.

Nomina UNIVERSITA' DELL'AQUILA Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 78 del 13-10-2017

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Nomina

Nota Bene: trattandosi di 'Nomina' la scadenza indicata non implica, in genere, la possibilità di presentare domanda ma solo la data fino alla quale questo testo sarà visibile nella banca dati.



Tipologia Nomina
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 78 del 13-10-2017
Sintesi: UNIVERSITA' DELL'AQUILA Nomina Nomina della commissione giudicatrice della selezione comparativa ad un posto di ricercatore universitario di ruolo per il settore scientifico-disciplinare SECS-P/02 - Politica ...
Ente: UNIVERSITA' DELL'AQUILA
Regione: ABRUZZO
Provincia: L'AQUILA
Comune: L'AQUILA
Data di pubblicazione 13-10-2017
Condividi

UNIVERSITA' DELL'AQUILA

Nomina

Nomina della commissione giudicatrice della selezione comparativa ad un posto di ricercatore universitario di ruolo per il settore scientifico-disciplinare SECS-P/02 - Politica economica, presso la facolta' di Economia.

 
                             LA RETTRICE 
 
    Visto  il  testo  unico  delle  leggi  sull'istruzione  superiore
approvato con regio decreto 31 agosto 1953, n. 1592; 
    Vista la legge 21 febbraio 1980, n. 28; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 11 luglio  1980,
n. 382; 
    Vista la legge 3 luglio 1998, n. 210; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 23  marzo  2000,
n. 117; 
    Visto il decreto rettorale  n.  1472/2006  del  12  giugno  2006,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 48 del 27  giugno  2006  -  4ª
Serie speciale «Concorsi ed esami» - con la quale e' stata bandita la
selezione  comparativa  a  totali  tredici   posti   di   ricercatore
universitario, di cui uno  per  il  settore  scientifico-disciplinare
SECS-P/02 - Politica economica, presso la  facolta'  di  Economia  di
questo Ateneo; 
    Visto il decreto rettorale n. 940/2007 del 27 marzo 2007  con  il
quale e' stata nominata la commissione giudicatrice; 
    Visto il decreto rettorale n. 149 del 9 gennaio 2008 con il quale
sono stati approvati gli atti della  valutazione  comparativa  ed  e'
stata dichiarata vincitrice della valutazione  medesima  la  dott.ssa
Luisa Giallonardo; 
    Viste le sentenze n. 253/09 e n. 254/09 del TAR  Abruzzo  con  le
quali su ricorsi dei dottori Tommaso Ciarli, Michele Di Maio e Andrea
Beccarani ha disposto l'annullamento degli atti della sopra descritta
procedura concorsuale, in relazione alla valutazione dei  titoli  dei
medesimi e dei contro interessati dottori Luisa Giallonardo e  Andrea
Beccarani; 
    Vista la sentenza del TAR Abruzzo su  ricorso  del  dott.  Andrea
Beccarani  con  la  quale  ha  annullato  gli  atti  della  procedura
concorsuale in questione in relazione ai titoli del medesimo e  della
contro interessata dott.ssa Luisa Giallonardo; 
    Visto il decreto rettorale n. 257/09 del 28 luglio  2009  con  il
quale in esecuzione della sopra citate sentenze del TAR Abruzzo  sono
stati annullati gli atti della procedura di  valutazione  comparativa
in questione  in  relazione  alla  valutazione  dei  titoli  e  delle
pubblicazioni dei ricorrente e dei contro interessati e ne  e'  stata
disposta la rinnovazione; 
    Visto il decreto rettorale n. 2380/09 del 21 dicembre 2009 con il
quale a seguito di rinnovazione della valutazione dei titoli e  delle
pubblicazioni di parte della stessa commissione e'  stata  dichiarata
vincitrice della valutazione comparativa  in  questione  la  dott.ssa
Giallonardo Luisa; 
    Vista la sentenza n. 179/2016 del 23 marzo 2016 con la  quale  il
TAR Abruzzo ha accolto il  ricorso  del  dott.  Andrea  Beccarani  ha
annullato  gli  atti  delle  risultanze  della  seconda   valutazione
comparativa; 
    Vista  l'ordinanza  del  Consiglio  di  Stato  n.  3340/2016  che
testualmente recita «..., con la precisazione, sotto il  profilo  del
paventato periculum, che l'attuazione degli effetti del  decisum  sul
rapporto di servizio dell'odierna appellante si verifica soltanto  in
caso di esito negativo della riedizione della  procedura  comparativa
"ora per  allora"  e  di  consequenziale  atto  di  nomina  di  altro
soggetto»; 
    Vista la nota dell'Avvocatura generale dello Stato acquisita agli
atti in data 31 maggio 2017, n. 19488, con la quale precisa «...  che
la valutazione comparativa dei due candidati  dovra'  infatti  essere
rimessa ad una "diversa commissione" e  dovra'  procedere  secondo  i
criteri indicati dal TAR»; 
    Vista la nota del direttore generale dell'Ateneo datata 7  giugno
2017 con la quale con riferimento alle decisioni  giurisdizionali  ha
chiesto  al  competente  Ministero  la   nomina   della   commissione
giudicatrice per  la  riedizione  della  valutazione  comparativa  in
questione ai sensi del decreto del  Presidente  della  Repubblica  n.
117/2000; 
    Vista la nota del MIUR n. 9020 del 26 luglio 2017 con la quale ha
proceduto alla  nomina  dei  docenti  utilmente  inseriti  nella  III
sessione di voto dell'anno 2006; 
    Vista la delibera del Dipartimento di  Ingegneria  industriale  e
dell'informazione e di economia dell'Ateneo con il quale nella seduta
del 18 settembre 2017 ha proceduto a designare il membro interno; 
 
                              Decreta: 
 
                               Art. 1 
 
    La commissione giudicatrice per la selezione  comparativa  ad  un
posto  di  ricercatore  universitario  di  ruolo   per   il   settore
scientifico-disciplinare SECS-P/02 - Politica  economica,  presso  la
facolta' di Economia di questo Ateneo risulta cosi' costituita: 
      presidente, prof.ssa  Marcella  Mulino,  professore  ordinario,
settore scientifico-disciplinare SECS-P/02, Universita' dell'Aquila; 
      membro,  prof.ssa   Tindara   Addabbo,   professore   associato
confermato, settore scientifico-disciplinare  SECS-P/02,  Universita'
di Modena e Reggio Emilia; 
      membro, dott.ssa Saveria Capellari, ricercatrice  universitaria
confermata, Universita' di Trieste. 
                               Art. 2 
 
    In caso di motivata  rinuncia  presentata  dai  componenti  della
presente commissione, di decesso o di indisponibilita'  degli  stessi
per causa sopravvenute, ovvero nei casi previsti dall'art.  4,  comma
1, del decreto del Presidente della Repubblica  n.  117/2000  per  la
sostituzione si applicano  le  disposizioni  previste  dal  comma  13
dell'art. 3 del predetto decreto del Presidente della  Repubblica  n.
117/2000. 
                               Art. 3 
 
    Le eventuali cause di incompatibilita' e le modifiche dello stato
giuridico intervenute successivamente alla nomina non incidono  sulla
qualita' di componente della commissione giudicatrice. 
                               Art. 4 
 
    Il presente prevedimento verra' inviato alla  Gazzetta  Ufficiale
per la pubblicazione. Dalla  data  di  pubblicazione  decorreranno  i
termine previsti dall'art. 9 del decreto-legge  21  aprile  1995,  n.
120, convertito con modificazione nella legge 21 giugno 1995, n. 236,
per la presentazione al rettrice da parte dei candidati di  eventuali
istanze di ricusazione. Trascorsi tali termine e dopo  l'insediamento
della commissione non sono ammesse istanze di ricusazione. 
      L'Aquila, 25 settembre 2017 
 
                                               La rettrice: Inverardi