Concorso per 3 professori universitari 2^ fascia (lombardia) UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 3
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 43 del 31-05-2019
Sintesi: UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO Concorso (Scad. 30 giugno 2019) Procedure di valutazione scientifico-didattica per la chiamata di tre professori di seconda fascia, varie sedi. ...
Ente: UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO
Regione: LOMBARDIA
Provincia: MILANO
Comune: MILANO
Data di pubblicazione 31-05-2019
Data Scadenza bando 30-06-2019
Condividi

UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO

Concorso (Scad. 30 giugno 2019)

Procedure di valutazione scientifico-didattica per la chiamata di tre professori di seconda fascia, varie sedi.

 
    Ai sensi dell'art. 18 della legge n. 240/2010 e  del  regolamento
relativo  alla   disciplina   delle   procedure   di   chiamata,   di
trasferimento e di mobilita' interna dei professori di ruolo di prima
fascia, dei professori di ruolo di seconda fascia e dei ricercatori a
tempo indeterminato emanato con decreto  rettorale  n.  4554  dell'11
luglio 2018, si comunica che l'Universita' Cattolica del Sacro  Cuore
ha bandito con decreto rettorale  n.  5327  del  3  maggio  2019,  le
seguenti  procedure  di  valutazione  scientifico-didattica  di   tre
professori  di  ruolo  di  seconda  fascia  da  effettuare   mediante
chiamata. 
    Facolta' di lettere e filosofia - un posto: 
      settore  concorsuale:   10/C1   -   Teatro,   musica,   cinema,
televisione e media audiovisivi; 
      settore scientifico-disciplinare: L-ART/05 -  Discipline  dello
spettacolo; 
      funzioni scientifico-didattiche: sotto il  profilo  scientifico
si  richiede  una   figura   con   ampie   competenze   nel   settore
scientifico-disciplinare L-ART/05, specialmente in ambito  moderno  e
contemporaneo, che abbia svolto ricerche e prodotto pubblicazioni con
particolare riferimento a temi correlati alla storia e alle  tecniche
della drammaturgia,  che  mostri  competenze  anche  nell'ambito  del
teatro sociale e di comunita' e un  approccio  interdisciplinare  che
inquadri le discipline dello spettacolo nell'ampio ambito degli studi
sulla comunicazione. La sua produzione scientifica dovra' comprendere
un congruo numero di saggi in riviste scientifiche  internazionali  o
nazionali  di  fascia  A  e  in  volumi  di   livello   nazionale   e
internazionale, sui quali sia  stato  unanime  l'apprezzamento  della
comunita'  scientifica,  attestato  anche  dalla   partecipazione   a
convegni e seminari sia in Italia che all'estero. Dovra' inoltre aver
partecipato  a  progetti  di  ricerca,  all'attivita'  di  centri  di
ricerca, avere consolidata esperienza nella programmazione editoriale
e aver collaborato con  la  redazione  di  riviste  scientifiche  e/o
collane.  Sul  piano  didattico,  il  candidato  dovra'   avere   una
significativa  esperienza  di  didattica  ufficiale   e   integrativa
nell'ambito delle discipline dello spettacolo e dovra'  possedere  le
competenze necessarie per l'affidamento di insegnamenti relativi alla
storia del teatro e dello spettacolo, alla drammaturgia e al  sistema
delle arti performative. La facolta' richiede una figura  che  sappia
svolgere con competenza, chiarezza  ed  efficacia  (anche  in  lingua
inglese) lezioni frontali, condurre seminari  di  studio,  affiancare
criticamente lo studente  nell'elaborazione  della  tesi  di  laurea,
pianificare progetti di ricerca nell'ambito dei corsi  di  dottorato,
organizzare  e  gestire  attivita'  didattiche  a  tutti  i  livelli,
compresi quelli post laurea; 
      lingua straniera: inglese; 
      sede di servizio: Milano; 
      numero massimo di pubblicazioni: dodici; 
      modalita' di svolgimento della prova didattica: i candidati non
appartenenti al ruolo  dei  professori  di  seconda  fascia  dovranno
sostenere una prova  didattica  consistente  in  una  lezione  su  un
argomento da loro scelto al momento dello svolgimento della  lezione,
nell'ambito   del   settore   scientifico-disciplinare   L-ART/05   -
Discipline dello spettacolo. 
    Facolta' di scienze della formazione - un posto: 
      settore  concorsuale:  11/D1  -  Pedagogia   e   storia   della
pedagogia; 
      settore scientifico-disciplinare: M-PED/01 - Pedagogia generale
e sociale; 
      funzioni scientifico-didattiche: sotto il profilo  scientifico,
il candidato dovra' dimostrare di saper svolgere attivita' di  studio
e ricerca su temi e questioni di pedagogia delle relazioni educative,
con specifico riferimento alla prima infanzia,  alla  famiglia,  alla
differenza di genere, all'evoluzione dei modelli educativi realizzati
nei  servizi  educativi  in  campo  nazionale  e  internazionale.  In
particolare, dovra' affrontare tematiche riguardanti le diverse forme
di genitorialita' difficile e le pratiche educative come strumenti di
sostegno,  promozione,  inserimento  sociale.  Tali  aree   tematiche
dovranno essere avvalorate dalle pubblicazioni  scientifiche  che  il
candidato  presentera'.  Sotto  il  profilo  didattico,  la  facolta'
richiede il possesso di competenze progettuali e gestionali nei campi
di studio concernenti la pedagogia dell'infanzia  e  della  famiglia,
delle  relazioni  educative,  dei  servizi  educativi   nazionali   e
internazionali. Tali competenze dovranno altresi'  essere  funzionali
agli interventi formativi in contesti comunitari  contraddistinti  da
particolari criticita'. Il candidato dovra' inoltre essere  in  grado
di fornire un valido contributo al processo di internazionalizzazione
della facolta', comprovando la  propria  partecipazione  a  convegni,
ricerche e riviste internazionali in relazione  ai  temi  di  ricerca
indicati.  L'attivita'  di  didattica  ufficiale  svolta  in   ambito
universitario costituisce specifico titolo di valutazione; 
      lingua straniera: inglese; 
      sede di servizio: Piacenza; 
      numero massimo di pubblicazioni: venti; 
      modalita' di svolgimento della prova didattica: (prova prevista
per candidati non appartenenti ai  ruoli  di  professore  di  seconda
fascia).  Argomento  scelto  a  seguito  di  estrazione  su  tema  da
assegnarsi con ventiquattro ore di anticipo  nell'ambito  di  un'area
tematica ricompresa nel  settore  concorsuale.  A  tal  fine  ciascun
candidato estrae a  sorte  tre  fra  i  cinque  temi  proposti  dalla
commissione, scegliendo immediatamente quello  che  formera'  oggetto
della lezione. 
    E' prevista, inoltre,  una  discussione  con  la  commissione  di
concorso  sul  curriculum  scientifico  e   professionale   e   sulle
pubblicazioni. 
    Facolta' di scienze linguistiche e  letterature  straniere  -  un
posto: 
      settore concorsuale: 10/N1 - Culture del vicino oriente antico,
del medio oriente e dell'Africa; 
      settore   scientifico-disciplinare:   L-OR/12   -   Lingua    e
letteratura araba; 
      funzioni scientifico-didattiche:  il  candidato  dev'essere  in
grado di svolgere in autonomia attivita' di ricerca nell'ambito della
lingua  e  letteratura  araba,  con  speciale  riferimento  all'epoca
islamica classica e moderna. Al candidato si richiedono capacita'  di
analisi  filologico-linguistica  e  stilistica  del  testo  in  arabo
classico e moderno,  nonche'  approfondite  competenze  metodologiche
nell'ambito dell'insegnamento dell'arabo come lingua seconda  (TAFL).
Il candidato deve inoltre possedere capacita' di dirigere progetti di
ricerca  e  deve  partecipare   a   reti   di   ricerca   in   ambito
internazionale. E' richiesta un'ottima padronanza della lingua  araba
classica e dell'arabo standard moderno, sia  scritto  che  orale.  Si
richiede inoltre una buona competenza nella produzione sia orale  che
scritta in lingua inglese. Sotto il profilo didattico,  il  candidato
deve essere in grado  di  impartire  in  modo  efficace  insegnamenti
nell'ambito della lingua e cultura araba a qualunque  livello  (corsi
di laurea triennale, magistrale e dottorato di ricerca),  secondo  le
esigenze  della  facolta'  di  scienze  linguistiche  e   letterature
straniere; 
      lingua straniera: inglese; 
      sede di servizio: Milano; 
      numero massimo di pubblicazioni: quindici; 
      modalita' di svolgimento della prova didattica: (prova prevista
per candidati non appartenenti ai  ruoli  di  professore  di  seconda
fascia).  Argomento  scelto  a  seguito  di  estrazione  su  tema  da
assegnarsi con ventiquattro ore di anticipo  nell'ambito  di  un'area
tematica ricompresa nel  settore  concorsuale.  A  tal  fine  ciascun
candidato estrae a  sorte  tre  fra  i  cinque  temi  proposti  dalla
commissione, scegliendo immediatamente quello  che  formera'  oggetto
della lezione. 
    Sono ammessi alle procedure di valutazione scientifico-didattica: 
      a) i candidati in possesso dell'abilitazione di cui all'art. 16
della legge 30 dicembre 2010, n.  240,  per  il  settore  concorsuale
ovvero per  uno  dei  settori  concorsuali  ricompresi  nel  medesimo
macrosettore e per le funzioni oggetto del procedimento,  oppure  per
funzioni superiori purche' non gia' titolari delle medesime  funzioni
superiori; l'idoneita' conseguita ai sensi della legge 3 luglio 1998,
n. 210 e' equiparata all'abilitazione  limitatamente  al  periodo  di
durata della stessa; 
      b) i  professori  di  seconda  fascia  inquadrati  nel  settore
concorsuale  oggetto  della  selezione  ovvero  in  uno  dei  settori
concorsuali ricompresi nel medesimo macrosettore; 
      c) studiosi stabilmente impegnati all'estero  in  attivita'  di
ricerca o  insegnamento  a  livello  universitario  in  posizione  di
livello pari a quelle oggetto del bando, sulla  base  di  tabelle  di
corrispondenza    definite     dal     Ministero     dell'istruzione,
dell'universita' e della ricerca. 
    I requisiti per ottenere  l'ammissione  devono  essere  posseduti
alla data di presentazione della domanda. 
    Dal giorno successivo a quello della pubblicazione  del  presente
avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4ª  Serie
speciale «Concorsi ed esami»  -  decorre  il  termine  perentorio  di
trenta giorni per la presentazione delle  domande  di  partecipazione
secondo le modalita' stabilite dal bando. 
    Il testo integrale del bando, con allegato  il  fac-simile  della
domanda e con  l'indicazione  dei  requisiti  e  delle  modalita'  di
partecipazione  alle  sopraindicate  procedure  di  valutazione,   e'
disponibile presso l'ufficio amministrazione concorsi  -  Universita'
Cattolica del Sacro Cuore - largo A. Gemelli n. 1 -  20123  Milano  e
per      via      telematica       al       seguente       indirizzo:
http://progetti.unicatt.it/progetti-ateneo-milano-brescia-piacenza-e-
cremona-chiamata-di-professori-di-prima-e-seconda-fascia-legge-240#co
ntent 
    Il  bando  e'  altresi'  consultabile  sul  sito   del   M.I.U.R.
all'indirizzo:  http://bandi.miur.it/  oppure  sul  sito  dell'Unione
europea all'indirizzo: http://ec.europa.eu/euraxess