Avviso MINISTERO DELLA DIFESA Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 65 del 17-08-2018

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Avviso

Nota Bene: trattandosi di 'Avviso' la scadenza indicata non implica, in genere, la possibilità di presentare domanda ma solo la data fino alla quale questo testo sarà visibile nella banca dati.



Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Avviso
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 65 del 17-08-2018
Sintesi: MINISTERO DELLA DIFESA Avviso Modifica del decreto 3 agosto 2017 di indizione del bando di reclutamento, per il 2017, di millenovecentoventi volontari in ferma prefissata di un anno (VFP 1) nella Marina ...
Ente: MINISTERO DELLA DIFESA
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 21-08-2018
Condividi
Condividi tramite Google+

MINISTERO DELLA DIFESA

Avviso

Modifica del decreto 3 agosto 2017 di indizione del bando di reclutamento, per il 2017, di millenovecentoventi volontari in ferma prefissata di un anno (VFP 1) nella Marina militare.

 
                     IL VICE DIRETTORE GENERALE 
 
                           di concerto con 
 
                     IL VICE COMANDANTE GENERALE 
                del corpo delle capitanerie di porto 
 
    Visto il decreto legislativo 15 marzo 2010,  n.  66,  concernente
«Codice  dell'ordinamento  militare»   e   successive   modifiche   e
integrazioni; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 15  marzo  2010,
n. 90, recante  «Testo  unico  delle  disposizioni  regolamentari  in
materia  di  ordinamento   militare»   e   successive   modifiche   e
integrazioni; 
    Visto il decreto  interdirigenziale  n.  10  del  3  agosto  2017
emanato dalla Direzione generale per il personale militare (DGPM)  di
concerto con il Comando  generale  del  corpo  delle  capitanerie  di
porto, pubblicato  nella  Gazzetta  Ufficiale  -  4ª  Serie  speciale
«Concorsi ed esami» - n. 63 del 22 agosto 2017, con il quale e' stato
indetto, per il 2017, un bando di reclutamento di millenovecentoventi
volontari in ferma  prefissata  di  un  anno  (VFP  1)  nella  Marina
militare e successiva modifica; 
    Visto il foglio n. M_D MSTAT 0047423 del 12 giugno 2018, con  cui
lo Stato Maggiore della Marina ha chiesto di modificare, nei  termini
ivi indicati, il bando di reclutamento; 
    Ritenute condivisibili le proposte  di  modifica  avanzate  dallo
Stato Maggiore della Marina; 
    Tenuto  conto  che  l'art.  1,  comma  6   del   citato   decreto
interdirigenziale n. 10 del 3 agosto 2017 prevede la possibilita'  di
apportare modifiche al bando di reclutamento; 
    Visto il decreto del Ministro della  difesa  16  gennaio  2013  -
registrato alla Corte dei conti il 1°  marzo  2013,  registro  n.  1,
foglio n. 390,  concernente,  tra  l'altro,  struttura  ordinativa  e
competenze della DGPM; 
    Visto l'art. 1  del  decreto  dirigenziale  n.  156/2018  del  18
febbraio  2018  emanato  dal  Comando  generale   del   Corpo   delle
capitanerie di porto, con cui all'ammiraglio ispettore  (CP)  Antonio
Basile, quale Vice Comandante generale del Corpo delle capitanerie di
porto, e' stata conferita la delega  all'adozione,  di  concerto  con
autorita' di  pari  rango  della  DGPM  e  nei  casi  previsti  dalla
normativa vigente, di  taluni  atti  di  gestione  amministrativa  in
materia di  reclutamento  del  personale  militare  del  Corpo  delle
capitanerie di porto; 
    Visto l'art. 1 del decreto dirigenziale M_D GMIL REG2018  0392962
del 16 luglio 2018 emanato dalla DGPM, con cui gli e' stata conferita
la delega all'adozione, anche di concerto con autorita' di pari rango
del Corpo delle capitanerie di porto,  di  taluni  atti  di  gestione
amministrativa in materia d reclutamento del  personale  delle  Forze
Armate e dell'Arma dei Carabinieri; 
 
                              Decreta: 
 
                               Art. 1 
 
    L'art. 18 del decreto interdirigenziale n. 10 del 3  agosto  2017
e' cosi' sostituito: 
    «1. Mariscuola Taranto e' delegata dalla  DGPM  a  convocare  per
l'incorporazione presso le Mariscuole di Taranto  e  La  Maddalena  i
candidati  risultati  idonei   agli   accertamenti   psico-fisici   e
attitudinali da ammettere alla ferma prefissata di un anno sulla base
delle graduatorie di cui al precedente art. 15  fino  alla  copertura
dei posti previsti. 
    2. La convocazione e'  consegnata  agli  interessati  al  termine
degli accertamenti psico-fisici attitudinali ovvero e' effettuata con
le modalita' indicate nell'art. 5 e  contiene  la  data  e  l'ora  di
presentazione presso le Mariscuole per  la  frequenza  del  corso  di
formazione di base per VFP1. 
    3. Il mancato superamento del corso basico di formazione, salvo i
casi di infermita' dipendente d causa  di  servizio,  comportera'  il
proscioglimento dalla ferma da parte della DGPM,  su  proposta  della
Mariscuola di competenza. 
    4. I candidati dovranno presentare, entro il termine e secondo le
modalita' loro indicate  nella  convocazione,  a  pena  di  decadenza
dall'arruolamento,   l'autocertificazione,   redatta    conformemente
all'allegato E al presente  bando,  attestante  il  mantenimento  dei
requisiti dichiarati nella domanda di partecipazione. Tale  documento
sara' acquisito e inserito nel fascicolo personale dell'interessato a
cura delle Mariscuole. 
    I candidati vincitori per il settore  d'impiego  «CEMM  navale  e
CP», ai fini dell'attribuzione del  profilo  sanitario  eventualmente
ancora non definito per la  caratteristica  somato-funzionale  AV-EI,
dovranno  produrre  il  referto  rilasciato  da  struttura  sanitaria
pubblica, anche militare,  o  privata  accreditata  con  il  Servizio
sanitario nazionale in data non anteriore a sessanta giorni  rispetto
a quella di incorporazione, di analisi di laboratorio concernente  il
dosaggio quantitativo del G6PD, eseguito sulle emazie ed espresso  in
termini di percentuale di attivita' enzimatica. 
    I predetti  candidati  che  presenteranno  un  deficit  di  G6PD,
dovranno rilasciare la dichiarazione di ricevuta  informazione  e  di
responsabilizzazione,  redatta  conformemente   all'allegato   F   al
presente   bando,   tenuto   conto   che   per   la    caratteristica
somato-funzionale AV indipendentemente dal coefficiente assegnato, la
carenza accertata, totale o parziale dell'enzima G6PD -  fatto  salvo
quanto specificato al precedente art. 10, comma 7 - non  puo'  essere
motivo di esclusione, ai sensi dell'art.  1  della  legge  12  luglio
2010, n. 105, richiamata nelle premesse del bando. 
    5. I candidati convocati per l'incorporazione, nei numeri  e  con
le modalita' stabiliti  dal  presente  bando,  saranno  sottoposti  a
visita medica volta ad accertare il  mantenimento  dei  requisiti  di
idoneita' previsti. 
    6. I candidati incorporati saranno sottoposti  alle  vaccinazioni
obbligatorie previste dalla normativa sanitaria  in  ambito  militare
per il  servizio  in  patria  e  all'estero.  A  tal  fine,  dovranno
presentare all'atto dell'incorporazione: 
      il certificato  vaccinale  infantile  e  quello  relativo  alle
eventuali  vaccinazioni  effettuate  per  turismo  e  per   attivita'
lavorative pregresse; 
      in caso di assenza della  relativa  vaccinazione,  il  dosaggio
degli anticorpi per morbillo, rosolia e parotite. 
    Informazioni  in  ordine  agli  eventuali  rischi  derivanti  dal
protocollo  vaccinale  saranno  rese  ai  vincitori  incorporati  dal
personale sanitario di cui alla direttiva tecnica  14  febbraio  2008
della Direzione generale della sanita' militare,  recante  "Procedure
applicative e data di introduzioni delle schedule vaccinali  e  delle
altre misure di profilassi". 
    7. L'ammissione alla ferma prefissata di un anno decorrera',  per
gli effetti giuridici, dalla data di prevista incorporazione  e,  per
quelli amministrativi, dalla data di effettiva  presentazione  presso
le Mariscuole. I  candidati  che  non  si  presenteranno  nella  data
fissata nella  convocazione  saranno  considerati  rinunciatari  e  i
relativi posti saranno coperti secondo la procedura di  cui  all'art.
16. 
    8. Il personale incorporato sara' sottoposto ad addestramento per
l'impiego  in  operazioni  su  tutto  il   territorio   nazionale   e
all'estero. 
    9. La DGPM determinera', con decreto interdirigenziale emanato di
concerto con il Comando  generale  del  Corpo  delle  capitanerie  di
porto, l'ammissione degli incorporati alla  ferma  prefissata  di  un
anno nella Marina militare -  con  riserva  dell'accertamento,  anche
successivo,  del  possesso  dei  requisiti  di  partecipazione   alla
procedura di reclutamento - suddivisi in base ai  settori  d'impiego.
In particolare,  per  i  settori  d'impiego  "CEMM  navale  e  CP"  e
"Componente aeromobili" gli incorporati saranno ripartiti tra CEMM  e
CP  e  nelle  relative  categorie/specialita'/abilitazioni,  in  base
all'assegnazione operata dalla commissione di cui all'art.  8,  comma
1, lettera e). 
    10.  I  candidati  provenienti  dal  congedo  incorreranno  nella
perdita del grado precedentemente rivestito a decorrere dalla data di
incorporazione.». 
                               Art. 2 
 
    L'art. 19, comma 1, del decreto interdirigenziale  n.  10  del  3
agosto 2016 e' cosi' sostituito: 
    «I vincitori per i  settori  d'impiego  delle  Forze  speciali  e
componenti specialistiche sono convocati per la frequenza  del  corso
di formazione di base per VFP 1 con  il  3°  incorporamento  (per  il
settore d'impiego "CEMM anfibi" anche con il 4° incorporamento). 
    Il mancato superamento del corso basico di  formazione,  salvo  i
casi di infermita' dipendente da causa di  servizio,  comportera'  il
proscioglimento dalla ferma da della DGPM, su proposta di  Mariscuola
di competenza. 
    Al termine di detto corso, della durata di circa 8  settimane,  i
VFP 1 idonei sono avviati presso le  Scuole  dei  rispettivi  settori
d'impiego  per  la  frequenza  dei  seguenti   corsi   specialistici,
propedeutici  all'acquisizione   della   categoria/specialita',   che
avverra' solo in seguito  all'ammissione  alla  eventuale  successiva
ferma prefissata quadriennale: 
      corso propedeutico incursore - fase 1, della durata di circa  7
mesi; 
      corso propedeutico palombaro - fase 1, della durata di circa  7
mesi; 
      corso di abilitazione anfibia, della durata di 13 settimane; 
      corso propedeutico componente aeromobili, della durata di circa
sei mesi; 
      corso di abilitazione sommergibilista, della  durata  di  circa
sei mesi.». 
    Il presente decreto sara' sottoposto al controllo ai sensi  della
normativa  vigente  e  pubblicato  nella  Gazzetta  Ufficiale   della
Repubblica italiana. 
      Roma, 2 agosto 2018 
 
                               Il Vice direttore generale: Montemagno 
Il Vice comandante generale: Basile