.

Concorso per 1 dirigente di seconda fascia (lombardia) UNIVERSITA' DI MILANO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 96 del 19-12-2017
Sintesi: UNIVERSITA' DI MILANO Concorso (Scad. 18 gennaio 2018) Concorso pubblico, per esami, ad un posto di dirigente di seconda fascia, con rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, presso la direzione patrimonio ...
Ente: UNIVERSITA' DI MILANO
Regione: LOMBARDIA
Provincia: MILANO
Comune: MILANO
Data di pubblicazione 19-12-2017
Data Scadenza bando 18-01-2018
Condividi
Condividi tramite Google+

UNIVERSITA' DI MILANO

Concorso (Scad. 18 gennaio 2018)

Concorso pubblico, per esami, ad un posto di dirigente di seconda fascia, con rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, presso la direzione patrimonio immobiliare - codice 18947.

 
    E' indetto un concorso  pubblico,  per  esami,  ad  un  posto  di
dirigente di seconda fascia, con rapporto  di  lavoro  subordinato  a
tempo indeterminato, presso la Direzione patrimonio immobiliare. 
Competenze e professionalita' specifiche del ruolo 
    La figura professionale richiesta dovra': 
      fornire supporto tecnico specialistico alla Direzione  generale
e agli organi di governo per la predisposizione  del  Piano  edilizio
pluriennale, per  la  valutazione  tecnica  ed  economico-finanziaria
delle opere da realizzare e degli investimenti per nuove acquisizioni
e adeguamenti del patrimonio esistente, per  la  predisposizione  del
programma annuale  e  triennale  e  per  la  valutazione  tecnica  ed
economica degli interventi di manutenzione; 
    coordinare e controllare la programmazione annuale,  la  gestione
dei progetti, dei  contratti  di  realizzazione  delle  opere  e  dei
contratti di manutenzione,  nonche'  le  attivita'  connesse  con  la
gestione del patrimonio immobiliare dell'Universita' verificandone il
rispetto dei criteri di assegnazione e  il  corretto  utilizzo  degli
spazi; 
    definire e verificare gli standard qualitativi  e  di  efficienza
dei servizi manutentivi e delle relative procedure di intervento e di
decentramento sul territorio; 
    programmare il budget e attuare il controllo della  gestione  dei
fondi assegnati per gli interventi  di  realizzazione,  acquisizione,
adeguamento e manutenzione degli immobili e dei relativi  impianti  e
approvvigionamento di arredi  e  attrezzature  per  la  funzionalita'
degli stessi; 
    indirizzare e coordinare le trattative immobiliari, supportare  i
rapporti tecnici e contrattuali con i professionisti e con le imprese
esterne incaricate della realizzazione di progetti, commesse edilizie
e manutenzione; 
    coordinare, le attivita' della direzione con quelle connesse  e/o
interfacciate con altre  strutture,  assicurando  la  sinergia  delle
competenze  e  l'integrazione  delle  attivita'  e  delle  componenti
accademiche; 
    individuare gli incarichi di responsabile  del  procedimento  per
l'attuazione dei programmi di sviluppo edilizio di  competenza  della
Direzione, le  opportune  azioni  di  supervisione  e  controllo  dei
procedimenti amministrativi e  tecnici,  del  Piano  edilizio  e  dei
programmi di attivita' assegnati e dei relativi progetti attuativi; 
    coordinare i settori, assegnare gli obiettivi ai responsabili dei
settori, verificandone periodicamente i risultati e  l'andamento  dei
progetti e dei contratti, gestire il personale assegnato e verificare
la correttezza dei processi tecnici e amministrativi di competenza; 
      curare  lo  sviluppo  delle  risorse  umane  e  delle  relative
competenze, promuovendo, di concerto con i capi settore, il  costante
aggiornamento, la formazione continua e la crescita professionale; 
      partecipare  alle  procedure  di  affidamento  dei  servizi  in
appalto e al controllo dei lavori nonche' alla gestione economica dei
contratti; 
      gestire il sistema di qualita'  dei  processi  in  carico  alla
Direzione. 
    In particolare la professionalita'  richiesta  dovra'  essere  in
possesso delle seguenti competenze/esperienze: 
      esperienza nella conduzione e gestione di una struttura tecnica
complessa, sia dal punto di vista  organizzativo  sia  dal  punto  di
vista tecnico; 
      comprovate  competenze  di  carattere   multidisciplinare   con
particolare riferimento alla capacita' di leadership e di gestione  e
coordinamento di un numero elevato di risorse umane; 
      esperienza di gestione di tutte le attivita' propedeutiche alla
realizzazione di opere edili, con particolare riferimento al  settore
dell'edilizia universitaria  e  alla  conservazione  e  gestione  del
patrimonio immobiliare dell'Ente; 
      competenze  di  organizzazione,   gestione   e   programmazione
finanziaria, necessarie al funzionamento  di  una  struttura  tecnica
complessa,  con  gestione  di  un  budget  annuale  complessivo   per
impiantistica e manutenzione di almeno € 40.000.000 e  di  un  budget
finalizzato alla realizzazione di opere,  direzione  e  coordinamento
lavori per almeno € 80.000.000; 
      competenze e esperienza di attivita' di  Project  Management  e
responsabile del procedimento,  per  la  realizzazione  di  opere  di
elevata complessita' architettonica, tecnica e funzionale; 
      capacita' di  analisi,  pianificazione  e  realizzazione  degli
obiettivi di progetto, gestione dell'intero processo e  di  tutte  le
fasi evolutive  nel  rispetto  dei  vincoli  imposti  (tempi,  costi,
risorse, qualita', normativa di riferimento); 
      competenze e esperienza di gestione in  qualita'  di  tutto  il
processo  realizzativo  e  gestionale   delle   opere   di   edilizia
(programmazione, progettazione,  realizzazione  e  manutenzione)  nel
rispetto delle norme UNI ISO 9001:2008; 
      capacita' tecnica organizzativa e di vigilanza in attivita'  di
progettazione e realizzazione di  opere  di  edilizia  universitaria,
acquisite a seguito di attivita' professionale; 
      conoscenza approfondita e specifica delle  norme  giuridiche  e
tecniche  contenute  nel  Codice  dei  contratti  pubblici  e   delle
direttive  ANAC  relative  all'edilizia  pubblica,  con   particolare
riferimento al contesto universitario; 
      conoscenza delle  disposizioni  che  regolano  la  contabilita'
economico-patrimoniale nel settore universitario; 
      ottima  conoscenza  delle  principali  procedure   informatiche
inerenti l'area di competenza; 
      conoscenza della lingua inglese professionale. 
    Per  l'ammissione  al  concorso  e'  richiesto  il  possesso  dei
seguenti requisiti: 
      a) i candidati  devono  possedere  uno  dei  titoli  di  studio
riportati nella seguente tabella  in  applicazione  del  D.I.  del  9
luglio 2009: 
 
=====================================================================
| Diploma di laurea |                   |                           |
|conseguito secondo |                   |                           |
|   le modalita'    |   ovvero laurea   |                           |
|    precedenti     |   specialistica   |                           |
|l'entrata in vigore|conseguita ai sensi| ovvero laurea magistrale  |
|    del D.M. n.    |    del D.M. n.    |  conseguita ai sensi del  |
|  509/19999 e del  |  509/1999 della   |  D.M. n. 270/2004 della   |
| D.M. n. 270/2004: |      classe:      |          classe:          |
+===================+===================+===========================+
|                   |3/S Architettura   |LM-3 Architettura del      |
|                   |del paesaggio 4/S  |paesaggio LM-4 Architettura|
|                   |Architettura e     |e ingegneria               |
|Architettura       |ingegneria edile   |edile-architettura         |
+-------------------+-------------------+---------------------------+
|                   |                   |LM-23 Ingegneria civile    |
|                   |                   |LM-24 Ingegneria dei       |
|                   |28/S Ingegneria    |sistemi edilizi LM-26      |
|Ingegneria civile  |civile             |Ingegneria della sicurezza |
+-------------------+-------------------+---------------------------+
 
    Per i titoli di studio  conseguiti  all'estero  e'  richiesta  la
dichiarazione di equipollenza ai sensi  della  vigente  normativa  in
materia ovvero dichiarazione di avvio della richiesta di  equivalenza
al titolo di studio richiesto dal bando secondo la procedura  di  cui
all'art. 38  del  decreto  legislativo  n.  165/2001 -  sito  web  di
riferimento:
http://www.funzionepubblica.gov.it/strumenti-e-controlli/modulistica; 
      b)  iscrizione  all'Albo  professionale  degli   Architetti   o
all'Albo professionale degli Ingegneri (sezione A  settore  civile  e
ambientale); 
      c)  trovarsi  in  una  delle  seguenti  condizioni   soggettive
alternative: 
        1) dipendenti di ruolo di pubbliche  amministrazioni,  muniti
del diploma di laurea (DL) o  della  laurea  specialistica/magistrale
(LS/LM) di cui alla  precedente  lettera  a),  che  abbiano  compiuto
almeno cinque anni di servizio o, se in  possesso  del  dottorato  di
ricerca o del diploma di specializzazione conseguito presso le scuole
di  specializzazione  individuate  con  decreto  del  Presidente  del
Consiglio dei ministri, di concerto con il Ministro  dell'istruzione,
dell'universita' e della ricerca, almeno tre  anni  di  servizio,  in
posizioni  funzionali  per  l'accesso  alle  quali  e'  richiesto  il
possesso del dottorato di ricerca o del diploma di  laurea  svolgendo
attivita'  di  coordinamento  in  ruoli  gestionali  nell'ambito   di
strutture  amministrative  complesse,  desumibili  da   provvedimenti
emessi  con  atto   formale   dagli   organi   di   direzione   delle
amministrazioni d'appartenenza, da  cui  risulti  la  responsabilita'
attribuita   e   la   competenza   richiesta   in   relazione    alla
professionalita' prevista  all'art.  1  del  presente  bando.  Per  i
dipendenti di ruolo di pubbliche amministrazioni reclutati a  seguito
di corso-concorso il periodo di servizio e' ridotto a quattro anni; 
        2) soggetti in possesso della qualifica di dirigente in  enti
e strutture  pubbliche  non  ricompresi  nel  campo  di  applicazione
dell'art. 1, comma 2, decreto legislativo  30  marzo  2001,  n.  165,
muniti   del   diploma   di    laurea    (DL)    o    della    laurea
specialistica/magistrale (LS/LM) di cui alla precedente  lettera  a),
che hanno svolto presso gli stessi funzioni dirigenziali  per  almeno
due anni, svolgendo attivita' di coordinamento  in  ruoli  gestionali
nell'ambito di  strutture  amministrative  complesse,  desumibili  da
provvedimenti emessi con atto formale dagli organi di direzione delle
Amministrazioni d'appartenenza, da  cui  risulti  la  responsabilita'
attribuita   e   la   competenza   richiesta   in   relazione    alla
professionalita' prevista all'art. 1 del presente bando; 
        3) soggetti che  hanno  ricoperto  incarichi  dirigenziali  o
equiparati in amministrazioni pubbliche per un periodo non  inferiore
a  cinque  anni,  svolgendo  attivita'  di  coordinamento  in   ruoli
gestionali  nell'ambito  di   strutture   amministrative   complesse,
desumibili da provvedimenti emessi con atto formale dagli  organi  di
direzione delle amministrazioni d'appartenenza,  da  cui  risulti  la
responsabilita' attribuita e la  competenza  richiesta  in  relazione
alla professionalita' prevista all'art. 1 del presente bando,  muniti
del diploma di laurea (DL) o  della  laurea  specialistica/magistrale
(LS/LM) di cui alla precedente lettera a); 
        4) cittadini italiani, muniti del diploma di  laurea  (DL)  o
della laurea specialistica/magistrale (LS/LM) di cui alla  precedente
lettera a), che hanno maturato, con servizio continuativo per  almeno
quattro anni presso  enti  od  organismi  internazionali,  esperienze
lavorative, in relazione alla professionalita'  prevista  all'art.  1
del presente bando, in posizioni  funzionali  apicali  per  l'accesso
alle quali e' richiesto il possesso del diploma di laurea. 
    Tutti gli incarichi dirigenziali devono  essere  stati  conferiti
con provvedimento formale dell'organo competente  in  base  a  quanto
previsto dagli ordinamenti dell'amministrazione o dell'ente al  quale
il candidato appartiene. 
    Per esercizio di funzioni dirigenziali si intende lo  svolgimento
di attivita' di direzione di strutture  organizzative  complesse,  di
programmazione, di coordinamento e controllo  delle  attivita'  degli
uffici  sottoposti,  di  organizzazione  e  gestione   autonoma   del
personale e delle risorse strumentali ed economiche,  di  definizione
di obiettivi e standard di prestazione  e  qualita'  delle  attivita'
delle strutture sottordinate, nell'ambito di finalita'  ed  obiettivi
generali stabiliti dai dirigenti di uffici  dirigenziali  di  livello
superiore  o  dagli  Organi  di   Governo   dell'amministrazione   di
appartenenza del candidato. 
    Le circostanze nelle quali le funzioni di cui  sopra  sono  state
esercitate devono essere documentate. 
    Scadenza domande: trenta giorni a decorrere dal giorno successivo
a quello della  pubblicazione  del  presente  avviso  nella  Gazzetta
Ufficiale della Repubblica. Qualora  tale  termine  scada  in  giorno
festivo, la scadenza slitta al primo giorno feriale utile. 
    Si considerano prodotte in tempo utile solo le domande presentate
secondo una delle seguenti modalita': 
      a mano presso l'Ufficio  concorsi  personale  amministrativo  e
tecnico, Via S. Antonio n. 12 - Milano, nei giorni e negli  orari  di
cui all'art. 11 del presente bando; 
      a mezzo raccomandata con avviso di  ricevimento  indirizzandola
all'Universita' degli studi di Milano, Via Festa del Perdono n.  7  -
20122  Milano,  con  il  riferimento  «Ufficio   concorsi   personale
amministrativo e tecnico - Codice concorso 18947».  A  tale  fine  fa
fede il timbro a data dell'ufficio postale accettante; 
      a mezzo  Posta  elettronica  certificata  (PEC),  inviando  dal
proprio indirizzo di PEC personale, all'indirizzo  unimi@postecert.it
entro il suddetto termine.  Non  sara'  ritenuta  valida  la  domanda
inviata da un indirizzo di posta elettronica  non  certificata  o  se
trasmessa da una casella di  posta  elettronica  certificata  diversa
dalla  propria.  Si  invita  ad  allegare  al  messaggio   di   posta
certificata  la  domanda  debitamente  sottoscritta  comprensiva  dei
relativi allegati e copia di un  documento  di  identita'  valido  in
formato PDF. Il messaggio dovra' riportare nell'oggetto  la  seguente
dicitura: «PEC Domanda di concorso Codice 18947». Si precisa  che  la
validita' della  trasmissione  del  messaggio  di  posta  elettronica
certificata  e'   attestata   rispettivamente   dalla   ricevuta   di
accettazione e  dalla  ricevuta  di  avvenuta  consegna  fornite  dal
gestore di posta elettronica ai sensi dell'art.  6  del  decreto  del
Presidente della Repubblica 11 febbraio 2005, n. 68. 
Prove d'esame 
    Le prove d'esame si articoleranno in due  prove  scritte  ed  una
prova orale. 
    Le prove scritte sono dirette a valutare, sotto  il  profilo  sia
teorico sia pratico-operativo, la preparazione tecnica  di  base  del
candidato, la sua attitudine all'analisi dei fatti e la sua capacita'
di dare soluzioni tecniche, operative,  organizzative,  gestionali  e
giuridiche a problemi inerenti le funzioni dirigenziali da  svolgere,
relativi alle attivita' istituzionali delle Universita'. 
    La prova  orale  sara'  diretta  ad  accertare  l'attitudine  del
candidato a dare una  soluzione  corretta,  sotto  il  profilo  della
legittimita',  della  convenienza,  dell'efficacia  ed   economicita'
organizzativa, a questioni connesse con  le  attivita'  istituzionali
delle Universita' con  specifici  riferimenti  alla  professionalita'
richiesta dalla posizione dirigenziale da ricoprire. 
    Tenuto conto di quanto sopra le prove  d'esame  si  articoleranno
come segue: 
      pima prova scritta: la prova sara' svolta  mediante  l'utilizzo
di  personal  computer,  con  programma  Microsoft   Word   e   sara'
finalizzata ad accertare la capacita' del candidato ad  affrontare  e
risolvere, sotto  il  profilo  della  legittimita',  economicita'  ed
efficacia, problematiche  relative  alle  materie  e  alle  tematiche
indicate all'art. 1 del presente bando. 
      seconda prova scritta a  contenuto  teorico-pratico:  la  prova
sara' svolta mediante l'utilizzo di personal computer, con  programma
Microsoft Word e si basera' su un caso volto ad accertare il possesso
di capacita' di analisi  e  di  risoluzione  di  problemi  complessi,
inerenti le funzioni e le competenze come  definite  all'art.  1  del
presente bando. 
      prova orale: 
        la prova orale vertera' sulle materie delle prove  scritte  e
mirera' ad accertare le  conoscenze  da  parte  del  candidato  delle
problematiche  gestionali   dell'amministrazione   universitaria   in
particolare modo nella gestione in  qualita'  di  tutto  il  processo
realizzativo e gestionale delle opere  di  edilizia  e  a  verificare
l'attitudine all'espletamento di  funzioni  dirigenziali,  verificata
anche  attraverso  la   valutazione   dell'esperienza   professionale
posseduta; 
        nell'ambito della prova orale sara', altresi',  accertata  la
conoscenza della lingua inglese. 
    Diario delle prove: Le prove si svolgeranno presso  l'Universita'
degli studi di Milano, Via Noto, 8  -  Milano,  secondo  il  seguente
calendario: 
      prima prova scritta 12 febbraio 2018 ore 10.00 - aula Cono2; 
      seconda prova scritta a contenuto teorico-pratico  13  febbraio
2018 ore 10.00 a aula Cono2; 
      prova orale 23 febbraio 2018 ore 10.00 - Aula K33. 
    La pubblicazione del suddetto calendario delle prove  d'esame  ha
valore di notifica a tutti gli effetti. 
    Il testo integrale del bando, con allegato  il  fac-simile  della
domanda e' pubblicato  sul  sito  internet  dell'Ateno  all'indirizzo
http://www.unimi.it/concorsi/ 
    Per ulteriori informazioni gli  interessati  potranno  rivolgersi
all'Ufficio  concorsi  personale  amministrativo  e   tecnico   (tel.
025031.3074-3097;    e-mail    ufficio.concorsi@unimi.it    -     fax
025031.3091). 
    Responsabile del procedimento e' il dott. Ferdinando Lacanna,  il
referente del procedimento e' la dott.ssa Maria Teresa Fiumano' (tel.
025031.3077 e-mail mariateresa.fiumano@unimi.it).