vigenti in materia, in quanto compatibili. 
    2. Il presente bando di concorso  sara'  inoltrato  al  Ministero
della giustizia per la pubblicazione nella Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica - 4ª serie speciale. 
      Venezia, 13 settembre 2010 
      
 
                                Il direttore amministrativo: Scuttari