.

Concorso per 2 istruttori tecnici (umbria), 1 istruttore amministrativo area amministrativa (umbria) A.DI.S.U. - AGENZIA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DELL'UMBRIA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 3
Fonte: DIR N. 8 del 29-01-2018
Sintesi: A.DI.S.U. - AGENZIA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DELL'UMBRIA Mobilità (Scad. 1 marzo 2018) Avviso pubblico di mobilità volontaria esterna (ex art. 30 del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i.) rivolto al personale delle ...
Ente: A.DI.S.U. - AGENZIA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DELL'UMBRIA
Regione: UMBRIA
Provincia: PERUGIA
Comune: PERUGIA
Data di pubblicazione 30-01-2018
Data Scadenza bando 01-03-2018
Condividi
Condividi tramite Google+

A.DI.S.U. - AGENZIA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DELL'UMBRIA

Mobilità (Scad. 1 marzo 2018)

Avviso pubblico di mobilità volontaria esterna (ex art. 30 del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i.) rivolto al personale delle pubbliche Amministrazioni di cui all’art. 1 comma 2 del D.Lgs. n. 165/2001 per n. 3 posti a tempo pieno e indeterminato di categoria C di cui n. 1 posto nel profilo professionale di istruttore amministrativo e n. 2 posti nel profilo professionale di istruttore tecnico - CCNL Regioni e Autonomie locali.


Il Dirigente del Servizio Organizzazione e gestione risorse umane, finanziarie e servizi comuni
Visto il testo vigente dei seguenti atti normativi:
• D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165 - Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche;
• D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 -Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa;
• D.Lgs. 11 aprile 2006, n. 198 - Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, a norma dell'articolo 6 della L. 28 novembre 2005, n. 246;
• Legge regionale 28 marzo 2006, n. 6 ;
Visto il Piano dei fabbisogni di personale 2017-2019 adottato con Decreto del Commissario straordinario n. 100 del 26/10/2017 a seguito dell’approvazione da parte della Regione Umbria – Giunta regionale con D.G.R. n. 1228 del 23/10/2017;
RENDE NOTO
Art. 1
Posizioni da ricoprire
1. E’ indetta una procedura di mobilità volontaria mediante trasferimento da altra pubblica amministrazione, ai sensi dell'art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001 e s.m.i., per la copertura di n. 3 posti a tempo pieno e indeterminato di categoria C del CCNL Regioni e Autonomie locali, di cui n. 1 posto nel profilo professionale di istruttore amministrativo destinato al “Servizio Organizzazione e gestione risorse umane, finanziarie e servizi comuni” e n. 2 posti nel profilo professionale di istruttore tecnico destinati al “Servizio lavori, sicurezza, provveditorato e patrimonio”, con assegnazione presso la sede dell’ADiSU sita in Via Benedetta, 14 – 06123 Perugia, per lo svolgimento delle seguenti funzioni:
• istruttore amministrativo: attività amministrativa relativa alla gestione dei flussi documentali e deliberativi;
• istruttore tecnico: gestione tecnica e amministrativa delle procedure di affidamento ed esecuzione dei contratti di lavori pubblici e di forniture di beni e servizi ai sensi della vigente normativa (D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i.).
2. Ai sensi dell’art. 27 del D.Lgs. 198/2006, le posizioni si intendono riferite ad aspiranti dell'uno e dell'altro sesso.
Art. 2
Requisiti per l'ammissione
1. Alla procedura possono partecipare i candidati dipendenti pubblici che, alla data di scadenza del presente avviso, sono in possesso dei seguenti requisiti:
• essere dipendenti con rapporto di lavoro subordinato a tempo pieno e indeterminato di una delle pubbliche amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2 del D.Lgs. n. 165/2001;
• essere inquadrati nella categoria C del CCNL Regioni o Autonomie locali o categoria corrispondente di altro comparto di contrattazione pubblica, nei profili professionali di istruttore amministrativo e di istruttore tecnico per i rispettivi posti o profili professionali corrispondenti o equivalenti a quelli dei posti da ricoprire;
• aver superato il periodo di prova presso l’amministrazione di appartenenza;
• non avere procedimenti disciplinari in corso e/o non aver avuto sanzioni disciplinari nell’ultimo biennio antecedente alla data di scadenza del presente avviso;
• non aver riportato condanne penali che possano impedire, secondo le norme vigenti, l’instaurarsi del rapporto di impiego e/o non avere procedimenti penali in corso.
2. L’ammissione alla procedura è disposta con riserva dell’accertamento del possesso dei requisiti stabiliti nel presente avviso. La mancanza dei requisiti sopra indicati comporta, in qualunque momento, l’esclusione dalla procedura, la quale viene disposta con atto motivato del dirigente del “Servizio Organizzazione e gestione risorse umane, finanziarie e servizi comuni” e comunicata agli interessati con le modalità di cui all’art. 6, comma 5.
3. Documentate esigenze di ricongiunzione del proprio nucleo familiare costituiscono titolo di preferenza, a parità di punteggio, come indicato all’art. 7.
Art. 3
Presentazione della domanda
1. La domanda di partecipazione, con allegati il curriculum professionale e copia di un documento di identità in corso di validità, deve essere datata e firmata, compilata su carta semplice secondo lo schema esemplificativo (Allegato 1) - reperibile nel sito istituzionale dell’Agenzia www.adisupg.gov.it – canale Concorsi pubblici), indirizzata al dirigente del “Servizio Organizzazione e gestione risorse umane, finanziarie e servizi comuni” e f atta pervenire, con le modalità di cui al comma 2, all’ADiSU - Agenzia per il diritto allo studio universitario dell’Umbria - Via Benedetta n. 14, 06123 Perugia - entro il termine perentorio di trenta giorni decorrenti dal giorno successivo a quello di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Umbria (BUR Umbria) – serie Avvisi e concorsi. Qualora il termine cada in un giorno festivo, la scadenza è prorogata al primo giorno lavorativo successivo.
2. La domanda di partecipazione deve essere presentata con una delle seguenti modalità:
a) consegnata a mano, in busta chiusa con la dicitura esterna “Avviso di mobilità per posti di categoria C a tempo pieno e indeterminato”, presso l'ufficio protocollo dell’ADiSU - Agenzia per il diritto allo studio universitario dell’Umbria - Via Benedetta n. 14, 06123 - Perugia (dal lunedì al venerdì: dalle ore 9 alle ore 13; il martedì e il giovedì: dalle ore 15 alle ore 17). La data di presentazione è stabilita dal timbro apposto sulla domanda dall'ufficio protocollo ricevente;
b) inviata per posta, in busta chiusa con la dicitura esterna “Avviso di mobilità per posti di categoria C a tempo pieno e indeterminato”, mediante raccomandata con avviso di ricevimento. La data di presentazione è stabilita dal timbro dell’ufficio postale accettante;
c) inviata all’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) adisu@pec.it esclusivamente dall’indirizzo di PEC rilasciato personalmente al candidato, tramite messaggio avente come oggetto “Avviso di mobilità per posti di categoria C a tempo pieno e indeterminato”. Non sono ammesse d omande trasmesse per conto di soggetti non titolari di PEC. La data e l’ora di presentazione sono stabilite dalla data e ora di trasmissione del messaggio di posta elettronica certificata.
3. La domanda deve essere sottoscritta dal candidato, pena l'esclusione, mediante I'apposizione di firma autografa. Ai sensi dell'art. 39 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445, non è richiesta I'autenticazione della firma. L’invio della domanda attraverso la posta elettronica certificata (PEC) personale assolve all’obbligo della firma, purché sia allegata copia in formato PDF del documento d’identità personale in corso di validità, a pena di nullità.
4. Alla domanda di mobilità dovrà essere allegata la seguente documentazione:
• dettagliato curriculum professionale, preferibilmente in formato europeo;
• copia fotostatica non autenticata di un documento d’identità personale in corso di validità, pena l’esclusione dalla procedura.
5. L'Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione delle domande o di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione, né per eventuali disguidi postali, telematici o comunque imputabili a fatti di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
6. Nella domanda di partecipazione il candidato deve dichiarare, sotto la propria responsabilità, ai sensi e per gli effetti delle norme sull'autocertificazione (articoli 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000) e con le responsabilità penali di cui all’art. 76 del D.P.R. n. 445/2000:
a) cognome e nome, data e luogo di nascita, codice fiscale, numeri di telefono, indirizzo di residenza e recapito per le comunicazioni relative alla procedura, se diverso da quello di residenza (impegnandosi a comunicare tempestivamente eventuali variazioni degli stessi);
b) l'attuale ente di appartenenza, la categoria di inquadramento con indicazione della posizione economica, il profilo professionale, l'ufficio di assegnazione e le attività lavorative svolte;
c) il titolo di studio posseduto e le eventuali qualifiche professionali, abilitazioni;
d) di non avere procedimenti disciplinari in corso e/o non aver avuto sanzioni disciplinari nell’ultimo biennio antecedente alla data di scadenza del presente avviso;
e) di non aver riportato condanne penali che possano impedire, secondo le norme vigenti, l’instaurarsi del rapporto di impiego e/o non avere procedimenti penali in corso;
f) la conoscenza di una lingua straniera (tra inglese, francese, spagnolo o tedesco);
g) la conoscenza delle applicazioni informatiche più diffuse (word, excel, internet, posta elettronica);
h) le motivazioni della partecipazione alla presente procedura e l’eventuale diritto a preferenza a parità di punteggio per documentate esigenze di ricongiunzione del proprio nucleo familiare.
7. La sottoscrizione delle dichiarazioni contenute nella domanda e nel curriculum vale come dichiarazione sostitutiva di certificazione o dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi e per effetti degli art. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000; nel caso di falsità in atti e dichiarazioni mendaci si applicano le sanzioni penali ai sensi dell’art. 76 del citato D.P.R. n. 445/2000. Le dichiarazioni devono essere rese in modo chiaro, esatto e completo, indicando tutte le circostanze e informazioni idonee a dare certezza del relativo contenuto e a consentire i successivi controlli di veridicità.
Art. 4
Cause di esclusione
1. Sono esclusi dalla presente procedura i candidati che non dichiarino il possesso di tutti i requisiti per l'ammissione di cui all'art. 2 del presente avviso, i candidati la cui domanda di partecipazione sia pervenuta oltre il termine di cui all'art. 3 o risulti priva di firma o sprovvista di copia di un documento di identità in corso di validità.
Art. 5
Commissioni
1. La valutazione delle domande presentate è effettuata due apposite Commissioni distinte per profilo professionale, nominate con successivo Decreto del Commissario straordinario e composte da un Dirigente dell’Agenzia con funzioni di presidente e da altri due dipendenti dell'Agenzia inquadrati in categoria D o di qualifica dirigenziale, di cui uno con funzioni di segretario.
Art. 6
Modalità di valutazione
1. La selezione dei candidati avviene mediante valutazione dell'esperienza professionale desumibile dalla domanda e dal curriculum, in relazione al posto da ricoprire, fatta salva la facoltà di procedere ad un eventuale colloquio volto ad integrare tali elementi di valutazione. Alla convocazione dei candidati per l'eventuale colloquio si procede con le modalità di cui al comma 5. Il candidato che non si presenti al colloquio nel giorno stabilito, senza giustificato motivo, o alla nuova data stabilita dalla Commissione in caso di assenza giustificata, si considera rinunciatario e viene escluso dalla procedura.
2. Per la valutazione di cui al comma 1, la Commissione tiene conto dei seguenti elementi:
a) preparazione professionale specifica in relazione al posto da ricoprire desumibile da esperienze professionali, quantità e qualità dei servizi prestati, titoli di studio e professionali prioritariamente attinenti alle funzioni da svolgere (lauree, diplomi, master, specializzazioni, abilitazioni professionali), corsi di perfezionamento ed aggiornamento;
b) conoscenza della normativa del settore di riferimento, nonché delle tecniche di lavoro o delle procedure necessarie per lo svolgimento delle attribuzioni o funzioni proprie del posto da ricoprire;
c) grado di autonomia nell’esecuzione delle attribuzioni e/o del lavoro;
d) possesso dei requisiti attitudinali aderenti al posto da ricoprire.
3. La Commissione esprime la propria valutazione con un punteggio non superiore a 30 punti.
Conseguono l’idoneità i candidati che ottengono una valutazione pari ad almeno 21 punti.
4. Le valutazioni della Commissione sono insindacabili.
5. Le comunicazioni relative alla presente procedura e le determinazioni assunte con apposito atto del Dirigente del “Servizio Organizzazione e gestione risorse umane, finanziarie e servizi comuni” sono rese note mediante pubblicazione nel sito internet istituzionale dell’ADiSU, all'indirizzo www.adisupg.gov.it - canale Concorsi pubblici. Nel caso in cui pervenga un numero ridotto di domande, l'amministrazione può decidere di inviare nominativamente le comunicazioni mediante raccomandata con avviso di ricevimento o tramite messaggio di posta elettronica certificata per i candidati che abbiano optato per tale modalità di trasmissione della domanda.
Art. 7
Esito della procedura
1. La Commissione, nel caso in cui ritenga di avere adeguatamente riscontrato il possesso dei requisiti attitudinali e professionali richiesti per il posto da ricoprire, forma la graduatoria dei candidati che hanno conseguito l'idoneità, con l’indicazione del punteggio attribuito a ciascun candidato, secondo l’ordine risultante dal punteggio stesso.
2. A parità di punteggio precede il candidato con documentate esigenze di ricongiunzione del proprio nucleo familiare e, in caso di ulteriore parità, il più giovane d’età.
3. La validità della graduatoria di cui al comma 1 cessa con l’espletamento della procedura.
4. Ferme restando le responsabilità penali secondo quanto previsto dall'art. 76 del D.P.R. n. 445/2000, qualora dai controlli emerga la non veridicità del contenuto della domanda o dei documenti eventualmente prodotti, il candidato decadrà dai benefici conseguiti per effetto del provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.
Art. 8
Presa di servizio
1. Il candidato eventualmente prescelto è invitato, entro il termine indicato dall'Agenzia, a produrre il nulla osta al trasferimento rilasciato dall’amministrazione di appartenenza ed è convocato, previa verifica della veridicità dei titoli dichiarati, per sottoscrivere il contratto individuale di lavoro a tempo pieno e indeterminato in base al CCNL del comparto Regioni e Autonomie locali. Trascorso inutilmente tale termine, l'ente è legittimato a non dar corso all'assunzione proposta e procede allo scorrimento dell’eventuale graduatoria. Il dipendente trasferito è inquadrato nei profili professionali indicati dall’avviso nella categoria C del CCNL comparto Regioni e Autonomie locali, con attribuzione della posizione economica corrispondente a quella posseduta presso l'amministrazione di provenienza, ed è assegnato alla struttura di destinazione.
2. Lo stesso dipendente deve prendere servizio nella sede assegnata entro il termine fissato nella relativa comunicazione, salvo giustificato motivo. L'inosservanza del termine assegnato equivale a rinuncia.
Art. 9
Trattamento dei dati personali
1. Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 30/06/2003, n. 196 si informa che i dati personali forniti dai candidati, o comunque acquisiti dall'amministrazione ai fini della presente procedura, sono raccolti presso il “Servizio Organizzazione e gestione risorse umane, finanziarie e servizi comuni” dell’ADiSU, per le finalità di gestione della procedura e per l'eventuale instaurazione del rapporto di lavoro. I dati sono trattati, ai sensi della disciplina in materia di protezione dei dati personali, anche con I'ausilio di procedure informatiche e conservati su supporti cartacei e informatici. Le stesse informazioni possono essere oggetto di comunicazione ad altra pubblica amministrazione in adempimento di obblighi di legge.
2. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini dell'ammissione alla presente procedura e della valutazione di cui all'art. 6, pena l'esclusione. I candidati, in qualità di interessati, godono dei diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. n.196/2003, tra i quali il diritto di accesso ai propri dati, il diritto di far aggiornare, completare, rettificare i dati personali erronei.
3. I candidati si impegnano a comunicare tempestivamente, entro la conclusione della procedura concorsuale, eventuali variazioni dei dati anagrafici dichiarati.
4. Il titolare del trattamento dei dati è il Commissario straordinario dell’Agenzia e il responsabile è il Dirigente del “Servizio Organizzazione e gestione risorse umane, finanziarie e servizi comuni”.
Art. 10
Norme di rinvio
1. Per quanto non espressamente indicato nel presente avviso, si fa richiamo alle normative statali, regionali e contrattuali vigenti.
Art. 11
Disposizioni finali
1. L'amministrazione si riserva, per motivate ragioni di pubblico interesse, la facoltà di prorogare o riaprire i termini, modificare, sospendere, ritirare, revocare in qualsiasi momento il presente avviso di mobilità senza che i candidati possano, per questo, vantare diritti nei confronti dell'ente.
2. L'amministrazione si riserva, comunque, la possibilità di non procedere alla copertura dei posti mediante la presente procedura, qualora dall'esito della valutazione di cui all'art. 6, non si rilevi la professionalità, la preparazione, l'esperienza e l’attitudine necessarie per I'assolvimento delle specifiche funzioni richieste dalla qualifica da ricoprire.
3. Il “Servizio Organizzazione e gestione risorse umane, finanziarie e servizi comuni” è l'unità organizzativa responsabile per ogni adempimento previsto per I'espletamento della presente procedura. Per eventuali chiarimenti ed informazioni, gli interessati potranno rivolgersi alla struttura suddetta (tel. 0754693245 - 0754693240) dell’ADiSU, Via Benedetta n. 14, 06123 - Perugia.
4. Il presente avviso è pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Umbria (BUR Umbria) – serie Avvisi e concorsi e nel sito internet istituzionale dell’ADiSU, all'indirizzo www.adisupg.gov.it - canale Concorsi pubblici.
Perugia,
IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO
Organizzazione e gestione risorse umane, finanziarie e servizi comuni
Stefano Capezzali