.

Concorso-Mobilità per 1 personale disabile (emilia romagna) AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DELLA CITTA' DI BOLOGNA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso-Mobilità

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso-Mobilità
Tipologia Contratto Assunzione
Posti Formazione di una graduatoria.
Fonte: DIR N. 2 del 11-01-2017
Sintesi: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DELLA CITTA' DI BOLOGNA Mobilità (Scad. 3 febbraio 2017) Avviso di mobilità volontaria per l'eventuale copertura di posti di profili professionali del comparto - ruolo tecnico ed ...
Ente: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DELLA CITTA' DI BOLOGNA
Regione: EMILIA ROMAGNA
Provincia: BOLOGNA
Comune: BOLOGNA
Data di pubblicazione 11-01-2017
Data Scadenza bando 03-02-2017
Condividi

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DELLA CITTA' DI BOLOGNA

Mobilità (Scad. 3 febbraio 2017)

Avviso di mobilità volontaria per l'eventuale copertura di posti di profili professionali del comparto - ruolo tecnico ed amministrativo - categorie C o D (compreso il livello economico Super DS) - esclusivamente riservato agli appartenenti alle categorie protette di cui alla legge 68/1999


In attuazione della determinazione del Direttore del Servizio Unico Metropolitano Amministrazione del Personale n. 3621 del 23/12/2016, esecutiva ai sensi di legge, è emesso, ai sensi dell’art. 30 del D.Lgs 165/2001 e successive modificazioni, un avviso pubblico di Mobilità volontaria per la selezione di possibili candidati appartenenti alle categorie protette di cui alla Legge 68/1999, in servizio come dipendenti presso altre Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Nazionale o altre Amministrazioni Pubbliche, ai fini dell'eventuale copertura di posti del Comparto presso l’Azienda USL di Bologna, corrispondenti ai profili professionali del ruolo amministrativo e tecnico del Servizio Sanitario Nazionale, così come identificati negli specifici elenchi regionali, e compatibili con la dotazione organica dell’Azienda, delle categorie C o D (compreso il livello economico super Ds).
Il presente avviso, volto ad acquisire eventuali disponibilità, non vincola in alcun modo l’Azienda USL di Bologna a procedere all’assunzione.
L’Azienda garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro e per il trattamento sul lavoro, ai sensi dell’art. 7 del D. Lgs. n. 165/2001.
Il trattamento economico è quello previsto dai vigenti CCCCNNLL Comparto Sanità.
1. Requisiti di ammissione
- essere dipendente con rapporto di lavoro a tempo indeterminato di Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Nazionale o di altra Pubblica Amministrazione;
- essere inquadrato in categoria C o D (compreso il livello economico super Ds) e profilo professionale equivalente a quelli previsti nell’area contrattuale del personale del comparto “Sanità” del ruolo tecnico ed amministrativo ed aver superato il relativo periodo di prova;
- appartenere alle categorie protette di cui alla Legge 68/1999;
- essere in possesso del titolo di studio richiesto dal profilo professionale;
- essere iscritto all’Albo professionale eventualmente richiesto dal profilo professionale;
- non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso;
- non aver riportato sanzioni disciplinari nel biennio precedente alla data di scadenza del presente avviso.
Tutti i suddetti requisiti di ammissione devono essere posseduti, a pena di esclusione, oltre che alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di partecipazione al presente avviso, anche alla data dell’eventuale effettivo trasferimento.
2. Domanda di ammissione
La domanda di ammissione al presente avviso, redatta in carta semplice, datata e debitamente sottoscritta dall’interessato, preferibilmente utilizzando il modulo allegato al presente bando, deve essere rivolta al Direttore del Servizio Unico Metropolitano Amministrazione del Personale. La domanda e la documentazione ad essa allegata deve essere presentata secondo le modalità previste al successivo punto 3) e deve pervenire entro e non oltre le ore 12.00 del giorno: 3 febbraio 2017
Nella domanda il candidato deve dichiarare, sotto la propria personale responsabilità, quanto segue:
a) cognome e nome, la data ed il luogo di nascita e il comune di residenza;
b) il possesso della cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea.
c) essere dipendente con rapporto di lavoro a tempo indeterminato di Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Nazionale o di altra Pubblica Amministrazione;
d) di aver superato il relativo periodo di prova nel profilo professionale e nella categoria C o D (compreso il livello economico super Ds) equivalenti a quelli previsti nell’area contrattuale del personale del comparto “Sanità” del ruolo tecnico ed amministrativo;
e) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o cancellazione dalle liste medesime;
f) di godere dei diritti civili e politici;
g) le eventuali condanne penali riportate;
h) i procedimenti penali subiti e gli eventuali carichi penali pendenti ovvero di non aver mai subito procedimenti penali e di non essere sottoposto a procedimento penale, per quanto di propria conoscenza;
i) le eventuali sanzioni disciplinari riportate oppure i procedimenti disciplinari in corso, ovvero di non aver mai subito procedimenti disciplinari e di non avere procedimenti disciplinari in corso;
j) di essere in possesso dei titoli e dei requisiti culturali e professionali richiesti per la copertura del posto in argomento;
k) il rapporto di dipendenza con una pubblica amministrazione, indicando la tipologia di rapporto di lavoro, il profilo professionale di inquadramento e l’impegno orario (tempo pieno/part-time);
l) l’appartenenza alle categorie protette di cui alla Legge 68/99;
m) in caso di titolarità di incarichi conferiti dall’Azienda di appartenenza, i risultati finali delle valutazioni effettuate;
n) residenza o domicilio, numero di telefono, indirizzo di posta elettronica ed eventuale posta elettronica certificata (PEC) presso il quale ricevere eventuali comunicazioni.
Il Servizio Unico Metropolitano Amministrazione del Personalenon si assume responsabilità per disguidi di notifiche determinati da mancata, errata o tardiva comunicazione di cambiamento di domicilio.
Alla domanda dovrà essere allegato un curriculum formativo professionale, redatto in forma di autocertificazione, ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, datato e firmato. Il curriculum deve dettagliare la propria esperienza professionale, formativa e scientifica – acquisita nella posizione funzionale o profilo professionale di afferenza, e dovrà contenere analitiche informazioni in ordine ai titoli di servizio, di conoscenza ed esperienza strettamente connessi con la qualifica rivestita, con precisazione delle specifiche competenze acquisite nell’ambito della propria attività professionale, al fine di consentire una adeguata valutazione della professionalità posseduta ed una appropriata comparazione della stessa con le specifiche caratteristiche delle posizioni di lavoro che si renderà necessario ricoprire. Inoltre, dovrà essere allegata la fotocopia di un documento di identità valido.
In particolare, con riferimento al servizio prestato, la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà rilasciata nel curriculum, resa con le modalità sopraindicate, deve contenere l’esatta denominazione dell’Ente presso il quale il servizio è stato prestato, la qualifica, il tipo di rapporto di lavoro (tempo pieno / tempo definito / part-time), le date di inizio e di conclusione del servizio prestato, comprensive di giorno, mese, anno, nonché le eventuali interruzioni (aspettativa senza assegni, sospensione cautelare, ecc.) e quant’altro necessario per valutare il servizio stesso. Anche nel caso di autocertificazione di periodi di attività svolta in qualità di borsista, di docente, di incarichi libero-professionali, ecc. occorre indicare con precisione tutti gli elementi indispensabili alla valutazione (tipologia dell’attività, periodo e sede di svolgimento della stessa).
In ogni caso, la dichiarazione resa dal candidato - in quanto sostitutiva a tutti gli effetti della documentazione - deve contenere tutti gli elementi necessari alla valutazione del titolo che il candidato intende produrre; l’omissione anche di un solo elemento comporta la non valutazione del titolo autocertificato.
La mancata sottoscrizione della domanda e l’omessa indicazione anche di un solo requisito, generale o specifico, o di una delle dichiarazioni aggiuntive richieste dal bando, determinano l’esclusione dalla procedura di che trattasi.
Gli aspiranti che, invitati, ove occorra, a regolarizzare formalmente la loro domanda di partecipazione al bando di mobilità, non ottemperino a quanto richiesto nei tempi e nei modi indicati dall’Amministrazione, saranno esclusi dalla procedura.
Si precisa, inoltre, che i dati attinenti ai titoli hanno natura facoltativa e l’eventuale rifiuto o omissione dei medesimi sarà causa di mancata valutazione degli stessi.
Si precisa che, per espressa disposizione normativa, non possono essere sostituiti da dichiarazioni sostitutive, fra gli altri, i certificati medici e sanitari.
Si rammenta, infine, che l’Amministrazione è tenuta ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute. In caso di accertamento di dichiarazioni false, oltre a subire gli effetti penali ed amministrativi previsti dalla normativa vigente, l’aspirante verrà dichiarato decaduto dalla procedura di mobilità e, in caso di accertamento successivo all’instaurazione del rapporto di lavoro, verrà disposta la risoluzione del rapporto di lavoro.
3. Modalità e termini per la presentazione delle domande
La domanda e la documentazione ad essa allegata dovrà essere inoltrata in uno dei seguenti modi:
- spedita a mezzo del servizio postale al seguente indirizzo: Servizio Unico Metropolitano Amministrazione del Personale - Ufficio Concorsi - Via Gramsci n. 12 - 40121 Bologna;
ovvero
- presentata direttamente presso l’Ufficio Concorsi - Via Gramsci n. 12 – Bologna - dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12;
ovvero
- trasmesse tramite l’utilizzo della Posta Elettronica Certificata (PEC) personale del candidato all’indirizzo personale.concorsi@pec.ausl.bologna.it, in un unico file in formato PDF, unitamente a fotocopia di documento di identità valido. Si precisa che la validità di tale invio è subordinata all’utilizzo da parte del candidato di posta elettronica certificata personale. Non sarà pertanto ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata all’indirizzo di posta elettronica certificata di cui sopra.
Qualora l’istanza di ammissione alla presente procedura sia pervenuta tramite PEC, il Servizio Unico Metropolitano Amministrazione del Personale è autorizzato ad utilizzare per ogni comunicazione, qualora lo ritenesse opportuno, il medesimo mezzo con piena efficacia e garanzia di conoscibilità degli atti trasmessi.
All'atto della presentazione diretta della domanda all’Ufficio Concorsi sarà rilasciata apposita ricevuta.
È esclusa ogni altra forma di presentazione o trasmissione.
Non vengono prese in considerazione domande spedite in data antecedente o successiva a quella di vigenza del bando. Le domande di mobilità già in possesso dell’Azienda USL di Bologna, presentate al di fuori del presente avviso, non saranno prese in considerazione. Pertanto tutti coloro che siano interessati dovranno presentare una nuova domanda secondo le indicazioni previste dal presente avviso.
Il termine per la presentazione delle domande è perentorio. A tal fine si precisa che non fa fede il timbro dell’Ufficio Postale accettante. L’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.
L’Azienda USL di Bologna non risponde di eventuali disguidi o ritardi derivanti dal Servizio Postale.
4. Ammissione alla procedura
L’ammissione o l’esclusione dei candidati che hanno presentato domanda entro la scadenza del termine è disposta con provvedimento del Direttore del Servizio Unico Metropolitano Amministrazione del Personale.
Non è sanabile e comporta l’esclusione automatica dalla procedura:
- la mancanza dei requisiti di ammissione;
- la presentazione della domanda oltre il termine stabilito dal bando.
L’omissione, in allegato alla domanda, della copia del proprio documento d’identità determina l’impossibilità di valutare i titoli dichiarati.
L’Azienda USL di Bologna invia motivata comunicazione di esclusione agli interessati, con raccomandata con avviso di ricevimento ovvero mediante posta elettronica certificata (PEC).
L’accertamento del reale possesso dei requisiti dichiarati dai candidati verrà effettuato prima di procedere alla mobilità.
Le dichiarazioni mendaci e la falsità in atti comportano responsabilità penale ai sensi dell’art. 76 del D.P.R. 445/00. Il Servizio Unico Metropolitano Amministrazione del Personale procederà comunque alla segnalazione all’Autorità Giudiziaria per le sanzioni penali previste. In caso di sopravvenuta assunzione l’Amministrazione applicherà l’art. 55-quater del D.Lgs 165/01. L’interessato decadrà comunque, ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 445/00, da tutti i benefici conseguiti sulla base della dichiarazione non veritiera.
5. Commissione di valutazione e criteri di valutazione
Al manifestarsi dell’esigenza di copertura tramite mobilità di eventuale posto vacante, in virtù della facoltà contemplata dall’art. 30, comma 1 del D.Lgs. 165/2001, l’Azienda procederà ad esaminare le domande pervenute, avvalendosi del supporto di apposita Commissione di Valutazione.
Analogamente, prima dell’indizione di nuove procedure concorsuali riservate al personale appartenente alle categorie protette di cui alla Legge n. 68/1999, l’Azienda, così come disposto dall’art. 30, comma 2 bis del citato Decreto, esaminerà le domande presentate dagli aspiranti in possesso di inquadramento nel profilo / posizione funzionale di interesse, avvalendosi del supporto di apposita Commissione di Valutazione.
In entrambi i casi la Commissione di Valutazione procederà all’analisi ed alla valutazione dei curricula pervenuti per individuare quello che eventualmente risulti coerente con le specifiche caratteristiche, conoscenze e competenze necessarie a rivestire la posizione di lavoro da ricoprire.
Le domande pervenute saranno esaminate e valutate sulla base dei seguenti criteri di massima:
- preparazione culturale e esperienza professionale specifica maturata in relazione ai posti da ricoprire;
- titolo di studio posseduto ed ulteriori titoli di studio, specializzazioni, master, percorsi formativi specifici inerenti i posti da ricoprire.
L’Azienda USL di Bologna si riserva la facoltà di convocare i candidati, il cui curriculum sia ritenuto idoneo rispetto alla specifica posizione di lavoro da ricoprire, ad un Colloquio finalizzato all’approfondimento delle competenze e delle attitudini personali, nonché alla verifica del possesso della professionalità necessaria a ricoprire le specifiche posizioni lavorative vacanti. Il giorno e l’ora del colloquio saranno comunicati ai candidati ammessi mediante pubblicazione - con valore di notifica a tutti gli effetti nei confronti dei candidati - sul sito internet istituzionale dell’Azienda USL di Bologna, www.ausl.bologna.it, nella sezione bandi di concorso/procedure in corso/avvisi di mobilità, con un preavviso di almeno 20 giorni. Non verranno inviate convocazioni individuali.
I candidati si dovranno presentare muniti di un valido documento di riconoscimento. La mancata presentazione al colloquio presso la sede, nella data ed orario che verranno indicati o la presentazione in ritardo, ancorché dovuta a causa di forza maggiore, comporteranno l’irrevocabile esclusione dalla procedura, equivalendo a rinuncia.
L’Azienda USL di Bologna si riserva la più ampia autonomia discrezionale nella valutazione dei candidati e nella verifica della corrispondenza delle professionalità possedute con le caratteristiche del posto da ricoprire o dei posti da ricoprire. Tale autonomia è esercitabile anche mediante la non individuazione di soggetti idonei.
6. Individuazione del professionista
La commissione di valutazione, al termine della valutazione dei curricula e del colloquio, laddove previsto, individuerà l’eventuale candidato idoneo a ricoprire la posizione di lavoro vacante, sulla base di una valutazione complessiva. La presente procedura non determina la redazione di alcuna graduatoria di merito.
In caso di superamento con esito positivo del processo di valutazione e di reclutamento, il candidato prescelto dovrà produrre il nulla osta dell’Amministrazione di appartenenza entro il termine che verrà indicato con apposita comunicazione, pena il mancato perfezionamento del processo di mobilità. L’Azienda USL di Bologna si riserva la facoltà di non procedere all’assunzione stessa qualora i termini del trasferimento risultino incompatibili con le proprie esigenze.
7. Pubblicazione sul sito web aziendale
Il Servizio Unico Metropolitano Amministrazione del Personale pubblica sul proprio sito internet aziendale di cui sopra, nell’apposita sezione, le informazioni relative a:
- emissione bando;
- elenco dei candidati ammessi e non ammessi a ciascun profilo professionale;
- composizione della commissione di valutazione in relazione ad ogni profilo professionale;
- esito della procedura di mobilità.
8. Trasferimento del candidato
Il trasferimento si perfezionerà con la stipula del contratto individuale di lavoro, previa verifica della sussistenza dei requisiti.
All’atto del trasferimento l’Azienda U.S.L. di Bologna non si fa carico del residuo ferie maturato dal professionista presso l’Ente di provenienza.
La mobilità comporterà la perdita dell’eventuale titolarità di posizione organizzativa o di indennità di coordinamento conferita dall’Ente di provenienza.
Gli effetti economici decorrono dalla data di effettiva presa servizio.
Il personale che verrà assunto a seguito della selezione per mobilità sarà assegnato ad una sede di prima assegnazione. Il professionista che verrà assunto a seguito di procedura di mobilità dovrà essere disposto ad operare presso tutte le strutture del territorio dell’Azienda U.S.L. di Bologna previa valutazione di compatibilità da parte degli organismi competenti in relazione alle condizioni di salute, riconoscendo la piena autonomia dell’Azienda per l’eventuale trasferimento in sede diversa da quella di prima assegnazione nell’ambito dell’Azienda stessa, nei limiti previsti dalla normativa vigente.
Lo stato giuridico ed economico inerente ai posti di lavoro è regolato e stabilito dalle norme legislative e contrattuali vigenti.
9. Disposizioni varie
Tutti i dati di cui l'Amministrazione verrà in possesso a seguito della presente procedura verranno trattati nel rispetto del D.Lgs. 30/6/03, n. 196. La presentazione della domanda di partecipazione all’avviso da parte dei candidati implica il consenso al trattamento dei dati personali, compresi i dati sensibili, a cura dell'ufficio preposto alla conservazione delle domande ed all'utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle procedure finalizzate all’avviso.
Questo Ente informa i partecipanti alle procedure di cui al presente bando che i dati personali ad Essi relativi saranno oggetto di trattamento da parte della competente direzione con modalità sia manuale che informatizzata, e che titolare è l’Azienda USL di Bologna.
Tali dati saranno comunicati o diffusi ai soggetti espressamente incaricati del trattamento, o in presenza di specifici obblighi previsti dalla legge, dalla normativa comunitaria o dai regolamenti.
L’Azienda U.S.L. di Bologna si riserva la facoltà di prorogare, sospendere o revocare la presente procedura, in qualsiasi momento, qualora ne rilevassero la necessità e l’opportunità per ragioni di pubblico interesse o in presenza di vincoli legislativi nazionali o regionali in materia di assunzione di personale. Il presente avviso è emanato nelle more, dell’approvazione da parte della Regione Emilia-Romagna, del Piano di assunzione anno 2017.
La presentazione della domanda non comporta alcun diritto al reclutamento, né fa sorgere alcun obbligo per l’Azienda USL di Bologna di dar corso alla copertura dei posti.
La procedura è subordinata al preventivo espletamento della procedura di cui all’art. 34 bis del D.Lgs 165/01 e, potrà altresì, essere revocata in caso di assegnazione di personale ai sensi dell’art. 34 bis del D.Lgs 165/01.
Gli esiti della presente procedura potranno essere tenuti in evidenza, sino all’emissione del successivo bando di mobilità da parte dell’Azienda USL di Bologna, anche per eventuali e ulteriori posti a tempo indeterminato di analoga professionalità e inquadramento.
Per quanto non espressamente previsto nel presente bando si rinvia alla normativa ed ai principi generali vigenti in materia nelle Pubbliche Amministrazioni.
Per ulteriori informazioni gli interessati potranno rivolgersi al Servizio Unico Metropolitano Amministrazione del Personale - Ufficio Concorsi - Via Gramsci n. 12 - Bologna (tel. 051/6079604 - 9592 - 9591 - 9589) dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12, oppure collegarsi al sito Internet dell’Azienda: www.ausl.bologna.it, dopo la pubblicazione del bando nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.
Il Direttore Sumap
Teresa Mittaridonna