Avviso MINISTERO DELLA DIFESA Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 7 del 25-01-2019

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Avviso

Nota Bene: trattandosi di 'Avviso' la scadenza indicata non implica, in genere, la possibilità di presentare domanda ma solo la data fino alla quale questo testo sarà visibile nella banca dati.



Tipologia Avviso
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 7 del 25-01-2019
Sintesi: MINISTERO DELLA DIFESA Rettifica Modifica dell'allegato A (Esercito) del decreto 1° marzo 2018, relativo al concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento, per il 2018, di milleottocentocinquantasei volontari in ...
Ente: MINISTERO DELLA DIFESA
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 01-02-2019
Condividi

MINISTERO DELLA DIFESA

Rettifica

Modifica dell'allegato A (Esercito) del decreto 1° marzo 2018, relativo al concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento, per il 2018, di milleottocentocinquantasei volontari in ferma prefissata quadriennale (VFP 4) nell'Esercito, nella Marina militare, compreso il Corpo delle Capitanerie di porto, e nell'Aeronautica militare.

 
 
                     IL VICE DIRETTORE GENERALE 
                      per il personale militare 
 
                           di concerto con 
 
                     IL VICE COMANDANTE GENERALE 
                del Corpo delle Capitanerie di porto 
 
    Visto il decreto legislativo 15 marzo 2010,  n.  66,  concernente
«Codice  dell'ordinamento  militare»   e   successive   modifiche   e
integrazioni; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 15  marzo  2010,
n. 90, recante  «Testo  unico  delle  disposizioni  regolamentari  in
materia  di  ordinamento   militare»   e   successive   modifiche   e
integrazioni; 
    Visto il decreto interdirigenziale n. 6 del 1° marzo 2018 emanato
dalla Direzione generale per il personale militare (DGPM) di concerto
con il Comando generale  del  Corpo  delle  Capitanerie  di  porto  e
successiva modifica, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale -  4ª  Serie
speciale «Concorsi ed esami» - n. 21 del 13 marzo 2018, con il  quale
e' stato indetto, per il 2018, un concorso, per titoli ed esami,  per
il reclutamento  di  milleottocentocinquantasei  volontari  in  ferma
prefissata quadriennale (VFP 4) nell'Esercito, nella Marina militare,
compreso il Corpo delle  Capitanerie  di  porto,  e  nell'Aeronautica
militare; 
    Tenuto conto che l'Allegato A Esercito alla lettera C,  paragrafo
1, lettera b) prevede - per i candidati incorporati  quali  VFP  1  a
partire dal 1° blocco 2014 - la validita' dell'idoneita' attitudinale
gia' acquisita; 
    Vista la «Direttiva tecnica per l'accertamento dei  requisiti  di
personalita'  e  attitudinali  per  il  reclutamento  del   personale
militare e  per  l'ammissione  alle  scuole  militari  dell'Esercito,
edizione 2018» emanata dallo Stato Maggiore dell'Esercito che prevede
dei criteri selettivi diversi da quelli delle altre Forze armate; 
    Ritenuto di dover procedere alla modifica del citato Allegato  A,
lettera C, paragrafo 1, lettera  b)  al  fine  di  evitare  eventuali
contenziosi cosi' come indicato dallo  Stato  Maggiore  dell'Esercito
con lettera n. M_D E0012000 REG2019 0001163 del 3 gennaio 2019; 
    Tenuto  conto  che  l'art.  1,  comma  10  del  cennato   decreto
interdirigenziale n. 6 del 1° marzo 2018 prevede la  possibilita'  di
apportare modifiche al bando di concorso; 
    Visto il decreto del Ministro della  difesa  16  gennaio  2013  -
registrato alla Corte dei conti il 1°  marzo  2013,  registro  n.  1,
foglio n. 390 - concernente,  tra  l'altro,  struttura  ordinativa  e
competenze della DGPM; 
    Visto l'art. 1  del  decreto  dirigenziale  n.  1259/2018  dell'8
novembre  2018  emanato  dal  Comando  generale   del   Corpo   delle
Capitanerie di porto, con cui all'ammiraglio ispettore  (CP)  Antonio
Basile, quale vice comandante generale del Corpo delle Capitanerie di
porto, e' stata conferita la delega  all'adozione,  di  concerto  con
autorita' di  pari  rango  della  DGPM  e  nei  casi  previsti  dalla
normativa vigente, di  taluni  atti  di  gestione  amministrativa  in
materia di  reclutamento  del  personale  militare  del  Corpo  delle
Capitanerie di porto; 
    Visti gli articoli 1 e 2 del decreto dirigenziale n. 304  del  19
dicembre 2018 emanato dalla DGPM, con  cui  al  generale  di  brigata
Lorenzo Santella, quale vice direttore generale della DGPM, e'  stata
conferita la delega all'adozione, anche di concerto con autorita'  di
pari rango del Corpo delle Capitanerie di porto, di  taluni  atti  di
gestione amministrativa in  materia  di  reclutamento  del  personale
delle Forze armate e dell'Arma dei carabinieri; 
 
                              Decreta: 
 
    L'Allegato A Esercito, lettera C, paragrafo  1,  lettera  b)  del
decreto interdirigenziale n. 6 del 1° marzo 2018 e' cosi' sostituito: 
      «Accertamenti attitudinali  - I candidati incorporati quali VFP
1 prima del 2014 nonche' quelli provenienti da altre Forze armate  (e
quindi non in possesso  dell'idoneita'  fisio-psico-attitudinale  per
l'impiego nelle Forze armate in qualita'  di  volontari  in  servizio
permanente, ai sensi dell'art. 697 del decreto legislativo  15  marzo
2010, n. 66) saranno sottoposti, a  cura  della  commissione  di  cui
all'art.  8,  comma  3  del  bando,  a  una  serie  di   accertamenti
attitudinali, come da direttive tecniche vigenti. 
      Tali accertamenti consistono in prove (test e colloquio con  lo
psicologo) volte a verificare il possesso delle qualita' attitudinali
e  caratteriologiche  che  assicurino  l'assolvimento   dei   compiti
previsti per i VFP 4 dell'Esercito. 
      Al termine di detti accertamenti i candidati giudicati inidonei
saranno esclusi dal concorso. 
      Per i soli candidati incorporati quali VFP 1  nell'Esercito,  a
partire dal 1°  blocco  2014  sara'  considerata  valida  l'idoneita'
attitudinale gia' acquisita. 
      Al  termine  degli  accertamenti  fisio-psico-attitudinali,   a
ciascun   candidato   verra'   comunicato   l'esito   degli    stessi
sottoponendogli  il  verbale  a  titolo  di  notifica  contenente  il
giudizio di idoneita' con l'indicazione del profilo sanitario  ovvero
di inidoneita' con l'indicazione del profilo sanitario accertato e la
causa dell'inidoneita'.». 
    Il presente decreto sara' sottoposto al controllo ai sensi  della
normativa  vigente  e  pubblicato  nella  Gazzetta  Ufficiale   della
Repubblica italiana. 
 
    Roma, 17 gennaio 2019 
 
                                    Il vice direttore generale per il 
                                       personale militare Santella    
 
Il vice comandante generale del  
Corpo delle Capitanerie di porto 
             Basile