.

Concorso per 1 farmacista (piemonte) AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 11 DI VERCELLI

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Borsa di studio
Posti 1
Fonte: DIR N. 29 del 19-04-2017
Sintesi: AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 11 DI VERCELLI Concorso (Scad. 5 maggio 2017) Borsa di Studio finalizzata alla realizzazione di Progetti Regionali di Farmacovigilanza presso la S.C. Farmacia Ospedaliera ...
Ente: AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 11 DI VERCELLI
Regione: PIEMONTE
Provincia: VERCELLI
Comune: VERCELLI
Data di pubblicazione 21-04-2017
Data Scadenza bando 05-05-2017
Condividi

AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 11 DI VERCELLI

Concorso (Scad. 5 maggio 2017)

Borsa di Studio finalizzata alla realizzazione di Progetti Regionali di Farmacovigilanza presso la S.C. Farmacia Ospedaliera (MEREAFaPS)


In esecuzione della Deliberazione del Direttore Generale n. 357 assunta in data 06.04.2017 è indetto avviso pubblico, per titoli e colloquio, per l'assegnazione di:
BORSA DI STUDIO DI € 11.500=
finalizzata alla realizzazione di Progetti Regionali di Farmacovigilanza MEREAFaPS presso la S.C. Farmacia Ospedaliera
la Borsa di € 11.500=, al lordo delle ritenute fiscali di legge e dell'I.R.A.P., ha una durata di mesi 10 con impegno orario settimanale di 19 ore.
REQUISITI
I candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti specifici:
- Laurea Magistrale in Farmacia o in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche;
- Abilitazione all’esercizio professionale
- Iscrizione all'Ordine dei Farmacisti;
Il difetto anche di uno solo dei requisiti prescritti comporta la non ammissione all’avviso.
DOMANDA DI AMMISSIONE
Nella domanda di partecipazione alla selezione, redatta in carta libera, datata e sottoscritta, il candidato dovrà dichiarare sotto la propria responsabilità, consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. n. 445/2000:
- cognome e nome;
- luogo e data di nascita;
- residenza e domicilio;
- il possesso della cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell'Unione Europea;
- il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
- di non avere, al momento della presentazione della domanda, riportato condanne penali oppure specificare le condanne penali riportate;
- i titoli di studio posseduti con l'indicazione della data, sede e denominazione completa dell’Istituto presso cui sono stati conseguiti;
- la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
- gli eventuali servizi prestati e le cause di cessazione;
- indirizzo P.E.C. (se in possesso), indirizzo e-mail, numero di telefono cellulare.
Le domande devono essere corredate dei seguenti documenti:
a) curriculum formativo e professionale, datato e firmato, reso ai sensi del D.P.R. n. 445/2000;
b) copia fotostatica (non autenticata) di un documento di identità.
All'atto dell'assegnazione della borsa dovrà essere resa dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. n. 445/2000, in carta semplice, datata e firmata, attestante l'insussistenza di incompatibilità ai sensi dell'art. 53 del D.Lgs. n. 165/2001.
Si precisa che ai sensi dell'art. 40, comma 1, del D.P.R. 445/2000, così come modificato dall'art. 15 della Legge n. 183 del 12 novembre 2011, “Le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati. Nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli artt. 46 e 47”. Pertanto qualunque eventuale titolo prodotto in originale o in copia potrà costituire oggetto di valutazione solo se accompagnato da relativa autocertificazione da compilarsi in conformità agli schemi allegati al presente bando.
Le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà presentate contestualmente all’istanza di partecipazione sono sottoscritte dall’interessato in presenza del dipendente addetto, ovvero presentate unitamente a copia fotostatica, ancorché non autenticata, di un documento d’identità del sottoscrittore qualora siano inviate per posta o presentate da persona diversa dall’interessato.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa e materialmente prodotte. Se in copia devono essere corredate di dichiarazione di conformità all'originale secondo lo schema allegato al presente bando.
MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Le domande di partecipazione devono essere indirizzate all'AZIENDA SANITARIA LOCALE "VC" - Corso Mario Abbiate, 21 - 13100 Vercelli e prodotte entro il quindicesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte. Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
Le domande potranno essere inoltrate tramite P.E.C. all'indirizzo:
aslvercelli@pec.aslvc.piemonte.it oppure presentate direttamente all’Ufficio Protocollo sito al 2° piano della Palazzina Uffici Amministrativi – C.so M. Abbiate, 21, Vercelli nei seguenti orari: da lunedì a venerdì dalle ore 9,00 alle ore 11,30 e dalle ore 14,00 alle ore 15,00 Per la domanda inoltrata a mezzo posta (mediante plico raccomandata a/r) fa fede la data di spedizione comprovata dal timbro postale a data dell'ufficio postale accettante. Il ritardo nella presentazione della domanda, quale ne sia la causa, anche se non imputabile all'aspirante borsista, comporta la non ammissione all'avviso.
COMMISSIONE TECNICA
Una apposita Commissione composta dal Presidente e da due Esperti procederà alla formulazione della graduatoria, sulla base del punteggio riportato dai candidati nei titoli e nel colloquio.
Per quanto concerne i titoli da valutare ed i criteri di valutazione dei titoli e del colloquio, la Commissione, avute presenti le disposizioni contenute nel D.P.R. 10.12.1997, n. 483 “Regolamento recante la disciplina concorsuale per il personale dirigenziale del Servizio Sanitario Nazionale”, dispone complessivamente di 100 punti, così ripartiti:
20 punti per i titoli
80 punti per il colloquio.
Nell’ambito dei titoli sarà tenuto in considerazione il conseguimento di specializzazione universitaria in Farmacia Ospedaliera o equipollenti (D.M. 30.1.1998) o affini (D.M. 31.1.1998).
Il colloquio teso alla valutazione del grado di preparazione del candidato, in relazione all’attività da svolgere, verterà su materie afferenti la materia e disciplina oggetto della borsa; il superamento del colloquio è subordinato al raggiungimento di un punteggio pari a 41/80. Il mancato superamento del colloquio comporterà l’esclusione dalla graduatoria.
La data del colloquio con i candidati sarà pubblicata il giorno di scadenza dei termini per la presentazione delle domande nel sito aslvc.piemonte.it – concorsi e avvisi – borse di studio.
La Commissione incaricata dello svolgimento del colloquio e della valutazione dei titoli procederà prima dell’effettuazione del colloquio, all’ammissione dei candidati istanti.
I candidati dovranno presentarsi muniti di idoneo documento di riconoscimento. L'avviso ha valore di notifica a tutti i candidati e la mancata presentazione nel giorno e nell'ora stabiliti sarà considerata come rinuncia alla partecipazione alla procedura.
ASSEGNAZIONE DELLA BORSA DI STUDIO
L’assegnazione della borsa di studio oggetto dell’avviso è disciplinata dal Regolamento aziendale pubblicato nel sito: www.aslvc.piemonte.it – albo pretorio – Regolamenti e Capitolati.
L’inizio dell’attività di borsista è subordinato al giudizio di idoneità formulato dal Medico Competente dell'Azienda; l’onere degli esami è a carico dell’A.S.L. VC. Il borsista è tenuto alla scrupolosa osservanza del "Codice di Comportamento A.S.L. VC pubblicato nel sito:
www.aslvc.piemonte.it – Anticorruzione – Piano di prevenzione della corruzione.
L'assegnatario della borsa di studio, per poter usufruire della medesima, dovrà provvedere alla stipula di assicurazione per la responsabilità civile e professionale e contro gli infortuni e le malattie professionali.
L'assegnatario decadrà dal godimento della borsa qualora non inizi la propria attività nella data indicata al momento della formalizzazione dell'assegnazione dell'incarico; non ottemperi con frequenza regolare e continua all'impegno orario; non osservi le disposizioni impartite dal Direttore della Struttura di assegnazione.
A conclusione del progetto oggetto della borsa, il borsista redige una relazione finale sull’attività svolta e i risultati ottenuti, che deve essere trasmessa al Direttore della Struttura sede del progetto, al Referente aziendale per la farmacovigilanza e alla Direzione Generale.
E' facoltà del Rappresentante Legale dell'A.S.L. VC prorogare, modificare, sospendere o revocare, a suo giudizio insindacabile, il presente avviso pubblico.
Ai sensi dell’art. 13 del Decreto Legislativo 30.6.2003, n. 196, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso la Struttura Complessa Sviluppo Organizzativo e Gestione delle Risorse Umane per le finalità di gestione dell’avviso.
Per ulteriori informazioni rivolgersi alla S.C. Sviluppo Organizzativo e Gestione delle Risorse Umane - C.SO M. ABBIATE, 21 - 13100 VERCELLI - ı (0161) 593753/593819 FAX N. 0161- 593738, sito: www.aslvc.piemonte.it e-mail: ufficio.concorsi@aslvc.piemonte.it.
IL DIRETTORE S.C. SVILUPPO ORGANIZZATIVO E GESTIONE DELLE RISORSE UMANE
(Dott.ssa Donatella VILLA)