.

Concorso per 1 dirigente ingegnere (puglia) A.U.S.L. BR/1 BRINDISI

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti Formazione di una graduatoria.
Fonte: DIR N. 89 del 04-12-2013
Sintesi: A.U.S.L. BR/1 BRINDISI Concorso (Scad. 18 dicembre 2013) Avviso pubblico per incarichi provvisori di Dirigente Ingegnere. In esecuzione della deliberazione n. 2061 del 18.11.2013 è bandito avviso ...
Ente: A.U.S.L. BR/1 BRINDISI
Regione: PUGLIA
Provincia: BRINDISI
Comune: BRINDISI
Data di pubblicazione 04-12-2013
Data Scadenza bando 18-12-2013
Condividi

A.U.S.L. BR/1 BRINDISI

Concorso (Scad. 18 dicembre 2013)

Avviso pubblico per incarichi provvisori di Dirigente Ingegnere.


In esecuzione della deliberazione n. 2061 del 18.11.2013 è bandito avviso pubblico, per titoli e prova colloquio, per la formazione di graduatoria utilizzabile per il conferimento di incarichi a tempo determinato di:
DIRIGENTE INGEGNERE - AREA GESTIONE TECNICA
Trattamento economico
Il trattamento economico e quello previsto dal vigente C.C.N.L dell’Area della Dirigenza Sanitaria,
Professionale, Tecnica ed Amministrativa.
Requisiti di ammissione
Possono partecipare all’ avviso pubblico coloro che sono in possesso dei seguenti requisiti:
1) Requisiti generali:
a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti. o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione europea;
b) idoneità fisica all’impiego.
2) Requisiti specifici:
a) Diploma di Laurea in Ingegneria Civile o in Ingegneria Edile o in Ingegneria per l’ambiente ed il territorio conseguita ai sensi del vecchio ordinamento universitario o altro Diploma di Laurea equipollente
ovvero
corrispondenti Diplomi di Lauree Specialistiche (ex D.M. n. 509/99) o Diplomi di Lauree Magistrali (ex D.M. n. 270/04) equiparati ai sensi del Decreto 09.07.2009 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca;
b) abilitazione all’esercizio professionale;
c) servizio effettivo da almeno cinque anni, corrispondente alla medesima professionalità relativa al presente avviso, in enti del Servizio sanitario nazionale nella posizione funzionale di settimo e ottavo livello (o categorie attualmente equivalenti), ovvero in qualifiche funzionali di settimo ottavo e nono livello (o categorie attualmente equivalenti) di altre pubbliche amministrazioni. Ai sensi dell’art.26, comma 1, del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modificazioni ed partecipazione all’avviso pubblico è altresì consentita ai candidati in possesso di esperienze lavorative, di durata almeno quinquennale, con rapporto libero-professionale o di attività coordinata e continuativa presso enti o pubbliche amministrazioni, ovvero di attività documentate presso studi professionali privati, società o istituti di ricerca, aventi contenuto analogo a quello previsto per il profilo a selezione;
d) iscrizione all’Albo dell’Ordine Professionale degli Ingegneri, attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di scadenza del bando.
Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo nonché coloro che siano stati dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile. I requisiti per la partecipazione all’avviso devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando per la presentazione delle domande di ammissione.
Modalità di compilazione e termine per la presentazione delle domande.
Per essere ammessi all’avviso pubblico gli interessati devono presentare, entro il ventesimo giorno successivo a quello della data di pubblicazione del presente bando nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, domanda di partecipazione, redatta in carta semplice, indirizzata all’Azienda Sanitaria Locale - Via Napoli, 8 - 72100 Brindisi - Per le domande inoltrate a mezzo del servizio data di spedizione è comprovata dal timbro a data dell’Ufficio postale accettante. Le domande possono essere inviate anche mediante Posta Elettronica Certificata (P.E.C.) all’indirizzo:
Nella domanda gli aspiranti devono indicare:
a) la data, il luogo di nascita e la residenza;
b) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;
c) il comune nelle cui liste elettorali sono iscritti ovvero i motivi della loro non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime
d) le eventuali condanne penali riportate;
e) i titoli di studio posseduti;
f) l’iscrizione all’Albo dell’Ordine professionale degli Ingegneri:
g) la loro posizione nei riguardi degli obblighi militari;
h) i servizi prestati presso pubbliche Amministrazioni e le eventuali cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico impiego;
i) gli eventuali titoli che danno diritto ad usufruire, a parità di punti, di preferenza o precedenza ai sensi dell’art. 5 del D.P.R. 09.05.94 n.487 e successive modificazioni ed integrazioni.
Il candidato deve, inoltre, indicare il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essergli fatta ogni necessaria comunicazione. In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza di cui alla sopraindicata lettera a).
Per le finalità connesse e consequenziali al procedimento di cui candidato deve, altresì, esprimere il proprio consenso al trattamento dei dati personali contenuti nella domanda e nei documenti, ai sensi del D.Lgs. 30.06.2003 n. 196.
Documenti da allegare alla domanda
Alla domanda i candidati devono allegare:
1) idonea certificazione attestante il possesso dei requisiti specifici di cui al sopraindicato punto 2;
2) tutte le certificazioni relative ai titoli che ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito, ivi compreso un curriculum formativo e professionale, datato e firmato.
I titoli devono essere prodotti in originale o in copia legale o autenticata ai sensi di legge. ovvero autocertificati nei casi e nei limiti previsti dalla normativa vigente (D.P.R. 28.11.2000 n. 445). Le pubblicazioni devono essere edite a stampa.
Nella certificazione relativa ai servizi deve essere attestato se ricorrano o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46 del D.P.R. 20.12.1979 n. 761, in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo. l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio;
3) elenco, in carta semplice, dei documenti e dei titoli presentati.
Dichiarazioni sostitutive
Qualora il candidato intenda avvalersi dell’autocertificazione di cui al D.P.R. 445/2000, le dichiarazioni sostitutive di certificazione (art. 46) e le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà (art. 47) devono contenere la clausola specifica che il candidato è consapevole che, in caso di falsità o dichiarazioni mendaci, lo stesso incorre nelle sanzioni penali di cui all’art. 76 D.P.R. 445/2000, oltre alla decadenza dai benefici conseguiti grazie al provvedimento emanato in base alle dichiarazioni non veritiere di cui al precedente art. 75. L’Azienda Sanitaria si riserva la facoltà di verificare la veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese dal candidato, con le modalità e nei termini previsti dalle vigenti disposizioni.
La sottoscrizione delle dichiarazioni sostitutive presentate contestualmente alla domanda o richiamate dalla stessa deve essere accompagnata da fotocopia non autenticata di documento di riconoscimento del sottoscritto. In caso contrario la sottoscrizione deve essere effettuata dall’interessato in presenza del dipendente dell’Area Gestione del Personale dell’ASL addetto a tale compito. Si precisa comunque che in caso di dichiarazione sostitutiva, relativa ai requisiti di ammissione e/o titoli che possono dar luogo anche a valutazione, l’interessato è tenuto a specificare con esattezza tutti gli elementi ed i dati necessari a determinare il possesso dei requisiti e/o la valutabilità della dichiarazione ai fini della graduatoria. La mancanza anche parziale di tali elementi preclude alla possibilità di procedere alla relativa valutazione.
In particolare, per eventuali servizi prestati presso Pubbliche Amministrazioni, l’interessato è tenuto a specificare: esatta denominazione ed indirizzo delle stesse: se trattasi di servizio a tempo indeterminato o determinato o a convenzione con l’indicazione dell’impegno orario: posizione funzionale e disciplina d’inquadramento: se trattasi di rapporto di lavoro a tempo pieno o parziale periodo del servizio con precisazione di eventuali interruzioni del rapporto di impiego e loro motivo, posizione in ordine al disposto di cui all’art. 46 del D.P.R. 761/79. Per l’autenticazione delle copie si richiede quanto previsto dall’art. 18 del D.P.R. 445/2000.
Commissione esaminatrice - valutazione titoli - prova colloquio
Apposita Commissione, nominata dal Direttore Generale. procederà alla selezione dei candidati e alla valutazione dei titoli secondo i criteri di cui al D.P.R. 10.12.1997 n. 483, formulando la relativa graduatoria.
La Commissione esaminatrice dispone complessivamente di 40 punti così ripartiti
- 20 punti per i titoli
- 20 punti per la prova colloquio.
La prova colloquio verterà su argomenti inerenti il profilo a selezione: la data e la sede della prova saranno comunicate ai candidati ammessi almeno 10 giorni prima della data fissata per l’espletamento della prova stessa, mediante lettera raccomandata.
Gli incarichi a tempo determinato saranno conferiti all’occorrenza, in-relazione alle esigenze organizzative e di servizio dell’Azienda, nel rispetto dei limiti di spesa disposti dall’alt 9 della Legge 30.07.2010 n. 122.
La partecipazione all’avviso pubblico implica da parte del concorrente l’accettazione di tutte le disposizioni di legge vigenti in materia.
L’Azienda si riserva la facoltà, per legittimi motivi, di prorogare, sospendere, revocare in tutto o in parte o modificare il presente avviso di bando.
Per quanto non specificatamente espresso nel presente bando, valgono le disposizioni di legge che disciplinano la materia concorsuale, con particolare riferimento al Decreto Leg.vo 30.12.92 n. 502 e successive modificazioni ed integrazioni, al D.P.R. 10.12.97 n. 483, all’art. 1 del C.C.N.L. integrativo dell’Area della dirigenza sanitaria. professionale. tecnica ed amministrativa sottoscritto il 05.08.1997 e all’art. 36 del D.Lgs. 30.03.2001 n. 165 e s.m.i. Per eventuali chiarimenti gli interessati potranno rivolgersi all’Area Gestione del Personale di questa Azienda - Tel. 0831 - 536173/536727
Il Direttore Generale
Dr.ssa Paola Ciannamea