.

Concorso per 10 educatori asilo nido (trentino alto adige) COMUNE DI TRENTO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 10
Fonte: DIR N. 70 del 25-10-2017
Sintesi: COMUNE DI TRENTO Concorso (Scad. 22 novembre 2017) CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER LA COPERTURA DI N. 10 POSTI A TEMPO INDETERMINATO NELLA FIGURA PROFESSIONALE DI EDUCATORE ASILI NIDO A TEMPO PARZIALE (18 ORE), ...
Ente: COMUNE DI TRENTO
Regione: TRENTINO ALTO ADIGE
Provincia: TRENTO
Comune: TRENTO
Data di pubblicazione 25-10-2017
Data Scadenza bando 22-11-2017
Condividi

COMUNE DI TRENTO

Concorso (Scad. 22 novembre 2017)

CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER LA COPERTURA DI N. 10 POSTI A TEMPO INDETERMINATO NELLA FIGURA PROFESSIONALE DI EDUCATORE ASILI NIDO A TEMPO PARZIALE (18 ORE), CATEGORIA C, BASE, DI CUI 5 POSTI RISERVATI AI SOGGETTI IN POSSESSO DEI REQUISITI DI CUI AL COMMA 1, ULTIMO PERIODO, DELL'ART. 18 DELLA L.P. 5.08.2016 N. 14, COME INTRODOTTO DALL'ART. 16 DELLA L.P. 2.08.2017 N. 9.


Per essere ammessi al concorso gli aspiranti devono essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio (in ottemperanza a quanto previsto dalla deliberazione della Giunta provinciale n. 1891 del 1° agosto 2003 e ss.mm.):
SITUAZIONE A
• diploma di laurea in ambito pedagogico/educativo rientrante in una delle seguenti classi di laurea:
Classe 18 “Scienze dell'educazione e della formazione”
Classe L-19 “Scienze dell'educazione e della formazione”
Classe 87/S “Scienze pedagogiche”
Classe LM-85 “Scienze pedagogiche”
Classe LM-85/bis “Scienze della Formazione primaria indirizzo scuola infanzia”
Classe 56/S “Programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi”
Classe LM-50 “Programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi”
il diploma di laurea in ambito pedagogico/educativo deve essere corredato da competenze pratiche acquisite tramite tirocinio universitario svolto in servizi educativi per l'infanzia. Il richiesto tirocinio universitario è da intendersi negli stessi servizi socio-educativi per i quali tali requisiti sono richiesti cioè nei servizi di nido d'infanzia e servizi integrativi al nido e non in altre realtà educative ancorchè rivolte all'infanzia.
oppure
SITUAZIONE B il requisito è valido se conseguito entro il 31.08.2015
uno dei seguenti titoli di studio
• diploma quinquennale rilasciato dal liceo socio-psico-pedagogico o titoli equipollenti;
• diploma quinquennale di "tecnico dei servizi sociali";
• diploma quinquennale di "assistente di comunità infantili";
• diploma quinquennale di "dirigente di comunità";
• diploma quinquennale rilasciato dal liceo delle scienze sociali;
• diploma quinquennale rilasciato dal liceo sociale e della comunicazione;
detti diplomi devono essere corredati dell'attestato di qualifica di “Educatore nei nidi d'infanzia e nei servizi integrativi” o di altra qualifica equipollente, conseguita a conclusione di uno dei seguenti percorsi professionalizzanti:
a) in esito alla frequenza del corso di formazione di almeno 1000 ore – il cd. Babylife – per il conseguimento dell'attestato di qualifica di “Educatore nei nidi d'infanzia e nei servizi integrativi” conseguito in provincia di Trento o in esito a percorsi svolti fuori Provincia di Trento per il conseguimento di attestati di qualifica professionale equipollenti (l'equipollenza è riconosciuta sulla base dei criteri definiti dalla Provincia Autonoma di Trento);
b) in esito al superamento di apposite sessioni d'esame per il conseguimento della qualifica di “Educatore nei nidi d'infanzia e nei servizi integrativi”, indette dalla struttura provinciale competente in materia, nel 2010 e nel 2012, riservate coloro che sono risultati in possesso di un idoneo diploma di laurea negli ambiti psico-pedagogico e socio-educativo, anche non accompagnati da diplomi di scuola media superiore negli indirizzi di cui alla precedente situazione B (in ottemperanza a quanto previsto con deliberazioni della Giunta provinciale n. 2204 del 29 agosto 2008 e n. 1781 del 27 agosto 2012);
c) in esito alla frequenza di uno dei due percorsi di formazione di 300 ore indetti, dal Servizio infanzia e istruzione di primo grado della Provincia Autonoma di Trento, per sanare la mancanza di qualifica professionale e rivolti a coloro che sono risultati in possesso di idonea anzianità di servizio pari a 22 mesi (in ottemperanza a quanto previsto con deliberazione della Giunta provinciale n. 1781 del 27 agosto 2012);
d) in esito alla frequenza di uno dei due percorsi di qualificazione di 100 ore appositamente organizzati dal Servizio infanzia e istruzione di primo grado della Provincia Autonoma di Trento per sanare la mancanza di qualifica professionale, rivolti a coloro che sono risultati in possesso di idonea anzianità di servizio pari a 11 mesi alla data del 31 agosto 2015 (in ottemperanza a quanto previsto con deliberazioni della Giunta provinciale n. 1659 del 29 settembre 2014 e n. 1257 del 28 luglio 2015);
oppure
SITUAZIONE C
uno dei seguenti titoli di studio
• diploma di "abilitazione all'insegnamento nelle scuole dell'infanzia o del grado preparatorio";
• diploma di "maturità magistrale";
• diploma di "assistente di comunità infantili";
• diploma di "operatore dei servizi sociali";
• diploma di "assistente per l'infanzia";
• diploma di "puericultrice";
detti diplomi devono essere congiunti ad esperienza professionale di durata almeno annuale, anche non consecutiva, maturata presso servizi educativi per l'infanzia 0-6 anni, pubblici e o privati. Tali requisiti (titolo di studio ed esperienza annuale) devono essere posseduti alla data del 1° agosto 2003 così come disposto dalla deliberazione della Giunta provinciale di Trento n. 424 del 27 febbraio 2004 e s.m.;
oppure
SITUAZIONE D
• diploma di qualifica professionale di "puericultrice" conseguito in corsi di formazione professionale di almeno 800 ore, già conclusi o quanto meno avviati alla data del 1 agosto 2003, per l'ammissione ai quali sia richiesto il diploma di scuola secondaria di secondo grado.
Costituisce altresì titolo di accesso, solo per coloro che siano in possesso di diploma di scuola secondaria di secondo grado, la qualifica professionale di puericultrice conseguita entro l’anno scolastico 2004/2005 a conclusione dei corsi attivati presso la Scuola Professionale per Puericultrici gestita dalla Provincia di Milano o presso la Casa Materna Asili Nido gestita dagli Istituti Clinici di Perfezionamento di Milano.
Hanno titolo alla riserva, i candidati che risultano in possesso del seguente ulteriore requisito, previsto al comma 1, ultimo periodo, dell'art. 18 della Legge provinciale 5.08.2016 n. 14, come introdotto dall'art. 16 della Legge Provinciale 2.08.2017 n. 9:
- aver maturato, alla data del 31 dicembre 2017, almeno tre anni di contratto, anche non continuativi, negli ultimi otto anni, nelle figure professionali di educatore asili nido e/o educatore asili nido a tempo parziale presso il Comune di Trento. Il servizio prestato con rapporto di lavoro a tempo parziale è equivalente al servizio prestato con rapporto di lavoro a tempo pieno.
Le domande di ammissione al concorso devono essere presentate entro le ore 12.00 di mercoledì 22 novembre 2017.
La graduatoria sarà formata in base al punteggio attribuito, da apposita Commissione esaminatrice, alla prova scritta consistente in una serie di quesiti a risposta multipla e alla prova orale.
Copia integrale del bando e del modulo di domanda, possono essere reperiti sul sito Internet del Comune di Trento www.comune.trento.it nella sezione concorsi o ritirati presso lo Sportello polifunzionale del Servizio Personale del Comune di Trento presso la sede municipale di Torre Mirana in via Belenzani n.3 - Trento ( tel.0461/884272 - 4282) nei seguenti giorni ed orari:
lun/mar/mer/ven: dalle ore 8.30 alle ore 12.00
giovedì: dalle ore 8.00 alle ore 16.00
o presso l’URP in via Belenzani n. 3 (tel. 0461/884453 – n. 800/017615) nei seguenti giorni ed orari:
dal lunedì al venerdì 09.00 – 16.30
Trento, 19 ottobre 2017
Il Dirigente del Servizio
F.to dott. Silvano Compostella