Concorso per 2 praticanti avvocati (piemonte) AZIENDA OSPEDALIERA CITTA' DELLA SALUTE E DELLA SCIENZA DI TORINO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti 2
Fonte: DIR N. 15 del 21-02-2018
Sintesi: AZIENDA OSPEDALIERA CITTA' DELLA SALUTE E DELLA SCIENZA DI TORINO Concorso (Scad. 3 aprile 2018) Avviso pubblico per la ricerca di n. 2 Praticanti Avvocato interessati a svolgere la pratica Forense presso l'Azienda ...
Ente: AZIENDA OSPEDALIERA CITTA' DELLA SALUTE E DELLA SCIENZA DI TORINO
Regione: PIEMONTE
Provincia: TORINO
Comune: TORINO
Data di pubblicazione 22-02-2018
Data Scadenza bando 03-04-2018
Condividi
Condividi tramite Google+

AZIENDA OSPEDALIERA CITTA' DELLA SALUTE E DELLA SCIENZA DI TORINO

Concorso (Scad. 3 aprile 2018)

Avviso pubblico per la ricerca di n. 2 Praticanti Avvocato interessati a svolgere la pratica Forense presso l'Azienda Ospedaliero-Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino.


In esecuzione della deliberazione del Commissario n.79/2018 del 24.01.2018, è indetto pubblico avviso per la ricerca di n. 2 praticanti Avvocato in possesso dei requisiti prescritti per l'iscrizione al Registro dei Praticanti tenuto dagli Ordini degli Avvocati della Regione Piemonte, ai sensi dell'art. 17 della legge 31.12.2012, n. 247, da inserire presso la Struttura Complessa “Affari Legali” dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino.
Il periodo di pratica prevede lo svolgimento delle seguenti attività: assistenza udienze, predisposizione degli atti giudiziali e stragiudiziali, analisi dei quesiti, ricerca e redazione pareri mediante:
· utilizzo di sistemi informatici, telematici e cartacei;
· affiancamento a più avvocati interni alla struttura;
· collaborazione con gli uffici per gli adempimenti esterni presso uffici giudiziari;
· partecipazione a riunioni con uffici interni all’Ente;
· partecipazione alle udienze.
Il periodo di praticantato da svolgere presso questa Azienda, non può essere superiore a 12 mesi, rispetto al tempo minimo richiesto di diciotto mesi, per essere ammessi agli esami per l'iscrizione nell'albo professionale. L'Azienda può interrompere lo svolgimento della pratica in qualsiasi momento, sia per sopravvenuti mutamenti organizzativi sia su indicazione degli avvocati interni affidatari, qualora il praticante non garantisca un impegno costante o si dimostri negligente.
L’impegno minimo richiesto è pari a 30 ore settimanali, con orario giornaliero articolato secondo le attività della Struttura Complessa “Affari Legali”.
Ai praticanti verrà riconosciuto un compenso di complessivi euro 454,55=. mensili al lordo delle imposte eventualmente dovute, quale rimborso spese, trascorsi i primi sei mesi di tirocinio, computando anche quelli eventualmente svolti presso altri Enti pubblici e/o Studi Legali.
COSTITUISCONO TITOLI PREFERENZIALI
1. Se già iscritti nel registro speciale dei praticanti presso il Consiglio dell'Ordine non avere un'anzianità di iscrizione superiore a 6 mesi.
2. Età non superiore a 28 anni
3. Diploma di Laurea in Giurisprudenza con votazione non inferiore a 100/110
4. Conoscenze specifiche: Conoscenza pacchetto Office (in particolare Word) e conoscenza di internet per ricerche normative e giurisprudenziali.
5. Aver discusso la tesi nel campo del diritto amministrativo, diritto del lavoro, diritto civile (in particolare nell'ambito sanitario), diritto processuale amministrativo o diritto processuale civile.
I requisiti per ottenere l'ammissione alla selezione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel bando per la presentazione della domanda.
DOMANDA DI PARTECIPAZIONE
Gli interessati possono partecipare alla selezione inviando la propria domanda di candidatura entro il 3 APRILE 2018, termine di scadenza del presente avviso, firmata, scannerizzata in formato PDF ed inviata – unitamente alla copia, in formato PDF, sia di un valido documento di riconoscimento, sia di un curriculum vitae et studiorum da sottoscriversi a cura dell’interessato - tramite PEC - all'indirizzo protocollo@pec.cittadellasalute.to.it -, specificando nell'oggetto “BANDO PER LA PARTECIPAZIONE ALLA SELEZIONE PER LA PRATICA FORENSE PRESSO L'AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CITTA' DELLA SALUTE E DELLA SCIENZA DI TORINO” oppure a mezzo raccomandata postale con avviso di ricevimento, al seguente indirizzo:
Azienda Ospedaliero-Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino
Struttura Complessa “Affari Legali”
Corso Bramante 88
10126 Torino
Non saranno accettate domande consegnate manualmente.
Per quanto riguarda le domande spedite a mezzo raccomandata postale farà fede il timbro a data dell'Ufficio Postale accettante. Il termine di scadenza è perentorio.
Pertanto le domande e/o la relativa documentazione inoltrate oltre a tale termine saranno inammissibili, così come l'eventuale riserva di successivo invio di documenti è priva di effetto.
L’Amministrazione non si assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni a seguito di inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente oppure la mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, nè per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a terzi, a caso fortuito o a forza maggiore.
Nella domanda di partecipazione il candidato - consapevole che in caso di falsa dichiarazione, ai sensi dell’art.76 del D.P.R. 445/2000 e s.m.i., verranno applicate le sanzioni previste dal Codice Penale e che, ai sensi dell’art.75 del citato D.P.R. 445/2000 e s.m.i., decadrà dal beneficio ottenuto con la dichiarazione non veritiera - deve dichiarare:
a) cognome e nome;
b) luogo e data di nascita;
c) la propria residenza;
d) codice fiscale;
e) il possesso dei requisiti necessari per l’iscrizione al Registro dei Praticanti tenuto dagli Ordini degli Avvocati della Regione Piemonte ai sensi dell'art. 17 della legge 31.12.2012, n. 247;
f) l’eventuale periodo di praticantato già avviato;
g) recapito cui indirizzare le eventuali comunicazioni.
La mancanza della firma in calce alla domanda e/o della copia di un documento di identità personale in corso di validità, comporta l’esclusione dalla selezione.
Alla domanda, debitamente datata e sottoscritta, deve essere altresì allegato un curriculum vitae et studiorum da sottoscriversi a cura dell’interessato.
MODALITA' DI SVOLGIMENTO DELLA SELEZIONE
La selezione sarà effettuata dall'avvocato direttore della S.C. Affari Legali o suo delegato ed avverrà sulla base di un colloquio volto ad identificare l'attitudine del candidato a svolgere attività di praticante avvocato, anche sulla base della disponibilità offerta in relazione allo svolgimento della collaborazione, all'impegno richiesto ed alla motivazione del candidato a svolgere l'attività presso questa Azienda. Il colloquio avrà lo scopo di verificare inoltre, oltre alla conoscenza della lingua italiana sia scritta che orale, la padronanza delle materie consistenti titolo preferenziale, ove dichiarate (diritto amministrativo, diritto del lavoro, diritto civile, diritto processuale amministrativo o diritto processuale civile) e di valutare eventuali altre esperienze lavorative o titoli di studio indicati nel curriculum.
Il diario e la sede dei colloqui saranno comunicati agli interessati al recapito indicato nella domanda.
In ogni caso, la procedura di selezione non darà luogo alla formazione di alcuna graduatoria, ma avrà lo scopo di determinare l'ordine di preferenza per l'inserimento dei candidati ritenuti più idonei. L'Azienda si riserva di utilizzare la rosa di idonei così formatasi al fine di procedere all'individuazione di un nuovo praticante, per il periodo residuo, nell'ipotesi in cui il precedente rapporto di praticantato dovesse cessare per qualunque causa.
Lo svolgimento dell'attività di pratica professionale non determina l'instaurazione di alcun rapporto di lavoro subordinato ovvero autonomo, e pertanto lo stesso non dà luogo a valutazioni ai fini di carriere giuridiche ed economiche, né a riconoscimenti automatici a fini previdenziali.
E' riconosciuta ad ambo le parti la facoltà di recedere dal rapporto di praticantato previo avviso di almeno 30 giorni.
Il presente avviso sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte, al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Torino, all’Ufficio Job Placement dell’Università degli Studi di Torino e all’Albo Pretorio on-line di questa Azienda.
Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. n.196/2003, si informa che il trattamento dei dati personali che verranno comunicati all'Azienda è unicamente finalizzato all'espletamento della presente procedura. Il candidato consente che il Responsabile del trattamento dei dati personali utilizzi i dati dello stesso per le finalità di cui sopra.
Per chiarimenti rivolgersi alla Struttura Complessa “Affari Legali” dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino, Corso Bramante 88, 10126 Torino (tel. 011 633 1856).
Il testo integrale del bando di che trattasi sarà disponibile sul sito internet www.cittadellasalute.to.it (alla voce “Bandi di gara e avvisi” sezione “Concorsi e Mobilità”).
Torino, lì 02.02.2018.
IL COMMISSARIO
(Avv. Gian Paolo ZANETTA)