.

Concorso per 1 medico chirurgo (emilia romagna) AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DELLA ROMAGNA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Borsa di studio
Posti 1
Fonte: DIR N. 63 del 27-09-2017
Sintesi: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DELLA ROMAGNA Concorso (Scad. 12 ottobre 2017) Borsa di studio "Valutazione dello status nutrizionale in pazienti affetti da fibrosi cistica e la correlazione con diabete, genetica, ...
Ente: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DELLA ROMAGNA
Regione: EMILIA ROMAGNA
Provincia: RAVENNA
Comune: RAVENNA
Data di pubblicazione 28-09-2017
Data Scadenza bando 12-10-2017
Condividi

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DELLA ROMAGNA

Concorso (Scad. 12 ottobre 2017)

Borsa di studio "Valutazione dello status nutrizionale in pazienti affetti da fibrosi cistica e la correlazione con diabete, genetica, funzionalità respiratoria, tolleranza allo sforzo e nuove terapie"


In attuazione della deliberazione del Direttore Generale n. 401 del 12/9/2017 e tenuto conto di quanto indicato nel “Regolamento aziendale per la disciplina dell’istituzione, assegnazione e gestione di borse di studio”, approvato con deliberazione n. 933 del 16/12/2015, è istituita la borsa di studio finalizzata allo studio e alla ricerca relativi alla “Valutazione dello status nutrizionale in pazienti affetti da fibrosi cistica e la correlazione con diabete, genetica, funzionalità respiratoria, tolleranza allo sforzo e nuove terapie”.
Ai fini dell’individuazione del soggetto cui conferire la borsa di studio, è indetta la presente selezione pubblica, effettuata ne rispetto dei principi di trasparenza, pubblicità, imparzialità e, per quanto non espressamente indicato nel sopracitato regolamento, in analogia con le procedure selettive pubbliche.
1) Caratteristiche della borsa di studio
La borsa di studio oggetto del presente bando ha le seguenti caratteristiche:
attività che dovranno essere svolte dal borsista:
– Raccolta dati iniziali: peso, altezza, età, sesso, mutazioni genetiche, sufficienza pancreatica/insufficienza, diabete FC correlato, questionario Qol dei pazienti affetti da fibrosi cistica e afferenti al Centro Regionale dell’Ospedale M. Bufalini di Cesena;
– Raccolta dati clinici: saturazione periferica dell’ossigeno, funzionalità polmonare, tolleranza allo sforzo (6MWT) e impedenziometria bioelettrica;
– Raccolta dati laboratorio: assetto metabolico (ferro, vitamine, albumina, colesterolo e trigliceridi, creatinina, acido urico, glicemia, TGP, Ygt);
– Valutazione dei parametri clinici, di laboratorio e bioelettrici;
– Analisi dei risultati, studio statistico e correlazioni con diabete, sufficienza pancreatica/insufficienza pancreatica, genetica, funzionalità polmonare, tolleranza allo sforzo e nuove terapie;
– Attività di ricerca scientifica sulla base dei dati raccolti messi a confronto con quelli rilevati dalla letteratura nazionale e internazionale nell’ambito della suddetta patologia;
sede: sedi ospedaliere e ambulatoriali dell’Ausl Romagna nell’ambito dell’attività della SSA fibrosi cistica;
durata: 24 mesi;
tutor: Responsabile Struttura Semplice Fibrosi Cistica Cesena;
entità del corrispettivo lordo: euro annui 21.918,00;
L'attività del borsista non può configurarsi in alcun modo come attività lavorativa.
2) Requisiti specifici di ammissione
a) laurea in Medicina e Chirurgia;
b) specializzazione in Malattie dell’apparato respiratorio, Malattie metaboliche e diabetologia, Gastroenterologia, Malattie Infettive, Geriatria o Medicina Interna;
c) iscrizione all'Albo dell'Ordine dei medici-chirurghi
Se conseguito all’estero, il titolo di studio deve essere riconosciuto equiparato all’analogo titolo di studio acquisito in Italia, secondo la normativa vigente.
Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di ammissione.
La verifica del possesso dei requisiti di ammissione richiesti ai fini dell’ammissione sarà effettuata dalla Commissione come indicato al punto 7.
3) Domanda di ammissione
La domanda, con la precisa indicazione della selezione alla quale l'aspirante intende partecipare, redatta in carta semplice debitamente datata e firmata dall’interessato, deve essere indirizzata all'Azienda Usl della Romagna - Unità Operativa Gestione Giuridica Risorse Umane – Ufficio Concorsi Cesena e presentata nei modi e nei termini previsti nel paragrafo “Modalità e termini di presentazione della domanda”.
Nella domanda l’aspirante deve dichiarare nell’ordine, sotto la propria personale responsabilità, in forma di dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 445/2000 e s.m.i., quanto segue:
a) il cognome e il nome, la data ed il luogo di nascita, la residenza;
b) l’indirizzo presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni eventuale comunicazione, ed un recapito telefonico; in caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, l’indirizzo di residenza di cui al punto a).
c) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente. I cittadini privi del requisito della cittadinanza italiana, ai sensi della normativa vigente, devono inoltre dichiarare:
- di godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza;
- di essere in possesso di tutti gli altri requisiti previsti dal bando per i cittadini della Repubblica;
- di avere una adeguata conoscenza della lingua italiana;
d) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
e) le eventuali condanne penali riportate ed i procedimenti penali eventualmente pendenti a proprio carico ovvero di non aver riportato condanne penali;
f) il titolo di studio posseduto, con l’indicazione dell’anno in cui è stato conseguito e dell’istituto che lo ha rilasciato, nonché tutti i requisiti specifici di ammissione richiesti dal presente bando. Se il titolo di studio è stato conseguito all’estero dovrà risultare l’equipollenza, certificata dalla competente autorità;
g) la posizione nei confronti degli obblighi militari;
h) i servizi prestati presso Pubbliche Amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego e gli eventuali periodi di sospensione dell’attività lavorativa, ovvero di non aver mai prestato servizio presso pubbliche amministrazioni; se il servizio è stato prestato all’estero dovrà risultare riconosciuto dalla competente autorità;
i) di non essere stato destituito o dispensato dall’impiego, ovvero licenziato presso pubbliche amministrazioni.
l) gli eventuali titoli che danno diritto alla preferenza in caso di parità di punteggio allegando alla domanda i relativi documenti probatori, ovvero autocertificandoli nei casi e nei limiti previsti dalla normativa, pena l’esclusione dal relativo beneficio;
m) di essere disponibile ad operare presso le strutture interessate alla realizzazione del progetto di riferimento.
I candidati hanno l’obbligo di comunicare gli eventuali cambi di indirizzo all’Azienda USL – U.O. Gestione Giuridica Risorse Umane – Ufficio Concorsi sede operativa di Cesena, la quale non assume responsabilità alcuna in caso di irreperibilità presso l’indirizzo comunicato.
La domanda deve essere firmata in calce senza necessità di alcuna autentica. La mancata sottoscrizione della domanda comporta l'esclusione dalla procedura.
I candidati sono invitati ad utilizzare il modello di domanda scaricabile dal sito internet www.auslromagna.it >Informazione Istituzionale >Selezioni, concorsi e assunzioni >Concorsi e selezioni >Avvisi pubblici per borse di studio” , con riferimento al presente avviso.
4) Documentazione da allegare alla domanda
Alla domanda di partecipazione l’aspirante dovrà allegare un curriculum formativo e professionale, redatto in forma di dichiarazione sostitutiva di cui al D.P.R. n. 445/2000, datato e firmato. Nel curriculum debbono essere dettagliatamente descritte tutte le esperienze formative e professionali utili ai fini della valutazione di merito e della formazione della graduatoria, evidenziando in particolare, le esperienze significative rispetto all’attività di ricerca oggetto della presente borsa di studio..
I candidati sono invitati ad utilizzare il modello di curriculum scaricabile dal sito internet www.auslromagna.it >Informazione Istituzionale >Selezioni, concorsi e assunzioni >Concorsi e selezioni >Avvisi pubblici per borse di studio”,con riferimento al presente avviso.
Alla domanda deve essere unito, in carta semplice, l’elenco datato e firmato dei documenti e dei titoli presentati, numerato progressivamente in relazione al corrispondente titolo.
A norma dell’art. 15, comma 1, della Legge 12 novembre 2011 n. 183 che prevede la “de-certificazione” dei rapporti tra P. A. e privati, non possono essere accettate le certificazioni rilasciate dalle Pubbliche Amministrazioni in ordine a stati, qualità personali e fatti elencati all’art. 46 del D.P.R. 445/2000 o di cui l’interessato abbia diretta conoscenza (art. 47 D.P.R. 445/2000). Tali certificati sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione o dall'atto di notorietà:
a) dichiarazione sostitutiva di certificazione: nei casi tassativamente indicati nell’art. 46 del D.P.R. n. 445/2000 (ad esempio: stato di famiglia, iscrizione all’albo professionale, possesso di titolo di studio, di specializzazione di abilitazione, ecc.);
b) dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà: per tutti gli stati, fatti e qualità personali non compresi nell’elenco di cui all’art. 46 del D.P.R. n. 445/2000 (ad esempio: borse di studio, attività di servizio, incarichi libero professionali, attività di docenza, frequenza di corsi di formazione, di aggiornamento, partecipazione a convegni, seminari, conformità di copie agli originali, ecc.).
Per quanto concerne le pubblicazioni, le stesse, per costituire oggetto di valutazione, devono essere sempre e comunque prodotte in originale o in fotocopia resa conforme all’originale mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, con le modalità sopraindicate. Non saranno ammesse a valutazione pubblicazioni in bozza o in attesa di stampa.
Restano esclusi dalla dichiarazione sostitutiva, tra gli altri, i certificati medici e sanitari.
La dichiarazione sostitutiva di certificazione/dell’atto di notorietà deve essere sottoscritta personalmente dall’interessato dinanzi al funzionario competente a ricevere la documentazione oppure deve essere inoltrata per posta, con PEC o consegnata da terzi, unitamente alla domanda ed alla fotocopia semplice di documento di identità personale del sottoscrittore.
La dichiarazione, in quanto sostitutiva a tutti gli effetti dei titoli autocertificati, deve contenere tutti gli elementi necessari alla valutazione degli stessi, l’omissione anche di un solo elemento necessario comporta la non valutazione. In particolare con riferimento all’attività professionale la dichiarazione sostitutiva deve contenere l’esatta denominazione dell’Ente datore di lavoro, la tipologia del rapporto di lavoro (es: rapporto di lavoro dipendente / autonomo …….), la qualifica professionale, se il rapporto di lavoro è a tempo indeterminato, determinato, a tempo pieno, part-time, le date di inizio e di conclusione nonché le eventuali interruzioni (aspettativa senza assegni, sospensione cautelare, ecc.) e quant’altro necessario per valutare l’attività stessa. Anche con riferimento alla tipologia qualitativa e quantitativa delle prestazioni professionali del candidato la dichiarazione deve contenere tutti gli elementi necessari per la relativa eventuale valutazione (esempio: tipologia di intervento, ruolo del candidato, ente e struttura in cui è stato effettuato, riferimenti temporali, ecc.) e un riepilogo degli interventi/prestazioni.
Si precisa che non potranno essere oggetto di valutazione le dichiarazioni sostitutive di certificazione e le dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà prive di tutti gli elementi indispensabili per gli accertamenti d’ufficio ed i controlli di cui agli artt. 43 e 71 del DPR 445/2000.
L’Azienda dovrà poi effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute e, oltre alla decadenza dell’interessato dai benefici eventualmente conseguenti sulla base di dichiarazione non veritiera, sono applicabili le sanzioni penali previste per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci.
5) Modalità e termini di presentazione della domanda
La domanda di ammissione e la documentazione ad essa allegata deve pervenire, a pena di esclusione, entro il termine perentorio di giovedì 12 ottobre 2017 (15° giorno successivo alla data di pubblicazione del presente bando nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna), secondo le modalità di seguito riportate:
##consegna a mano all’Azienda Usl della Romagna - U.O. Gestione Giuridica Risorse Umane – Ufficio Concorsi sede operativa di Cesena, Piazza Leonardo Sciascia n. 111, Cesena - entro il termine di scadenza del bando, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.00 e il giovedì anche dalle ore 15.00 alle ore 16.30. È richiesta la fotocopia (fronte retro) di un documento di identità del candidato in corso di validità. All’atto della presentazione della domanda viene rilasciata apposita ricevuta. Si precisa che gli operatori non sono abilitati né tenuti al controllo circa la regolarità della domanda e dei relativi allegati;
##a mezzo del servizio postale con raccomandata con avviso di ricevimento al seguente indirizzo: Azienda Usl della Romagna - U.O. Gestione Giuridica Risorse Umane – Ufficio Concorsi sede operativa di CESENA, Piazza Leonardo Sciascia n. 111, 47522 – Cesena (FC). La busta deve contenere un’unica domanda di partecipazione, in caso contrario l’Azienda non risponde di eventuali disguidi che ne potrebbero derivare. La busta inoltre dovrà recare la dicitura “domanda avviso borsa studio fibrosi cistica”. Alla domanda deve essere allegata la fotocopia (fronte e retro) di documento valido di identità personale del candidato. La domanda si considera prodotta in tempo utile anche se spedita entro il termine indicato. Non saranno comunque accettate domande pervenute oltre 10 giorni dalla data di scadenza, anche se inoltrate entro il termine indicato . L’Azienda non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da mancata, tardiva o inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a terzi, a caso fortuito o di forza maggiore;
##invio tramite utilizzo della posta elettronica certificata (PEC), entro il termine di scadenza del bando, in un unico file in formato pdf o p7m se firmato digitalmente che comprenda la domanda di partecipazione, il curriculum, eventuali allegati e copia di documento valido di identità personale del candidato, all’indirizzo PEC concorsice@pec.auslromagna.it; l’oggetto del messaggio dovrà contenere la dicitura “domanda avviso borsa studio fibrosi cistica di.. (indicare cognome e nome)” - non saranno accettati files inviati in formato modificabile es. word, excel, jpg, ecc. Si precisa che la validità di tale invio, così come stabilito dalla normativa vigente, è subordinata all’utilizzo da parte del candidato di casella di posta elettronica certificata a sua volta. Non sarà, pertanto, ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata alla PEC aziendale sopra indicata.
La domanda dovrà comunque essere firmata dal candidato in maniera autografa, scannerizzata ed inviata con copia del documento di identità personale. In alternativa il candidato dovrà utilizzare una delle modalità previste dall’art. 65 del D.Lgs 7/3/2005, n. 82 e s.m.i., come valide per presentare istanze e dichiarazioni alle pubbliche amministrazioni e precisamente: a) sottoscrizione con firma digitale o firma elettronica qualificata; b) identificazione dell’autore tramite carta d’identità elettronica o carta nazionale dei servizi; c) inoltro tramite la propria casella di posta elettronica certificata purché le relative credenziali di accesso siano rilasciate previa identificazione del titolare e ciò sia attestato dal sistema nel messaggio o in un suo allegato (cosiddetta PEC-ID).
Nel caso in cui il candidato invii più volte la documentazione, si terrà in considerazione solo quella trasmessa per ultima.
Il mancato rispetto delle predette modalità di inoltro/sottoscrizione della domanda comporterà l’esclusione dall’avviso.
Non è ammessa la produzione di documenti o di autocertificazioni dopo la scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione; l’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.
Non saranno accolte le domande inviate prima della pubblicazione del presente bando nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.
6) Modalità di selezione
La selezione dei candidati in possesso dei requisiti richiesti, avverrà sulla base di prova selettiva e valutazione del curriculum nell’ambito dei quali una Commissione di esperti verificherà e valuterà il possesso da parte dei candidati di specifiche esperienze, conoscenze e competenze, coerenti con le attività oggetto della borsa di studio.
La prova selettiva, potrà consistere in un colloquio o altra tipologia di prova i cui contenuti, modalità e criteri verranno definiti dalla Commissione prima dell’inizio della prova. Alla prova selettiva verrà attribuito un punteggio massimo di 20 punti, il candidato verrà considerato idoneo ove ottenga almeno 14 punti.
La valutazione del curriculum avverrà, con riferimento ai candidati che abbiano superato la prova selettiva, sulla base dei criteri identificati dalla commissione di valutazione prima della prova selettiva stessa. Al curriculum verrà attribuito un punteggio massimo di 20 punti.
Nell’ambito della valutazione del curriculum saranno tenute in particolare considerazione le esperienze formative (es. titoli di studio, corsi di formazione e aggiornamento, pubblicazioni) e professionali (es. attività lavorative ecc.) significative rispetto all’attività di ricerca oggetto della presente borsa di studio.
La prova selettiva sarà tesa ad accertare le motivazioni, le attitudini, il grado di conoscenza nonché le capacità progettuali dei candidati rispetto all’attività di ricerca oggetto della presente borsa di studio.
Con avviso che sarà pubblicato dal giorno 23 ottobre 2017 nel sito www.auslromagna.it >Informazione Istituzionale >Selezioni, concorsi e assunzioni >Concorsi e selezioni >Avvisi pubblici per borse di studio, con riferimento alla presente procedura, saranno resi noti il giorno, l’ora e il luogo in cui i candidati sono convocati per l’effettuazione della prova selettiva, che avrà inizio indicativamente dal giorno giovedì 26 ottobre 2017. Nel suddetto avviso potrà essere data diversa indicazione circa la data della prova selettiva ove quella sopraindicata non possa essere confermata. Pertanto i candidati ai quali non sia stata comunicata l’esclusione, sono tenuti a presentarsi a sostenere la prova selettiva, muniti di valido documento di riconoscimento, provvisto di fotografia, non scaduto di validità, senza alcun altro preavviso, nel giorno, luogo ed ora specificati nell’avviso di cui sopra. Tale convocazione ha valore di notifica a tutti gli effetti. Non seguirà alcuna convocazione individuale. La mancata presentazione del candidato alla prova selettiva sarà considerata come rinuncia alla procedura, quale ne sia la causa.
7) Commissione di valutazione
La Commissione di valutazione sarà composta da almeno tre membri:
- il Direttore di Dipartimento/Unità Operativa o Servizio che ha richiesto l’istituzione della borsa di studio (o un dirigente da lui designato);
- due componenti esperti della materia.
La composizione della Commissione è definita previa verifica dell’insussistenza di situazioni di incompatibilità.
La Commissione viene supportata, con funzioni di verbalizzante, da un dipendente del ruolo amministrativo.
La Commissione provvederà in particolare a:
- verificare il possesso dei requisiti di ammissione richiesti ai fini dell’ammissione;
- effettuare la prova selettiva e la valutazione dei titoli, sulla base di quanto sopra definito;
- predisporre la graduatoria, sulla base dei punteggi assegnati ai candidati.
8) Graduatoria
La graduatoria predisposta dalla Commissione sulla base dei punteggi assegnati ai candidati avrà, di norma, validità biennale dalla data di approvazione.
La graduatoria verrà utilizzata per il conferimento della borsa oggetto di selezione e potrà essere ulteriormente utilizzata, nel caso in cui il candidato cui viene attribuita la borsa di studio rinunci alla stessa prima del suo completamento e vi sia la necessità di portare a compimento l’attività oggetto della borsa di studio.
L’Azienda si riserva la facoltà di valutare l’utilizzo della graduatoria, nel termine biennale di validità, per eventuali ulteriori borse di studio del medesimo o analogo contenuto.
9) Assegnazione
La borsa di studio viene assegnata con provvedimento formale, utilizzando la graduatoria formulata dalla Commissione.
L’effettivo inizio dell’attività avviene previa verifica della insussistenza di situazioni di incompatibilità e secondo quanto definito al punto successivo e previa verifica della idoneità fisica.
La borsa di studio deve essere accettata per iscritto mediante sottoscrizione della comunicazione di assegnazione.
L’assegnatario, pena decadenza, è tenuto a produrre le dichiarazioni e la documentazione richiesta e a iniziare l'attività entro il termine stabilito dall’Azienda.
10) Incompatibilità - Conflitto di interessi
La borsa di studio non è cumulabile con altre borse di studio, né con stipendi o retribuzioni continuative derivanti da rapporti di impiego presso enti privati e/o enti pubblici, fatto salvo quanto previsto dalla disciplina in materia di part-time e fatta salva la possibilità che il borsista venga collocato dal datore di lavoro in aspettativa senza assegni.
L’assegnatario dovrà dichiarare sotto la propria responsabilità di non trovarsi in una delle predette situazioni di incompatibilità e comunque di impegnarsi a cessare ogni eventuale causa di incompatibilità prima di iniziare l’attività. Il sopravvenire di una delle predette situazioni di incompatibilità comporta l’immediata decadenza del godimento della borsa di studio.
L’Azienda si riserva la facoltà di valutare l’eventuale cumulabilità con altre borse di studio, previa acquisizione di parere motivato del tutor e verificato che tale attività non pregiudichi il regolare svolgimento dell’attività.
Il borsista non può svolgere comunque altre attività in conflitto (reale o potenziale) di interessi con quelle svolte dall’Azienda, le situazioni di conflitto possono riguardare sia altre attività, sia la titolarità o la compartecipazione di quote di impresa in settori in contrasto o concorrenza con le attività aziendali. L’accertamento del conflitto viene effettuato caso per caso da parte del Direttore di Dipartimento/Unità Operativa o Servizio proponente.
11) Tutor: ruolo e responsabilità
L’attività oggetto della borsa di studio verrà svolta dall’assegnatario sotto la supervisione di un tutor (Direttore di Dipartimento/Unità Operativa o Servizio proponente o da questi indicato nella richiesta di istituzione della borsa).
Il tutor ha la responsabilità tecnico-scientifica, nonché la vigilanza e controllo, circa l'operato del borsista e in particolare dovrà:
- definire un piano di attività sulla base della tipologia ed entità dell’attività di ricerca da svolgere;
- concordare con il borsista l’impegno e la presenza nelle sedi aziendali in relazione al contenuto nel piano delle attività e consentire l’accesso del borsista alle strutture aziendali e l’utilizzo di apparecchiature e strumentazioni aziendali secondo quanto necessario in relazione all’oggetto dell’attività;
- verificare il diligente adempimento delle attività oggetto della borsa di studio da parte dell’assegnatario;
- verificare e garantire il corretto impiego del borsista nelle attività strettamente correlate all’attività oggetto della borsa di studio, garantendo in particolare che il borsista non venga utilizzato in attività lavorative, di assistenza clinica ai pazienti o in attività non comprese nell’oggetto della borsa di studio.
Al termine della Borsa di Studio il tutor dovrà redigere una breve relazione concernente l’impegno, le attività, la continuità nello svolgimento dell’attività da parte del Borsista, nella quale dovranno essere altresì riportati i risultati raggiunti in relazione agli obiettivi prefissati.
12) Impegno e responsabilità dell'assegnatario
Il borsista si impegna a svolgere le attività oggetto della borsa di studio e in particolare dovrà:
- rispettare il piano di attività definito e essere presente nelle strutture aziendali, coerentemente con quanto definito nel suddetto piano di attività e concordato con il tutor. Eventuali assenze che comportino il mancato rispetto del piano di attività definito possono essere autorizzate dal tutor a condizione che non compromettano il regolare svolgimento dell’attività di ricerca;
- mantenere il segreto professionale e la massima riservatezza sulle informazioni di cui sia venuto a conoscenza nell’espletamento dell’attività;
- curare e custodire il materiale affidatogli;
- rispettare tutte le misure di sicurezza e osservare gli obblighi di protezione e di informazione di cui al D.Lgs. 81/2008 e s.m.i..
Al termine dell’incarico e comunque in qualsiasi momento gli sia richiesto, il borsista deve inviare al tutor una relazione consuntiva ovvero parziale dell’attività concernente la Borsa di Studio.
13) Assicurazione
L’Azienda garantisce, a termini della L.R. n. 13/2012 (ad oggetto: “Programma regionale prevenzione eventi avversi e copertura dei rischi derivanti da responsabilità civile nelle Aziende Sanitarie”) la copertura della responsabilità civile verso terzi, fatte salve le ipotesi di “dolo” o “colpa grave”.
L’Amministrazione provvede all’iscrizione INAIL del borsista, tuttavia, in assenza di indicazioni univoche con riferimento all’operatività della suddetta copertura, il borsista è tenuto a stipulare, prima dell’inizio dell’attività, idonea polizza infortuni a copertura dell’evento morte, invalidità permanente e inabilità temporanea.
14) Erogazione del corrispettivo
L'importo della Borsa di Studio è corrisposto al borsista, di norma, in rate mensili posticipate. A tal fine il tutor dovrà trasmettere, entro il giorno 5 di ogni mese, alla struttura aziendale competente per l’erogazione del riconoscimento economico, l’autorizzazione al pagamento del corrispettivo relativo al mese precedente, corredata da attestazione di regolare svolgimento dell’attività di ricerca.
15) Revoca
La Borsa di Studio può essere revocata anticipatamente, con preavviso di 10 giorni, su proposta del tutor, con lettera motiva, in caso di inottemperanza da parte del borsista degli impegni di cui al punto 12 oppure nel caso in cui l’attività del borsista sia valutata dal tutor insufficiente dal punto di vista quali/quantitativo in relazione ai risultati da raggiungere.
16) Sospensione
Il borsista può richiedere la sospensione dell’attività che potrà essere concessa previo parere favorevole e motivato del tutor e della Ditta/Ente finanziatore se la borsa di studio è stata istituita a seguito di donazioni o contributi esterni.
Per esigenze coerenti al raggiungimento degli obiettivi oggetto della borsa di studio, la stessa può altresì essere sospesa da parte dell’Azienda, previa acquisizione di parere favorevole della Ditta/Ente finanziatore, mediante comunicazione all’assegnatario.
L’Azienda si riserva, altresì, di rideterminare modalità e termini di espletamento qualora si renda opportuno al fine del buon esito della ricerca, entro i limiti di durata ed economici già definiti.
La borsista in stato di gravidanza:
- è tenuta a darne tempestiva comunicazione al tutor al fine di garantire nei suoi confronti il rispetto delle disposizioni in materia di tutela della maternità relativamente ai rischi da mansioni specifiche;
- è autorizzata a un periodo di sospensione in analogia a quanto previsto per le lavoratrici madri dal D.Lgs. 151/2001 e s.m.i. Durante il periodo di sospensione non verrà corrisposto il relativo importo economico. Al fine di completare le attività oggetto della borsa di studio, il periodo di assenza può essere recuperato, dopo la scadenza della borsa di studio, con una proroga per un periodo non superore a 5 mesi.
17) Rinuncia
L’eventuale rinuncia alla fruizione della borsa di studio deve essere comunicata per iscritto dal borsista al tutor e alla U.O. Gestione Giuridica Risorse Umane con preavviso di almeno 15 giorni.
18) Trattamento dati personali
Tutti i dati personali di cui l’Amministrazione sia venuta in possesso in occasione dell’espletamento delle procedure selettive verranno trattati nel rispetto del D.Lgs. 30/6/2003, n. 196; la presentazione della domanda da parte del candidato implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compreso i dati sensibili, a cura del personale assegnato all’ufficio preposto alla conservazione delle domande ed all’utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle procedure selettive. Gli stessi potranno essere messi a disposizione di coloro che, dimostrando un attuale e concreto interesse nei confronti della suddetta procedura, ne facciano espressa richiesta ai sensi dell’art. 22 della Legge 241/90 e successive modificazioni ed integrazioni.
L’interessato gode dei diritti di cui all’art, 7 del D.Lgs 196/2003 e s.m.i., cioè di conoscere i dati che lo riguardano, di chiederne l’aggiornamento, la rettifica, il completamento, la cancellazione o il blocco in caso di violazione di legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi, nel rispetto tuttavia dei termini perentori previsti relativamente alla procedura di che trattasi.
19) Norme finali varie
La borsa di studio non dà luogo a trattamenti previdenziali; i compensi corrisposti non vengono assoggettati a trattenute previdenziali ed assistenziali.
L'Azienda assicura la sorveglianza sanitaria del borsista ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e successive modificazione ed integrazioni e del D.Lgs. 230/1995 e successive modificazioni ed integrazioni.
L'Azienda Usl della Romagna si riserva la facoltà di modificare, prorogare, sospendere, revocare o annullare il presente avviso per ragioni di pubblico interesse concreto ed attuale.
Si rende noto che la documentazione presentata può essere ritirata personalmente o da un incaricato munito di delega, previo riconoscimento tramite documento d’identità valido, solo dopo 120 giorni dalla data approvazione della graduatoria. Trascorsi sei anni da tale data l’Azienda procederà all’eliminazione della domanda di partecipazione e della documentazione ad essa allegata. Si invitano pertanto i candidati a ritirare la documentazione entro il suddetto termine.
Per eventuali informazioni gli aspiranti potranno rivolgersi all’Azienda Usl della Romagna - U.O. Gestione Giuridica Risorse Umane – Ufficio Concorsi Cesena - Piazza Leonardo Sciascia, 111 int. 2 – Cesena (tel. 0547/394434 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30.00 alle ore 12.00 e il martedì anche dalle ore 15.00 alle ore 16.30).
Eventuali informazioni riguardanti la presente procedura sono pubblicate nel sito Internet sito www.auslromagna.it >Informazione Istituzionale >Selezioni, concorsi e assunzioni >Concorsi e selezioni >Avvisi pubblici per borse di studio”, con riferimento al presente avviso, ove è altresì scaricabile il presente bando.
Scadenza: giovedì 12 ottobre 2017
Il Direttore U.O.
Federica Dionisi