Concorso per 42 ufficiali in servizio permanente (lazio) MINISTERO DELLA DIFESA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 42
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 94 del 27-11-2018
Sintesi: MINISTERO DELLA DIFESA Concorso (Scad. 27 dicembre 2018) Concorsi pubblici, per titoli ed esami, per la nomina di quarantadue ufficiali in servizio permanente nel ruolo speciale delle armi dell'Arma aeronautica, ...
Ente: MINISTERO DELLA DIFESA
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 27-11-2018
Data Scadenza bando 27-12-2018
Condividi

MINISTERO DELLA DIFESA

Concorso (Scad. 27 dicembre 2018)

Concorsi pubblici, per titoli ed esami, per la nomina di quarantadue ufficiali in servizio permanente nel ruolo speciale delle armi dell'Arma aeronautica, del corpo del Genio aeronautico e del corpo di Commissariato aeronautico, anno 2018.

 
                        IL DIRETTORE GENERALE 
                      per il personale militare 
 
    Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241,  recante  «Nuove  norme  in
materia di procedimento amministrativo e di  diritto  di  accesso  ai
documenti amministrativi» e successive modifiche e integrazioni; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9  maggio  1994,
n. 487, concernente il regolamento recante «Norme  sull'accesso  agli
impieghi  nelle  pubbliche  amministrazioni   e   le   modalita'   di
svolgimento dei concorsi, dei concorsi unici e delle altre  forme  di
assunzione nei pubblici impieghi» e successive modificazioni; 
    Vista la legge 15 maggio 1997, n. 127,  recante  «Misure  urgenti
per lo snellimento dell'attivita' amministrativa e  dei  procedimenti
di decisione e di controllo» e successive modifiche e integrazioni; 
    Visto l'art. 16 del decreto legislativo 30 marzo  2001,  n.  165,
concernente le funzioni di dirigenti di uffici dirigenziali generali; 
    Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196,  recante  il
codice in materia di protezione dei dati personali; 
    Visto il decreto legislativo 7  marzo  2005,  n.  82  recante  il
codice  dell'amministrazione  digitale  e  successive   modifiche   e
integrazioni; 
    Visto il decreto ministeriale 4 giugno 2014 recante «Approvazione
della direttiva  tecnica  riguardante  i  criteri  per  delineare  il
profilo sanitario dei soggetti giudicati idonei al servizio  militare
e della direttiva tecnica riguardante  i  criteri  per  delineare  il
profilo  sanitario  dei  soggetti  giudicati   idonei   al   servizio
militare»; 
    Visto il decreto ministeriale 3  dicembre  2015,  concernente  la
definizione delle corrispondenze tra Arma/Corpo, ruolo,  categoria  e
specialita'  ai  fini  della  partecipazione   degli   ufficiali   di
complemento e del personale appartenente al ruolo dei marescialli  ai
concorsi per la nomina ad ufficiale in servizio permanente dei  ruoli
speciali dell'Aeronautica militare; 
    Vista la lettera dello Stato Maggiore della Difesa  n.  M_D  SSMD
REG2017 0121617  del  16  agosto  2017,  concernente  i  reclutamenti
autorizzati per l'anno 2018; 
    Vista la legge 27 dicembre 2017, n.  205,  recante  «Bilancio  di
previsione  dello  Stato  per  l'anno  finanziario  2018  e  bilancio
pluriennale per il triennio 2018-2020»; 
    Vista la lettera dello Stato  Maggiore  dell'Aeronautica  n.  M_D
ARM001 REG2018 0092220 del 10 settembre 2018, contenente gli elementi
di programmazione del presente bando; 
    Visto il decreto  legislativo  15  marzo  2010,  n.  66,  recante
«Codice  dell'ordinamento  militare»   e   successive   modifiche   e
integrazioni,  e,  in  particolare,  il  titolo  II  del  libro   IV,
concernente norme per  il  reclutamento  del  personale  militare,  e
l'art. 2186 che fa salva l'efficacia  dei  decreti  ministeriali  non
regolamentari, delle direttive, delle  istruzioni,  delle  circolari,
delle determinazioni generali del Ministero della difesa, dello Stato
Maggiore della Difesa, degli Stati Maggiori di  Forza  armata  e  del
Comando generale dell'Arma  dei  carabinieri  emanati  in  attuazione
della precedente normativa abrogata dal predetto  codice,  fino  alla
loro sostituzione; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 15  marzo  2010,
n. 90, recante  «Testo  unico  delle  disposizioni  regolamentari  in
materia  di  ordinamento  militare»,   e   successive   modifiche   e
integrazioni,  e,  in  particolare,  il  titolo  II  del  libro   IV,
concernente norme per il reclutamento del personale militare; 
    Visto il decreto del Ministro della difesa 18 ottobre 2018  -  in
corso  di  registrazione  presso  la  Corte  dei  conti   -   recante
«Disciplina dei concorsi  per  il  reclutamento  degli  ufficiali  in
servizio permanente dell'Esercito italiano, della Marina  militare  e
dell'Aeronautica  militare»  emanato  ai  sensi  dell'art.  647   del
sopraindicato decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66; 
    Vista la legge 12 luglio 2010, n. 109, recante «Disposizioni  per
l'ammissione dei soggetti fabici nelle Forze armate e di polizia»; 
    Visto il decreto-legge 9 febbraio  2012,  n.  5,  convertito  con
modificazioni legge 4 aprile 2012, n. 35, e, in particolare, l'art. 8
concernente semplificazioni per la partecipazione a concorsi e  prove
selettive; 
    Vista la legge 12 gennaio 2015, n. 2, recante «Modifica  all'art.
635  del  Codice  dell'ordinamento  militare,  di  cui   al   decreto
legislativo 15 marzo 2010, n. 66 e altre disposizioni in  materia  di
parametri fisici per l'ammissione ai  concorsi  per  il  reclutamento
nelle Forze armate, nelle Forze di polizia e nel Corpo nazionale  dei
vigili del fuoco»; 
    Visto il decreto del  Presidente  della  Repubblica  17  dicembre
2015, n. 207, recante «Regolamento in materia di parametri fisici per
l'ammissione ai concorsi per  il  reclutamento  delle  Forze  armate,
nelle Forze di polizia a ordinamento militare e civile  e  nel  Corpo
nazionale dei vigili del fuoco», a norma della legge 12 gennaio 2015,
n. 2; 
    Vista   la   direttiva   tecnica,   datata   9   febbraio   2016,
dell'Ispettorato generale della Sanita' militare, recante  «Modalita'
tecniche per l'accertamento e  la  verifica  dei  parametri  fisici»,
emanata  ai  sensi  del  precitato  decreto  del   Presidente   della
Repubblica 17 dicembre 2015, n. 207; 
    Visto l'art. 1 del decreto legislativo 29  maggio  2017,  n.  94,
recante «Disposizioni in  materia  di  riordino  dei  ruoli  e  delle
carriere del personale delle Forze armate», che ha modificato  l'art.
635, comma 2 del Codice dell'ordinamento militare, disponendo  che  i
parametri fisici correlati alla  composizione  corporea,  alla  forza
muscolare e alla massa metabolicamente attiva non sono accertati  nei
confronti  del   personale   militare   in   servizio   in   possesso
dell'idoneita' incondizionata al servizio militare; 
    Visto il Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo  e  del
Consiglio del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle  persone
fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonche'  alla
libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva  95/46/CE,
recante il regolamento generale sulla protezione dei dati; 
    Ravvisata la necessita' di reclutare per l'anno 2018  complessivi
quarantadue ufficiali  in  servizio  permanente  nei  ruoli  speciali
dell'Aeronautica militare; 
    Visto il comma 4-bis dell'art. 643  del  decreto  legislativo  15
marzo  2010,  n.  66,  recante  «Codice  dell'ordinamento  militare»,
introdotto dal decreto legislativo 26 aprile 2016, n.  91,  il  quale
stabilisce che nei concorsi per il reclutamento del  personale  delle
Forze  armate,  i  termini  di  validita'  delle  graduatorie  finali
approvate, ai fini dell'arruolamento di candidati risultati idonei ma
non vincitori, sono prorogabili solo nei casi e nei termini  previsti
dal Codice stesso; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 11 luglio 2018 -
registrato alla Corte dei conti il 17 agosto 2018,  Reg.ne  Succ.  n.
1832 -  concernente  la  sua  nomina  a  direttore  generale  per  il
personale; 
 
                              Decreta: 
 
                               Art. 1 
 
                          Posti a concorso 
 
    1. Sono indetti i sottonotati concorsi, per titoli ed esami: 
      a) concorso  per  il  reclutamento  di  ventidue  ufficiali  in
servizio  permanente  nel  ruolo  speciale   delle   armi   dell'Arma
aeronautica, con riserva di un posto a favore del coniuge e dei figli
superstiti ovvero dei parenti in linea collaterale di  secondo  grado
(se unici superstiti) del personale delle Forze armate e delle  Forze
di polizia deceduto in servizio e per causa di servizio e con riserva
di undici posti a favore degli appartenenti al ruolo dei marescialli; 
      b)  concorso  per  il  reclutamento  di  tredici  ufficiali  in
servizio  permanente  nel  ruolo  speciale  del   Corpo   del   genio
aeronautico, con riserva di un posto a favore del coniuge e dei figli
superstiti ovvero dei parenti in linea collaterale di  secondo  grado
(se unici superstiti) del personale delle Forze armate e delle  Forze
di polizia deceduto in servizio e per causa di servizio e con riserva
di sette posti a favore degli appartenenti al ruolo dei  marescialli,
cosi' ripartiti tra le seguenti categorie: 
        costruzioni aeronautiche: tre posti, con riserva di due posti
a favore degli appartenenti al ruolo dei marescialli; 
        elettronica: due posti, con riserva  di  un  posto  a  favore
degli appartenenti al ruolo dei marescialli; 
        infrastrutture ed impianti: quattro posti, con riserva di due
posti a favore degli appartenenti al ruolo dei marescialli; 
        motorizzazione: due posti, con riserva di un posto  a  favore
degli appartenenti al ruolo dei marescialli; 
        chimica: due posti, con riserva di un posto  a  favore  degli
appartenenti al ruolo dei marescialli; 
      c) concorso per il reclutamento di sette ufficiali in  servizio
permanente nel ruolo speciale del Corpo di commissariato aeronautico,
con riserva di un posto a favore del coniuge e dei  figli  superstiti
ovvero dei parenti in linea collaterale di secondo  grado  (se  unici
superstiti) del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia
deceduto in servizio e per causa di servizio e con riserva di quattro
posti a favore degli appartenenti al ruolo dei marescialli. 
    2. In ciascuno dei concorsi, di cui  al  precedente  comma  1,  i
posti riservati eventualmente  non  ricoperti  per  insufficienza  di
riservatari idonei potranno essere devoluti alle altre  categorie  di
concorrenti di cui al  successivo  art.  2,  secondo  l'ordine  della
graduatoria di merito. 
    3. In ciascuno dei concorsi, di cui  al  precedente  comma  1,  i
vincitori saranno nominati sottotenenti  in  servizio  permanente  ad
eccezione di quelli provenienti dalla categoria  degli  ufficiali  in
ferma prefissata, di cui al successivo art. 2, comma 1, lettera b)  e
degli ufficiali inferiori delle Forze di  completamento,  di  cui  al
successivo art. 2, comma 1,  lettera  c)  i  quali  saranno  nominati
ufficiali in servizio permanente del rispettivo ruolo speciale con il
grado rivestito alla data di scadenza del  termine  di  presentazione
delle domande ed  iscritti  in  ruolo  -  al  superamento  del  corso
applicativo di cui al successivo art. 15 -  dopo  l'ultimo  dei  pari
grado dello stesso ruolo. 
    4.  Resta  impregiudicata  per  l'Amministrazione  la   facolta',
esercitabile in qualunque momento, di revocare il presente  bando  di
concorso,  variare  il  numero  dei  posti,  modificare,   annullare,
sospendere o rinviare lo svolgimento  delle  attivita'  previste  dai
concorsi o  l'ammissione  al  corso  applicativo  dei  vincitori,  in
ragione di  esigenze  attualmente  non  valutabili  ne'  prevedibili,
ovvero in applicazione di leggi di bilancio dello Stato o finanziarie
o disposizioni di contenimento della spesa pubblica. In tal caso, ove
necessario,  l'Amministrazione  della  difesa  ne   dara'   immediata
comunicazione nel sito www.persomil.difesa.it  che  avra'  valore  di
notifica a tutti gli effetti  e  per  gli  interessati,  nonche'  nel
portale dei concorsi on-line del Ministero della difesa. In ogni caso
la  stessa  Amministrazione  provvedera'  a  formalizzare  la  citata
comunicazione mediante avviso  pubblicato  nella  Gazzetta  Ufficiale
della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami». 
    5. La direzione generale si riserva  altresi'  la  facolta',  nel
caso di eventi  avversi  di  carattere  eccezionale  che  impediscano
oggettivamente ad un rilevante numero di candidati di presentarsi nei
tempi  e  nei  giorni  previsti  per   l'espletamento   delle   prove
concorsuali, di prevedere sessioni di recupero delle prove stesse. In
tal caso, sara' data notizia mediante avviso pubblicato  nel  portale
dei concorsi on-line, di cui al successivo art. 3 e nei siti internet
www.persomil.difesa.it  -  www.aeronautica.difesa.it  definendone  le
modalita'. Il citato avviso avra' valore  di  notifica  a  tutti  gli
effetti, per tutti gli interessati. 
                               Art. 2 
 
                     Requisiti di partecipazione 
 
1. Ai concorsi, di cui al precedente art. 1,  possono  partecipare  -
fermo restando quanto indicato nel successivo comma 2, lettera c) per
i titoli di studio - concorrenti di  entrambi  i  sessi  appartenenti
alle sottonotate categorie: 
    a) per l'Arma/Corpo e la categoria di appartenenza, gli ufficiali
di complemento dell'Aeronautica militare in congedo di  cui  all'art.
1005 del decreto legislativo 15 marzo 2010,  n.  66.  Tali  ufficiali
devono: 
      aver svolto almeno 18 mesi di servizio in ferma biennale  senza
demerito; 
      non aver riportato un giudizio di  inidoneita'  all'avanzamento
al grado superiore; 
      non aver superato, alla data di scadenza  del  termine  per  la
presentazione delle domande di partecipazione ai concorsi, il  giorno
di compimento del quarantacinquesimo anno di eta'; 
    b) a scelta per uno solo dei concorsi, di cui al precedente  art.
1, comma 1, gli ufficiali in  ferma  prefissata  che,  alla  data  di
scadenza del termine per la presentazione delle domande indicato  nel
successivo art. 4, non abbiano superato il giorno di  compimento  del
quarantacinquesimo anno di eta'  e  abbiano  completato  un  anno  di
servizio in tale posizione, compreso il periodo di formazione; 
    c) a scelta per uno solo dei concorsi, di cui al precedente  art.
1, comma 1, gli ufficiali inferiori di  complemento  dell'Aeronautica
militare facenti parte delle Forze di completamento, per essere stati
richiamati per esigenze  correlate  con  le  missioni  internazionali
ovvero impegnati in attivita' addestrative operative e logistiche sia
sul territorio nazionale sia all'estero e non aver superato il giorno
di compimento del quarantacinquesimo anno di eta'. 
    Non rientrano, pertanto,  in  tale  categoria  gli  ufficiali  di
complemento che siano stati richiamati, a mente  dell'art.  1255  del
decreto  legislativo  15  marzo  2010,  n.  66,   per   addestramento
finalizzato all'avanzamento nel congedo; 
    d) per le Armi/Corpi riportate nell'allegato A  (che  costituisce
parte integrante del presente decreto) i sottufficiali del ruolo  dei
marescialli dell'Aeronautica militare appartenenti alla  categoria  e
alla specialita' ivi indicate. Detto personale, alla data di scadenza
del termine di presentazione delle domande: 
      deve avere maturato almeno quattro anni e 6 mesi di  anzianita'
nel ruolo di provenienza se reclutato ai sensi dell'art.  679,  comma
1, lettera a) del decreto legislativo 15 marzo  2010,  n.  66  ovvero
aver  maturato  due  anni  e  6  mesi  di  anzianita'  nel  ruolo  di
provenienza se reclutato ai sensi dell'art. 679, comma 1, lettera  b)
del predetto decreto legislativo; 
      deve aver svolto per almeno un  anno  incarichi  di  comando  a
livello di plotone o corrispondente ovvero incarichi previsti per  la
specializzazione o categoria di appartenenza,  riportando  qualifiche
non inferiori a «Nella media» e non aver  riportato  un  giudizio  di
inidoneita' all'avanzamento al grado superiore  nell'ultimo  anno  di
servizio; 
      non  deve  aver  superato   il   giorno   di   compimento   del
quarantacinquesimo anno di eta'; 
    e) a scelta per uno solo dei concorsi, di cui al precedente  art.
1, comma 1,  i  sottufficiali  appartenenti  al  ruolo  dei  sergenti
dell'Aeronautica militare che, alla data di scadenza del termine  per
la  presentazione  delle  domande  di  partecipazione,  non   abbiano
superato il giorno di compimento del quarantacinquesimo anno di eta',
abbiano almeno tre anni  di  anzianita'  in  detto  ruolo  riportando
qualifiche non inferiori a «Nella media» e non abbiano  riportato  un
giudizio  di  non  idoneita'  all'avanzamento  al   grado   superiore
nell'ultimo anno di servizio; 
    f) per l'Arma/Corpo di appartenenza, i  frequentatori  dei  corsi
normali dell'Accademia aeronautica  che  non  abbiano  completato  il
secondo o il terzo anno del previsto ciclo formativo, purche'  idonei
in attitudine militare e non abbiano superato il giorno di compimento
del trentacinquesimo anno di eta' alla data di scadenza  del  termine
di presentazione delle domande; 
    g) per l'Arma/Corpo di appartenenza, i  frequentatori  dei  corsi
normali dell'Accademia aeronautica  iscritti  ai  corsi  universitari
quinquennali a ciclo unico che abbiano superato gli esami  del  terzo
anno, siano idonei in attitudine militare e non abbiano  superato  il
giorno di compimento del trentacinquesimo anno di eta' alla  data  di
scadenza del termine di presentazione delle domande; 
    h) gli idonei non vincitori di precedenti concorsi per la  nomina
a tenente in servizio permanente dei ruoli normali  corrispondenti  a
quelli speciali per i quali  sono  indetti  i  concorsi,  di  cui  al
precedente art.  1,  comma  1,  che,  se  in  servizio,  non  abbiano
riportato  un  giudizio  di  inidoneita'  all'avanzamento  al   grado
superiore nell'ultimo anno  e  non  abbiano  superato  il  giorno  di
compimento del trentacinquesimo anno di eta' alla  data  di  scadenza
del termine di presentazione delle domande; 
    i) a scelta per uno solo dei concorsi, di cui al precedente  art.
1, comma 1,  i  volontari  in  servizio  permanente  dell'Aeronautica
militare che alla data di scadenza del termine per  la  presentazione
delle domande di partecipazione, abbiano svolto almeno cinque anni di
permanenza in detto ruolo,  riportando  qualifiche  non  inferiori  a
«Nella media», non abbiano riportato un  giudizio  di  non  idoneita'
all'avanzamento al grado superiore nell'ultimo anno di servizio e non
abbiano superato il giorno di compimento del quarantacinquesimo  anno
di eta'. 
2. Fermo restando quanto gia' indicato  nel  precedente  comma  1,  i
concorrenti, alla data di scadenza del termine per  la  presentazione
delle domande indicato nel successivo art. 4, dovranno: 
    a) essere in possesso della cittadinanza italiana; 
    b) non aver superato i limiti  di  eta'  indicati  al  precedente
comma 1. 
    Eventuali aumenti dei  limiti  di  eta'  previsti  dalle  vigenti
disposizioni di legge per l'ammissione ai pubblici  impieghi  non  si
cumulano con i limiti di eta' sopraindicati; 
    c) essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio: 
      1) se partecipanti al concorso per la  nomina  a  ufficiale  in
servizio  permanente  nel  ruolo  speciale   delle   armi   dell'Arma
aeronautica, ovvero a quello per la nomina a  ufficiale  in  servizio
permanente nel ruolo speciale del Corpo di commissariato aeronautico:
diploma  di  istruzione  secondaria  di  secondo  grado   di   durata
quinquennale che consenta l'iscrizione ai corsi universitari,  ovvero
di un titolo di studio di durata quadriennale,  integrato  dal  corso
annuale previsto per l'ammissione ai corsi universitari  dall'art.  1
della legge 11 dicembre 1969, n. 910  e  successive  modificazioni  e
integrazioni; 
      2) se partecipanti al concorso per la  nomina  a  ufficiale  in
servizio  permanente  nel  ruolo  speciale  del   Corpo   del   genio
aeronautico: se appartenenti alle categorie di concorrenti, di cui al
precedente comma 1, lettere a), b), c), e), f),  g),  h)  ed  i)  del
presente articolo: 
        per «Costruzioni aeronautiche»: diploma di perito industriale
indirizzo specializzato per costruzioni aeronautiche,  per  industrie
metalmeccaniche, per meccanica, per meccanica di precisione o diploma
di maturita' professionale ad essi equipollente, ai sensi del decreto
del Presidente della Repubblica 19 marzo 1970, n. 253 ovvero  diploma
di istruzione  secondaria  conseguito  presso  un  Istituto  tecnico,
settore tecnologico (nuovo ordinamento - decreto del Presidente della
Repubblica del 15 marzo 2010, n. 88): 
          indirizzo meccanica, meccatronica ed energia, articolazione
meccanica e meccatronica; 
          indirizzo trasporti e logistica, articolazione  costruzione
del mezzo; 
        per «Elettronica»: diploma di  perito  industriale  indirizzo
specializzato per elettronica industriale, per energia nucleare,  per
telecomunicazioni  o  diploma  di  maturita'  professionale  ad  essi
equipollente, ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 19
marzo 1970, n. 253 ovvero diploma di istruzione secondaria conseguito
presso un Istituto tecnico, settore tecnologico (nuovo ordinamento  -
decreto del Presidente della Repubblica del 15 marzo 2010, n. 88): 
          indirizzo meccanica, meccatronica ed energia, articolazione
energia; 
          indirizzo  elettronica  ed  elettrotecnica,   articolazione
elettronica; 
        per  «Infrastrutture  ed   impianti»:   diploma   di   perito
industriale  indirizzo  specializzato  per  edilizia,   termotecnica,
elettronica e automazione, diploma di geometra o diploma di maturita'
professionale  ad  essi  equipollente,  ai  sensi  del  decreto   del
Presidente della Repubblica 19 marzo 1970, n. 253 ovvero  diploma  di
istruzione secondaria conseguito presso un Istituto tecnico,  settore
tecnologico  (nuovo  ordinamento  -  decreto  del  Presidente   della
Repubblica del 15 marzo 2010, n. 88): 
          indirizzo  costruzioni,  ambiente  e  territorio,   esclusa
l'articolazione geotecnico; 
          indirizzo meccanica meccatronica ed energia,  articolazione
energia; 
          indirizzo  elettronica  ed  elettrotecnica,   articolazione
elettrotecnica; 
        per «Motorizzazione»: diploma  di  istruzione  secondaria  di
secondo grado di durata quinquennale  che  consenta  l'iscrizione  ai
corsi universitari, ovvero titolo di studio di  durata  quadriennale,
integrato dal  corso  annuale  previsto  per  l'ammissione  ai  corsi
universitari dall'art. 1 della legge 11 dicembre 1969, n. 910; 
        per «Chimica»: diploma di perito  industriale,  indirizzo  di
specializzazione   per   chimica,   ovvero   diploma   di   maturita'
professionale ad  esso  equipollente  ovvero  diploma  di  istruzione
secondaria conseguito presso un Istituto tecnico, settore tecnologico
(nuovo ordinamento - decreto del Presidente della Repubblica  del  15
marzo 2010, n. 88), indirizzo  chimica,  materiali  e  biotecnologie,
articolazione chimica e materiali; 
        se appartenenti alla categoria  di  concorrenti,  di  cui  al
precedente comma 1, lettere d), del  presente  articolo:  diploma  di
istruzione secondaria di secondo grado  di  durata  quinquennale  che
consenta l'iscrizione ai corsi  universitari,  ovvero  un  titolo  di
studio di durata quadriennale, integrato dal corso  annuale  previsto
per l'ammissione ai corsi universitari dall'art.  1  della  legge  11
dicembre 1969, n. 910 e successive modifiche e integrazioni. 
    Per i titoli di studio conseguiti all'estero e' richiesta  idonea
certificazione di equipollenza  o  di  equivalenza  rilasciata  dalle
competenti autorita' ai sensi della normativa vigente.  Il  candidato
che non sia ancora in possesso del provvedimento  di  equipollenza  o
equivalenza dovra' dichiarare nella domanda di partecipazione di aver
presentato la relativa richiesta; 
    d) godere dei diritti civili e politici; 
    e) non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati  decaduti
dall'impiego presso  una  pubblica  amministrazione,  licenziati  dal
lavoro alle dipendenze di  pubbliche  amministrazioni  a  seguito  di
procedimento   disciplinare,   ovvero   prosciolti,   d'autorita'   o
d'ufficio, da precedente arruolamento volontario nelle Forze armate o
di polizia per  motivi  disciplinari  o  di  inattitudine  alla  vita
militare,  a   esclusione   dei   proscioglimenti   per   inidoneita'
psico-fisica; 
    f) non essere stati condannati per delitti non colposi, anche con
sentenza   di   applicazione   di   pena   su   richiesta,   a   pena
condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna, ovvero non
essere in atto  imputati  in  procedimenti  penali  per  delitti  non
colposi. Ogni variazione della posizione giudiziaria  che  intervenga
fino al conseguimento della nomina a ufficiale in servizio permanente
deve essere segnalata con immediatezza con le modalita' indicate  nel
successivo art. 5, comma 3; 
    g) non essere stati sottoposti a misure di prevenzione; 
    h) avere tenuto condotta incensurabile; 
    i) non aver tenuto comportamenti nei confronti delle  istituzioni
democratiche che non diano sicuro affidamento di scrupolosa  fedelta'
alla Costituzione repubblicana e  alle  ragioni  di  sicurezza  dello
Stato; 
    j)  non  aver  riportato  sanzioni  disciplinari  di  stato   nel
quinquennio antecedente alla data di  scadenza  del  termine  per  la
presentazione della domanda di partecipazione al concorso. 
3. Coloro che risultano in possesso dei requisiti per  partecipare  a
piu' di uno dei concorsi di  cui  al  precedente  art.  1,  comma  1,
dovranno necessariamente indicare il concorso  (uno  solo)  al  quale
intendono partecipare. 
4. Il conferimento della nomina ai vincitori dei concorsi indetti con
il presente decreto e l'ammissione dei medesimi al  prescritto  corso
applicativo sono subordinati: 
    a) al possesso della idoneita'  psico-fisica  e  attitudinale  al
servizio incondizionato quale ufficiale in  servizio  permanente  dei
ruoli  speciali  dell'Aeronautica  militare,  da  accertarsi  con  le
modalita'  prescritte  dai  successivi   articoli   11   e   12.   Il
riconoscimento  del  possesso  di  tale  idoneita'  dovra'   comunque
avvenire entro la data di approvazione delle graduatorie di merito di
cui al successivo art. 14; 
    b) per il personale appartenente alla categoria dei  marescialli,
all'aver maturato almeno cinque  anni  di  anzianita'  nel  ruolo  di
provenienza se reclutato ai sensi dell'art. 679, comma 1, lettera  a)
del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66 ovvero avere almeno  tre
anni di anzianita' nel ruolo di provenienza  se  reclutato  ai  sensi
dell'art. 679, comma 1, lettera b) del predetto decreto legislativo. 
5. I requisiti di partecipazione al concorso, di  cui  al  precedente
comma 2, devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di
presentazione  delle  domande  di  partecipazione  ai  concorsi.  Gli
stessi, ad eccezione di quello di cui al precedente comma 2,  lettera
b), dovranno essere mantenuti all'atto del conferimento della  nomina
ad ufficiale in servizio permanente e per tutta la durata  del  corso
applicativo. 
                               Art. 3 
 
                    Portale dei concorsi on-line 
                     del Ministero della difesa 
 
    1. Nell'ambito del  processo  di  snellimento  e  semplificazione
dell'azione amministrativa, le procedure di concorso, di cui all'art.
1 del presente bando saranno gestite tramite il portale dei  concorsi
on-line  del  Ministero  della  difesa  (da  ora  in  poi   portale),
raggiungibile attraverso il sito internet www.difesa.it area «Siti di
interesse e approfondimenti», pagina «Concorsi  e  Scuole  Militari»,
link «Concorsi on-line»  ovvero  collegandosi  direttamente  al  sito
«https://concorsi.difesa.it». 
    2. Attraverso detto  portale,  i  candidati  potranno  presentare
domanda di partecipazione ai concorsi, di cui al precedente art. 1  e
ricevere con le modalita', di cui al successivo art. 5, le successive
comunicazioni inviate  dalla  direzione  generale  per  il  personale
militare o da enti dalla stessa delegati alla gestione dei concorsi. 
    3. Per usufruire dei servizi offerti  dal  portale,  i  candidati
dovranno essere in possesso di credenziali rilasciate da  un  gestore
di identita' digitale nell'ambito del Sistema pubblico  di  identita'
digitale (Spid) ovvero di apposite  chiavi  di  accesso  che  saranno
fornite  al  termine  di  una  procedura  guidata  di  accreditamento
necessaria per  attivare  il  proprio  univoco  profilo  nel  portale
medesimo. 
    4. La procedura guidata di  registrazione,  descritta  alla  voce
«Istruzioni» del portale,  viene  attivata  con  una  delle  seguenti
modalita': 
      a.  senza  smart  card:  fornendo   un   indirizzo   di   posta
elettronica,  una  utenza  di  telefonia  mobile   intestata   ovvero
utilizzata  dal  concorrente  e  gli  estremi  di  un  documento   di
riconoscimento in corso di validita' rilasciato da un'Amministrazione
dello Stato; 
      b. con  smart  card:  mediante  carta  d'identita'  elettronica
(Cie), carta nazionale dei servizi (Cns), tessera  di  riconoscimento
elettronica rilasciata da un'Amministrazione dello Stato (decreto del
Presidente della Repubblica 28 luglio 1967,  n.  851)  ai  sensi  del
comma 8 dell'art. 66 del decreto legislativo 7  marzo  2005,  n.  82,
ovvero firma digitale. 
    Prima di iniziare la procedura guidata di registrazione,  nonche'
prima di effettuare tutte le operazioni consentite tramite il portale
(compresa  la  presentazione  delle  domande  di  partecipazione   ai
concorsi),   i   concorrenti   dovranno   leggere   attentamente   le
informazioni inerenti le modalita' di utilizzo del portale stesso. 
    5. Conclusa la fase di accreditamento,  l'interessato  acquisisce
le credenziali (userid e password)  per  poter  accedere  al  proprio
profilo  cosi'  creato  nel  portale.  In  caso  di  smarrimento,  e'
attivabile  la  procedura  di  recupero  delle  stesse  dalla  pagina
iniziale del portale. 
                               Art. 4 
 
                      Domande di partecipazione 
 
    1. Previo accesso al proprio profilo  sul  portale,  i  candidati
compilano e inoltrano  la  domanda  di  partecipazione  al  concorso,
secondo le modalita' descritte ai commi successivi, entro il  termine
perentorio di trenta giorni  decorrenti  da  quello  successivo  alla
pubblicazione del  presente  bando  nella  Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami». 
    2. I concorrenti devono accedere al proprio profilo sul  portale,
scegliere il concorso al  quale  intendono  partecipare  e  compilare
on-line la domanda. Il sistema informatico salva automaticamente  nel
proprio profilo on-line una  bozza  della  candidatura  all'atto  del
passaggio ad una successiva pagina della domanda, ferma la necessita'
di completarla e/o inoltrarla entro il termine  di  presentazione  di
cui al precedente comma 1. Per gli  allegati  alla  domanda,  qualora
previsti, il modulo  riportera'  le  indicazioni  che  guideranno  il
concorrente nel corretto inserimento degli stessi. 
    3. I candidati potranno integrare o modificare quanto  dichiarato
nella domanda di partecipazione, ovvero revocare la stessa, entro  la
scadenza del termine previsto per la presentazione della stessa. 
    Successivamente alla scadenza del termine di presentazione  della
domanda di partecipazione al concorso,  dichiarazioni  integrative  o
modificative rispetto a quanto dichiarato nella domanda  stessa  gia'
inoltrata potranno essere trasmesse dai candidati con le modalita'  e
in ordine ai contenuti indicati nel successivo art. 5, comma 3. 
    4. Terminata la compilazione i candidati procedono all'inoltro al
sistema informatico centrale di acquisizione on-line senza uscire dal
proprio profilo, per  poi  ricevere  una  comunicazione  a  video  e,
successivamente, un  messaggio  di  posta  elettronica  dell'avvenuta
acquisizione. Con l'inoltro della candidatura  il  sistema  generera'
una ricevuta della stessa che riporta tutti i dati inseriti  in  sede
di compilazione. Tale ricevuta, che verra' automaticamente salvata ed
eventualmente aggiornata a seguito di integrazioni  e/o  modifica  da
parte dell'utente,  nell'area  personale  del  profilo  utente  nella
sezione «I miei concorsi», sara' sempre disponibile per  le  esigenze
del concorrente e dovra' essere esibita e, ove richiesto,  consegnata
in occasione della prima prova concorsuale. 
    5. Le domande di partecipazione inoltrate  con  qualsiasi  mezzo,
anche telematico, diverso rispetto a quelli sopraindicati  e/o  senza
la  previa  registrazione   al   portale   non   saranno   prese   in
considerazione e  il  candidato  non  sara'  ammesso  alla  procedura
concorsuale. 
    6. In caso di avaria temporanea del sistema informatico centrale,
che si verificasse durante il periodo previsto per  la  presentazione
delle domande, l'Amministrazione si riserva di prorogare il  relativo
termine di scadenza per un numero di giorni congruo rispetto a quelli
di mancata operativita' del sistema. Dell'avvenuto ripristino e della
proroga del termine per la presentazione  delle  domande  sara'  data
notizia con avviso pubblicato nel sito www.difesa.it e  nel  portale,
secondo quanto previsto dal successivo art. 5.  In  tal  caso,  resta
comunque  invariata,  all'iniziale  termine  di   scadenza   per   la
presentazione delle domande, di cui al precedente comma  1,  la  data
relativa al possesso dei  requisiti  di  partecipazione  indicata  al
precedente art. 2 del presente bando. 
    7. Qualora l'avaria  del  sistema  informatico  centrale  per  la
presentazione delle domande on-line del portale dei concorsi sia tale
da non consentire un ripristino della procedura in tempi  rapidi,  la
direzione generale per il personale militare provvedera' a  informare
i candidati con  avviso  pubblicato  sul  sito  www.difesa.it  e  nel
portale, circa le determinazioni adottate al riguardo. 
    8. Nella domanda di partecipazione i concorrenti devono  indicare
i loro dati anagrafici, le informazioni attestanti  il  possesso  dei
requisiti di partecipazione, i titoli che danno  luogo  a  riserva  o
preferenza a parita' di punteggio. 
    Il sistema provvedera' a informare i Comandi  degli  enti/reparti
d'appartenenza dei concorrenti, tramite  messaggio  all'indirizzo  di
posta elettronica istituzionale (non pec) indicato dal  candidato  in
sede di compilazione della domanda, dell'avvenuta presentazione della
stessa  da  parte  del  personale  alle  rispettive  dipendenze  e  a
trasmettere   ai   suddetti   Comandi   copia   della   domanda    di
partecipazione. 
    Detti candidati  dovranno  verificare  l'avvenuta  ricezione  del
messaggio, di cui al presente comma e l'avvenuta  acquisizione  della
copia della domanda di partecipazione  da  parte  dei  Comandi  degli
enti/reparti  d'appartenenza  che  provvederanno   agli   adempimenti
previsti. 
    Nella domanda di partecipazione, ai sensi del combinato  disposto
di cui agli articoli 4 della legge 8 marzo 1989, n. 101 e  n.  6  del
decreto del Presidente della Repubblica 9  maggio  1994,  n.  487,  i
concorrenti che ne facciano espressa richiesta potranno sostenere nel
primo giorno feriale successivo  le  prove  previste  nei  giorni  di
festivita' religiose ebraiche rese note annualmente con  decreto  del
Ministro  dell'interno.  In  caso  di  impossibilita'   materiale   o
giuridica di svolgimento differito delle prove per i concorrenti  che
ne facciano richiesta, queste saranno fissate per tutti i concorrenti
in un giorno che non coincida con quello di  riposo  sabbatico  o  di
altre festivita' religiose riconosciute dalla legge. 
    9. Con l'invio telematico della domanda con le modalita' indicate
nel  precedente  comma  4,  il   candidato,   oltre   a   manifestare
esplicitamente il consenso alla raccolta e al  trattamento  dei  dati
personali che lo riguardano e  che  sono  necessari  all'espletamento
dell'iter concorsuale (in quanto il  conferimento  di  tali  dati  e'
obbligatorio   ai   fini   della   valutazione   dei   requisiti   di
partecipazione), si assume la responsabilita' penale circa  eventuali
dichiarazioni  mendaci,  ai  sensi  dell'art.  76  del  decreto   del
Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445. Si precisa,  al
riguardo, che l'accertamento  della  resa  di  dichiarazioni  mendaci
finalizzate a trarre un indebito beneficio comportera': 
      la segnalazione alla competente Procura della Repubblica per le
valutazioni di pertinenza; 
      l'esclusione  dal   concorso   o   la   decadenza   a   seguito
dell'avvenuta incorporazione dell'interessato. 
                               Art. 5 
 
                   Comunicazioni con i concorrenti 
 
    1. Tramite il proprio profilo nel portale,  il  concorrente  puo'
anche accedere alla sezione relativa alle comunicazioni. Tale sezione
sara' suddivisa in un'area pubblica relativa  alle  comunicazioni  di
carattere collettivo (avvisi di modifica del  bando,  variazione  del
diario di svolgimento delle prove scritte, calendari  di  svolgimento
delle selezioni fisio-psico-attitudinali, delle prove  di  efficienza
fisica, delle prove orali,  ecc.),  e  un'area  privata  nella  quale
saranno rese disponibili  le  comunicazioni  di  carattere  personale
relative  al  medesimo.  Della  presenza  di  tali  comunicazioni   i
concorrenti  riceveranno  notizia   mediante   messaggio   di   posta
elettronica, inviato all'indirizzo fornito in fase di  registrazione,
ovvero con sms. 
    2. Le comunicazioni di carattere collettivo, pubblicate anche nel
sito www.difesa.it hanno valore di notifica a tutti gli effetti e nei
confronti  di  tutti  i  candidati.  Le  eventuali  comunicazioni  di
carattere personale potranno essere inviate ai concorrenti anche  con
messaggio di posta elettronica,  posta  elettronica  certificata  (se
dichiarata dai concorrenti  nella  domanda  di  partecipazione),  con
lettera raccomandata o telegramma. 
    3. Successivamente alla scadenza del termine per la presentazione
delle  domande,  variazioni  e/o  integrazioni   della   domanda   di
partecipazione  al  concorso  (variazioni  della  residenza   o   del
recapito,  dell'indirizzo  di   posta   elettronica,   dell'eventuale
indirizzo di posta elettronica certificata, del numero di  utenza  di
telefonia fissa e mobile, variazioni relative alla propria  posizione
giudiziaria,  ecc.)  possono  essere   trasmesse   a   mezzo   e-mail
all'indirizzo      di      posta      elettronica       istituzionale
persomil@persomil.difesa.it ovvero all'indirizzo di posta certificata
persomil@postacert.difesa.it   e   per   conoscenza    in    aggiunta
all'indirizzo  r1d1s2@persomil.difesa.it.  Non   saranno   prese   in
considerazione  le  comunicazioni   pervenute   al   solo   indirizzo
r1d1s2@persomil.difesa.it. A tutti i messaggi,  di  cui  al  presente
comma, dovra' comunque  essere  allegata  copia  per  immagine  (file
formato pdf o  jpeg  con  dimensione  massima  3  Mb)  di  un  valido
documento di identita' rilasciato da un'Amministrazione dello Stato. 
    4.   L'Amministrazione   della   difesa   non    assume    alcuna
responsabilita' circa eventuali disguidi derivanti da errate, mancate
o  tardive  comunicazioni  di  variazioni  dell'indirizzo  di   posta
elettronica ovvero del numero di utenza di telefonia fisso  e  mobile
da parte dei candidati. 
    5.  Per  semplificare  le  operazioni  di  gestione  del   flusso
automatizzato della posta in ingresso alla direzione generale per  il
personale  militare,  l'oggetto  di  tutte  le  comunicazioni  che  i
concorrenti intenderanno inviare dovra' essere preceduto  dal  codice
«RS_AM_2018_2S», seguito dalla categoria del concorso per il quale il
concorrente partecipa: 
      «RS_AM_2018_2S_AARAS» per le armi dell'Arma aeronautica; 
      «RS_AM_2018_2S_GARS» per il Corpo del Genio aeronautico; 
      «RS_AM_2018_2S_CCRS» per il Corpo di Commissariato aeronautico. 
                               Art. 6 
 
                      Istruttoria delle domande 
                     e documentazione d'ufficio 
 
    1. Il sistema provvedera' ad informare i Comandi/reparti/enti  di
appartenenza, tramite messaggio  al  rispettivo  indirizzo  di  posta
elettronica istituzionale (non pec) indicato dal concorrente in  sede
di compilazione  della  domanda,  dell'avvenuta  presentazione  della
stessa da parte del personale alle loro dipendenze. 
    2.   Tali   Comandi/reparti/enti,   ricevuta   la   domanda    di
partecipazione, dovranno provvedere: 
      a) per il personale in servizio a: 
        redigere,  per  ciascun  concorrente  in  servizio,  apposito
documento caratteristico, redatto fino  alla  data  di  scadenza  del
termine di presentazione delle domande di partecipazione al concorso,
con la seguente  motivazione:  «Partecipazione  al  concorso  per  il
reclutamento di ufficiali in servizio permanente nei  ruoli  speciali
dell'Aeronautica militare»; 
        nominare, con ordine del  giorno  del  comandante  dell'Ente,
un'apposita commissione interna (composta da presidente, primo membro
e secondo membro) che  rediga,  per  ogni  candidato,  la  scheda  di
sintesi, di cui all'allegato C, che fa parte  integrante  del  bando,
avendo  cura  di  riportare,   tra   l'altro,   gli   estremi   della
documentazione caratteristica in ordine cronologico  comprensiva  del
previsto giudizio  valutativo,  redatto  dalle  competenti  autorita'
gerarchiche,  chiuso  alla  data   di   scadenza   del   termine   di
presentazione della domanda. La stessa documentazione sara' trasmessa
al Ministero della difesa  -  direzione  generale  per  il  personale
militare  -  I  Reparto  -  1ª  Divisione  reclutamento  ufficiali  e
sottufficiali  -  2ª  Sezione  -  a  mezzo  posta  elettronica  (pei)
all'indirizzo   persomil@persomil.difesa.it   o   posta   elettronica
certificata  (pec)   all'indirizzo   persomil@postacert.difesa.it   e
inserendo  nell'oggetto  il  codice  «RS_AM_2018_2S»,  seguito  dalla
categoria del concorso per il quale il  concorrente  partecipa  (es.:
RS_AM_2018_2S_AARAS), non oltre il trentesimo  giorno  successivo  al
termine  di  scadenza  per  la   presentazione   delle   domande   di
partecipazione al concorso; 
      b) per il personale  in  congedo  dell'Esercito,  della  Marina
militare, dell'Aeronautica militare e  dell'Arma  dei  carabinieri  a
predisporre la scheda di sintesi  della  documentazione,  di  cui  al
secondo  alinea,  della  precedente  lettera  a)  da  trasmettere  al
Ministero della difesa - direzione generale per il personale militare
- I Reparto - 1ª Divisione reclutamento ufficiali e  sottufficiali  -
2ª  Sezione  -  a  mezzo  posta   elettronica   (pei)   all'indirizzo
persomil@persomil.difesa.it o  posta  elettronica  certificata  (pec)
all'indirizzo persomil@postacert.difesa.it e  inserendo  nell'oggetto
il codice «RS_AM_2018_2S», seguito dalla categoria del  concorso  per
il quale il concorrente  partecipa  (es.:  RS_AM_2018_2S_AARAS),  non
oltre il trentesimo giorno successivo al termine di scadenza  per  la
presentazione delle domande di partecipazione al concorso. 
                               Art. 7 
 
                      Svolgimento dei concorsi 
 
    1. Lo svolgimento dei concorsi prevede: 
      a) due prove scritte (una di cultura generale ed una di cultura
tecnico-professionale); 
      b) valutazione dei titoli di merito; 
      c) accertamenti psico-fisici; 
      d)  accertamenti  attitudinali   (comprensivi   di   prove   di
efficienza fisica); 
      e) prova orale; 
      f) accertamento della conoscenza della lingua inglese; 
      g) prova orale facoltativa per l'accertamento della  conoscenza
di una lingua straniera scelta dal candidato tra quelle previste  dal
bando. 
    Ai suddetti accertamenti e prove i concorrenti  dovranno  esibire
la carta d'identita' o altro documento di  riconoscimento,  provvisto
di   fotografia   ed   in   corso   di   validita',   rilasciato   da
un'Amministrazione dello Stato. 
    2. All'atto dell'emissione del decreto dirigenziale,  di  cui  al
successivo art. 14, comma 5 (indicativamente entro la fine di  maggio
2019) tutti i concorrenti - compresi quelli di sesso femminile per  i
quali la positivita' del test  di  gravidanza  abbia  comportato,  ai
sensi dell'art. 580 del decreto del Presidente  della  Repubblica  15
marzo  2010,  n.  90,  un  temporaneo  impedimento   all'accertamento
dell'idoneita' psico-fisica - dovranno  essere  risultati  idonei  in
tutte le prove ed in tutti gli accertamenti previsti  nel  precedente
comma 1. 
    3. L'Amministrazione non risponde di eventuale  danneggiamento  o
perdita di oggetti personali che i  concorrenti  lascino  incustoditi
nel corso delle prove e degli accertamenti, di cui al  comma  1,  del
presente articolo. 
    4. Durante lo svolgimento delle  prove  concorsuali  indicate  ai
successivi articoli 9,  11,  12  e  13,  i  concorrenti  in  servizio
dovranno indossare l'uniforme di servizio, mentre  i  concorrenti  in
congedo  dovranno  indossare  un  abbigliamento  consono  (giacca   e
cravatta per i partecipanti di sesso maschile). 
                               Art. 8 
 
                             Commissioni 
 
    1. Con successivi decreti dirigenziali saranno nominate: 
      a) le commissioni esaminatrici per le prove scritte  e  per  le
prove orali, per la  valutazione  dei  titoli  di  merito  e  per  la
formazione della graduatoria di merito, una per ciascun concorso; 
      b) la commissione per gli accertamenti psico-fisici, unica  per
tutti i concorsi; 
      c) la commissione  per  gli  ulteriori  accertamenti  sanitari,
unica per tutti i concorsi; 
      d) la commissione per gli accertamenti attitudinali, unica  per
tutti i concorsi. 
    2. Le commissioni esaminatrici, di cui  al  precedente  comma  1,
lettera a) saranno composte da: 
      a)  un  ufficiale  di  grado   non   inferiore   a   colonnello
dell'Aeronautica militare, in servizio, presidente; 
      b) due o piu' ufficiali  di  grado  non  inferiore  a  maggiore
dell'Aeronautica militare in servizio, di cui almeno uno dell'Arma  o
Corpo per il quale e' indetto il concorso, membri; 
      c) un ufficiale inferiore  o  un  sottufficiale  di  grado  non
inferiore  a  primo  maresciallo  ovvero  un  dipendente  civile  del
Ministero della  difesa  appartenente  alla  terza  area  funzionale,
segretario senza diritto di voto. 
    La commissione esaminatrice puo' essere integrata da uno  o  piu'
esperti civili o militari, per le singole materie oggetto  di  esame,
in qualita' di membri aggiunti. I membri aggiunti  hanno  diritto  di
voto nelle sole materie per le quali sono stati chiamati ad integrare
la commissione. 
    Per i concorsi per l'accesso al Corpo del genio  aeronautico  uno
dei membri deve  appartenere  a  ciascuna  delle  categorie  poste  a
concorso. 
    3. La commissione per gli accertamenti psico-fisici,  di  cui  al
precedente comma 1, lettera b) sara' composta da: 
      a) un ufficiale medico  del  Corpo  sanitario  aeronautico,  di
grado non inferiore a tenente colonnello, presidente; 
      b) due ufficiali medici  del  Corpo  sanitario  aeronautico  di
grado non inferiore a capitano, membri; 
      c) un ufficiale inferiore ovvero un sottufficiale  appartenente
al ruolo dei marescialli, segretario senza diritto di voto. 
    Detta commissione si avvarra' del supporto  di  ufficiali  medici
specialisti  dell'Aeronautica  militare  o  di   medici   specialisti
esterni. 
    4. La commissione per gli ulteriori accertamenti sanitari, di cui
al precedente comma 1, lettera c) sara' composta da: 
      a) un ufficiale medico  del  Corpo  sanitario  aeronautico,  di
grado non inferiore a tenente colonnello, presidente; 
      b) due ufficiali medici  del  Corpo  sanitario  aeronautico  di
grado non inferiore a capitano, membri; 
      c) un ufficiale inferiore ovvero un sottufficiale  appartenente
al ruolo dei marescialli, segretario senza diritto di voto. 
    Detta commissione si avvarra' del supporto  di  ufficiali  medici
specialisti  dell'Aeronautica  militare  o  di   medici   specialisti
esterni. 
    Gli ufficiali del Corpo sanitario aeronautico  facenti  parte  di
detta commissione dovranno essere diversi da quelli che  hanno  fatto
parte della commissione per gli accertamenti psico-fisici, di cui  al
precedente comma 3. 
    5. La commissione per gli  accertamenti  attitudinali  e  per  le
prove di efficienza fisica, di cui al precedente comma 1, lettera  d)
sara' composta da: 
      a) un ufficiale in servizio di grado non  inferiore  a  tenente
colonnello dell'Aeronautica militare, presidente; 
      b) due  ufficiali  dell'Aeronautica  militare,  specialisti  in
selezione attitudinale o con  qualifica  di  «Perito  in  materia  di
selezione attitudinale», di grado inferiore a quello del  presidente,
ovvero funzionari sanitari psicologi  appartenenti  alla  terza  area
funzionale del Ministero della difesa, membri; 
      c) un ufficiale inferiore ovvero un sottufficiale  appartenente
al ruolo dei marescialli, segretario senza diritto di voto. 
    Detta commissione  si  avvarra'  del  supporto  di  ufficiali  ed
esperti periti selettori, nonche' di personale in servizio presso  il
Centro  di  selezione  dell'Aeronautica  militare  di  Guidonia   per
l'effettuazione delle prove di efficienza fisica. 
                               Art. 9 
 
                            Prove scritte 
 
    1. I concorrenti partecipanti ai concorsi, di cui  al  precedente
art. 1, dovranno sostenere: 
      a) una prova scritta di cultura generale, della durata  massima
di sei ore, consistente in un tema su argomenti di carattere generale
e/o    attinente    alle    discipline    storiche,     sociali     e
politico-geografiche,   secondo   i   programmi   previsti   per   il
conseguimento del diploma di istruzione secondaria di secondo grado; 
      b) una prova scritta di  cultura  tecnico-professionale,  della
durata massima di sei  ore,  consistente  in  un  tema  su  argomenti
previsti  dai  programmi  d'esame  riportati  nell'allegato   B   che
costituisce parte integrante del presente decreto. 
    2.  Dette  prove  scritte  avranno  luogo  presso  il  Centro  di
selezione dell'Aeronautica militare di Guidonia - aeroporto  «Alfredo
Barbieri», ingresso da via Tenente Colonnello M. Di Trani, con inizio
non prima delle 8,30, secondo il seguente calendario: 
      a) concorso per ventidue ufficiali in servizio  permanente  del
ruolo speciale delle armi dell'Arma aeronautica: 6 e 7 febbraio 2019; 
      b) concorso per tredici ufficiali in  servizio  permanente  del
ruolo speciale del Corpo del genio aeronautico: 30 e 31 gennaio 2019; 
      c) concorso per sette  ufficiali  in  servizio  permanente  del
ruolo speciale del  Corpo  di  commissariato  aeronautico:  28  e  29
gennaio 2019. 
    Eventuali variazioni della sede o delle date di svolgimento delle
suddette prove scritte saranno rese note, a partire  dal  termine  di
scadenza  per  la  presentazione  delle  domande  di  partecipazione,
mediante avviso inserito nell'area pubblica del portale dei  concorsi
del Ministero della difesa e  nei  siti  www.aeronautica.difesa.it  e
www.persomil.difesa.it 
    I concorrenti, ai quali  non  sia  stata  comunicata  la  mancata
ammissione al concorso, sono tenuti a  presentarsi,  presso  la  sede
d'esame, entro le 7,30 dei giorni  suindicati,  muniti  di  carta  di
identita' o di altro valido documento di riconoscimento, provvisto di
fotografia, rilasciato da un'Amministrazione dello Stato,  e  potendo
esibire, all'occorrenza, il messaggio di avvenuta acquisizione  della
domanda ovvero copia della stessa con gli  estremi  di  acquisizione,
rilasciati al concorrente medesimo con le modalita' di  cui  all'art.
4, comma 4 del presente decreto. 
    Essi dovranno portare una penna a sfera ad inchiostro  indelebile
nero o blu. L'occorrente per l'espletamento della  prova  sara'  loro
fornito sul posto. 
    I concorrenti assenti al momento dell'inizio  di  ciascuna  prova
saranno considerati rinunciatari e quindi esclusi dal concorso, quali
che siano le ragioni dell'assenza, comprese quelle dovute a causa  di
forza maggiore. 
    Per quanto concerne le modalita' di  svolgimento  delle  predette
prove saranno osservate le disposizioni degli articoli 11, 12, 13, 14
e 15, comma 1 del decreto del Presidente della  Repubblica  9  maggio
1994, n. 487. 
    3. Saranno giudicati idonei i concorrenti che, in ciascuna  delle
prove scritte, avranno riportato una votazione non inferiore a 21/30. 
    4. L'esito delle prove scritte e il calendario con  le  modalita'
di convocazione degli ammessi alle prove e  accertamenti  di  cui  ai
successivi articoli 11 e 12, del presente bando, saranno resi noti  a
partire dalla seconda decade del mese di  gennaio  2018,  con  avviso
inserito nell'area pubblica della sezione comunicazioni del  portale.
Tale    avviso    sara',    inoltre,    consultabile     nei     siti
www.aeronautica.difesa.it e www.persomil.difesa.it e avra' valore  di
notifica a tutti gli effetti e nei confronti di tutti i  concorrenti.
Sara' anche possibile chiedere informazioni al Ministero della difesa
- direzione generale per il personale militare  -  sezione  relazioni
con   il   pubblico,   numero   06/517051012    (indirizzo    e-mail:
urp@persomil.difesa.it). 
                               Art. 10 
 
                  Valutazione dei titoli di merito 
 
    1. Allo scopo di contrarre i tempi  delle  procedure  concorsuali
nel   rispetto   della   economicita'   e    celerita'    dell'azione
amministrativa, le commissioni esaminatrici,  di  cui  al  precedente
art. 8, comma 1, lettera a) valuteranno, previa  identificazione  dei
relativi criteri,  i  titoli  di  merito  dei  soli  concorrenti  che
risulteranno idonei alle prove scritte. A tal  fine  le  commissioni,
dopo aver corretto in forma anonima  gli  elaborati,  procederanno  a
identificare  esclusivamente   gli   autori   di   quelli   giudicati
insufficienti, in modo da definire,  per  sottrazione,  l'elenco  dei
concorrenti  idonei.  Il  riconoscimento  di  questi  ultimi   dovra'
comunque avvenire dopo  la  valutazione  dei  titoli  di  merito.  Le
commissioni esaminatrici valuteranno i titoli, posseduti alla data di
scadenza del termine di presentazione delle domande, che siano  stati
dichiarati con le modalita' indicate nel precedente  art.  4,  ovvero
risultino dalla documentazione matricolare e caratteristica. 
    2.  Il  punteggio  massimo  attribuibile  ai  titoli  di   merito
posseduti dai partecipanti ai concorsi di cui al precedente  art.  1,
comma 1, lettere a), b) e c), e' pari a 10/30 cosi' ripartiti: 
      a)   qualita'   del   servizio   prestato   (risultante   dalla
documentazione matricolare  e  caratteristica  che  verra'  acquisita
d'ufficio): massimo punti 3,5/30. 
    La commissione terra' conto  delle  qualifiche  finali  riportate
nelle schede valutative (ovvero  dei  giudizi  finali  desumibili  da
eventuali  rapporti  informativi)  relative  all'ultimo  triennio  di
servizio comunque prestato. 
    I  documenti  di  valutazione  relativi  a   corsi   propedeutici
all'inserimento nella categoria/ruolo che consente la  partecipazione
al concorso non devono essere oggetto di  valutazione.  Il  punteggio
massimo attribuibile a ciascuna qualifica finale (o al corrispondente
giudizio finale) sara': 
        1) 0,00320 (fino a un massimo 3,5  punti  ripartiti  in  1095
giorni) per ogni giorno valutato con qualifica finale di «Eccellente»
o giudizio equivalente; 
        2) 0,00183 (fino a un  massimo  2  punti  ripartiti  in  1095
giorni) per ogni giorno valutato con qualifica finale  di  «Superiore
alla media» o giudizio equivalente; 
        3) 0,00000 (0 punti ripartiti in 1095 giorni) per ogni giorno
valutato  con  qualifica  finale  di   «Nella   media»   o   giudizio
equivalente. 
    Il punteggio complessivo  sara'  calcolato  sommando  i  punteggi
parziali - ottenuti moltiplicando  il  valore  di  ciascun  documento
valutativo come sopra indicato - per il rapporto tra il  periodo  cui
si riferisce il singolo  documento  valutativo  e  quello  totale  da
considerare (massimo tre anni). 
    Alle  dichiarazioni  di  mancata  redazione   di   documentazione
caratteristica dovra' essere attribuito un  punteggio  in  base  alla
media dei punteggi attribuiti al documento antecedente  ed  a  quello
successivo. Se la dichiarazione di mancata redazione  costituisce  il
primo o l'ultimo documento della documentazione caratteristica dovra'
essere  assimilata  rispettivamente   al   documento   successivo   o
antecedente; 
      b)  servizio  prestato  in  qualita'  di  ufficiale  in   ferma
prefissata: massimo punti 1/30; 
      c) partecipazione a operazioni fuori area e, esclusivamente per
il concorso di cui all'art. 1, comma 1,  lettera  a),  operazioni  di
ordine pubblico (strade sicure, strade pulite): massimo punti 0,5/30,
calcolando  un  punteggio  di  0,125/30  per  ogni  mese  o  frazione
superiore a quindici  giorni  per  le  operazioni  fuori  area  e  un
punteggio di 0,0625/30 per ogni mese o frazione superiore a  quindici
giorni per le operazioni di ordine pubblico; 
      d) titolo di studio  posseduto  in  aggiunta  a  quello  minimo
prescritto per la partecipazione al  concorso:  massimo  3/30,  cosi'
ripartiti: 
        1) diploma di laurea di durata triennale: punti 1/30  (1,5/30
per il concorso genio aeronautico); 
        2) diploma di  laurea  magistrale/laurea  specialistica,  con
assorbimento  del  punteggio  previsto  per   la   laurea   triennale
propedeutica al suo conseguimento (saranno ritenuti  validi  anche  i
diplomi di laurea, di durata almeno quadriennale, conseguiti  secondo
il    precedente     ordinamento,     sostituiti     dalle     lauree
specialistiche/magistrali ai sensi del D.I.  del  M.I.U.R.  9  luglio
2009): massimo punti 2/30 (3/30 per il concorso genio aeronautico); 
        3) master universitario di I livello: punti 0,5/30; 
        4) master universitario di II livello: punti 1/30; 
        5) (solo per il concorso  genio  aeronautico)  ciascun  corso
concluso  di  aggiornamento/perfezionamento  post-laurea  in  settore
attinente, organizzato dall'universita' ai sensi dell'art.  6,  comma
2, punto c), della legge n. 341/1990 o dagli enti paritetici ai sensi
dell'art. 51 della legge n.  81/2008  e  successive  modificazioni  e
integrazioni: punti 0,25/30. 
      e) altri titoli: massimo punti 2/30, cosi' ripartiti: 
        1) 0,5/30 punti per il brevetto di pilota di aeroplano  o  di
aliante; 
        2) 0,25/30 punti  per  il  corso  di  cultura  aeronautica  e
meteorologia   aeronautica,   rilasciato    dall'associazione    Arma
aeronautica di Brindisi  in  collaborazione  con  l'Istituto  tecnico
statale nautico «Carnaro», se conseguito prima del dicembre  2009,  o
rilasciato dal Centro di volo a vela, se conseguito dal gennaio 2010; 
        3) 0,5/30 punti per  il  diploma  conseguito  presso  l'Opera
nazionale per i figli degli aviatori o Scuole militari; 
        4) 0,5/30  punti  per  il  brevetto  di  subacqueo  militare,
esclusivamente per il concorso di cui all'art. 1,  comma  1,  lettera
a); 
        5) 0,25/30 punti per il brevetto di subacqueo  rilasciato  da
strutture riconosciute dalla  Confederation  mondiale  des  activites
subacquatiques, esclusivamente per il concorso  di  cui  all'art.  1,
comma 1, lettera a); 
        6) 0,5/30 punti per il brevetto  di  paracadutista  militare,
esclusivamente per il concorso di cui all'art. 1,  comma  1,  lettera
a); 
        7) 0,25/30 punti per il brevetto di paracadutista  rilasciato
da strutture riconosciute dall'Associazione  nazionale  paracadutisti
d'Italia, esclusivamente per il concorso di cui all'art. 1, comma  1,
lettera a); 
        8) 0,5/30  punti  per  il  brevetto  di  incursore  militare,
esclusivamente per il concorso di cui all'art. 1,  comma  1,  lettera
a); 
        9) 0,15/30 punti per ciascun corso/certificazione in  Autocad
concluso con l'esame finale, esclusivamente per il  concorso  di  cui
all'art.  1,  comma  1,   lettera   b)   -   categoria   «Costruzioni
aeronautiche», «Elettronica» e «Infrastrutture e impianti»; 
        10)  0,15/30  punti  per  ciascun   corso/certificazione   in
informatica,   topografia   Gis   concluso   con   l'esame    finale,
esclusivamente per il concorso di cui all'art. 1, comma 1, lettera b)
- categoria «Infrastrutture e impianti»; 
        11)  attivita'  lavorativa  nello  specifico  settore   delle
costruzioni presso enti pubblici e/o privati per un periodo  maggiore
o uguale a 12 mesi (frazione fino ad un massimo di tre periodi  della
durata di 4 mesi ciascuno) esclusivamente  per  il  concorso  di  cui
all'art. 1,  comma  1,  lettera  b)  -  categoria  «Infrastrutture  e
impianti»: 
          punti 0,5/30 per periodi maggiori o  uguali  a  12  mesi  e
inferiori a 18 mesi; 
          punti 1/30 per periodi  maggiori  o  uguali  a  18  mesi  e
inferiori a 24 mesi; 
          punti 2/30 per periodi maggiori o uguali a 24 mesi. 
                               Art. 11 
 
                      Accertamenti psico-fisici 
 
    1. I concorrenti che avranno superato le  prove  scritte  saranno
sottoposti ad accertamenti psico-fisici presso l'Istituto di medicina
aerospaziale, gia' Istituto medico legale  dell'Aeronautica  militare
di  Roma,  ubicato  in  via  Piero  Gobetti  n.  2,   mentre   quelli
attitudinali  si  svolgeranno   presso   il   Centro   di   selezione
dell'Aeronautica  militare,  ubicato   nell'aeroporto   militare   di
Guidonia (Roma), ingresso da viale Roma n. 26 (piazzale Ten. Maurizio
Simone), indicativamente nell'ultima decade del mese  di  marzo  2019
(durata presunta giorni quattro). La convocazione nei  confronti  dei
concorrenti idonei sara' effettuata con  le  modalita'  previste  dal
precedente art. 5, comma 1. 
    Essi dovranno presentarsi alle 7,00  del  giorno  indicato  nella
predetta convocazione, muniti di valido documento  di  riconoscimento
provvisto di fotografia,  rilasciato  da  una  Amministrazione  dello
Stato. Coloro che non si presenteranno nel  giorno  previsto  saranno
considerati rinunciatari e, quindi, esclusi dal concorso,  quali  che
saranno le ragioni dell'assenza, comprese quelle dovute  a  causa  di
forza maggiore. 
    2. I concorrenti, all'atto della presentazione presso  l'Istituto
di medicina aerospaziale, dovranno consegnare i  seguenti  documenti,
in originale o in copia resa conforme secondo le modalita'  stabilite
dalla legge, rilasciati in data non anteriore a tre mesi da quella di
presentazione agli accertamenti sanitari, salvo diverse indicazioni: 
      a) se ne sono gia' in possesso, esame radiografico  del  torace
in due proiezioni con relativo referto, effettuato entro i  sei  mesi
precedenti la data fissata per gli accertamenti psico-fisici; 
      b) referto originale dell'analisi del sangue concernente: 
        emocromo completo; 
        VES; 
        glicemia; 
        creatininemia; 
        trigliceridemia; 
        colesterolemia; 
        transaminasemia (GOT E GPT); 
        bilirubinemia totale e frazionata; 
        gamma GT; 
        markers virali: anti HAV, HbsAg, anti HBs, anti  HBc  e  anti
HCV; 
      c) un certificato, conforme al modello riportato  nell'allegato
D, che costituisce parte integrante del presente decreto,  rilasciato
dal proprio medico di fiducia e controfirmato dagli interessati,  che
attesti lo stato di buona salute, la  presenza/assenza  di  pregresse
manifestazioni  emolitiche,  gravi  manifestazioni  immunoallergiche,
gravi intolleranze  ed  idiosincrasie  a  farmaci  o  alimenti.  Tale
certificato dovra' avere una data di rilascio  non  anteriore  a  sei
mesi a quella di presentazione; 
      d) referto rilasciato da struttura sanitaria pubblica o privata
accreditata con il Servizio sanitario nazionale,  attestante  l'esito
del test per l'accertamento della positivita' per anticorpi per HIV; 
      e) per i concorrenti di sesso femminile: 
        ecografia  pelvica,  con  relativo  referto,  eseguita,   con
modalita' sovrapubica, entro i tre  mesi  precedenti  la  data  degli
accertamenti psico-fisici; 
        referto originale di test di gravidanza - mediante analisi su
sangue o urine - effettuato, in data non anteriore  a  cinque  giorni
precedenti la visita; 
      f) originale  o  copia  conforme  del  certificato  medico,  di
idoneita' all'attivita' sportiva agonistica  in  corso  di  validita'
annuale, per l'atletica leggera, in data  non  anteriore  a  un  anno
rispetto a quella di  presentazione  alle  prove,  rilasciato  da  un
medico appartenente alla Federazione medico-sportiva italiana  ovvero
a struttura sanitaria pubblica o privata accreditata con il  Servizio
sanitario nazionale e che esercita in  tali  ambiti  in  qualita'  di
medico specializzato in medicina dello sport. La mancata  o  difforme
presentazione  di  tale  certificato  comportera'  l'esclusione   dal
concorso; 
      g) i soli concorrenti risultati vincitori dei  concorsi,  entro
trenta giorni dalla data di ammissione ai corsi, dovranno produrre il
certificato delle vaccinazioni effettuate,  rilasciato  da  strutture
sanitarie pubbliche. 
    Gli  interessati,  inoltre,   dovranno   rilasciare   un'apposita
dichiarazione di consenso informato all'effettuazione del  protocollo
diagnostico, nonche' un'ulteriore dichiarazione di consenso informato
all'esecuzione  del  protocollo  vaccinale,  che  costituisce   parte
integrante al presente decreto. 
    3. I concorrenti gia' giudicati idonei all'accertamento sanitario
nell'ambito di un concorso per l'arruolamento in Aeronautica militare
nei   trecentosessantacinque   giorni   antecedenti   la   data    di
presentazione presso  l'Imas,  devono  esibire  il  relativo  verbale
contenente  il  giudizio  espresso  dalla  preposta  commissione.  La
commissione  medica  disporra'  a  quali   accertamenti   sottoporre,
eventualmente, i candidati al fine di confermare o meno  il  giudizio
gia' espresso nel precedente concorso. 
    4. Tutti gli  esami  strumentali  e  di  laboratorio  chiesti  ai
candidati  dovranno  essere  effettuati  presso  strutture  sanitarie
pubbliche, anche militari, o  private  accreditate  con  il  Servizio
sanitario nazionale. 
    La mancata presentazione anche di uno solo dei suddetti documenti
sanitari comportera' l'esclusione del concorrente dagli  accertamenti
sanitari  e  quindi  dal   concorso,   con   l'eccezione   dell'esame
radiografico e del referto di analisi di laboratorio  concernente  il
dosaggio del G6PD. Quest'ultima dovra' essere comunque  prodotta  dai
concorrenti all'atto dell'incorporamento, qualora vincitori. 
    5. La commissione, di cui al precedente art. 8, comma 1,  lettera
b): 
      a) acquisira' i documenti indicati nel precedente comma  2  del
presente articolo,  necessari  all'effettuazione  degli  accertamenti
psico-fisici, verificandone la validita'; 
      b) (per i concorrenti di sesso femminile) in caso di  accertato
stato  di  gravidanza  non  potra'  in  nessun  caso  procedere  agli
accertamenti di cui alla successiva lettera  c)  e  dovra'  astenersi
dalla pronuncia del giudizio, a mente dell'art. 580 del  decreto  del
Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 90, secondo il quale lo
stato    di    gravidanza    costituisce    temporaneo    impedimento
all'accertamento dell'idoneita' al servizio militare.  Pertanto,  nei
confronti dei candidati il cui stato di gravidanza e' stato accertato
anche con le modalita' previste dal presente articolo,  la  direzione
generale  per  il  personale  militare  procedera'   ad   una   nuova
convocazione al predetto accertamento  in  data  compatibile  con  la
definizione delle graduatorie di cui al successivo  art.  14.  Se  in
occasione  della  seconda  convocazione  il  temporaneo   impedimento
perdura, la preposta commissione di cui al precedente art.  8,  comma
1, lettera b) ne dara' notizia alla  citata  direzione  generale  che
escludera' il candidato dal concorso per impossibilita' di  procedere
all'accertamento del possesso dei  requisiti  previsti  dal  presente
bando di concorso; 
      c) disporra' quindi per tutti i concorrenti, tranne quelli  per
cui ricorra il caso di cui alla precedente  lettera  b),  i  seguenti
accertamenti specialistici e di laboratorio: 
        1) visita cardiologica con ECG; 
        2) visita oculistica; 
        3) visita otorinolaringoiatrica con esame audiometrico; 
        4) visita psichiatrica; 
        5) valutazione dell'apparato locomotore; 
        6) analisi delle urine per la ricerca di eventuali cataboliti
di   sostanze   stupefacenti   e/o   psicotrope   quali   amfetamine,
cannabinoidi,  barbiturici,  oppiacei   e   cocaina.   In   caso   di
positivita', disporra' l'effettuazione sul medesimo campione del test
di conferma (gascromatografia con spettrometria di massa); 
        7) analisi completa delle urine con esame del sedimento; 
        8) dosaggio  enzimatico  del  glucosio  6-fosfatodeidrogenasi
(G6PD); 
        9)  controllo  dell'abuso  sistematico  di  alcool  in   base
all'anamnesi, all'esame obiettivo generale ed alla valutazione  degli
esami ematochimici (gamma GT, GOT, GPT ed MCV). In caso  di  sospetta
positivita' a tali  verifiche  il  concorrente  sara'  sottoposto  ad
ulteriore indagine per la determinazione del livello di CDT  ematica,
presso la stessa sede se compatibile con  i  tempi  di  esecuzione  o
sara' rinviato ad altra data per  consegnare  il  referto  attestante
l'esito della CDT (ricerca  ematica  della  transferrina  carboidrato
carente) che l'interessato avra'  cura  di  effettuare,  in  proprio,
presso una struttura sanitaria pubblica, anche  militare,  o  privata
accreditata con il Servizio sanitario nazionale; 
        10) visita medica  generale.  In  tale  sede  la  commissione
giudichera' inidoneo il candidato che presenti tatuaggi  se,  per  la
loro  sede  o  natura,  siano  deturpanti  o   contrari   al   decoro
dell'uniforme o siano possibile indice di  personalita'  abnorme  (in
tal caso da accertare con visita psichiatrica e con appropriati  test
psicodiagnostici); 
        11)  ogni  ulteriore  indagine  clinico   specialistica,   di
laboratorio e/o strumentale (compreso l'esame  radiologico)  ritenuta
utile per conseguire adeguata valutazione clinica e medico-legale del
concorrente. 
    Nel caso in cui si rendesse necessario sottoporre il  concorrente
ad indagini radiologiche,  indispensabili  per  l'accertamento  e  la
valutazione  di  eventuali  patologie,  in  atto  o  pregresse,   non
altrimenti osservabili ne' valutabili con diverse metodiche o  visite
specialistiche, lo stesso dovra' sottoscrivere  la  dichiarazione  di
cui all'allegato E. 
    6. Sulla scorta del vigente «Elenco delle  imperfezioni  e  delle
infermita' che sono causa di non idoneita' al servizio  militare»  di
cui all'art. 582 del decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo
2010, n. 90,  e  della  vigente  direttiva  applicativa  emanata  con
decreto  ministeriale  4  giugno  2014,  la  commissione  di  cui  al
precedente art. 8, comma 1, lettera b) dovra' accertare  il  possesso
dei seguenti ulteriori specifici requisiti: 
      a) parametri fisici: composizione corporea, forza  muscolare  e
massa metabolicamente attiva rientranti nei  valori  limiti  previsti
dall'art. 587 del decreto del Presidente della  Repubblica  15  marzo
2010, n. 90, cosi' come modificato dall'art. 4, comma 1,  lettera  c)
del decreto del Presidente della Repubblica 17 dicembre 2015, n. 207,
rilevati secondo le prescrizioni fissate con  la  direttiva  tecnica,
datata 9  febbraio  2016,  dell'Ispettorato  generale  della  Sanita'
militare; ai sensi dell'art. 635, comma 2 del decreto legislativo  n.
66 del 15 marzo 2010, cosi' come modificato  dall'art.  1,  comma  9,
lettera c) del decreto legislativo  n.  94  del  29  maggio  2017,  i
suddetti  parametri  fisici  non  saranno   oggetto   di   un   nuovo
accertamento nei confronti del  personale  militare  in  servizio  in
possesso dell'idoneita' incondizionata al servizio militare; 
      b) apparato  visivo:  visus  corretto  non  inferiore  a  16/10
complessivi con minimo 7/10 per l'occhio che  vede  meno,  dopo  aver
corretto con lenti ben tollerate il  vizio  di  refrazione,  che  non
dovra' superare le quattro diottrie per la  miopia,  cinque  diottrie
nell'astigmatismo  miopico  composto  calcolato  sul  meridiano  piu'
ametrope  con  un  massimo  di  due  diottrie   per   la   componente
astigmatica, tre diottrie per l'ipermetropia,  quattro  diottrie  per
l'astigmatismo ipermetropico composto calcolato  sul  meridiano  piu'
ametrope  con  un  massimo  di  due  diottrie   per   la   componente
astigmatica, tre diottrie per l'astigmatismo miopico ed ipermetropico
semplice,  le  tre  diottrie   per   l'astigmatismo   misto   o   per
l'anisometropia sferica e  astigmatica,  purche'  siano  presenti  la
fusione e la visione binoculare. Senso cromatico normale valutato con
matassine colorate, analogamente al  profilo  VS  2  della  direttiva
tecnica del 4 giugno 2014. L'accertamento dello stato refrattivo, ove
occorra,  potra'  essere  eseguito  con  l'autorefrattometro   o   in
cicloplegia o con il metodo dell'annebbiamento; 
      c) apparato uditivo: la funzionalita'  uditiva  sara'  saggiata
con esame audiometrico tonale  liminare  in  camera  silente.  Potra'
essere tollerata una perdita uditiva monolaterale di 35 dB  calcolata
sulla media delle frequenze 500-1000-2000 e 3000 Hz,  analogamente  a
quanto previsto dalla direttiva tecnica  del  4  giugno  2014  e  una
perdita uditiva bilaterale con P.P.T. entro il 25% (corrispondente al
profilo AU 2 della direttiva tecnica del 4 giugno  2014).  I  deficit
neurosensoriali riscontrati sulle frequenze 4000,  6000  ed  8000  Hz
saranno valutati compatibili qualora la media dei tre valori  risulti
inferiore a 30 dB. 
    7. La commissione, al termine  degli  accertamenti  psico-fisici,
provvedera' a definire per ciascun  concorrente,  secondo  i  criteri
stabiliti dalla normativa  e  dalle  direttive  vigenti,  il  profilo
sanitario che terra'  conto  delle  caratteristiche  somatofunzionali
nonche' degli specifici  requisiti  fisici  suindicati.  In  caso  di
mancata  effettuazione  del  referto  di   analisi   di   laboratorio
concernente il dosaggio del G6PD, ai  fini  della  definizione  della
caratteristica somato-funzionale AV-EI,  limitatamente  alla  carenza
del predetto enzima, al coefficiente  attribuito  sara'  aggiunta  la
dicitura «Deficit di G6PD non definito». 
    Saranno giudicati: 
      a) idonei, i concorrenti in possesso dei requisiti  sopracitati
cui sia stato attribuito il seguente profilo sanitario minimo: psiche
PS 2; costituzione CO 2; apparato cardiocircolatorio AC  2;  apparato
respiratorio AR 2; apparati vari AV 2; apparato locomotore  superiore
LS 2; apparato locomotore inferiore LI 2;  apparato  visivo  VS  2  e
apparato uditivo AU 2. 
    Per la caratteristica somato-funzionale AV, indipendentemente dal
coefficiente assegnato, la  carenza  accertata,  totale  o  parziale,
dell'enzima G6PD non puo'  essere  motivo  di  esclusione,  ai  sensi
dell'art. 1 della legge n. 109/2010,  richiamata  nelle  premesse  al
bando. Altresi', i  concorrenti  riconosciuti  affetti  dal  predetto
deficit di G6PD dovranno  rilasciare  la  dichiarazione  di  ricevuta
informazione e di responsabilizzazione, rinvenibile  nell'allegato  G
del bando; 
      b) inidonei, i concorrenti risultati affetti da: 
        1)  imperfezioni  ed  infermita'   previste   dalla   vigente
normativa in materia di inabilita' al servizio militare; 
        2) imperfezioni  ed  infermita'  per  le  quali  e'  prevista
l'attribuzione del coefficiente  uguale  o  superiore  a  tre,  nelle
caratteristiche somato-funzionali del profilo sanitario dalle vigenti
direttive per delineare il profilo sanitario dei  soggetti  giudicati
idonei  al  servizio  militare  (ad  eccezione  della  caratteristica
somato-funzionale AV qualora l'attribuzione del  coefficiente  tre  o
quattro sia determinata da carenza, totale  o  parziale,  dell'enzima
G6PD), ai  sensi  all'art.  582  del  decreto  del  Presidente  della
Repubblica 15 marzo 2010, n. 90, e della  direttiva  tecnica  emanata
con decreto ministeriale 4 giugno 2014 (fermi restando gli  specifici
requisiti prescritti dal presente decreto); 
        3) abuso sistematico di alcool, stato  di  tossicodipendenza,
tossicofilia o assunzione occasionale o  saltuaria  di  droghe  o  di
sostanze psicoattive; 
        4) malattie o lesioni acute per le quali sono previsti  tempi
lunghi di recupero dello stato di salute e  dei  requisiti  necessari
per la frequenza del corso; 
        5) tutte quelle malformazioni ed infermita'  non  contemplate
dai precedenti alinea, comunque incompatibili con  la  frequenza  del
corso e  con  il  successivo  impiego  quale  ufficiale  in  servizio
permanente del ruolo speciale dell'Aeronautica militare. 
    La commissione,  seduta  stante,  comunichera'  per  iscritto  al
concorrente l'esito della visita  medica  sottoponendogli  per  presa
visione, il verbale contenente uno dei seguenti giudizi: 
      a) «Idoneo quale ufficiale in  servizio  permanente  dei  ruoli
speciali dell'Aeronautica  militare»,  con  indicazione  del  profilo
sanitario; 
      b) «Inidoneo quale ufficiale in servizio permanente  dei  ruoli
speciali dell'Aeronautica militare», con indicazione della  causa  di
inidoneita'. 
    8. I concorrenti giudicati inidonei saranno esclusi dal  concorso
senza ulteriori comunicazioni.  Essi  potranno  tuttavia  presentare,
seduta stante a pena di inammissibilita',  all'Istituto  di  medicina
aerospaziale dell'Aeronautica militare, specifica istanza di  riesame
di tale giudizio di inidoneita', che dovra' poi essere supportata  da
specifica documentazione rilasciata a riguardo da struttura sanitaria
pubblica o da una struttura accreditata presso il Servizio  sanitario
nazionale, relativamente alle cause che hanno determinato il giudizio
di  inidoneita'.   Tale   documentazione   dovra'   improrogabilmente
giungere, con le modalita' indicate al precedente art. 5, comma 3, al
Ministero  della  difesa  -  direzione  generale  per  il   personale
militare, entro il decimo giorno successivo a quello di effettuazione
degli accertamenti psico-fisici. 
    Per ragioni di carattere organizzativo, al fine  di  contrarre  i
tempi delle  procedure  concorsuali,  i  concorrenti  che  presentano
istanza di ulteriori accertamenti sanitari sono ammessi con riserva a
sostenere gli accertamenti attitudinali di cui al successivo art. 12. 
    9. Il mancato inoltro della documentazione sanitaria di  supporto
dell'istanza di ulteriori accertamenti sanitari, con le  modalita'  e
nella tempistica sopraindicata, determinera' il mancato  accoglimento
dell'istanza medesima e  il  giudizio  di  inidoneita'  riportato  al
termine degli accertamenti psico-fisici si intendera' confermato.  In
tal caso gli interessati riceveranno apposita comunicazione da  parte
della direzione generale per il personale militare. Sara' considerato
nullo l'eventuale giudizio di idoneita' conseguito negli accertamenti
attitudinali sostenuti con riserva. 
    Qualora invece la documentazione sanitaria  giunga  correttamente
alla sopracitata direzione generale, la stessa sara'  valutata  dalla
commissione, di cui al precedente art. 8,  comma  1,  lettera  c)  la
quale,  solo  se  lo  riterra'  necessario,  potra'  sottoporre   gli
interessati ad ulteriori accertamenti sanitari prima di  emettere  il
giudizio definitivo. 
    10. I  concorrenti  giudicati  inidonei  anche  a  seguito  della
valutazione  sanitaria,  di  cui  al  precedente  comma  8,  o  degli
ulteriori  accertamenti  sanitari  disposti,   nonche'   quelli   che
rinunceranno ai medesimi, saranno esclusi dal concorso. 
                               Art. 12 
 
                      Accertamenti attitudinali 
 
    1.  Al  termine  degli  accertamenti  psico-fisici,  di  cui   al
precedente art. 11, i concorrenti giudicati idonei  e,  con  riserva,
quelli di cui al precedente art. 11, comma 7,  saranno  sottoposti  -
presso il Centro di selezione dell'Aeronautica militare  di  Guidonia
(Roma) - a cura della commissione di cui al precedente art. 8,  comma
1, lettera  d)  agli  accertamenti  attitudinali,  consistenti  nello
svolgimento  di  una  serie  di   prove   (esercizi   fisici,   test,
questionari,   prove   di   performance,   intervista    attitudinale
individuale)  volte  a  valutare  oggettivamente  il   possesso   dei
requisiti necessari per un positivo inserimento nella Forza armata  e
nello specifico ruolo. Tale valutazione - svolta con le modalita' che
sono   indicate   nelle   apposite   «Norme    per    la    selezione
psicoattitudinale   dei   candidati    partecipanti    ai    concorsi
dell'Aeronautica    militare»,    emanate    dal    Comando    scuole
dell'Aeronautica  militare/3ª   Regione   aerea,   vigenti   all'atto
dell'effettuazione degli accertamenti - si  articola  nelle  seguenti
aree  d'indagine,   a   loro   volta   suddivise   nelle   specifiche
caratteristiche attitudinali: 
      a) efficienza fisica: verra'  valutata  l'efficienza  fisica  e
l'attitudine, in ambito sportivo, necessaria allo  svolgimento  delle
future attivita' addestrative previste nella  carriera  di  ufficiale
tramite lo svolgimento dei seguenti esercizi: 
        1) addominali; 
        2) corsa piana di ottocento metri; 
        3) trazioni alla sbarra. 
    Modalita' di dettaglio circa la presentazione al suddetto Centro,
lo svolgimento degli esercizi, la loro valutazione ed i comportamenti
da tenere in caso di infortunio sono riportati  nell'allegato  F  che
costituisce parte integrante del presente decreto; 
      b)  efficienza  intellettiva:  verra'   valutata   tramite   la
somministrazione individuale  (o  collettiva)  di  uno  o  piu'  test
intellettivi  e/o  attitudinali  a  risposta  multipla  di  tipologia
individuata, a cura della  commissione,  tra  le  seguenti:  abilita'
matematica; ragionamento astratto; efficienza  mentale;  ragionamento
numerico/matematico;     abilita'     visuo/spaziale;     trattamento
informazioni. 
    Modalita' di dettaglio circa lo svolgimento dei test  e  la  loro
valutazione sono riportate  nell'allegato  F  che  costituisce  parte
integrante del presente decreto; 
      c) giudizio psicoattitudinale:  verra'  effettuato  tramite  un
colloquio   individuale   ed   una   o   piu'   prove    di    gruppo
(intervista/conferenza)  integrati  dalle  risultanze  di   eventuali
questionari di personalita'. 
    Modalita' di dettaglio circa lo svolgimento dei test  e  la  loro
valutazione sono riportate  nell'allegato  F  che  costituisce  parte
integrante del presente decreto. 
    2. La  commissione,  sulla  scorta  dei  criteri  di  valutazione
indicati  nell'allegato  F  che  costituisce  parte  integrante   del
presente decreto, comunichera', seduta stante, a ciascun  concorrente
l'esito degli accertamenti attitudinali, sottoponendogli  il  verbale
contenente uno dei seguenti giudizi: 
      a) «Idoneo quale ufficiale in  servizio  permanente  dei  ruoli
speciali dell'Aeronautica militare»; 
      b) «Inidoneo quale ufficiale in servizio permanente  dei  ruoli
speciali dell'Aeronautica militare» con indicazione del motivo. 
    Il  giudizio  riportato  negli   accertamenti   attitudinali   e'
definitivo.  Pertanto,  i  concorrenti  giudicati  inidonei   saranno
esclusi dal concorso. 
    3. I verbali degli accertamenti psico-fisici e degli accertamenti
attitudinali dovranno essere inviati dalle rispettive commissioni,  a
mezzo corriere, al Ministero della difesa - direzione generale per il
personale militare - I Reparto - 1ª Divisione reclutamento  ufficiali
e sottufficiali - 2ª Sezione - viale dell'Esercito n. 180/186 - 00143
Roma Laurentino,  entro  il  terzo  giorno  dalla  conclusione  degli
accertamenti di tutti i concorrenti. 
                               Art. 13 
 
                             Prova orale 
 
    1. I concorrenti risultati idonei agli accertamenti  attitudinali
saranno ammessi a sostenere la prova orale vertente, per ciascuno dei
concorsi, di cui al precedente art. 1, sugli argomenti  previsti  dai
programmi riportati nell'allegato B al  presente  decreto.  La  prova
orale avra' luogo nelle sedi e nei giorni che saranno comunicati agli
interessati con le modalita' indicate nel precedente art. 5. 
    2. I concorrenti che  non  si  presentano  nel  giorno  stabilito
saranno considerati rinunciatari e quindi esclusi dal concorso. 
    3. La prova orale si intendera' superata se il concorrente  avra'
ottenuto una votazione non inferiore a 21/30, utile per la formazione
della graduatoria di merito di cui al successivo art. 14. 
    La prova obbligatoria di lingua inglese si considera superata  se
il candidato consegue il punteggio minimo di 18/30. 
    4. I concorrenti idonei alla prova orale, sempreche'  lo  abbiano
chiesto nella domanda di partecipazione al concorso, sosterranno  una
prova orale facoltativa di lingua  straniera  (tra  il  francese,  lo
spagnolo e il tedesco), della durata di quindici  minuti,  che  sara'
svolta con le seguenti modalita': 
      a) breve colloquio di carattere generale; 
      b) lettura di un brano di senso compiuto, sintesi e valutazione
personale; 
      c) conversazione guidata che abbia come spunto il brano. 
    5. Ai concorrenti che sosterranno detta prova sara' assegnato  un
punteggio aggiuntivo in relazione  al  voto  conseguito  in  ciascuna
delle lingue prescelte, cosi' determinato: 
      a) da 21/30 a 23,999/30: 1 punto; 
      b) da 24/30 a 26,999/30: 1,5 punti; 
      c) da 27/30 a 30/30: 2 punti. 
                               Art. 14 
 
                        Graduatorie di merito 
 
    1. La  graduatoria  di  merito  degli  idonei  per  ciascuno  dei
concorsi, di cui al precedente art. 1, sara' formata secondo l'ordine
dei punteggi conseguiti dai concorrenti, calcolati sommando: 
      a) la media dei punteggi conseguiti nelle prove scritte; 
      b) il punteggio riportato nella prova orale; 
      c) un terzo del punteggio espresso  in  trentesimi,  attribuito
nell'accertamento della lingua inglese; 
      d) l'eventuale punteggio attribuito per i titoli di merito; 
      e) l'eventuale punteggio aggiuntivo riportato nella prova orale
facoltativa di lingua straniera. 
    2. Nei decreti di approvazione delle graduatorie si terra'  conto
della riserva di posti prevista  in  ciascun  concorso  dall'art.  1,
comma 1 del presente decreto a favore dei sottufficiali  appartenenti
al  ruolo  marescialli.  Nel  caso  in  cui  vi   siano   concorrenti
appartenenti a piu' categorie di riservatari, in sede di declaratoria
dei vincitori dei concorsi si  procedera'  a  soddisfare  le  riserve
secondo il seguente ordine: 
      a)  riserva  a  favore  degli   appartenenti   al   ruolo   dei
marescialli; 
      b) riserva a favore del coniuge e dei figli  superstiti  ovvero
dei  parenti  in  linea  collaterale  di  secondo  grado  (se   unici
superstiti) del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia
deceduto in servizio e per causa di servizio. 
    Qualora i posti riservati  non  dovessero  essere  ricoperti,  in
tutto  o  in  parte,  per  insufficienza   di   riservatari   idonei,
l'Amministrazione si riserva la facolta' di procedere secondo  quanto
previsto al precedente art. 1, comma 2. 
    3. Ferme restando le riserve dei posti di cui all'art.  1,  comma
1, lettera b), se i posti messi a  concorso  per  una  o  piu'  delle
suddette categorie non sono, in  tutto  o  in  parte,  ricoperti  per
insufficienza di  concorrenti  idonei,  gli  stessi  potranno  essere
devoluti ai concorrenti idonei in altre categorie,  secondo  l'ordine
della  graduatoria  generale  di  merito,  all'uopo   formata   dalla
commissione. 
    4. Nei decreti di approvazione delle graduatorie si terra' conto,
a parita' di merito, dei titoli di preferenza  previsti  dall'art.  5
del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n.  487  e
posseduti alla data di scadenza del termine  di  presentazione  delle
domande  che  i  concorrenti  hanno  dichiarato  nella   domanda   di
partecipazione o in apposita dichiarazione sostitutiva allegata  alla
medesima. A parita' od in assenza di titoli di preferenza,  sempre  a
parita' di  merito,  sara'  preferito  il  concorrente  piu'  giovane
d'eta', in applicazione del secondo  periodo  dell'art.  3,  comma  7
della legge n. 127/1997, come aggiunto dall'art.  2,  comma  9  della
legge n. 191/1998. 
    5.  Saranno  dichiarati  vincitori   -   sempreche'   non   siano
sopravvenuti gli elementi impeditivi di cui  al  precedente  art.  1,
comma  5  -  i  concorrenti  che,  per  quanto  indicato  nei   commi
precedenti, si collocheranno utilmente nella graduatoria di merito. 
    6. Le graduatorie dei concorrenti idonei  saranno  approvate  con
distinti decreti dirigenziali, che saranno  pubblicati  nel  Giornale
Ufficiale della Difesa. Di tale pubblicazione sara' dato avviso nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica  italiana  -  4ª  Serie  speciale
«Concorsi ed esami». Inoltre, essi saranno pubblicati, a puro  titolo
informativo, nel portale dei concorsi on-line. 
                               Art. 15 
 
                               Nomina 
 
    1. I vincitori dei concorsi, saranno nominati, ad eccezione degli
appartenenti alla categoria degli ufficiali in ferma prefissata ed  a
quelli delle Forze di completamento, di cui  al  precedente  art.  2,
comma 1, lettere b) e c), sottotenenti  in  servizio  permanente  del
ruolo speciale per il quale hanno concorso  con  anzianita'  assoluta
nel grado stabilita nei decreti di nomina che saranno  immediatamente
esecutivi. 
    Gli appartenenti alla categoria degli ufficiali  inferiori  delle
Forze di completamento e quelli  appartenenti  alla  categoria  degli
ufficiali in ferma prefissata, invece, saranno nominati ufficiali  in
servizio permanente  del  rispettivo  ruolo  speciale  con  il  grado
rivestito all'atto della scadenza del termine di presentazione  delle
domande. 
    2. Il conferimento della nomina e' subordinato  all'accertamento,
anche  successivo  alla  nomina,  del  possesso  dei   requisiti   di
partecipazione di cui all'art. 2 del presente decreto. 
    3. I vincitori - sempreche' non siano sopravvenuti  gli  elementi
impeditivi di cui al precedente art. 1, comma 4 - saranno invitati ad
assumere servizio in via provvisoria, sotto riserva dell'accertamento
del possesso dei requisiti prescritti per la nomina e del superamento
del corso applicativo di cui al successivo comma. 
    4. Dopo la nomina essi frequenteranno un corso applicativo  della
durata  e  con  le   modalita'   stabilite   dallo   Stato   Maggiore
dell'Aeronautica. 
    All'atto della presentazione al corso gli ufficiali dovranno: 
      contrarre una ferma di cinque anni  decorrente  dalla  data  di
inizio del corso e subordinata al superamento del corso  applicativo.
Il rifiuto di sottoscrivere  detta  ferma  comportera'  la  decadenza
della nomina; 
      ove non provveduto in sede di accertamenti sanitari, presentare
il referto  rilasciato  in  data  non  anteriore  a  sessanta  giorni
precedenti la  visita,  di  analisi  di  laboratorio  concernente  il
dosaggio quantitativo del G6PDH, eseguito sulle emazie ed espresso in
termini di percentuale di attivita' enzimatica, rilasciando  altresi'
la dichiarazione di cui all'allegato H del presente bando. 
    Gli  ufficiali  medesimi   saranno   altresi'   sottoposti,   ove
necessario,  al  completamento  del  profilo  vaccinale,  secondo  le
modalita' definite nella direttiva tecnica in materia  di  protocolli
sanitari per la somministrazione di profilassi vaccinali al personale
militare, allegata al decreto interministeriale 16 maggio 2018. A tal
fine, dovranno presentare, prima dell'incorporamento: 
      il certificato attestante il ciclo completo delle  vaccinazioni
previste per la propria fascia di eta' ai sensi del  decreto-legge  7
giugno 2017, n. 73, convertito, con  modificazioni,  dalla  legge  31
luglio 2017, n. 119,  nonche'  quelle  eventualmente  effettuate  per
turismo e per attivita' lavorative pregresse; 
      in caso di assenza della relativa vaccinazione,  dovra'  essere
prodotto referto attestante il dosaggio degli anticorpi  (Ig  G)  per
morbillo, rosolia, parotite e varicella. 
    Informazioni  in  ordine  agli  eventuali  rischi  derivanti  dal
protocollo  vaccinale  sara'  resa  ai  vincitori   incorporati   dal
personale sanitario di cui alla sezione 7, paragrafo 5),  lettera  a)
della direttiva tecnica 14 febbraio  2008  della  direzione  generale
della Sanita' militare, recante  «Procedure  applicative  e  data  di
introduzione  delle  schedule  vaccinali  e  delle  altre  misure  di
profilassi». 
    La mancata presentazione  al  corso  applicativo  comportera'  la
decadenza dalla  nomina,  ai  sensi  dell'art.  17  del  decreto  del
Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487. 
    Nel caso in cui alcuni dei  posti  a  concorso  risultassero  non
ricoperti  per  rinuncia  o  decadenza  di  vincitori,  la  direzione
generale per il personale militare potra' procedere all'ammissione al
corso con i criteri indicati al precedente art. 14, entro 1/12  della
durata del corso stesso, di altrettanti concorrenti  idonei,  secondo
l'ordine delle rispettive graduatorie. 
    5. Il  concorrente  di  sesso  femminile  nominato  ufficiale  in
servizio  permanente  del  ruolo  speciale  per  il  quale  e'  stato
dichiarato  vincitore  che,  trovandosi  nelle  condizioni   previste
dall'art. 1494 del decreto legislativo 15  marzo  2010,  n.  66,  non
possa frequentare o completare il corso applicativo,  sara'  rinviato
d'ufficio al corso successivo. 
    6.  Per  gli  ufficiali  che  supereranno  il  corso  applicativo
l'anzianita' relativa nel grado  rivestito  verra'  rideterminata  in
base alla media del punteggio ottenuto nella graduatoria del concorso
e  di  quello  conseguito  nella  graduatoria  di  fine  corso.   Gli
appartenenti alla categoria degli ufficiali inferiori delle Forze  di
completamento e alla categoria degli ufficiali  in  ferma  prefissata
saranno iscritti in ruolo dopo l'ultimo dei pari grado  dello  stesso
ruolo.  Allo  stesso  modo,  al  superamento  del  corso  applicativo
frequentato,  sara'   rideterminata   l'anzianita'   relativa   degli
ufficiali, di cui al precedente comma 5, ferma restando  l'anzianita'
assoluta di nomina. 
    7. I  frequentatori  che  non  supereranno  o  non  porteranno  a
compimento il corso applicativo: 
      a) se provenienti dal personale in servizio, rientreranno nella
categoria/Corpo/ruolo di provenienza. Il periodo di durata del  corso
sara' in tal caso computato per intero  ai  fini  dell'anzianita'  di
servizio; 
      b) se provenienti  dalla  vita  civile,  saranno  collocati  in
congedo. 
    8. Agli ufficiali, una volta incorporati, potra'  essere  chiesto
di prestare il consenso ai fini di un  eventuale  successivo  impiego
presso gli organismi di informazione e sicurezza di cui alla legge  3
agosto 2007, n. 124, previa verifica del possesso dei requisiti. 
                               Art. 16 
 
                     Accertamento dei requisiti 
 
    1. Ai fini dell'accertamento dei requisiti, di cui al  precedente
art. 2 del presente bando, la direzione  generale  per  il  personale
militare provvedera' a chiedere  alle  amministrazioni  pubbliche  ed
enti competenti la conferma di quanto dichiarato dai vincitori  nelle
domande  di  partecipazione  ai  concorsi   e   nelle   dichiarazioni
sostitutive  eventualmente   prodotte.   Inoltre   verra'   acquisito
d'ufficio il certificato del casellario giudiziale. 
    2. Fermo restando quanto previsto in materia  di  responsabilita'
penale dall'art. 76 del decreto del Presidente  della  Repubblica  28
dicembre 2000, n. 445, se dal controllo, di cui al  precedente  comma
1, emergesse la non veridicita' del contenuto della dichiarazione, il
dichiarante  decadra'  dai  benefici  eventualmente  conseguiti   col
provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera. 
                               Art. 17 
 
                             Esclusioni 
 
    1. La direzione generale per il personale militare puo' escludere
in ogni momento dal  concorso  i  concorrenti  non  in  possesso  dei
prescritti requisiti, nonche' dichiarare i  medesimi  decaduti  dalla
nomina a ufficiale in servizio permanente se il difetto dei requisiti
venisse accertato dopo la nomina. 
                               Art. 18 
 
                      Spese di viaggio. Licenza 
 
    1. Le spese sostenute per i viaggi da e per le sedi delle prove e
degli accertamenti previsti al precedente art. 7 del  presente  bando
(comprese quelle eventualmente necessarie  per  completare  le  varie
fasi concorsuali) nonche' quelle sostenute per la  permanenza  presso
le relative sedi di svolgimento sono a carico dei concorrenti,  anche
se militari in servizio. 
    2. I concorrenti, se militari in servizio, potranno fruire  della
licenza straordinaria per esami, compatibilmente con le  esigenze  di
servizio, sino a un massimo di  trenta  giorni,  nei  quali  dovranno
essere computati i giorni di svolgimento  delle  prove  previste  dal
precedente art. 7 del presente bando, nonche' quelli necessari per il
raggiungimento della sede ove si svolgeranno dette  prove  e  per  il
rientro in sede. In particolare  detta  licenza,  cumulabile  con  la
licenza ordinaria, potra' essere concessa nell'intera misura prevista
per la prova orale oppure frazionata in piu' periodi, di cui uno, non
superiore a dieci giorni, per le prove scritte. Se il concorrente non
sostiene le prove d'esame per motivi a  lui  imputabili,  la  licenza
straordinaria sara'  commutata  in  licenza  ordinaria  dell'anno  in
corso. 
                               Art. 19 
 
                   Trattamento dei dati personali 
 
    1. Ai sensi degli articoli 13 e 14 del Regolamento (UE)  2016/679
del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla protezione delle
persone fisiche con riguardo al trattamento dei  dati  personali  (di
seguito Regolamento), si informano i candidati che il trattamento dei
dati personali da loro forniti in sede di partecipazione al  concorso
o, comunque, acquisiti a  tal  fine,  e'  finalizzato  esclusivamente
all'espletamento   delle   relative   attivita'   istituzionali.   Il
trattamento dei dati personali e  particolari  avverra'  a  cura  dei
soggetti  a  cio'  appositamente  autorizzati,  ivi  compresi  quelli
facenti parte della commissione  prevista  dal  presente  bando,  con
l'utilizzo di procedure  anche  informatizzate  e  con  l'ausilio  di
apposite banche dati automatizzate, nei modi e nei  limiti  necessari
per il perseguimento delle finalita'  per  cui  i  dati  personali  e
particolari sono raccolti e/o successivamente trattati; cio' anche in
caso di eventuale  comunicazione  a  terzi  e  anche  successivamente
all'eventuale instaurazione del rapporto di impiego/servizio, per  le
finalita' inerenti alla gestione del rapporto stesso. 
    2. Il conferimento di tali dati e'  obbligatorio  ai  fini  della
valutazione dei requisiti di  partecipazione  e  del  possesso  degli
eventuali titoli previsti dal presente bando, pena  l'esclusione  dal
concorso. 
    3. In relazione al trattamento dei dati si comunica che: 
      a) il titolare del trattamento e' la direzione generale per  il
personale militare, con sede in Roma al viale dell'Esercito  n.  186.
Il titolare  puo'  essere  contattato  inviando  apposita  e-mail  ai
seguenti indirizzi di posta elettronica:  persomil@persomil.difesa.it
- posta elettronica certificata: persomil@postacert.difesa.it 
      b) il responsabile per la protezione dei  dati  personali  puo'
essere contattato ai seguenti recapiti e  mail:  rpd@rpd.difesa.it  -
indirizzo posta elettronica certificata: rpd@postacert.difesa.it come
reso noto sul sito istituzionale www.difesa.it 
      c)    la    finalita'    del    trattamento    e'    costituita
dall'instaurazione del rapporto d'impiego/servizio  e  trova  la  sua
base giuridica nel decreto legislativo n. 66/2010 e nel  decreto  del
Presidente della Repubblica n. 90/2010, con  particolare  riferimento
agli articoli da 1053 a 1075; 
      d) i  dati  potranno  essere  comunicati  alle  amministrazioni
pubbliche direttamente interessate allo svolgimento  del  concorso  e
alla  posizione  giuridico-economica  o  di  impiego  del  candidato,
nonche' agli enti previdenziali; 
      e) l'eventuale trasferimento dei dati ha luogo ai  sensi  delle
disposizioni previste dal Regolamento, di cui all'art. 49,  paragrafo
1, lettere d) e  paragrafo  4,  nonche'  ai  sensi  del  decreto  del
Presidente della  Repubblica  n.  90/2010,  secondo  le  prescrizioni
previste dall'art. 1055, commi 5 e 7; 
      f)   il   periodo   di   conservazione   per   i    concorrenti
idonei/vincitori e' stabilito in un arco temporale non superiore alla
permanenza in servizio e sino al collocamento in congedo  e  relativo
versamento agli enti competenti; per  i  concorrenti  non  idonei/non
vincitori e' fissato sino al conseguimento delle finalita'  pubbliche
per le quali i dati sono  trattati,  ivi  compresa  la  tutela  degli
interessi dell'Amministrazione della difesa presso le competenti sedi
giudiziarie; 
      g) l'eventuale reclamo  potra'  essere  proposto  all'Autorita'
garante  per  la  protezione  dei  dati  personali,  in  qualita'  di
Autorita' di controllo, con sede in piazza di Montecitorio n.  121  -
00186     Roma,     indirizzi     e-mail:      garante@gpdp.it      -
protocollo@pec.gpdp.it 
    4. Ai  candidati  sono  riconosciuti  i  diritti  previsti  dagli
articoli da 15 a 21 del citato Regolamento, tra i quali il diritto di
accedere ai dati  che  li  riguardano,  il  diritto  di  rettificare,
aggiornare, completare,  cancellare  i  dati  erronei,  incompleti  o
raccolti in termini non conformi alla legge, nonche'  il  diritto  di
opporsi per  motivi  legittimi  al  loro  trattamento.  Tali  diritti
potranno essere fatti valere nei confronti della  direzione  generale
per il personale militare, titolare del trattamento. 
    Il presente decreto,  sottoposto  al  controllo  ai  sensi  della
normativa vigente, sara' pubblicato nella  Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami». 
      Roma, 9 novembre 2018 
 
                                         Il direttore generale: Ricca 
                                                           Allegato A 
 

              Parte di provvedimento in formato grafico

 
                                                           Allegato B 
                                              (art. 9 e 13 del bando) 
 
    Programma delle prove  d'esame  del  concorso  per  la  nomina  a
ufficiale in servizio permanente dei ruoli speciali  dell'Aeronautica
militare 
    1. Prove scritte (art. 9 del bando): 
      a) per tutti i concorsi: svolgimento, nel tempo massimo di  sei
ore, di un componimento di cultura generale scelto mediante sorteggio
fra tre  temi  predisposti  dalla  commissione,  consistente  in  una
trattazione di argomenti di carattere  generale  e/o  attinenti  alle
discipline  storiche,  sociali  e  politico-geografiche,  secondo   i
programmi previsti per il conseguimento  del  diploma  di  istruzione
secondaria di secondo grado; 
      b) svolgimento, nel tempo massimo di sei ore, di  un  elaborato
scritto, scelto mediante  sorteggio  fra  tre  elaborati  predisposti
dalla commissione, vertente su alcune  materie  del  programma  della
prova orale, come di seguito specificato: 
        (1) concorso  per  le  armi  dell'Arma  aeronautica:  cultura
tecnico-professionale; 
        (2) concorso per il Corpo del genio aeronautico: matematica e
fisica; 
        (3) concorso  per  il  Corpo  di  commissariato  aeronautico:
amministrazione  e  contabilita'  generale  dello   Stato,   con   la
possibilita' di consultare  soltanto  i  codici/testi  di  legge  non
commentati ed autorizzati dalla commissione. 
    2. Prova orale (art. 13 del bando) 
    La prova consistera' in un  colloquio  diretto  alla  valutazione
delle  capacita'  dei  concorrenti,  mediante  interrogazione   sulle
materie di seguito  indicate,  in  particolare  sugli  argomenti  per
ciascuna materia specificati. 
    a. Concorso per le armi dell'Arma aeronautica 
      (1) Storia, geografia ed educazione civica: 
        (a) storia: 
          l'unificazione dell'Italia dal 1848 al 1870; 
          il  contesto   politico-economico   dell'Europa   dopo   il
congresso di Berlino; 
          imperialismo e colonialismo; 
          la prima guerra mondiale. Lo scoppio del  conflitto.  Dalla
«Guerra di movimento» alle «Guerre di  logoramento».  L'Italia  dalla
neutralita' all'intervento. Due anni di guerra di logoramento. Guerra
sottomarina  illimitata,  intervento  statunitense,  sconfitta  della
Russia, Caporetto. La pace  di  Brest-Litovsk.  Il  fallimento  delle
grandi offensive tedesche del marzo-luglio. La battaglia  del  Piave.
Il crollo degli imperi centrali. La battaglia di Vittorio  Veneto.  I
trattati di pace. La societa' delle nazioni; 
          la rivoluzione russa; 
          la crisi del dopoguerra in Italia ed il regime fascista; 
          la Germania del dopoguerra ed il nazismo; 
          la situazione internazionale fra le  due  guerre  mondiali.
Sistema  francese  e  «Spirito  di  Locarno».  La   politica   estera
dell'Italia fascista negli anni '20. La  fine  delle  «Illusioni»  di
pace  e  la  rottura  degli  equilibri.  La  guerra  d'Etiopia  e  la
rimilitarizzazione  della  Renania.  La   guerra   civile   spagnola.
Dall'asse   «Roma-Berlino»   al   patto   nazi-sovietico.   L'attacco
giapponese alla Cina; 
          la seconda  guerra  mondiale.  Una  guerra  «Totale»  senza
precedenti. Il ruolo centrale dei  conflitti  ideologici.  Gli  inizi
della guerra. Dal crollo della Polonia  alla  caduta  della  Francia.
L'intervento dell'Italia, la «Battaglia d'Inghilterra», il fallimento
della «Guerra parallela italiana». Gli USA  e  la  legge  «Affitti  e
prestiti». La carta atlantica. L'attacco tedesco all'URSS.  L'attacco
giapponese a Pearl Harbor.  Il  fallimento  della  guerra  lampo.  La
guerra d'usura e le  prime  grandi  sconfitte  dell'Asse.  Il  crollo
militare dell'Italia e la caduta del fascismo.  Il  governo  Badoglio
dei «45 giorni». La guerra di liberazione e la  resistenza  italiana.
Il «Nuovo ordine» in Europa e in Asia. La sconfitta della Germania  e
del  Giappone.  Il  fenomeno  del  collaborazionismo  in  Europa.   I
movimenti politici e militari di resistenza. Gli accordi delle grandi
potenze e le «Sfere d'influenza». Le conferenze di Teheran,  Yalta  e
Potsdam. La proclamazione della Repubblica italiana; 
          il secondo dopoguerra. La divisione del mondo  e  l'avvento
della «Guerra fredda». L'ONU. Il nuovo assetto geo-politico mondiale.
Il piano Marshall. Il dopoguerra nell'Europa occidentale. La  «Guerra
fredda». L'Italia dal 1945 al 1948. Il sopravvento del moderatismo; 
          il Medio oriente: problemi politici, economici e religiosi; 
          i due blocchi verso la coesistenza. Sviluppo  del  processo
di decolonizzazione. USA e URSS dalla «Guerra fredda» alla  difficile
coesistenza. La fine del colonialismo franco-britannico. Il conflitto
arabo-israeliano. Decolonizzazione e «Terzo mondo»; 
          gli anni 80: dalla ripresa della guerra fredda alla  caduta
dei regimi comunisti europei; 
          gli anni 90: la prima guerra  del  golfo  ed  il  conflitto
nella ex Jugoslavia; 
          gli anni 2000: lo scenario geopolitico  internazionale.  Le
missioni/attivita' in corso; 
        (b) geografia: 
          geografia astronomica: cenni; 
          geografia   fisica:   caratteri   fisici    della    Terra.
Distribuzione delle terre e delle acque: oceani e mari;  il  rilievo.
Struttura interna della Terra. Il mare:  onde,  maree,  correnti.  Le
acque continentali: le sorgenti, i fiumi, i laghi,  i  ghiacciai,  le
acque sotterranee e i fenomeni  carsici.  Il  vulcanismo:  cause  del
vulcanismo, fasi dell'eruzione vulcanica, fenomeni post-vulcanici.  I
terremoti: ipocentro ed epicentro, scosse sussultorie ed ondulatorie,
effetti, fasi, cause. I bradisismi: tipi, cause; caratteri fisici dei
continenti (Europa, Asia, Africa, America, Oceania e regioni polari); 
          geografia  economica:  la  distribuzione   delle   risorse:
naturali  ed  umane.  I   climi   e   gli   ambienti   della   terra:
classificazione e distribuzione. Ecologia e assetto  del  territorio:
l'inquinamento e la salvaguardia della natura. Le basi dell'attivita'
economica: lo scambio e il commercio, i trasporti, i  combustibili  e
l'energia.  Gli  squilibri  dell'economia  planetaria:  la  capacita'
produttiva (dal piu' ricco al piu' povero).  L'economia  di  mercato.
Gli squilibri mondiali tra consumi e risorse  minerarie.  L'attivita'
primaria:  la   produzione.   L'attivita'   secondaria:   l'industria
manifatturiera. Le attivita' terziarie: i servizi e le citta'; 
          geografia politica: lo  stato  e  la  nazione:  concetti  e
caratteri identificativi, le forze centrifughe, le forze  centripete,
misura della coesione e distanza etnica. Superficie e posizione dello
stato: concetto di superficie dello stato  e  dimensioni  ideali,  la
figura  del  territorio  statale  (polimerico,  marittimo,   barriere
fisiche interne), la percezione dello stato come unita' naturale.  La
posizione:   posizione   relativa,   stati   cuscinetto,    posizione
strategica.  Frontiere   e   confini:   il   concetto   di   confine,
classificazione   dei   confini,   delimitazione   e    demarcazione,
classificazione morfologica, confini etnici ed  economici.  Le  acque
territoriali:  concetto,  funzione,  delimitazione,  la   piattaforma
continentale. La dinamica della popolazione: incremento  demografico,
la densita' di popolamento, squilibri demografici, la struttura della
popolazione, i problemi delle minoranze,  i  movimenti  migratori.  I
nuclei centrali e  capitali:  il  ruolo  dei  nuclei  centrali  nello
sviluppo di una nazione, esempi nei vari continenti, il  ruolo  della
capitale (la localizzazione e la suddivisione), le capitali federali,
le capitali e l'unita' nazionale; 
        (c) educazione civica: 
          la Costituzione italiana: principi cui si informa la «Carta
costituzionale»; struttura e garanzie fondamentali; 
          l'ordinamento della Repubblica:  organi  costituzionali  ed
ausiliari previsti dalla Costituzione: attribuzioni; 
          sistema parlamentare italiano: composizione delle Camere  e
loro principali differenze, organi interni; 
          la  funzione  legislativa:  nozioni  generali,   iniziativa
legislativa, istituto del referendum, tipi di referendum; 
          la funzione esecutiva; 
          il Governo:  attribuzioni  e  compiti.  Il  Presidente  del
Consiglio dei ministri: funzioni e  poteri  principali.  I  Ministri:
compiti e responsabilita'; 
          la funzione  giurisdizionale:  concetto  di  giurisdizione.
Organizzazione  giudiziaria.   Magistratura   ordinaria.   Organi   e
attribuzioni. Consiglio superiore della magistratura: composizione  e
funzioni. Giustizia amministrativa:  nozioni  generali  e  ambiti  di
attribuzione degli organi preposti a questa funzione; 
          l'organizzazione      amministrativa      dello      stato:
amministrazione centrale: struttura e organizzazione. Amministrazioni
decentrate: organi e funzioni. Organi territoriali e locali (regioni,
province, comprensori e comuni): organizzazione e compiti; 
          partiti politici: nozione, previsione costituzionale e loro
disciplina. 
      (2) Cultura tecnico-professionale: 
        (a) cultura militare aeronautica: 
          arte  militare:  generalita'  sull'arte  militare   e   sua
ripartizione;  considerazioni   sulle   quattro   branche   dell'arte
militare; 
          elementi di storia militare  aeronautica:  dalla  mitologia
all'epoca eroica dei pionieri del volo. I primi impieghi militari del
mezzo aereo. L'impiego dell'aviazione nella prima guerra mondiale. Il
pensiero del Douhet e del  Mecozzi.  La  fondazione  dell'Aeronautica
militare italiana. Le imprese aviatorie fra il primo  ed  il  secondo
conflitto mondiale. L'impiego  dell'aviazione  nella  seconda  guerra
mondiale: la  campagna  di  Polonia,  la  campagna  di  Norvegia,  la
campagna di Francia, la battaglia aerea d'Inghilterra, le  operazioni
nei  Balcani,  nel  Mediterraneo   ed   in   Africa   settentrionale,
l'offensiva aerea strategica contro  la  Germania,  la  campagna  nel
Pacifico. Progresso del mezzo aereo dalle origini ai  nostri  giorni.
Il contributo dell'aviazione militare  allo  sviluppo  dell'aviazione
commerciale. Il contributo  dell'Aeronautica  militare  nel  soccorso
alle popolazioni e nel  campo  della  protezione  civile.  Il  potere
aereo. Gli Unmanned aerial vehicles (UAV); 
          fondamenti di regolamenti militari: la disciplina  militare
(titoli VIII dei libri quarto del decreto legislativo  n.  66/2010  e
del decreto del Presidente della Repubblica n. 90/2010).  L'esercizio
dei diritti (titoli IX dei libri quarto del  decreto  legislativo  n.
66/2010 e del decreto del Presidente della  Repubblica  n.  90/2010).
Norme unificate per la concessione delle licenze  ai  militari  delle
Forze armate (decreto del Presidente della Repubblica n.  394/1995  e
395/1995 e titolo IX del libro  quarto  del  decreto  legislativo  n.
66/2010).  Documentazione  caratteristica  e   servizio   matricolare
(titoli VI dei libri quarto del decreto legislativo n. 66/2010 e  del
decreto del Presidente della Repubblica n. 90/2010).  Il  regolamento
di servizio di aeroporto e di caserma; 
          l'ordinamento della difesa: il Presidente della Repubblica:
attribuzioni costituzionali per  quanto  concerne  il  comando  delle
Forze armate e la difesa del Paese. Il Consiglio supremo  di  difesa.
Il Ministro della difesa. I Sottosegretari di Stato.  Il  Capo  di  -
della difesa. Il Capo di - dell'Aeronautica  militare.  Il  Consiglio
superiore delle Forze armate. Il  Comitato  dei  Capi  di  -.  L'area
tecnico-operativa e l'area tecnico-amministrativa del Ministero della
difesa; 
        (b) l'Aeronautica militare: 
          L'organizzazione e l'ordinamento dell'Aeronautica militare.
I compiti dell'Aeronautica  militare  (operativi,  complementari,  di
concorso alle autorita' civili, derivanti da accordi internazionali).
L'organizzazione centrale dell'Aeronautica militare (il Capo di -, il
Sottocapo  di  -,  lo  -  dell'Aeronautica  militare,  l'Ufficio   di
controllo interno, la  Direzione  d'impiego  del  personale  militare
dell'Aeronautica, l'Ispettorato per la sicurezza del volo, il Reparto
generale sicurezza,  il  generale  del  ruolo  delle  armi  dell'Arma
Aeronautica, i Capi dei Corpi: genio,  commissariato  e  sanita',  le
commissioni di avanzamento, l'Ufficio  dell'ispettore  dell'aviazione
per la Marina); gli alti Comandi di  Forza  armata  (Comando  squadra
aerea, Comando logistico  e  Comando  delle  scuole  dell'Aeronautica
militare).   Le   Regioni    aeree;    l'organizzazione    intermedia
dell'Aeronautica      militare,      l'organizzazione      periferica
dell'Aeronautica militare (Brigate, enti e  reparti  operativi,  enti
della difesa aerea, enti e  reparti  logistici,  enti  e  reparti  di
sicurezza della Forza armata, enti di rappresentanza estera,  comandi
di    aeroporto,    distaccamenti    aeroportuali,     circoscrizione
aeroportuale,    presidio    militare,     presidio     aeronautico).
L'organizzazione della difesa aerea del territorio;  l'organizzazione
del controllo del traffico aereo; 
          l'ordinamento   e    la    ripartizione    del    personale
dell'Aeronautica militare. Il  reclutamento,  lo  stato  giuridico  e
l'avanzamento del personale dell'Aeronautica militare; 
        (c) logistica: 
          la dottrina: generalita', definizione e  sviluppo  storico.
Le funzioni della logistica. Funzioni fondamentali, i principi  ed  i
requisiti   della   logistica.   Approvvigionamento,    rifornimento,
manutenzione,    trasporti,    infrastrutture,     evacuazione     ed
ospedalizzazione. La dottrina logistica  di  guerra.  Interdipendenza
fra operazioni e logistica. La pianificazione logistica.  Livelli  di
pianificazione, fasi della pianificazione; 
        (d) organizzazione logistica dell'Aeronautica militare: 
          il sistema logistico. Il sistema logistico per l'efficienza
(Si.L.EF.).  Cenni  sui  servizi  logistici.  Compiti,  attribuzioni,
organizzazione  e  funzionamento.  Il  servizio  del  materiale.   Le
funzioni  del  materiale.  Il  materiale  speciale  dell'Aeronautica.
Sistema del numero unico  di  codificazione  (NUC),  identificazione,
classificazione, codificazione e catalogazione. L'approvvigionamento:
generalita',   fasi   dell'approvvigionamento,   contratti,    organi
esecutivi  e  di  controllo.  Il  rifornimento:  organizzazione   del
rifornimento,  canali  e  linee  di   rifornimento,   classificazione
logistica del materiale,  la  gestione  logistica  delle  scorte,  la
gestione amministrativo-contabile delle scorte, gli utilizzatori  del
materiale. La  manutenzione:  organizzazione  della  manutenzione,  i
livelli  tecnici  di  manutenzione,  filosofia  della   manutenzione,
manutenzione presso ditte. Il servizio  armamento  e  munizionamento:
compiti ed attribuzioni, organizzazione e funzionamento. Il  servizio
cine-fotografico:   compiti   ed   attribuzioni,   organizzazione   e
funzionamento.  Il  servizio  antincendi:  compiti  ed  attribuzioni,
organizzazione  e  funzionamento,  aspetti  operativi  del   servizio
antincendi. Il servizio trasporti: generalita', principi fondamentali
dei  trasporti  militari,  requisiti  dei  trasporti   militari.   Il
trasporto   ferroviario:   generalita',   principi    e    requisiti,
organizzazione e funzionamento. Il trasporto marittimo:  generalita',
principi e requisiti, organizzazione e  funzionamento.  Il  trasporto
aereo:  generalita',   principi   e   requisiti,   organizzazione   e
funzionamento, rapporti fra  organi  militari  e  organi  civili  del
trasporto aereo. Il trasporto aereo operativo, il trasporto  per  via
ordinaria:  generalita',  principi  e  requisiti,  organizzazione   e
funzionamento. Il servizio autoveicoli ed  imbarcazioni:  compiti  ed
attribuzioni, organizzazione e funzionamento. Il servizio  carburanti
e   lubrificanti:   compiti   ed   attribuzioni,   organizzazione   e
funzionamento. Il servizio  del  demanio:  compiti  ed  attribuzioni,
organizzazione e funzionamento. Il  servizio  sanitario:  compiti  ed
attribuzioni, organizzazione e  funzionamento,  gli  Istituti  medico
legali,  il  medico  di  stormo.  Il  servizio  telecomunicazioni  ed
assistenza al volo,  il  servizio  meteo:  compiti  ed  attribuzioni,
organizzazione  nazionale,   internazionale   e   funzionamento,   la
ripartizione  del  territorio  nazionale  ai  fini   dell'assistenza,
competenza del servizio  telecomunicazioni  nel  campo  della  difesa
aerea.  Il  servizio  di  commissariato:  compiti  ed   attribuzioni,
organizzazione e funzionamento,  il  servizio  viveri,  il  materiale
ordinario, il servizio  dei  materiali,  il  servizio  vestiario,  il
servizio casermaggio, il servizio del contante; 
        (e) difesa nucleare, biologica e chimica; 
        (f)   cenni   sull'organizzazione   della   NATO.   Comunita'
atlantica, trattato del - Atlantico e relativa organizzazione: organi
civili militari, comandi militari principali e subordinati; 
        (g) cenni di  logistica  NATO.  Il  sistema  di  agenzie.  Le
agenzie  di  produzione  e  di  supporto  logistico:  definizione   e
struttura. La pianificazione in sede NATO. 
    b. Concorso per il Corpo del genio aeronautico 
      (1) Matematica e fisica: 
        (a) matematica: 
          algebra: numeri relativi: definizione ed operazioni. Monomi
ed operazioni relative. Polinomi ed operazioni  relative.  Regola  di
Ruffini. Prodotti notevoli. Scomposizione  in  fattori  di  polinomi.
Massimo comun divisore e minimo comune multiplo di polinomi. Frazioni
algebriche  ed  operazioni  relative.   Uguaglianze:   equazioni   ed
identita'. Equazioni e disequazioni di 1° e 2° grado.  Numeri  reali.
Radicali ed operazioni relative. Moduli. Equazioni e disequazioni  di
grado superiore al 2°  riducibili  al  2°  grado  ad  una  incognita.
Sistemi di equazioni e disequazioni di 1° e  2°  grado.  Logaritmi  e
loro  proprieta'.  Equazioni  esponenziali.  Equazioni  logaritmiche.
Progressioni aritmetiche e geometriche. Risoluzione e discussione  di
problemi di 1° e 2° grado; 
          geometria: i concetti  primitivi.  Figure  geometriche  sul
piano. I triangoli. Relazione fra gli elementi  di  un  triangolo.  I
luoghi geometrici. I poligoni.  Parallelogrammi  e  loro  proprieta'.
Circonferenza e cerchio. I poligoni inscritti e circoscritti  ad  una
circonferenza.  Punti  notevoli  di  un  triangolo.  Equivalenza   di
superfici piane. I teoremi di Pitagora e di Euclide. La similitudine.
Teorema di Talete e sue applicazioni. Triangoli  simili.  Criteri  di
similitudine  dei   triangoli.   Applicazioni   della   similitudine:
proprieta' delle bisettrici di un triangolo; proprieta' delle secanti
e delle tangenti ad una circonferenza. Le  applicazioni  dell'algebra
alla geometria. Poliedri: parallelepipedi, prismi, piramidi,  tronchi
di piramide. Figure di rotazione: cilindro,  cono,  tronco  di  cono,
sfera. Superfici e volumi dei poliedri e delle figure di rotazione; 
          trigonometria piana: misura degli  angoli  e  degli  archi.
Circonferenza   trigonometrica.   Funzioni   trigonometriche,    loro
variazione e periodicita'. Relazioni fra le  varie  funzioni  di  uno
stesso arco. Archi associati. Riduzione al 1° quadrante.  Formule  di
addizione, duplicazione  e  divisione.  Risoluzione  di  equazioni  e
disequazioni goniometriche di  1°  e  2°  grado.  Teorema  dei  seni.
Teorema del coseno (Carnet). Teorema delle tangenti (Nepero). Formule
di Briggs. Risoluzione  dei  triangoli  rettangoli  e  dei  triangoli
qualunque; 
          geometria analitica del piano: assi cartesiani  ortogonali.
Distanza tra due punti. Punto  medio  di  un  segmento.  Concetto  di
funzione.  Dominio  e  codominio.  Equazione  della  retta  in  forma
esplicita e implicita. Coefficiente angolare e suo significato. Rette
parallele e rette  perpendicolari.  Fascio  proprio  e  improprio  di
rette. Definizione di conica. Equazione  della  circonferenza,  della
parabola, dell'ellisse e dell'iperbole. Intersezione e  tangenza  tra
una retta ed una curva; 
        (b) fisica: 
          generalita': la fisica. Il metodo fisico. Spazio,  tempo  e
materia. Dimensioni dello spazio; 
          grandezze fisiche e loro misura: grandezze  fondamentali  e
derivate. Dimensioni di una grandezza. La lunghezza e la  sua  unita'
di misura. Il tempo e la sua unita' di misura.  La  massa  e  la  sua
unita'  di  misura.  Sistemi  di  unita'  di   misura.   Il   sistema
internazionale (SI). Misura di superfici e volumi. Misura  di  angoli
piani e solidi. Densita' e sua misura. Metodi e strumenti  di  misura
per lunghezza, massa e tempo.  Esecuzione  delle  misure.  Errori  di
misura. Applicazione ed esempi: equazioni dimensionali,  lunghezze  e
distanze che compaiono in natura, durata di alcuni fenomeni, massa di
alcuni corpi. Riepilogo. Quesiti, test e problemi; 
          cinematica:   movimento   dei    corpi    su    traiettoria
prestabilita:  generalita'.  Funzione  di   una   variabile   e   sua
rappresentazione  grafica.  Velocita'.   Unita'   di   misura   della
velocita'. Legge del moto e diagramma orario.  Accelerazione.  Unita'
di misura dell'accelerazione. Spazio, velocita', accelerazione.  Moto
rettilineo uniforme. Moto rettilineo uniformemente accelerato. Caduta
libera di un corpo; 
          cinematica: movimento dei corpi su  traiettoria  qualsiasi:
grandezze vettoriali e  grandezze  scalari.  Somma  di  due  vettori.
Componenti di un vettore. Differenza di due vettori. Composizione  di
piu' vettori. Prodotto  di  un  vettore  per  uno  scalare.  Prodotto
scalare e prodotto  vettoriale  tra  vettori.  Velocita'  vettoriale.
Accelerazione vettoriale. Componenti dell'accelerazione rispetto alla
traiettoria. Composizione dei  movimenti.  Moto  circolare  uniforme.
Moto armonico; 
          dinamica. Dinamica del punto materiale: generalita'.  Forza
e sua misura statica. Il principio di inerzia. Sistemi di riferimento
inerziali. Secondo principio della dinamica. Massa inerziale e  massa
gravitazionale. Unita' di misura della  forza.  Massa  e  peso.  Peso
specifico.  Caduta  dei  gravi.  Moto   circolare   uniforme.   Forza
centripeta. Pendolo semplice. Forze  di  inerzia.  Forza  centrifuga.
Terzo principio della dinamica  (principio  di  azione  e  reazione).
Vincoli. Piano inclinato. Conservazione della quantita' di moto; 
          dinamica  dei   corpi   rigidi:   composizione   di   forze
concorrenti in un punto, applicate a un corpo rigido. Composizione di
forze parallele, applicate  a  un  corpo  rigido.  Coppia  di  forze.
Momento di una forza; 
          statica.  Equilibrio  dei  corpi:  generalita'.  Equilibrio
stabile, instabile, indifferente.  Corpi  pesanti  appoggiati  su  un
piano orizzontale. Corpi  pesanti  sospesi  per  un  punto.  Macchine
semplici. Piano inclinato, leva, carrucola; 
          costituzione  della  materia:  atomi  e   molecole.   Forze
intermolecolari ed energia potenziale. Struttura  dei  corpi  solidi.
Elasticita'. Struttura dei  liquidi.  Struttura  dei  corpi  gassosi.
Pressione di un gas. Legge di Boyle; 
          proprieta' termiche della  materia:  quantita'  di  calore.
Calore specifico: caso dei  liquidi  e  dei  solidi;  caso  dei  gas.
Calorimetri.  Propagazione  del   calore:   conduzione,   convezione,
irraggiamento.  Esempi:  termosifone,  ciminiera,  vaso   di   Dewar.
Cambiamenti di fase (generalita'). Caratteristiche  del  processo  di
trasformazione di fase. Curva di trasformazione. Diagrammi  di  fase.
Cenni sulla teoria molecolare dei cambiamenti di fase. Vaporizzazione
in atmosfera gassosa. Ebollizione. Fenomenologia delle trasformazioni
di fase: sublimazione,  fusione  e  solidificazione,  vaporizzazione,
condensazione, stati metastabili; 
          le   onde.   Proprieta'    caratteristiche:    generalita'.
Vibrazione di una particella soggetta  a  forza  elastica.  legge  di
propagazione di  un'onda.  Caratteristiche  delle  onde  sinusoidali.
Principio di sovrapposizione e fenomeni conseguenti. Effetto doppler; 
          le  onde   sonore:   acustica-generalita'.   Velocita'   di
propagazione delle onde sonore in un fluido.  Produzione  delle  onde
sonore: corde vibranti; tubi sonori (canne). Caratteri distintivi del
suono. Determinazione della velocita' del suono, riflessione di  onde
acustiche. Eco; 
          le  onde  luminose:  ottica  e   spettroscopia-generalita'.
Interferenza  della  luce.  Lunghezza  d'onda  della  luce.   Colori.
Diffrazione  della  luce.  Velocita'  di  propagazione  della   luce.
Polarizzazione della luce. Sorgenti di luce.  Spettro  di  emissione.
Comportamento dei corpi colpiti dalla luce. Spettro di  assorbimento.
Spettroscopia ottica; 
          ottica geometrica: riflessione della luce:  fotometria.  Le
leggi della riflessione. Specchio piano. Specchi sferici; 
          ottica geometrica. Rifrazione della luce:  le  leggi  della
rifrazione. Deviazione da un prisma. Dispersione. Lenti.  La  formula
delle lenti. Il miraggio; 
          osservazione   sperimentale   di   fenomeni   elettrici   e
magnetici: generalita'. Forze di tipo elettrico:  legge  di  Coulomb.
Carica elementare. Principio di conservazione della carica.  Corrente
elettrica.  La  conduzione  elettrica  nei  metalli.  Forze  di  tipo
magnetico.   Calamita.    Materiali    ferromagnetici.    Il    campo
elettromagnetico. Elettroscopio, induzione elettrostatica; 
          la corrente elettrica. Conduttori metallici: generatori  di
tensione.  La  corrente  elettrica.  Unita'  di  misura.   Resistenza
elettrica nei conduttori metallici. Energia e  potenza  associata  al
passaggio di corrente. Effetto Joule. Circuiti elettrici in  corrente
continua. Misure di corrente  e  di  tensione.  Esempi:  resistori  e
reostati; 
          elettrodinamica. Induzione  elettromagnetica:  generalita'.
Le  leggi  dell'induzione  elettromagnetica.   Forza   elettromotrice
indotta in una spira rotante. Correnti parassite. Autoinduzione. 
      (2) Chimica: 
        (a) chimica generale: 
          la costituzione della materia. La costituzione del  nucleo.
Configurazione elettronica degli  elementi  e  tavola  periodica.  Il
legame chimico: tipi di legame e polarita'  dei  legami.  Energia  di
legame e scala di  elettronegativita'.  Valenza.  Risonanza.  Formule
minime e molecolari. Le reazioni chimiche. Numeri  di  ossidazione  e
reazioni di ossido-riduzione. Le equazioni chimiche; 
          lo stato gassoso. Le leggi dello stato gassoso.  La  teoria
cinetica dei gas: deviazioni dal comportamento ideale; 
          lo stato liquido: proprieta' dei liquidi.  La  tensione  di
vapore. Il punto di ebollizione; 
          lo  stato  solido:   proprieta'   dei   solidi.   Strutture
reticolari. Difetti reticolari; 
          cambiamenti di stato: curve termiche e diagrammi di  stato.
Le soluzioni. Proprieta' delle soluzioni; 
          le soluzioni elettrolitiche. Equilibri acido-base. Concetto
di pH; 
          cenni di elettrochimica. Elettrolisi: aspetti quantitativi.
Pile: elettrodi di riferimento,  potenziale  standard  di  riduzione,
forza elettro-motrice. La corrosione dei metalli; 
        (b) chimica inorganica: 
          chimica dei  non  metalli:  idrogeno,  ossigeno,  carbonio,
azoto, zolfo, gas nobili; 
          chimica    dei    metalli:    il    carattere    metallico.
Caratteristiche dei principali metalli: alluminio, magnesio, ferro; 
        (c) chimica organica: 
          struttura elettronica del carbonio nei  composti  organici.
Nomenclatura e caratteristiche principali  di:  idrocarburi  (alcani,
alcheni e aromatici),  aldeidi,  chetoni,  acidi,  alcoli,  eteri  ed
ammine; 
        (d) nozioni di chimica analitica: 
          calcoli stechiometrici inerenti i  principali  problemi  di
chimica generale. Misure di concentrazioni in  soluzione.  Misure  di
pH, costanti di equilibrio e prodotto di solubilita'. 
      (3) Cultura aeronautica: 
        elementi di  storia  aeronautica:  dalle  origini  ai  giorni
nostri. Generalita' sull'attuale struttura dell'Amministrazione della
difesa   (legge   18   febbraio   1997,   n.    25).    Il    vertice
politico-strategico.  Organizzazione   apicale   dell'Amministrazione
della   difesa.   Il   vertice    tecnico-operativo.    Il    vertice
tecnico-amministrativo.  Organizzazione  dell'Aeronautica   militare:
compiti. Organizzazione centrale dell'Aeronautica militare. Gli  alti
Comandi di Forza armata. Organizzazione  periferica  dell'Aeronautica
militare. I servizi logistici: compiti, attribuzioni,  organizzazione
e funzionamento. La disciplina militare (titoli VIII dei libri quarto
del decreto legislativo n. 66/2010 e del decreto del Presidente della
Repubblica n. 90/2010). L'esercizio dei diritti (titoli IX dei  libri
quarto  del  decreto  legislativo  n.  66/2010  e  del  decreto   del
Presidente della Repubblica  n.  90/2010).  Norme  unificate  per  la
concessione delle licenze ai militari delle Forze armate (decreto del
Presidente della Repubblica n. 394/1995 e 395/1995 e  titolo  IX  del
libro quarto del  decreto  legislativo  n.  66/2010).  Documentazione
caratteristica e servizio matricolare (titoli VI dei libri quarto del
decreto legislativo n. 66/2010 e del  decreto  del  Presidente  della
Repubblica n. 90/2010). Il regolamento di servizio di aeroporto e  di
caserma.  L'ordinamento  giudiziario   militare.   Ripartizione   del
personale   dell'Aeronautica:   reclutamento,   stato   giuridico   e
avanzamento.   Difesa   civile    e    protezione    civile.    Cenni
sull'organizzazione della NATO: comunita' atlantica, il trattato  del
- Atlantico e relativa  organizzazione  (organi  civili  e  militari,
comandi militari principali e subordinati). 
      (4) Cultura tecnico-professionale: 
        (a) categoria «Costruzioni aeronautiche»: 
          aerodinamica   ed   aerotecnica:   genesi    delle    forze
aerodinamiche, portanza, vortici, teorema di Kutta  Jukowski,  ali  e
profili alari, ipersostentatori, superfici di comando, ala finita  ed
ala infinita, diagrammi caratteristici  polare,  retta  di  portanza,
aerodinamica del velivolo completo, volo orizzontale  uniforme,  volo
in salita, volo in virata, decollo, atterraggio, velivoli  ad  involo
verticale, cenni di aerodinamica transonica, numero di Mach, le  onde
d'urto; 
          motori per aeromobili: classificazione dei  propulsori  per
uso  aeronautico,  turbogetti,  turboeliche,  motori   convenzionali,
componenti  fondamentali:  prese  d'aria,  compressori,   camere   di
combustione, turbine, ugelli di scarico, post bruciatori,  principali
accessori, curve di potenza disponibile e potenza  necessaria,  curve
di  spinta  disponibile  e  spinta  necessaria,  eliche:   curve   di
rendimento,  tecnologia   costruttiva   dei   principali   propulsori
aeronautici, motori auxiliary power unit (APU); 
          impianti  aeronautici:  impianti   di   bordo-cenni   sulla
configurazione  e  sul  funzionamento  degli  impianti  combustibile,
idraulico,   pneumatico,    elettrico,    di    pressurizzazione    e
condizionamento,   strumentazione   di   volo   e    di    controllo,
strumentazione di navigazione, apparati di comunicazione; 
          nozioni  di  costruzioni  aeronautiche:   definizione   dei
principali carichi agenti sulle strutture  aeronautiche:  carichi  di
volo, carichi di  pressurizzazione,  descrizione  delle  piu'  comuni
tecnologie costruttive delle fusoliere e delle strutture alari; 
          tecnologia dei materiali di impiego aeronautico:  materiali
di impiego  aeronautico:  principali  caratteristiche  e  criteri  di
scelta, nozioni sulla fatica dei materiali di impiego aeronautico,  i
controlli non distruttivi; 
          logistica   dell'Aeronautica   militare:   definizione   di
supporto logistico integrato, organizzazione manutentiva della  Forza
armata, l'affidabilita', la manutenibilita' e la  disponibilita'  dei
sistemi,  la  normativa  tecnica  della  direzione   generale   degli
armamenti aeronautici (DGAA),  il  controllo  di  configurazione,  le
segnalazioni  di  inconvenienti.   Le   pubblicazioni   tecniche   in
Aeronautica militare: classificazione e normativa di riferimento.  La
modulistica in uso in  Aeronautica  militare:  libretto  rapporti  di
volo,  libretto  identita'  velivolo  e  motore,   schede   identita'
accessori, gli enti di  rifornimento,  il  Si.L.EF.  Generalita'  sui
materiali  speciali  dell'aeronautica  (MSA),  la   conservazione   e
l'alienazione dei MSA, il sistema di codifica NATO dei materiali,  il
controllo di qualita' nella Forza armata, l'antinfortunistica  ed  il
servizio di prevenzione e protezione, l'addestramento  del  personale
dell'Aeronautica militare addetto alla manutenzione; 
        (b) categoria «Elettronica»: 
          principi  generali  sui  circuiti:  circuiti  oscillanti  a
costanti concentrate ed a costanti distribuite,  circuiti  a  quarzo,
fattore di merito, amplificatori  in  classe  A,  B  e  C,  Klystron,
Magnetron,  traveling  wave  tube  (TWT),  semiconduttori:  diodi   e
transistori, concetto di circuito integrato, tubo a raggi catodici; 
          campo elettromagnetico e propagazione:  polarizzazione  del
campo elettromagnetico.  La  modulazione:  modulazione  in  ampiezza,
modulazione  in  frequenza,  modulazione  in  fase,  modulazione   ad
impulsi. Cenni sui sistemi a spettro  espanso:  frequency  hopping  e
spread spectrum. Cenni sulle  linee  di  trasmissione:  attenuazione,
impedenza  caratteristica,  onda   progressiva,   onda   stazionaria,
adattamento di impedenza; 
          antenne: guadagno d'antenna, potenza irradiata,  resistenza
d'irradiazione, principali  tipi  d'antenna  (a  stilo,  Uda-Yagi,  a
riflettore, ad array). Concetto di phased array; 
          apparati  radio  e  radar:  trasmettitori   e   ricevitori:
concetti   generali,   ricevitore   supereterodina,   principio    di
funzionamento dei radar ad impulsi e  dei  radar  ad  onda  continua,
effetto Doppler e sue applicazioni, impiego e funzioni dei  radar  di
bordo. Principali modi operativi aria-aria ed aria-superficie,  cenni
sui sistemi  di  guerra  elettronica  ed  autoprotezione:  misure  di
supporto  elettronico,  misure  di  protezione,  misure  di   attacco
elettronico, cenni sui ponti radio; 
          nozioni   generali   sulle   trasmissioni   telefoniche   e
telegrafiche; 
          sistemi di navigazione.  Sistemi  di  radioassistenza  alla
navigazione: VHF (very high frequency) omnidirectional  range  (VOR),
tactical air navigation (TACAN),  instrument  landing  sistem  (ILS),
microwave landing system (MLS), cenni di navigazione satellitare.  Il
sistema GPS, navigazione inerziale, cenni sui sistemi  di  pilotaggio
automatico; 
          alimentazione e condizionamento  delle  apparecchiature  di
bordo. Cenni sulle loro sollecitazioni ambientali; 
          tecniche  digitali  e  loro   applicazioni:   cenni   sulla
programmazione  dei  calcolatori  elettronici  e  sui  linguaggi   di
programmazione principali, concetto di  sistema  operativo,  reti  di
calcolatori: principi e scopi, internet, intranet, local area network
(LAN), wide area network (WAN); 
          logistica   dell'Aeronautica   militare:   definizione   di
supporto logistico integrato, organizzazione manutentiva della  Forza
armata, l'affidabilita', la manutenibilita' e la  disponibilita'  dei
sistemi,  la  normativa  tecnica  della   DAAA,   il   controllo   di
configurazione,  le  segnalazioni  inconvenienti.  Le   pubblicazioni
tecniche in Aeronautica  militare:  classificazione  e  normativa  di
riferimento.  La  modulistica  in  uso   nell'Aeronautica   militare:
libretto rapporti di volo.  Libretto  identita'  velivolo  e  motore.
Schede identita' accessori. Gli enti  di  rifornimento,  il  Si.L.EF.
Generalita' sui MSA, la conservazione e  l'alienazione  dei  MSA,  il
sistema di codifica NATO dei  materiali,  il  controllo  di  qualita'
nella Forza armata, l'antinfortunistica ed il servizio di prevenzione
e protezione, l'addestramento del personale dell'Aeronautica militare
addetto alla manutenzione; 
        (c) categoria «Infrastrutture ed impianti»: 
          generalita' sui problemi che si incontrano  in  topografia.
Applicazione della geometria e della trigonometria piana ai  problemi
topografici. Misura degli angoli e delle distanze.  Catasto,  agenzia
del demanio e compiti. Strumenti topografici principali:  descrizioni
e funzionamento. Operazioni  topografiche:  rilevamenti  planimetrici
per  coordinate  ortogonali  e   polari.   Rilevamenti   altimetrici.
Formazione di piani quotati e a curve di livello; 
          richiamo  ai  principi  fondamentali  della  scienza  delle
costruzioni. Materiali  isoresistenti.  Legge  di  Hooke.  Modulo  di
elasticita'.  Costante  elastica  di  una  molla.  Sollecitazioni  di
trazione, compressione, flessione, taglio, torsione.  Pilastri,  aste
caricate di punta. Carichi di  rottura  e  di  sicurezza.  Principali
sollecitazioni che si  incontrano  nelle  strutture  che  interessano
l'edilizia. Concetto di vincolo delle strutture: appoggi, cerniere  e
incastri  e  influenza  del  tipo  di  vincolo  sul  comportamento  a
deformazione  delle  strutture.   Determinazione   delle   principali
sollecitazioni   nelle   strutture   isostatiche   sotto   differenti
condizioni  di  carico   e   loro   dimensionamento.   Materiali   da
costruzione: caratteristiche tecnologiche dei principali materiali da
costruzione e loro requisiti fondamentali per l'accettazione.  Pietre
e marmi, laterizi, legnami, ferro ed  acciaio.  Cenni  sulle  materie
plastiche di  impiego  nelle  costruzioni  edilizie.  Caratteristiche
geotecniche dei terreni  di  fondazione  e  tensioni  ammissibili  di
massima delle argille, sabbie e rocce. Fondazioni  su  plinti,  travi
rovesce e  su  pali  e  loro  dimensionamento  di  massima.  Murature
portanti e  di  tamponamento.  Tramezzi.  Materiali  impiegati  nelle
murature e tramezzi. Coibentazione termica ed acustica degli edifici.
Fenomeno  della   parete   fredda   o   condensazione:   accorgimenti
costruttivi per evitare la condensazione sulle pareti fredde. Malte e
calcestruzzi: loro composizione e dosaggio; preparazione e getto  dei
calcestruzzi.  Caratteristiche  di  un  buon  calcestruzzo.   Cemento
armato: generalita' e descrizione delle principali strutture che  con
esso si realizzano. Cenni  sulle  sollecitazioni  che  si  verificano
nell'interno di  una  struttura  in  cemento  armato.  Calcolo  della
sezione e dell'armatura di una trave  in  cemento  armato  isostatica
soggetta a  carico  ripartito  e  concentrato.  Pilastro  soggetto  a
compressione semplice, concetto di  snellezza.  Momento  flettente  e
torcente  di   una   trave   incastrata   isostatica.   Cenni   sulla
regolamentazione delle opere in cemento armato; 
          opere stradali: tracciamento di un asse stradale in pianura
ed  in  montagna.  Cenni  sul  tracciamento  delle   curve.   Profili
longitudinali e sezioni trasversali. Calcolo dei movimenti di  terra.
Costituzione del corpo stradale. Capacita' portante di un  terreno  e
gli   elementi   che   la   determinano   (tipologia   del   terreno,
granulometria, umidita', drenaggio, ecc.). Cenni sui materiali che si
impiegano  nelle  costruzioni  stradali.   Tipi   di   pavimentazione
aeroportuali/stradali e loro caratteristiche principali; 
          impianti  idrici/fognari:   caratteristiche   di   un'acqua
potabile. Sistemi di approvvigionamento di acqua potabile da pozzi ed
acquedotti; 
    caratteristiche  delle  condotte  per  acqua  potabile   per   la
distribuzione di un complesso di fabbricati. Clorazione.  Sistemi  di
pompaggio mediante autoclave. Impianti fognari. Caratteristiche delle
condotte  di  smaltimento.  Cenni  sulla  depurazione  dei   liquami.
Impianti fognari  per  civili  abitazioni,  reti  di  ventilazione  e
sifoni; 
          impianti  termici/condizionamento:  cenni  sui   principali
sistemi usati  negli  impianti  di  riscaldamento  nelle  costruzioni
civili. Vantaggi e  svantaggi  dell'impianto  centralizzato  rispetto
all'impianto autonomo. Centrali  termiche  e  sicurezza  del  locale.
Principio   di   funzionamento   del    condizionamento    dell'aria:
condensatore, evaporatore, compressore, fluido frigorigeno. Pompa  di
calore e rendimento; 
          depositi munizioni/carburanti:  cenni  sugli  impianti  per
deposito carburanti. Protezione catodica delle tubazioni  e  serbatoi
metallici. Cenni sui depositi  munizioni.  Distanza  di  sicurezza  e
protezione da hangar, shelter e magazzini; 
          infrastrutture  aeroportuali:  superfici  di   atterraggio.
Requisiti di sicurezza di un aeroporto ai  fini  del  volo.  Ostacoli
alla navigazione aerea.  Scopi  e  caratteristiche  principali  delle
piste di volo, di piazzali e delle vie di  rullaggio.  Pavimentazione
in  calcestruzzo  (rigida)  e  flessibile  (bituminosa):  vantaggi  e
svantaggi e criteri di scelta.  Barriere  d'arresto  e  decelerazione
consentita. Nuovo codice sugli appalti  pubblici.  Regolamento  genio
militare:  progettazione  preliminare,   definitiva   ed   esecutiva.
Responsabile del procedimento. Normativa in materia di sicurezza  nei
cantieri: il committente, coordinatore e direttore dei lavori in fase
di  progettazione  ed  esecuzione,  piani  di  sicurezza.  Conduzione
amministrativa dei lavori: cenni sui sistemi di conduzione dei lavori
del demanio aeronautico.  Capitolati  e  regolamenti.  Documentazione
tecnico-contabile. Organizzazione centrale, territoriale e periferica
degli enti aeronautici preposti alla realizzazione,  manutenzione  ed
esercizio delle  infrastrutture  demaniali.  Impianti  elettrici  per
civili  abitazioni.  Parafulmini  e  gabbia  di  Faraday.  Differenza
concettuale tra corrente alternata e  continua.  Sicurezza  elettrica
negli impianti:  impianto  di  terra  ed  interruttore  differenziale
magneto-termico; 
          macchine elettriche (trasformatori,  alternatori,  dinamo).
Densita' di corrente e caduta di tensione. Linee elettriche aeree  ed
in cavo. Circuito equivalente di una linea. Concetto di resistenza  e
induttanza serie, conduttanza e  capacita'  trasversali.  Rifasamento
elettrico. Potenza reale, reattiva ed apparente. Trasporto di energia
in corrente alternata; 
          impianti di terra e parafulmini: alimentazione elettrica di
un aeroporto. Cabina di trasformazione: attrezzatura di alta tensione
(AT) e bassa tensione (BT). Reti di distribuzione per  luce  e  forza
motrice (FM). Cenni sui gruppi  elettrogeni  fissi  e  mobili  e  sui
gruppi di continuita'. Nozioni  generali  sulla  illuminazione  degli
ambienti interni ed esterni.  Illuminazione  ad  incandescenza  ed  a
fluorescenza  (lux,  lumen).  Impianti   luminosi   di   aiuto   alla
navigazione aerea e relative norme internazionali  (STANAG  e  ICAO).
Impianti elettrici  antideflagranti  per  installazioni  in  depositi
carburanti e depositi munizioni; 
        (d) categoria «Motorizzazione»: 
          motori endotermici: generalita'; 
          motori ad accensione per scintilla a quattro  tempi:  cenni
sui cicli teorici  e  pratici.  Fasi  del  motore  a  quattro  tempi.
Diagramma della distribuzione. Cenni sui motori a due tempi. Elementi
che caratterizzano un motore ad accensione per scintilla.  Potenza  e
coppia motrice.  Cenni  sulle  curve  caratteristiche  dei  motori  e
fattori che le influenzano. Organi principali del  motore.  Materiali
impiegati nella loro costruzione. Sollecitazioni  termiche  nei  vari
organi del motore; 
          alimentazione  e  carburazione:  sistemi  adottati  per  la
correzione della miscela. Accensione e spinterogeno.  Messa  in  fase
dell'accensione.   Lubrificazione   e   raffreddamento.   Motori   ad
accensione spontanea  (diesel).  Generalita'  e  classificazione  dei
motori diesel veloci. Variazione ed estensione delle fasi.  Raffronto
delle caratteristiche fra motori a scintilla e motori  ad  accensione
spontanea. Organi principali dei motori diesel e materiali impiegati.
Pompe di iniezione ed iniettori; 
          autotelai ed organi di  trasmissione:  giunto  a  frizione,
frizione  meccanica  a  monodisco  e  a  dischi  multipli;  materiali
impiegati per le guarnizioni delle frizioni. Generalita'  sul  cambio
di  velocita'.  Vari  tipi  di  cambi  ad   ingranaggi.   Alberi   di
trasmissione. Giunti elastici, cardanici,  omocinetici,  telescopici.
Cenni sui gruppi di riduzione e di  rinvio.  Differenziali.  Ponte  e
azioni di spinta. Trazione totale. 
          sistemi  di  sospensione:  molle  a  balestra,   barre   di
torsione. Ammortizzatori idraulici. Ruote indipendenti. Influenza del
peso sospeso. Sistemi direzionali, requisiti della  direzione.  Cenni
sul servosterzo; 
          sistemi frenanti: generalita', tipi di  freni.  Servofreno.
La frenatura ad aria  compressa  negli  autotreni.  Ruote  e  cerchi.
Dispositivi di aderenza; 
          equipaggiamento  elettrico:   batterie   di   accumulatori.
Regolatore  di  tensione.   Dinamo   ed   alternatori.   Sistemi   di
regolazione. Motorino di avviamento, innesti. Impianti di  bordo  per
l'illuminazione e segnalazioni; 
          carburanti  e  lubrificanti;   olii   per   freni   e   per
ammortizzatori. Anticongelanti; 
          trazione    meccanica    e    applicazioni    di    tecnica
automobilistica: leggi dell'aderenza, peso aderente, coefficiente  di
aderenza. Resistenza all'avanzamento, resistenza dovuta  all'inerzia,
al rotolamento in piano,  all'andamento  altimetrico  e  planimetrico
della strada. Resistenza dovuta al rimorchio. Resistenza  totale  che
si oppone al moto di autoveicolo; 
          il problema della frenatura: distanza di arresto in piano -
distanza di sicurezza fra due  autoveicoli  in  marcia,  distanza  di
marcia di due autoveicoli in colonna; 
          carrozzeria: generalita' e strutture realizzate; 
          servizio  automobilistico:  autoveicoli   militari,   tipi,
impiego. Ruote e cingoli: generalita'. Caratteristiche tecniche degli
autoveicoli, documentazione relativa, immatricolazione. Conducenti ed
automezzi   militari.   Organizzazione   centrale,   territoriale   e
periferica   degli   enti   aeronautici    preposti    al    servizio
automobilistico; 
          la manutenzione: principi generali,  scopi  e  definizioni.
Categorie di manutenzione. I mezzi di  supporto  della  manutenzione.
L'addestramento   e   l'impiego   del   personale   specialista,   le
pubblicazioni tecniche, i ricambi,  le  attrezzature.  Norme  per  la
prevenzione     degli     infortuni     sul     lavoro.      Pratiche
tecnico-amministrative  degli  incidenti  automobilistici.  Doveri  e
responsabilita' del conducente militare. Incombenze del comandante di
reparto. Norme per i trasporti speciali per via ordinaria (esplosivi,
velivoli, ecc.); 
          classificazione degli automezzi dell'Aeronautica  militare:
normali e speciali. Principi generali di diritto relativi alle  norme
sulla circolazione stradale.  Classificazione  e  nomenclatura  delle
strade. Tutela delle strade.  Norme  di  comportamento.  Cartelli  di
segnalazione stradale. Segnaletica orizzontale. Loro  significato  ed
efficacia.  Provvedimenti  delle  autorita'.   Semafori.   Mezzi   di
soccorso. Mezzi di illuminazione e segnalamento acustico dei veicoli,
loro uso.  Infortunistica,  cenni  sul  rilevamento  degli  incidenti
stradali.  Le  responsabilita'  penali  e  civili   negli   incidenti
stradali. L'assicurazione contro le responsabilita' civili; 
        (e) categoria «Chimica»: 
          nozioni sulla costituzione  della  materia:  l'atomo,  peso
atomico, la struttura elettronica degli elementi.  Legame  chimico  e
molecolare. Passaggi di stato  della  materia.  Elettronegativita'  e
stato di ossidazione. Peso molecolare ed equivalente; 
          sistemi omogenei ed eterogenei.  Relazioni  stechiometriche
nelle reazioni chimiche. Legge di Lavoisier, Proust e  Dalton.  Legge
dei gas, principio di Avogadro. Gas reali. Teoria cinetica dei gas; 
          equilibri nei sistemi  eterogenei.  Regola  delle  fasi.  I
diagrammi di  stato.  Principio  dell'equilibrio  mobile.  Soluzioni.
Misure di  concentrazioni.  Equilibri  nei  sistemi  omogenei.  Legge
dell'azione di massa. Costante di equilibrio; 
          definizione di acidi, basi e sali. Forza degli acidi. Ph  e
indicatori. Idrolisi. Soluzione  tampone.  Prodotto  di  solubilita'.
Potenziale redox. Elettrolisi e pile. Elettroliti forti e deboli; 
          chimica  inorganica:   sistema   periodico,   cenni   sulle
proprieta' dei principali elementi. Chimica organica: la chimica  del
carbonio,  idrocarburi  saturi  e   insaturi.   Composti   aromatici.
Principali  gruppi  funzionali:  acidi,  alcoli,   fenoli,   chetoni,
aldeidi, ammine e ammidi. I polimeri; 
          nozioni  di  chimica  analitica:   calcoli   stechiometrici
inerenti  i  principali  problemi  di  chimica  generale.  Misure  di
concentrazioni in soluzione. Misure di pH, costanti di  equilibrio  e
prodotto di solubilita'; 
          principi di analisi  qualitativa:  metodi  e  applicazioni.
Principi di analisi quantitativa, ponderale e volumetrica; 
          combustibili  avio  per  turbogetti  e   carburanti   avio:
caratteristiche  e  proprieta'   generali.   Prove   di   laboratorio
necessarie  per   determinare   le   principali   caratteristiche   e
proprieta'. Principali additivi impiegati  nei  combustibili  avio  e
loro proprieta'; 
          oli e grassi lubrificanti: natura (minerali  e  sintetica);
costituenti base e principali tipi di additivi.  Caratteristiche  di:
viscosita', lubrificazione, di stabilita' termica, di corrosione e di
scorrimento. Principali metodiche analitiche di determinazione. Cenni
sulla analisi spettrometria SOAP sugli oli motore; 
          ossigeno  gassoso  e  liquido:  cenni  sulla   preparazione
industriale e sulle tecniche gascromatografiche e spettrometrica  per
il controllo degli inquinanti; 
          cenni  sugli  esplosivi  di  lancio  e  di   scoppio,   sui
propellenti liquidi e solidi e sugli aggressivi chimici; 
          cenni sui materiali e prodotti antincendio e sui  materiali
di  impiego  vario  (caratteristiche,  proprieta'  e  tipologie   dei
materiali estinguenti impiegati); 
          materiali  plastici:  principali  caratteristiche,  tipi  e
metodi di prova, applicazioni; 
          materiali    metallici    impiegati    nelle    costruzioni
aeronautiche: caratteristiche meccaniche  e  strutturali,  metodi  di
prova, trattamenti  termici.  Acciai  comuni  e  speciali,  leghe  di
alluminio  e  magnesio,  leghe  di  titanio,  superleghe.  Cenni  sui
fenomeni corrosivi dei materiali metallici. Metodi di  controlli  non
distruttivi dei  materiali  metallici  e  principali  apparecchiature
impiegate. 
    c. Concorso per il Corpo di commissariato aeronautico 
      (1) Elementi di diritto privato: 
        le norme giuridiche e loro caratteri. L'efficacia della legge
nel tempo e nello spazio. L'interpretazione della legge. Prescrizione
e decadenza. Fatto, atto, negozio giuridico. La  persona  fisica,  la
persona giuridica, gli enti non riconosciuti. Le cose e  i  beni.  La
proprieta' e i suoi modi di acquisto. Il possesso. I diritti reali su
cose altrui: diritti reali di godimento e diritti reali di  garanzia.
Le  obbligazioni.  L'adempimento,  l'inadempimento.   Il   contratto.
Requisiti. Elementi essenziali  ed  accidentali.  La  formazione  del
contratto. Validita'  ed  invalidita'  del  contratto.  Efficacia  ed
inefficacia  del   contratto.   Gli   effetti   del   contratto.   La
rappresentanza. La cessione del contratto. Risoluzione e  rescissione
del contratto.  I  contratti  tipici:  vendita,  locazione,  mandato,
comodato e mutuo. Cenni sui  contratti  atipici:  leasing,  catering,
franchising. Promesse unilaterali. Gestione di affari.  Pagamento  di
indebito. Arricchimento senza causa. Responsabilita' del  debitore  e
garanzia del creditore. L'impresa. Nozioni generali  sulle  societa':
societa' di persone e societa'  di  capitali.  Nozioni  generali  sui
titoli di credito: la cambiale e l'assegno; 
      (2) Elementi di diritto costituzionale ed amministrativo: 
        lo Stato in generale. Le forme di  stato  e  di  governo.  Lo
Stato italiano e la formazione del suo ordinamento costituzionale. La
Costituzione  della  Repubblica  italiana.  Il  popolo  ed  il  corpo
elettorale. Il Presidente della Repubblica:  elezione,  attribuzione,
prerogative. Il  Parlamento:  struttura  e  funzioni.  Le  fonti  del
diritto primarie e secondarie: la legge ordinaria; i decreti-legge; i
decreti legislativi; i regolamenti. Sistema delle  fonti  dell'Unione
europea:   fonti   originarie   (o    convenzionali)    e    derivate
(raccomandazioni, pareri, regolamenti,  direttive  e  decisioni).  Il
Governo. Il Presidente del Consiglio. I Ministri. I Sottosegretari di
Stato.  I  comitati  Interministeriali.  La   Corte   costituzionale:
composizione,   attribuzioni.   La   Magistratura   e   la   funzione
giurisdizionale. Il Consiglio Superiore della  Magistratura.  Art.  5
della Costituzione e nuovo ordinamento amministrativo  italiano.  Gli
organi   ausiliari.   Consiglio   di   Stato.   Consiglio   nazionale
dell'economia e del lavoro. Corte dei conti. Il Consiglio Supremo  di
Difesa. 
    Nozioni  sui  principi   di   sussidiarieta',   differenziazione,
adeguatezza. L'amministrazione  diretta  centrale.  L'amministrazione
diretta locale. Enti autarchici  territoriali.  Regioni,  Province  e
Comuni.  L'atto  amministrativo  ed   il   procedimento   della   sua
formazione.  Diritto  soggettivo  ed  interesse   legittimo.   L'atto
amministrativo ed il procedimento della sua  formazione;  i  vizi  di
legittimita'  dell'atto  amministrativo;  la   legge   n.   241/1990.
Tipologia di ricorsi amministrativi. Ricorso giurisdizionale. Ricorso
in ottemperanza. I Tribunali amministrativi regionali. 
      (3) Amministrazione e contabilita' generale dello Stato: 
        I beni demaniali e beni patrimoniali dello Stato ed  il  loro
regime giuridico. Le attivita' di amministrazione e gestione dei beni
pubblici. Principi del bilancio dello Stato. Le fasi  dell'entrata  e
della  spesa:  nozioni  giuridiche  e  classificazioni.  La   riforma
contabile del 1997: le unita' previsionali di base e il  bilancio  in
chiave economica. I contenuti principali della legge di  contabilita'
e finanza pubblica del 2009 e le modifiche intervenute con  la  legge
n. 39/2011: il bilancio di cassa. La legge di  bilancio:  formazione,
efficacia  temporale,   effetti   giuridici   dell'approvazione.   La
copertura finanziaria delle spese  e  la  clausola  di  salvaguardia.
L'esercizio provvisorio del bilancio e la legge di  assestamento  del
bilancio. Fonti normative, natura  e  classificazione  dei  contratti
pubblici. Principi informatori e principali contenuti del codice  dei
contratti pubblici. La scelta del contraente e  l'aggiudicazione.  La
stipula, l'approvazione e  l'esecuzione.  Gli  approvvigionamenti  in
economia e mediante procedure CONSIP da parte  delle  amministrazioni
pubbliche. La responsabilita' patrimoniale dei  pubblici  dipendenti.
La responsabilita' dirigenziale. Il sistema dei controlli  dei  conti
pubblici.   La   Corte   dei   conti:   funzioni   di   controllo   e
giurisdizionale. 
      (4) Economia politica e scienza delle finanze: 
        (a) i bisogni ed i beni economici. I problemi  economici  del
XXI secolo e la sostenibilita' ambientale. Gli  operatori  economici.
La  teoria  dell'utilita'  economica:  utilita'  totale  ed  utilita'
marginale. I fattori della produzione. Il comportamento ottimale  del
produttore e la scelta dei sistemi di  produzione  piu'  convenienti:
equilibrio del produttore. 
    L'analisi del comportamento  del  consumatore.  Lo  scambio  come
forma di attivita' economica. La legge della domanda e  dell'offerta.
La determinazione del prezzo. La funzione economica del  mercato.  La
concorrenza perfetta. Il monopolio.  L'oligopolio.  I  mercati  delle
merci e del lavoro. Salari, profitti e rendite. Obiettivi e strumenti
di politica economica in Italia. Il commercio internazionale. Domanda
ed offerta globale. PIL reale  e  momentaneo.  Livello  generale  dei
prezzi. La moneta: definizione. La domanda e l'offerta di moneta. Gli
Istituti di emissione. La Banca centrale europea. La Banca  d'Italia:
funzioni. La Banca d'Italia come Autorita' di vigilanza. Il  trattato
di Maastricht. Il Sistema europeo di banche centrali (SEBC):  compiti
fondamentali. La politica fiscale e la politica monetaria in  Europa.
Teoria dei costi comparati. Il libero scambio e il protezionismo.  La
bilancia dei pagamenti e la bilancia commerciale. Il Fondo  Monetario
Internazionale.    Le    principali     organizzazioni     economiche
internazionali; 
        (b) l'attivita' finanziaria pubblica e la sua evoluzione.  La
scienza delle finanze e i  suoi  rapporti  con  le  altre  discipline
economiche sociali. Bisogni, beni e servizi pubblici: caratteristiche
e classificazione. I soggetti della finanza pubblica e  le  fonti  di
finanziamento dell'attivita' pubblica. Obiettivi  e  strumenti  della
finanza pubblica. La  spesa  pubblica:  concetto  e  classificazione.
Evoluzione  e  struttura  della  spesa  pubblica  in  Italia.   Cause
dell'espansione della spesa pubblica. 
    Le entrate pubbliche: varieta' di forme e classificazione. Prezzi
privati, prezzi quasi privati, prezzi pubblici. I beni di  proprieta'
pubblica  e  le  imprese  pubbliche.  Le  entrate  straordinarie.  La
struttura del sistema tributario italiano. La  distinzione  giuridica
dei tributi. Tasse, imposte  ed  altri  tipi  di  entrate:  concetto,
elementi, classificazione. Il rapporto giuridico d'imposta:  soggetto
attivo, soggetto passivo, presupposti e base imponibile. Il sostituto
d'imposta.  I  principi   giuridici   delle   imposte.   I   principi
amministrativi delle imposte. La costituzione come fonte del  diritto
tributario. L'efficacia della norma  tributaria  nel  tempo  e  nello
spazio e  l'interpretazione  delle  norme  finanziarie.  Gli  effetti
economici  delle   imposte:   ammortamento,   evasione,   diffusione,
l'elusione fiscale. La traslazione dell'imposta. La dichiarazione dei
redditi. Le principali imposte dirette  e  indirette  in  vigore.  In
particolare: imposta  sul  reddito  delle  persone  fisiche  (Irpef),
imposta  sul  reddito  della  societa'  (Ires),  imposta  sul  valore
aggiunto (iva),  imposta  di  registro,  imposta  di  bollo,  imposta
ipotecaria e catastale. Il federalismo fiscale. I tributi regionali e
locali. L'imposta regionale sulle attivita' produttive (Irap). 
    3. Prova  obbligatoria  di  lingua  inglese  (come  per  tutti  i
concorsi, art. 13 del bando) 
    La prova consistera' in una conversazione ed in una traduzione, a
prima vista, di un brano scelto dall'esaminatore di lingua inglese. 
    4. Prova orale facoltativa di lingua straniera (come per tutti  i
concorsi, art. 13 del bando) 
    La prova consistera' in una conversazione nella  lingua  indicata
ed  in  una  traduzione,  a  prima  vista,   di   un   brano   scelto
dall'esaminatore. 
    La prova potra' essere sostenuta su una lingua straniera indicata
dal concorrente nella domanda di partecipazione tra  quelle  previste
dal bando (una a scelta tra la francese, la spagnola e la tedesca). 
                                                           Allegato C 
 

              Parte di provvedimento in formato grafico

 
                                                           Allegato D 
 

              Parte di provvedimento in formato grafico

 
                                                           Allegato E 
 

              Parte di provvedimento in formato grafico

 
                                                           Allegato F 
                                            Accertamenti attitudinali 
                                                  (art. 12 del bando) 
 
    Sulla  scorta  dell'allegato  C  alle  «Norme  per  la  selezione
psicoattitudinale   dei   candidati    partecipanti    ai    concorsi
dell'Aeronautica militare» - ed. 2013 si riportano gli  elementi  per
lo svolgimento e la valutazione delle prove previste per la selezione
attitudinale: 
      1. Efficienza fisica 
        a. Modalita' di svolgimento delle prove di efficienza fisica 
          (1) Presentazione 
    Fatte salve le disposizioni indicate nell'art.  7,  comma  4  del
bando, i concorrenti dovranno presentarsi portando al seguito la tuta
ginnica e scarpette ginniche. 
          (2) Generalita' 
    I concorrenti dovranno  effettuare  le  prove  alla  presenza  di
almeno un membro della commissione per gli accertamenti attitudinali,
di personale medico/paramedico e di una autoambulanza. 
    Le modalita' di esecuzione  delle  prove  saranno  illustrate  ai
concorrenti,  prima  della  loro  effettuazione,   da   parte   della
commissione per gli accertamenti attitudinali. 
    Il superamento delle prove  concorrera',  unitamente  agli  esiti
delle restanti  prove  attitudinali,  alla  formazione  del  giudizio
finale in attitudine. 
          (3) Addominali 
    Esecuzione di un numero maggiore o uguale a quello sotto indicato
di flessioni del tronco entro il tempo limite massimo di due  minuti,
con le seguenti modalita' di esecuzione: 
        partenza dalla posizione supina, mani dietro la  nuca,  gambe
piegate e piedi bloccati da altro concorrente; 
        sollevare il tronco  fino  a  portarlo  oltre  la  verticale,
quindi da tale posizione, senza riposare, riabbassare il tronco  fino
a sfiorare con la nuca il pavimento e quindi rialzare il tronco senza
riposare. 
    Un  membro   della   commissione,   osservatore   dell'esercizio,
conteggera' a voce  alta  gli  esercizi  correttamente  eseguiti  dal
concorrente, non conteggera' quelli eseguiti in maniera  scorretta  e
comunichera' lo scadere del tempo disponibile per la prova. 
    Per tutto quanto sopra non precisato sara' fatto  riferimento  ai
regolamenti tecnici delle relative Federazioni sportive italiane. 
          (4) Corsa ottocento metri piani 
    Il  concorrente  alla  ricezione   dell'apposito   segnale,   che
coincidera'  con  lo  start  del  cronometro,  dovra'  percorrere  la
distanza di ottocento metri su una pista  opportunamente  approntata,
scegliendo la posizione di partenza e senza l'uso di scarpe chiodate. 
    Il rilevamento dei tempi verra' effettuato tramite un sistema  di
cronometraggio automatizzato oppure cronometraggio  manuale  eseguito
da personale qualificato  «Istruttore  ginnico»  incaricato  con  due
differenti cronometri: al candidato verra' assegnato  il  tempo  piu'
favorevole tra i due rilevamenti;  inoltre  detto  rilevamento  sara'
eventualmente arrotondato - per difetto - al secondo. 
    Alla  fine  di  ogni  batteria  un   membro   della   commissione
controllera' i tempi rilevati e ne  comunichera'  l'esito  a  ciascun
concorrente. 
    Per tutto quanto non sopra precisato sara' fatto  riferimento  ai
regolamenti tecnici delle relative Federazioni sportive italiane. 
          (5) Trazioni alla sbarra 
    Le trazioni alla sbarra  dovranno  avvenire  nel  rispetto  delle
seguenti prescrizioni: 
        impugnatura  dell'attrezzo  e  posizione  di   partenza:   il
candidato salira' sull'attrezzo mediante l'ausilio di un  supporto  e
impugnera' l'attrezzo con le mani all'altezza delle spalle. 
    Il candidato, a propria discrezione, potra' optare per  la  presa
prona (dorsi delle mani rivolti verso se stesso) oppure per la  presa
supina  (palmi  delle  mani  rivolti  verso  se  stesso).  Una  volta
impugnata la sbarra dovra' rimanere appeso ad  essa  con  le  braccia
distese e senza toccare il terreno con  i  piedi.  Prima  dell'inizio
della prova il personale istruttore ginnico-sportivo potra'  aiutarlo
a ridurre eventuali oscillazioni del corpo; 
        esecuzione: al via, dato dall'istruttore ginnico-sportivo che
sovraintende allo svolgimento dell'esercizio, il  concorrente  dovra'
sollevare il proprio corpo  arrivando  col  mento  all'altezza  della
sbarra. Potra' ripetere l'esercizio solo dopo  essere  tornato  nella
posizione iniziale a braccia distese. Le ripetizioni saranno ritenute
valide ogni qual volta il mento avra' nuovamente raggiunto  l'altezza
della sbarra; 
        valutazione: una ripetizione valida per ogni sollevamento del
mento all'altezza della sbarra; 
        durata: l'esercizio termina nel momento in cui  il  candidato
lascia la presa dell'attrezzo. Il tempo massimo a disposizione per la
prova e' di due minuti dal via. 
        b. Modalita' di valutazione  dell'idoneita'  nelle  prove  di
efficienza fisica. 
    Il punteggio da attribuire alle prove di efficienza fisica  sara'
pari alla somma aritmetica dei punti conseguiti in ogni singola prova
secondo  quanto  indicato  nelle  tabelle  sotto   riportate.   Sara'
giudicato  inidoneo  ed  escluso  contestualmente  dal  concorso   il
candidato la cui somma aritmetica dei punti  ottenuti  nelle  singole
prove di efficienza fisica risultera' inferiore a 2 su un massimo  di
7,50. 
      TABELLA DEI PUNTEGGI PER I CONCORRENTI DI SESSO MASCHILE 
 
=====================================================================
|                         |  CORSA   |            |                 |
|ADDOMINALI tempo massimo |PIANA mt. |  TRAZIONI  |                 |
|           2'            |   800    |ALLA SBARRA |   Punti/esito   |
+=========================+==========+============+=================+
|                         |> 2 minuti|            |                 |
|          < 85           |  e 18''  |    > 5     |      2,50       |
+-------------------------+----------+------------+-----------------+
|                         |da 2 min. |            |                 |
|                         |e 18'' a 2|            |                 |
|                         |  min. e  |            |                 |
|         71 - 85         |   31''   |     5      |        2        |
+-------------------------+----------+------------+-----------------+
|                         | da 2 min.|            |                 |
|                         |e 32'' a 2|            |                 |
|                         |  min. e  |            |                 |
|         56 - 70         |   52''   |     4      |      1,50       |
+-------------------------+----------+------------+-----------------+
|                         |da 2 min. |            |                 |
|                         |e 53'' a 3|            |                 |
|                         |  min. e  |            |                 |
|         41 - 55         |   09''   |     3      |        1        |
+-------------------------+----------+------------+-----------------+
|                         |da 3 min. |            |                 |
|                         |e 10'' a 3|            |                 |
|                         |  min. e  |            |                 |
|         30 - 40         |   30''   |     2      |       0,50      |
+-------------------------+----------+------------+-----------------+
|                         |    < 3   |            |                 |
|                         | minuti e |            |                 |
|          > 30           |   30''   |    < = 1   |        0        |
+-------------------------+----------+------------+-----------------+
 
 
      TABELLA DEI PUNTEGGI PER I CONCORRENTI DI SESSO FEMMINILE 
 
=====================================================================
|                         |  CORSA   |            |                 |
|ADDOMINALI tempo massimo |PIANA mt. |  TRAZIONI  |                 |
|           2'            |   800    |ALLA SBARRA |   Punti/esito   |
+=========================+==========+============+=================+
|                         |> 3 minuti|            |                 |
|          < 70           |  e 31''  |     >4     |      2,50       |
+-------------------------+----------+------------+-----------------+
|                         |da 3 min. |            |                 |
|                         |e 31'' a 3|            |                 |
|                         |  min. e  |            |                 |
|         56 - 70         |   48''   |     4      |        2        |
+-------------------------+----------+------------+-----------------+
|                         |da 3 min. |            |                 |
|                         |e 49'' a 4|            |                 |
|                         |  min. e  |            |                 |
|         41 - 55         |   15''   |     3      |      1,50       |
+-------------------------+----------+------------+-----------------+
|                         |da 4 min. |            |                 |
|                         |e 16'' a 4|            |                 |
|                         |  min. e  |            |                 |
|         31 - 40         |   33''   |     2      |        1        |
+-------------------------+----------+------------+-----------------+
|                         | da 4 min.|            |                 |
|                         |e 34'' a 4|            |                 |
|                         |  min. e  |            |                 |
|         20 - 30         |   50''   |     1      |      0,50       |
+-------------------------+----------+------------+-----------------+
|                         |< 4 minuti|            |                 |
|           > 20          |  e 50''  |    < 1     |        0        |
+-------------------------+----------+------------+-----------------+
 
       c. Comportamento da tenere in caso di infortunio 
    I concorrenti affetti da  postumi  di  infortuni  precedentemente
subiti potranno portare al seguito ed esibire prima dell'inizio delle
prove  idonea  certificazione  medica  che   sara'   valutata   dalla
commissione per gli accertamenti  attitudinali.  Questa,  sentito  il
responsabile del locale servizio sanitario, adottera' le  conseguenti
determinazioni, eventualmente autorizzando il differimento  ad  altra
data dell'effettuazione delle prove. 
    Allo stesso modo, i concorrenti che prima dell'inizio delle prove
accusano una indisposizione o che  si  infortunano  prima  o  durante
l'esecuzione di uno  degli  esercizi  dovranno  farlo  immediatamente
presente alla commissione  la  quale,  sentito  il  responsabile  del
locale Servizio sanitario, adottera' le conseguenti determinazioni. 
    Non saranno ammessi alla ripetizione della prova e quindi saranno
giudicati inidonei i  candidati  che  durante  l'effettuazione  della
stessa la interrompono  volontariamente  per  qualsiasi  causa.  Allo
stesso  modo  non  saranno  prese  in  considerazione  richieste   di
differimento  o  di  ripetizione  della  prova  che   pervengono   da
concorrenti che l'hanno portata comunque a compimento, anche  se  con
esito negativo, o che hanno rinunciato a portarla a termine. 
    I concorrenti che, nei casi sopraindicati, hanno  ottenuto  dalla
commissione l'autorizzazione al  differimento  dell'effettuazione  di
tutte o di parte delle prove di efficienza fisica, saranno  convocati
- con le modalita' indicate nell'art. 5 del  bando  -  per  sostenere
tali prove in altra data compatibile con lo svolgimento del  concorso
e comunque entro il termine  di  approvazione  della  graduatoria  di
merito di cui all'art. 14 del bando. 
    Ai    concorrenti    che    risulteranno    impossibilitati    ad
effettuare/completare le prove anche nel giorno indicato nella  nuova
convocazione ricevuta o che non si presenteranno a sostenere le prove
in tale data, la commissione attribuira' il giudizio  di  inidoneita'
alla  selezione  attitudinale.  Tale  giudizio,  che  e'  definitivo,
comportera' l'esclusione dal concorso senza ulteriori comunicazioni. 
      2. Efficienza intellettiva 
    I test intellettivi e/o  attitudinali  potranno  essere  di  tipo
tradizionale (carta/matita) o informatizzati. Modalita' di  dettaglio
circa la somministrazione dei test verranno  fornite  dalla  predetta
commissione prima dell'inizio della prova. 
    La   valutazione   finale   dell'efficienza    intellettiva    si
concretizzera' nell'attribuzione di in un punteggio massimo, utile al
fine  della  sola  idoneita'  attitudinale,  di  dieci  punti,  cosi'
ottenuto: 
        a) alla risposta esatta un punto positivo (+1); 
        b) alla risposta sbagliata, doppia o mancante, corrispondera'
un punteggio nullo (0) oppure una penalizzazione, espressa sempre  in
frazioni di punto, che potra'  essere  stabilita  dalla  commissione,
previa verbalizzazione, prima dell'inizio della prova,  del  relativo
criterio che dovra' essere  comunicato  ai  concorrenti  prima  della
somministrazione dei test; 
        c) il risultato totale, ottenuto dalla  somma  algebrica  dei
punteggi  suindicati,  sara'  convertito  in  un  punteggio  standard
espresso in decimi, secondo opportune tabelle predisposte dal  Centro
di selezione dell'Aeronautica militare, utile al fine  dell'idoneita'
attitudinale. 
      3. Giudizio psicoattitudinale 
    La  valutazione  finale   del   giudizio   psicoattitudinale   si
concretizzera' nell'attribuzione di un punteggio  massimo,  utile  al
fine  della  sola  idoneita'  attitudinale,  di  dieci  punti,  cosi'
ottenuto: 
        a) colloquio  individuale:  valutazione  espressa  in  decimi
moltiplicata per il coefficiente 0,8 (massimo otto punti); 
        b) intervista di gruppo o conferenza: valutazione espressa in
decimi moltiplicata per il coefficiente 0,2 (massimo due punti). 
    Nel caso in cui il numero dei candidati sia insufficiente (almeno
sei) ai fini del corretto svolgimento della prova di gruppo la stessa
non sara'  effettuata  ed  il  punteggio  sara'  riconsiderato  dalla
commissione in maniera proporzionale. 
    La commissione  preposta  potra'  disporre,  a  sua  discrezione,
l'effettuazione di un secondo colloquio di approfondimento che  sara'
svolto,  a   cura   del   personale   specialista   nella   selezione
attitudinale. In  questo  caso,  al  candidato  sara'  attribuito  il
punteggio conseguito nella seconda prova. 
    I casi in cui si procede all'effettuazione del secondo  colloquio
dovranno  essere  fissati  dalla  stessa  commissione   prima   della
selezione  attitudinale  e  dovranno  essere  riportati  nel  verbale
preliminare. 
      4. Criteri di valutazione 
    Verra' giudicato  inidoneo  e  quindi  escluso  dal  concorso  il
concorrente che si trovi almeno in una delle seguenti condizioni: 
        a) efficienza fisica: valutazione finale inferiore a 2/7,5; 
        b) efficienza  intellettiva:  punteggio  totale  inferiore  a
3/10; 
        c) giudizio psicoattitudinale: punteggio totale  inferiore  a
3/10  (punteggio  colloquio  individuale  +  punteggio  conferenza  o
intervista di gruppo. Il punteggio del colloquio non dovra'  comunque
essere inferiore a 3/10); 
        d) valutazione  complessiva:  punteggio  totale  inferiore  a
12,5/27,5 (efficienza fisica +  efficienza  intellettiva  +  giudizio
psicoattitudinale).