Concorso per 1 personale laureato (toscana) AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 10 DI FIRENZE

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Borsa di studio
Posti 1
Fonte: DIR N. 10 del 11-02-2016
Sintesi: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 10 DI FIRENZE Concorso (Scad. 18 febbraio 2016) Avviso pubblico per n. 1 borsa di studio Per il progetto: “Gestione del Risk Sharing in Azienda Sanitaria di Firenze”, finanziato da ...
Ente: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 10 DI FIRENZE
Regione: TOSCANA
Provincia: FIRENZE
Comune: FIRENZE
Data di pubblicazione 11-02-2016
Data Scadenza bando 18-02-2016
Condividi

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 10 DI FIRENZE

Concorso (Scad. 18 febbraio 2016)

Avviso pubblico per n. 1 borsa di studio Per il progetto: “Gestione del Risk Sharing in Azienda Sanitaria di Firenze”, finanziato da Sandoz S.p.A.


In esecuzione della delibera del Commissario dell’ex Azienda USL 10 di Firenze n. 636 del 31.12.2015, è indetto un Avviso Pubblico, per titoli e colloquio, per l’assegnazione di n. 1 Borsa di Studio, relativa al progetto “Gestione del Risk Sharing in Azienda Sanitaria di Firenze” del Dipartimento del Farmaco, finanziato da Sandoz S.p.A.
Obiettivo del progetto in questione è assicurare una corretta gestione del sistema in una ASL estremamente vasta e complessa come quella di Firenze, con la presenza di 6 Punti Farmaceutici di Continuità.
E’ necessario pertanto un punto di raccordo per poter analizzare tutti i dati e rispondere ai periodici quesiti posti, anche dalla Regione Toscana.
Si ritiene pertanto necessario approvare una metodologia organizzativa che permetta il corretto recupero delle somme dovute e il contemporaneo mo ni toraggio dell’utilizzo dei farmaci, precisando che la gestione di tutte le fasi della procedura di rimborso richiede un notevole impiego di tempo, sia da parte del clinico, per l’inserimento dei dati di registrazione e prescrizione, sia da parte del farmacista ospedaliero per la verifica delle schede, la compilazione delle sezioni di propria competenza e l’attivazione delle procedure di rimborso.
La sede di attività del borsista è presso la Farmacia del Presidio Ospedaliero San Giovanni di Dio.
Al momento dell’assegnazione della Borsa di Studio, il Borsista dovrà dimostrare di non essere titolare di rapporto di lavoro subordinato presso strutture pubbliche o private.
Art. 1
Possono partecipare al presente Avviso Pubblico coloro che risultano in possesso dei seguenti requisiti:
Laurea Specialistica/Magistrale in Farmacia Specializzati o specializzandi in Farmacia Ospedaliera.
Sono richieste inoltre specifiche competenze nella materia oggetto della Borsa di Studio.
I compiti del borsista sono:
confrontarsi con i medici ospedalieri prescrittori; organizzare eventuali incontri esplicativi con medici e/o farmacisti;
monitorare continuamente il sistema, in particolare: il numero di pazienti trattati ed in trattamento; la spesa sostenuta per ogni singolo farmaco o indicazione;
i rimborsi richiesti e ottenuti per ogni singolo farmaco o indicazione.
Art. 2
Le istanze di partecipazione redatte in carta libera ed il curriculum vitae , devono essere inviate al Direttore S.C. Politiche del Personale presso Villa Fabbri - Via di San Salvi, 12 - Firenze - entro e non oltre il 15° giorno successivo a quello della data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana, a pena di esclusione:
a mezzo raccomandata a.r.. Sulla busta indicare: “AVVISO PUBBLICO BORSA DI STUDIO PROGETTO “GESTIONE DEL RISK SHARING IN AZIENDA SANITARIA DI FIRENZE “. MEDIANTE POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (P.E.C.) all’indirizzo: acquisizione.risorseumane@ pec.asf.toscana.it, secondo quanto previsto dall’art. 65 del D.Lgs. 82/2005 e s.m.i.; nell’oggetto della mail dovrà essere riportata la dicitura “AVVISO PUBBLICO BORSA DI STUDIO PROGETTO “GESTIONE DEL RISK SHARING IN AZIENDA SANITARIA DI FIRENZE “.
La validità della mail è subordinata all’utilizzo da parte dei candidati di casella di posta elettronica certificata PERSONALE. Si prega di inviare domanda (debitamente sottoscritta) e allegati in formato PDF, inserendo il tutto, ove possibile, in un unico file.
mediante consegna diretta presso la Struttura S.C. Politiche del Personale presso Villa Fabbri - II piano - Via di San Salvi, 12 - Firenze - dal Lunedì al Venerdì nella fascia oraria 9,00 - 15,00.
Qualora il suddetto giorno sia festivo, il termine s’intende prorogato al primo giorno successivo non festivo.
Il termine fissato per la presentazione delle domande è perentorio e pertanto non è ammessa la presentazione di documenti oltre la scadenza del termine per l’invio delle domande ed è priva di effetto la riserva di presentazione successiva eventualmente espressa dal candidato.
Non saranno prese in considerazione eventuali domande pervenute al di fuori del periodo di pubblicazione del presente avviso e a tal fine NON FA FEDE il timbro e data dell’Ufficio Postale accettante in caso di invio a mezzo raccomandata a.r.
La istanza deve essere sottoscritta, pena l’esclusione dalla selezione. Ai sensi dell’art. 39 del D.P.R. 445/2000, la sottoscrizione non necessita di autentica.
La presentazione della istanza comporta l’accettazione, senza riserva, di tutte le prescrizioni e precisazioni del presente avviso e di tutte le norme in esso richiamate.
Gli aspiranti dovranno dichiarare sotto la propria responsabilità:
cognome, nome, data e luogo di nascita, residenza, recapito telefonico ed indirizzo di posta elettronica; cittadinanza;
il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
Comune o Stato Estero nelle cui liste elettorali è iscritto, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
i titoli di studio posseduti, con indicazione della data, sede e denominazione completa degli istituti in cui i titoli stessi sono stati conseguiti,nonché tutti i requisiti di ammissione richiesti dal presente Avviso. In caso di titolo conseguito presso Università Straniera dovranno essere indicati gli estremi del decreto di riconoscimento del Ministero dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca ai sensi delle norme vigenti;
i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico impiego;
il domicilio presso il quale devono, ad ogni effetto, essergli fatte pervenire le comunicazioni inerenti la presente selezione.
Il concorrente dovrà altresì dichiarare, sotto la propria personale responsabilità, di non aver riportato condanne penali o, in caso contrario, dovrà indicare quali condanne abbia riportato e procedimenti penali in corso a suo carico.
L’Azienda declina fin d’ora ogni responsabilità per dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte dell’aspirante, o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, o per eventuali disguidi postali non imputabili a colpa dell’Amministrazione stessa.
DOCUMENTAZIONE RICHIESTA (da allegare o autocertificare ai sensi della legge 183/2011).
Alla domanda di partecipazione all’avviso i concorrenti dovranno presentare dichiarazione sostitutiva relativa ai seguenti stati, fatti e qualità personali:
Titoli di studio validi per l’ammissione;
Titoli attestanti la conoscenza richiesta, per l’attività oggetto del presente Avviso, come specificato all’art. 1, valevole al fine dell’ammissione;
Tutti i titoli professionali e/o di carriera conseguiti, che il candidato ritenga opportuno far valere nel proprio interesse agli effetti della valutazione;
Lavori scientifici: sono ammessi anche lavori in bozza o dattiloscritti, purché muniti della dichiarazione d’impegno da parte delle direzioni delle riviste, degli atti e delle collezioni presso le quali il lavoro verrà pubblicato;
Qualsiasi altro titolo o documento, atto a comprovare la preparazione scientifica del concorrente;
Curriculum formativo e professionale, redatto in carta semplice datato e firmato.
Il candidato dovrà inoltre presentare elenco dei documenti sopra indicati. Non è consentito aggiungere, dopo il termine di scadenza fissato, alcun altro documento, certificato, memoria, pubblicazione o parte di essa, né sostituire quanto già presentato.
Il candidato dovrà apporre la firma in calce alla domanda, a pena di esclusione. La sottoscrizione non necessita di autenticazione.
Il candidato potrà avvalersi della facoltà prevista dal DPR 445/2000 relativa all’autocertificazione.
Si precisa che in caso di dichiarazione sostitutiva di certificazioni da rendere nei modi previsti dalla legge con particolare riferimento al DPR 445/2000 relativa a requisiti di ammissione e/o titoli che possono dar luogo anche a valutazione, l’interessato è tenuto a specificare, con esattezza, tutti gli elementi ed i dati necessari affinché questa Amministrazione sia posta nelle condizioni di poter determinare il possesso dei requisiti e/o la valutabilità della dichiarazione ai fini della graduatoria.
Le pubblicazioni per essere oggetto di valutazione non possono essere autocertificate.
Le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà riguardanti tutti gli stati, fatti e qualità di cui all’art. 47 DPR 445/2000 e non espressamente indicati all’art. 46 del medesimo DPR, devono risultare da apposita dichiarazione nella domanda o nel curriculum.
Tutte le dichiarazioni sostitutive di certificazioni e tutte le dichiarazioni di conformità all’originale di fotocopie di documenti o fotocopie di pubblicazioni devono essere sottoscritte dall’interessato e corredate da una fotocopia del documento di identità. Per quanto concerne tali dichiarazioni è sufficiente apporre in calce o in allegato alla copia del documento di identità la seguente dicitura:
“Il sottoscritto (cognome e nome), consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi, richiamate dall’art. 76 del D.P.R. 28 Dicembre 2000, n. 445, nonché della decadenza dai benefici conseguenti al provvedimento eventualmente emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, qualora dal controllo effettuato emerga la non veridicità del contenuto di taluna delle dichiarazioni rese (art. 75 D.P.R. n. 445/2000), dichiara sotto la propria responsabilità che ogni dichiarazione resa risponde a verità e che le fotocopie allegate alla domanda di partecipazione all’avviso pubblico sono conformi all’originale in suo possesso”.
Fermo restando quanto previsto dall’art. 26 della L. 15/68 circa le sanzioni penali previste per le dichiarazioni false, qualora emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.
Non saranno prese in considerazione dichiarazioni generiche che non consentano una idonea conoscenza degli elementi necessari per una corretta valutazione.
Art. 3
L’ammissione dei candidati è disposta dal Direttore S.C. Politiche del Personale . Lo stesso dispone altresì la non ammissione dei candidati che, in base alle dichiarazioni contenute nelle domande ed alla documentazione a queste allegate, risultino privi dei requisiti prescritti, nonché di quelli le cui domande siano irregolari o pervenute fuori dai termini.
Art. 4
L’individuazione del soggetto cui attribuire la Borsa di Studio viene effettuata da un’apposita Commissione composta da tre esperti, nominata dal Direttore S.C. Politiche del Personale su indicazione del Direttore Sanitario aziendale, che sulla base della valutazione del curriculum formativo professionale nonché di uno specifico colloquio, provvede a formulare graduatoria di merito.
Per la valutazione del curriculum formativo e professionale nonché per il colloquio la Commissione ha a disposizione 60 punti, così ripartiti:
30 punti per la valutazione del curriculum formativo e professionale
30 punti per il colloquio
I 30 punti per la valutazione del curriculum formativo e professionale sono così ripartiti:
- Titoli professionali: - punti 20.
In tale categoria saranno valutate le attività professionali e similari, specifiche rispetto ai requisiti richiesti, svolte presso Enti Pubblici o privati (rapporto di lavoro subordinato, incarichi libero professionali, collaborazioni coordinate e continuative, frequenze volontarie, borse di studio,…).
Nell’ambito di tale categoria, il relativo punteggio sarà attribuito dalla Commissione secondo il prudente apprezzamento, tenuto conto, tra l’altro, della tipologia del rapporto, dell’impegno orario e di ulteriori elementi idonei ad evidenziare il livello di qualificazione professionale acquisito rapportato all’attività da espletare.
- Titolo vari: - punti 10.
In tale categoria verranno valutati gli ulteriori titoli, non rientranti nella precedente categoria, idonei ad evidenziare il livello di qualificazione professionale acquisito, quali: titoli di studio/professionali, corsi di formazione/aggiornamento, convegni scientifici, attività didattica, attività scientifica,…).
Nell’ambito di tale categoria, il relativo punteggio verrà attribuito dalla Commissione secondo il suo prudente apprezzamento, e con adeguata motivazione.
Il colloquio sarà diretto ad accertare la conoscenza nell’ambito del settore dell’attività, come specificatamente richiesto all’art.1.
La data e la sede in cui si svolgerà il colloquio saranno comunicate ai candidati, a cura della Commissione, via e.mail, e verrà inviata almeno dieci giorni prima della data fissata per l’espletamento dello stesso.
I candidati che non si presenteranno a sostenere il colloquio nel giorno, nell’ora e nella sede stabilita, saranno dichiarati esclusi dalla presente selezione, qualunque sia la causa dell’assenza, anche se non dipendente dalla volontà dei singoli concorrenti.
E’ escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito la sufficienza, pari ad un punteggio corrispondente alla metà più uno del punteggio disponibile del punteggio massimo per il colloquio.
La graduatoria di merito dei candidati redatta dalla Commissione e risultante da apposito verbale potrà essere utilizzata esclusivamente per il progetto in questione.
Gli atti risultanti da apposito verbale redatto dalla Commissione, contenente la graduatoria di merito dei candidati, nonché l’attribuzione della Borsa di Studio al candidato avente titolo, sono approvati con provvedimento del Direttore della S.C. Politiche del Personale.
Art. 5
Il vincitore della Borsa di studio riceverà apposita comunicazione via mail a cura della S.C. Politiche del Personale dell’Azienda, ove saranno specificati gli eventuali adempimenti a suo carico ed il termine per l’inizio del servizio. E’ richiesta comunque una polizza assicurativa per la responsabilità civile verso terzi (ivi compresa l’Azienda) nonché per il caso di infortuni, malattie ed eventi di qualsiasi natura che possano accadere al contraente. La polizza, ad intero ed esclusivo carico del borsista, dovrà coprire l’intero periodo della durata della Borsa stessa.
Art. 6
La Borsa potrà anche essere revocata nel caso che l’assegnatario, senza giustificato motivo, non perseguisse regolarmente ed ininterrottamente e per tutta la durata della Borsa, l’attività iniziata o si rendesse responsabile di gravi e ripetute negligenze o che, infine, desse prova di non possedere la necessaria attitudine allo svolgimento dell’attività oggetto della borsa di studio.
Nel caso in cui il borsista non effettui, se pure con giustificati motivi, la prevista frequenza settimanale, così come indicato nei termini del presente bando, è tenuto al recupero delle ore nel mese successivo.
Art. 7
L’inizio del godimento della Borsa di Studio decorrerà, per il candidato avente titolo, dalla data che sarà fissata dopo l’espletamento del concorso.
Decadrà dal diritto di godimento della Borsa colui che entro il termine di 10 giorni dalla data di ricezione della lettera di comunicazione, non dichiari di accettarla, o che non inizi la propria attività entro il termine fissato.
Potranno essere giustificati solo ritardi dovuti a gravi motivi di salute o a casi di forza maggiore debitamente comprovati.
Art. 8
Il pagamento della Borsa sarà effettuato in rate mensili posticipate, previa presentazione di dichiarazione di svolgimento dell’attività prevista dalla Borsa di studio stessa, con l’impegno orario richiesto. Detta dichiarazione dovrà essere rilasciata dal Direttore della Struttura presso cui l’interessato svolgerà la propria attività.
Il vincitore avrà diritto al rateo mensile previsto soltanto se avrà svolto almeno un mese di attività. In caso contrario, la Borsa sarà assegnata ad altro concorrente risultato idoneo secondo l’ordine della graduatoria.
L’Azienda si riserva, a suo insindacabile giudizio, la facoltà di modificare, sospendere o annullare il presente bando senza che per i concorrenti insorga alcuna pretesa o diritto.
Per ulteriori chiarimenti ed informazione gli aspiranti potranno rivolgersi alla S.C. Politiche del Personale dell’Azienda U.S.L. 10 di Firenze - Presidio San Salvi - Villa Fabbri - via di San Salvi n. 12 - 50135 Firenze (tel. 055-6934534 - indirizzo email: paola.cinotti@asf. toscana.it).
Il Direttore Generale
Paolo Marchese Morello