.

Concorso per 1 dirigente ingegnere (toscana) AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 6 - LIVORNO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: DIR N. 31 del 23-04-2014
Sintesi: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 6 - LIVORNO Mobilità (Scad. 2 maggio 2014) Avviso ricognitivo di mobilità volontaria per la copertura di n. 1 posto di Dirigente del Ruolo Professionale (Profilo Professionale: ...
Ente: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 6 - LIVORNO
Regione: TOSCANA
Provincia: LIVORNO
Comune: LIVORNO
Data di pubblicazione 23-04-2014
Data Scadenza bando 02-05-2014
Condividi

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 6 - LIVORNO

Mobilità (Scad. 2 maggio 2014)

Avviso ricognitivo di mobilità volontaria per la copertura di n. 1 posto di Dirigente del Ruolo Professionale (Profilo Professionale: Ingegnere). MOBI 91.


In esecuzione della Delibera del Direttore Generale n. 139 del 2.4.2014 e successivo Decreto Dirigenziale n. 403 del 9.4.2014 è indetto Avviso ricognitivo di mobilità volontaria, in ambito regionale e interregionale, per la copertura a tempo indeterminato di n. 1 posto nel profilo di DIRIGENTE INGEGNERE da assegnare al Dipartimento Tecnico UOC Manutenzione e Sicurezza Edifici, ai sensi del combinato disposto del D.Lgs. n. 165/01 e ss.mm.ii. e dell’art. 20 del CCNL Area della Dirigenza Sanitaria, Professionale, Tecnica e Amministrativa sottoscritto l’8/6/2000 e ss.mm.ii.
Possono presentare domanda di trasferimento i dipendenti delle Aziende USL e Ospedaliere nonché di altri Enti del Comparto Sanità e di altre Pubbliche Ammi nistrazioni, come definiti dalla vigente contrattazione collettiva nazionale quadro, in servizio a tempo indeterminato con inquadramento nel profilo e categoria cui si riferisce il presente Avviso e che abbiano superato il periodo di prova.
Requisiti di ammissione
Per l’ammissione alla procedura di mobilità è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:
a) essere dipendente in servizio a tempo indeterminato inquadrati nel profilo professionale di Dirigente Ingegnere (con superamento del periodo di prova) presso una delle Amministrazioni indicate all’art. 1, comma 2, del Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e s.m.i.;
b) abilitazione all’esercizio professionale ed iscrizione all’albo professionale;
c) esperienza professionale dirigenziale non inferiore a cinque anni nel profilo di Dirigente Ingegnere presso una delle Amministrazioni indicate all’art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001;
d) Diploma di laurea in Ingegneria civile, edile, elettrica, meccanica e le equipollenti lauree;
e) idoneità fisica all’impiego: l’accertamento della idoneità fisica all’impiego verrà effettuata dal Servizio Sorveglianza Sanitaria aziendale prima dell’immissione in servizio;
I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande dal presente bando, oltre che all’atto del trasferimento.
Il mancato possesso dei requisiti di cui sopra comporta l’esclusione dalla partecipazione alla procedura, ovvero, nel caso di carenza riscontrata all’atto del trasferimento, la decadenza dal diritto al trasferimento.
Domande di trasferimento - Termini e Modalità di Presentazione
Le domande di partecipazione del presente avviso, redatte in carta semplice, in base allo schema allegato, devono essere indirizzate all’U.O.C. Gestione Risorse Umane dell’Azienda U.S.L. n. 6 - viale Alfieri n. 36 - 57124 Livorno entro il quindicesimo giorno successivo a quello della data di pubblicazione del presente Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana. Tale termine, qualora venga a scadere in giorno festivo, si intenderà protratto al primo giorno seguente non festivo.
Le domande di partecipazione all’avviso di mobilità , redatte in carta semplice e indicanti sulla busta “Bando mobilità DIRIGENTE INGEGNERE codice MOBI91”, possono essere presentate secondo una delle seguenti modalità:
1. consegna, entro i termini di scadenza dell’Avviso, presso l’Ufficio Protocollo dell’Azienda, in Viale Alfieri, n. 36 - 57124 Livorno - nella fascia oraria dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00: in tal caso farà fede il timbro a data di accettazione dell’istanza;
2. spedizione, entro il termine indicato, mediante raccomandata con avviso di ricevimento: in tal caso farà fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante ;
3. inoltro con posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo: asl6livorno@postacert.toscana.it con oggetto “Domanda di partecipazione bando mobilità DIRI GENTE INGEGNERE codice MOBI 91”. In tal caso farà fede la ricevuta di accettazione del gestore. Si ricorda che il ricorso a questa modalità di inoltro della domanda è consentito esclusivamente a condizione che il candidato sia in possesso di personale casella di posta elettronica certificata.
Il termine fissato per la spedizione delle domande ha carattere perentorio, il mancato rispetto della suddetta scadenza determina l’esclusione dalla procedura di mobilità.
Le istanze di mobilità già agli atti dell’Amministrazione o che perverranno prima della pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Toscana non saranno prese in considerazione e saranno archiviate senza alcuna comunicazione agli interessati, in quanto il presente avviso costituisce a tutti gli effetti notifica nei confronti degli interessati.
Pertanto coloro che fossero interessati al presente avviso sono tenuti a ripresentare istanza entro i termini e con le modalità previste dal bando.
Domande di ammissione
Nella domanda, redatta secondo l’allegato modello (Allegato n. 1 ) indirizzata al Direttore Generale Azienda USL 6 di Livorno, il candidato, sotto la propria personale responsabilità e consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, deve dichiarare ai sensi degli artt. 46 e/o 47 del DPR 455/00:
1. il nome e cognome, la data, il luogo di nascita e la residenza;
2. il possesso della cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o della cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;
3. le eventuali condanne penali riportate, o i procedimenti penali in corso;
4. il titolo di studio posseduto e i requisiti di ammissione richiesti;
5. di essere dipendente a tempo indeterminato a decorrere dal___________c/o l’Amministrazione/ Azienda______
6. il profilo professionale/la posizione funzionale di inquadramento________________
7. di essere in possesso dell’idoneità psicofisica al servizio;
8. i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego;
9. eventuali titoli che conferiscono diritti di preferenza a parità di punteggio. I titoli di preferenza valutabili sono quelli di cui all’art. 5 del D.P.R. n. 487/1994 e ss.mm.;
10. il possesso del diploma di abilitazione all’esercizio professionale e dell’iscrizione all’albo professionale
11. il possesso dell’esperienza professionale dirigenziale non inferiore a cinque anni maturata nelle Amministrazioni indicate all’art. 1, comma 2, del Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165;
12. il consenso all’utilizzo dei dati personali, compresi quelli “sensibili”, se necessari alla procedura di cui trattasi (D.Lgs. n. 196/2003);
13. il domicilio presso il quale ricevere ogni comunicazione relativa alla selezione, in caso di mancata indicazione vale ad ogni effetto la residenza di cui al punto 1.
La domanda deve essere datata e sottoscritta, pena l’esclusione dalla selezione. Tale sottoscrizione ai sensi della L. 127/1997, non necessita di autentica.
Documentazione da allegare alla domanda
Alla domanda di partecipazione alla selezione i concorrenti devono allegare dichiarazioni sostitutive ai sensi degli artt. 46 e/o 47 DPR 445/2000 dalle quali risulti il possesso dei seguenti requisiti:
a) dichiarazione attestante il possesso dei requisiti di ammissione di cui al precedente punto 4;
b) un curriculum formativo e professionale, datato e firmato, e corredato formalmente di tutte le certificazioni relative ai titoli che ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito
c) le pubblicazioni edite a stampa, ove esistenti
d) fotocopia di un valido documento di identità e) un elenco in carta semplice dei documenti e dei titoli presentati.
Si fa presente che il servizio prestato deve essere autocertificato con la dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai sensi dell’art. 47 DPR 445/2000 (vedi fac simile allegato) e deve contenere l’esatta denominazione dell’ente presso il quale il servizio è stato prestato, profilo, disciplina ed area di appartenenza e tipologia dell’incarico affidato, il tipo di rapporto di lavoro (esclusivo e non esclusivo, fulltime o ad impegno orario ridotto; nel caso di impegno orario ridotto specificare la percentuale di riduzione), il periodo di servizio effettuato, nonché le eventuali interruzioni (aspettativa senza assegni, sospensione cautelare etc.) e quant’altro necessario per valutare il servizio stesso. Inoltre, se il servizio è stato prestato presso il SSN deve essere attestato se ricorrano o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46 del D.P.R. 761/79, in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo, l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio.
Per la valutazione del servizio prestato all’estero o presso organismi internazionali si rimanda alle disposizioni dell’art. 23 del DPR 483/97.
Le pubblicazioni devono essere presentate in copia purché il candidato dichiari che la stessa è conforme all’originale mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’art. 47 del DPR 445/2000 (vedi fac simile allegato).
I documenti e i titoli redatti in lingua straniera, escluse le pubblicazioni, devono essere corredati da una traduzione in lingua italiana, certificata conforme al testo straniero dalle competenti autorità diplomatiche o consolari ovvero da un traduttore ufficiale. In mancanza l’Azienda potrà non procedere alla relativa valutazione.
Si precisa inoltre che la conformità delle copie all’originale può essere dichiarata solo con la dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai sensi dell’art. 47 DPR 445/2000 (vedi fac simile allegato).
IN APPLICAZIONE DELL’ART. 15 DELLA LEGGE 183/2011 NON POTRANNO ESSERE ACCETTATI CERTIFICAZIONI RILASCIATE DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, PERTANTO QUA LO RA IL CANDIDATO PRESENTI TALI CERTIFICATI GLI STESSI NON SARANNO PRESI IN CONSIDERAZIONE.
Le dichiarazioni sostitutive devono contenere espressa assunzione di responsabilità ai sensi del DPR 445/2000 e tutti gli elementi e le informazioni necessarie previste dal titolo cui si riferiscono (vedi fac simile allegato).
La mancanza anche parziale di tali elementi preclude la possibilità di procedere alla relativa valutazione.
Le dichiarazioni sostitutive devono essere presentate unitamente a fotocopia di documento di riconoscimento in corso di validità. La mancanza del documento d’identità preclude la possibilità di procedere alla relativa valutazione.
L’Amministrazione, ai sensi dell’art. 71 del DPR 445/2000, è tenuta ad effettuare idonei controlli, anche a campione, ed in tutti i casi laddove sussistano ragionevoli  dubbi sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive di cui all’art. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000.
Modalità di selezione L’UOC Gestione Risorse Umane provvederà a verificare la sussistenza dei requisiti richiesti per l’ammissione al presente avviso.
L’esclusione dalla procedura di mobilità sarà notificata agli interessati mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento.
Commissione tecnica
La valutazione positiva e comparata delle domande pervenute sarà effettuata da una Commissione Tecnica, nominata con decreto del Direttore della UOC Gestione Risorse Umane.
La Commissione Tecnica procede alla valutazione dei titoli tenuto conto della specificità del posto da ricoprire disponendo, complessivamente, di 100 punti così ripartiti:
- 40 punti per la valutazione dei titoli di carriera, pubblicazioni, titoli accademici, curriculum formativo e professionali.
In analogia con quanto previsto dal D.P.R. 483/97 e s.m.i. i punti di cui sopra sono così suddivisi:
1. titoli di carriera: 20 punti
2. titoli accademici e di studio: 6 punti
3. pubblicazioni e titoli scientifici: 6 punti
4. curriculum formativo e professionale: 8 punti.
Costituiranno titoli preferenziali - desumibili dal curriculum - la consolidata esperienza nell’ambito del settore delle manutenzioni di strutture ed impianti nell’ambito Pubblico ed in particolare del Servizio Sanitario Nazionale, della Prevenzione incendi, della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, delle tecnologie sanitarie e delle tecnologie per il risparmio energetico ed utilizzo di fonti alternative di energia.
- 60 punti eventuale colloquio L’eventuale colloquio tenderà a valutare le conoscenze, le competenze acquisite e le attitudini in relazione al posto da ricoprire, particolare attenzione verrà riservata alla valutazione del grado di motivazione personale, iniziativa e predisposizione al lavoro di gruppo. Ai fini dell’idoneità dovrà essere riportato un punteggio di almeno 42/60 punti.
La convocazione all’eventuale colloquio sarà comuni cata agli interessati a mezzo Posta Elettronica e con avviso pubblicato sul sito internet aziendale almeno dieci giorni prima della data fissata. I candidati che non si presenteranno a sostenere il colloquio nei giorni, nell’ora e nella sede stabilita, saranno considerati rinunciatari alla presente procedura di mobilità, qualunque sia la causa dell’assenza, anche se non dipendente dalla volontà dei singoli candidati.
Al colloquio i candidati dovranno presentarsi muniti di un valido documento d’identità personale Trasferimento
L’accoglimento della domanda di trasferimento avverrà mediante deliberazione di assenso dell’Azienda USL 6 di Livorno sulla base di un motivato giudizio dal quale emerga la maggior rispondenza del candidato prescelto rispetto alle esigenze aziendali.
A norma dell’art. 30 del D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165 il trasferimento per mobilità volontaria determina la cessione del contratto di lavoro.
Il candidato assunto a seguito della presente procedura di mobilità è tenuto a comprovare il possesso dei requisiti richiesti nonché dei titoli prescritti per il profilo professionale ricoperto, fatte salve le disposizioni vigenti in tema di dichiarazioni sostitutive.
La data di decorrenza del trasferimento sarà fissata in accordo con l’Amministrazione di provenienza dell’interessato. Ove non diversamente disposto, la cessio ne del contratto di lavoro avviene senza conservazione del diritto alle ferie eventualmente non godute presso l’Amministrazione di provenienza.
È in ogni modo condizione risolutiva della cessione del contratto, senza obbligo di preavviso, l’intervenuto an nul lamento della procedura di selezione che ne costitui sce il presupposto nonché l’aver ottenuto l’assun zione mediante presentazione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile. Il provvedimento è adottato con delibe razione del Direttore Generale dell’Azienda USL 6.
Graduatoria finale
La Commissione, al termine del colloquio, formula la graduatoria di merito dei candidati.
La graduatoria rimarrà efficace fino alla copertura del posto di cui trattasi.
Trattamento dei dati personali
Ai sensi dell’art. 11 del Decreto Legislativo 30.06.2003, n° 196 , i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso le strutture organizzative di amministrazione del personale dell’Azienda USL 6 di Livorno per le finalità di gestione della selezione e saranno trattati presso una banca dati eventualmente automatizzata anche successivamente all’eventuale instaura zione del rapporto di lavoro, per finalità inerenti la gestione del rapporto medesimo.
Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dalla selezione.
Le medesime informazioni potranno essere comunicate alle amministrazioni pubbliche eventualmente interessate allo svolgimento della selezione o alla posizione giuridico-economica del candidato.
L’interessato gode dei diritti di cui all’art. 7 del citato decreto legislativo, tra i quali il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché alcuni diritti complementari tra cui quello di far rettificare i dati erronei, incompleti  o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché ancora quello di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti dell’Azienda USL 6 di Livorno.
Norme di salvaguardia
Il presente Avviso viene emanato dall’Azienda USL 6 di Livorno quale atto di diritto privato. Nel relativo procedimento l’Azienda sarà quindi vincolata esclusivamente dalle norme del Codice Civile e dalle disposizioni della contrattazione collettiva del Servizio Sanitario Nazionale.
L’Azienda si riserva, a suo insindacabile giudizio, la facoltà di modificare, prorogare, sospendere e revocare il presente Avviso, qualora ricorrano validi motivi, senza che per gli interessati insorga alcuna pretesa o diritto.
Per ulteriori chiarimenti e informazioni gli interessati potranno rivolgersi all’U.O. Gestione Risorse Umane - Ufficio Programmazione e Reperimento Risorse - tel. 0586-223793 - 223773; 223722.
Il presente avviso, nonché il fac-simile di domanda, sono visionabili e direttamente scaricabili dal sito dell’AUSL 6 di Livorno, all’indirizzo Internet: www.usl6.toscana.it - sezione Gare - Bandi - Avvisi a partire dalla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale Regione Toscana.
Il Direttore U.O. Gestione Risorse Umane
Cinzia Porrà