.

Concorso-Mobilità per 1 dirigente ingegnere (puglia) AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DI BARI

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso-Mobilità

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso-Mobilità
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: DIR N. 72 del 16-10-2012
Sintesi: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DI BARI Concorso (Scad. 2 novembre 2012) Avviso di mobilità volontaria regionale per n. 1 Dirigente Ingegnere per U.O. Ingegneria clinica e H.T.A. IL DIRETTORE ...
Ente: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DI BARI
Regione: PUGLIA
Provincia: BARI
Comune: BARI
Data di pubblicazione 19-10-2012
Data Scadenza bando 02-11-2012
Condividi

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DI BARI

Concorso (Scad. 2 novembre 2012)

Avviso di mobilità volontaria regionale per n. 1 Dirigente Ingegnere per U.O. Ingegneria clinica e H.T.A.


IL DIRETTORE GENERALE
In esecuzione della deliberazione n. 1605 del 20/09/2012, indice il presente avviso di mobilità volontaria regionale compartimentale (Aziende ed Enti del SSR), per titoli e prova colloquio, ai sensi dell’art. 20 del CCNL 1998/2001 e dell’art. 22 del CCNL 2002/2005 della Dirigenza S.P.T.A. nonché in ottemperanza del Regolamento Aziendale approvato con delibera n. 2690 del 16/12/2009, finalizzato all’assunzione con contratto di lavoro subordinato, a tempo pieno e indeterminato, di n. 1 Dirigente Ingegnere Biomedico, Elettronico o Meccanico da assegnare alla U.O. di Ingegneria Clinica e H.T.A.
TRATTAMENTO GIURIDICO - ECONOMICO
Il trattamento giuridico ed economico è quello previsto da tutte le disposizioni normative e contrattuali che regolamentano il rapporto di lavoro dei dipendenti delle Aziende del Servizio Sanitario Nazionale.
L’assunzione è intesa a tempo pieno. Il candidato che si trovasse presso l’Amministrazione di provenienza in posizione di part-time potrà sottoscrivere il contratto individuale di lavoro solo per la posizione a tempo pieno (38 ore settimanali).
Ai sensi della L. n° 125/1991 e dell’art. 61 del D. Lgs. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni, è garantita parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso all’impiego e per il trattamento sul luogo di lavoro.
REQUISITI DI PARTECIPAZIONE
Per poter partecipare alla presente procedura di mobilità, i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
- essere dipendenti a tempo indeterminato di Aziende o Enti pubblici del Servizio Sanitario Regionale inquadrati nel profilo professionale di Dirigente Biomedico, Elettronico o Meccanico;
- aver superato il periodo di prova;
- aver la piena idoneità fisica al posto da ricoprire, senza alcuna limitazione, e non aver in pendenza istanze tendenti ad ottenere una idoneità, seppur parziale;
- non avere subito nell’ultimo biennio antecedente alla data di pubblicazione del presente avviso sanzioni disciplinari definitive superiori alla censura scritta.
Tutti i requisiti di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di partecipazione alla presente procedura e devono permanere sino al perfezionamento della cessione del contratto.
La carenza di uno solo dei requisiti stessi comporterà la non ammissione alla procedura di mobilità ovvero, nel caso di carenza riscontrata all’atto del trasferimento, la decadenza dal diritto al trasferimento.
MODALITÀ E TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AMMISSIONE
La domanda di ammissione alla selezione, debitamente sottoscritta e redatta in carta semplice, secondo Io schema allegato “A” al presente avviso, da compilare esclusivamente mediante P.C. o in stampatello, dovrà essere, a pena di esclusione, trasmessa secondo le modalità di seguito indicate:
- inviata mediante raccomandata con ricevuta di ritorno al seguente indirizzo: “AL DIRETTORE GENERALE ASL BA Lungomare Starita, 6 - 70132 BARI (BA)”;
- inviata mediante casella di posta elettronica certificata all’indirizzo: protocollo.asl.bari@pec.rupar.puglia.it (esclusivamente in formato “.pdf”) la cui validità, secondo quanto previsto dall’art. 65 del Codice dell’amministrazione digitale, è riconosciuta:
1. se sottoscritta mediante firma digitale;
2. se l’autore è identificato dal sistema informatico con l’uso della carta d’identità elettronica o della carta nazionale dei servizi;
3. se l’autore è identificato dal sistema informatico attraverso le credenziali di accesso relative all’utenza personale di posta elettronica certificata;
4. Non sarà ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata all’indirizzo di posta elettronica certificata sopra indicato.
entro il termine perentorio del 15 (quindicesimo) giorno successivo a quello della data di pubblicazione del presente bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.
Agli effetti dell’osservanza del termine stabilito per la presentazione delle domande farà fede:
- il timbro dell’Ufficio Postale accettante, per le domande spedite a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno;
- la ricevuta del sistema di posta elettronica certificata per le domande trasmesse da casella di posta certificata.
Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
È esclusa ogni altra forma di presentazione o di trasmissione.
Il Bando verrà pubblicato integralmente sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia e sul sito web aziendale alla voce “Concorsi”.
L’Azienda declina ogni responsabilità per eventuale smarrimento della domanda o dei documenti spediti a mezzo servizio postale, nonché nel caso di irreperibilità presso l’indirizzo comunicato, né per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente, oppure da mancata o tardiva comunicazione della variazione dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, caso fortuito o forza maggiore.
Il termine di presentazione delle domande e dei documenti è perentorio, l’eventuale riserva di invio successivo di documenti o il riferimento a documenti e titoli in possesso della’Amministrazione priva di effetti.
Per finalità di carattere esclusivamente organizzativo, all’esterno della busta utilizzata per l’invio della domanda di partecipazione all’avviso, dovrà essere apposta la dicitura: “Istanza di partecipazione all’avviso di mobilità volontaria per ___________________ (indicare il profilo professionale a cui si intende partecipare).
DOMANDA DI AMMISSIONE
Il candidato redige la domanda sulla base del fac simile allegato al presente bando (allegato “A”).
Nella domanda, il candidato sotto la propria personale responsabilità e consapevole delle sanzioni penali richiamate dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, deve dichiarare:
1) la procedura di mobilità alla quale intende partecipare;
2) il cognome e il nome, il luogo e la data di nascita;
3) il Comune di residenza;
4) la situazione familiare e/o sociale;
5) di possedere la cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani, gli italiani non appartenenti alla repubblica) ovvero la cittadinanza di uno stato membro dell’Unione Europea purché in possesso dei diritti civili e politici negli stati di appartenenza;
6) il Comune o Stato estero di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
7) di volersi avvicinare al proprio coniuge oppure al proprio nucleo familiare;
8) il nominativo dell’Azienda o Ente Pubblico di appartenenza ed il relativo indirizzo della sede legale;
9) la titolarità di un rapporto di lavoro subordinato di pubblico impiego a tempo indeterminato con inquadramento nel profilo professionale di Dirigente Ingegnere Biomedico, Elettronico o Meccanico;
10) l’avvenuto superamento del periodo di prova;
11) il possesso dell’idoneità fisica alla mansione specifica senza alcuna limitazione e/o prescrizione alcuna;
12) di non aver subito sanzioni disciplinari nel corso dell’ultimo biennio antecedente alla data di pubblicazione del presente avviso di mobilità;
13) le eventuali condanne penali riportate (la dichiarazione va resa anche se negativa);
14) di non essere stato valutato negativamente ai sensi della normativa vigente in materia;
15) l’autorizzazione al trattamento manuale/automatizzato dei dati personali ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 196/2003;
16) il domicilio presso il quale deve essere fatta ogni comunicazione; in caso di mancata indicazione vale la residenza indicata. Il candidato assume l’onere di comunicare tempestivamente ogni successivo cambiamento del suddetto domicilio.
La domanda deve essere sottoscritta, pena l’esclusione dalla procedura di mobilità. Tale sottoscrizione, ai sensi della legge n° 127/97, non necessita di autentica.
La presentazione della domanda di partecipazione comporta l’accettazione, senza riserva, di tutte le prescrizioni e precisazioni del presente bando e di tutte le norme in esso richiamate.
La presentazione della domanda implica il consenso del candidato al trattamento dei propri dati personali compresi i dati sensibili nel rispetto di quanto disposto dal D.Lg.vo 196/2003 per lo svolgimento delle procedure selettive.
Le istanze di mobilità già pervenute in Azienda o che perverranno prima della pubblicazione dell’avviso di mobilità sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia non saranno prese in considerazione e saranno archiviate senza alcuna comunicazione agli interessati, in quanto la pubblicazione dell’avviso costituisce a tutti gli effetti notifica agli interessati.
Coloro che avessero già presentato domanda di trasferimento anteriormente alla data di pubblicazione dovranno presentare nuova domanda entro i termini dell’apposito bando di mobilità.
DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA
I candidati devono, a pena di esclusione, allegare alla domanda la seguente documentazione:
1) curriculum formativo e professionale datato e firmato, autocertificato ai sensi dei legge secondo l’allegato modello “B”;
2) copia fronte retro di un documento di identità in corso di validità. La presentazione di un documento scaduto e la mancata presentazione di copia del documento d’identità comporterà l’esclusione del candidato dall’avviso.
3) l’elenco, in carta semplice, dei documenti ed eventuali titoli presentati.
Si ricorda che ai sensi dell’art. 15 della Legge 183 del 12 novembre 2011 e della direttiva del Ministero della Pubblica Amministrazione e della Semplificazione n. 61547 del 22.12.2011, a far data dal 1 gennaio 2012, l’Azienda potrà accettare esclusivamente le dichiarazioni sostitutive rese ai sensi degli art. 46 e 47 del d.p.r. 445/00.
Le certificazioni rilasciate dalla P.A. in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide soltanto nei rapporti fra privati.
Si prega di attenersi scrupolosamente a tali disposizioni nella predisposizione della domanda di partecipazione alla presente procedura.
L’amministrazione a campione, ovvero laddove sussistano ragionevoli dubbi sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni, si riserva di effettuare idonei controlli. Qualora emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il partecipante decadrà dai benefici eventualmente conseguiti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera e sarà segnalato all’autorità giudiziario per dichiarazioni mendace.
VALUTAZIONE DEI TITOLI
Ai fini della puntuale valutazione della situazione familiare, dei titoli di carriera, accademici, di studio nonché quelle che il candidato ritenga opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito ed alla formazione della graduatoria, il candidato deve compilare l’allegato modello curriculum formativo e professionale unito al presente bando fermo restando le seguenti precisazioni.
Con riferimento al servizio prestato, la dichiarazione deve contenere l’esatta denominazione dell’Ente presso il quale il servizio è stato prestato, la qualifica, la tipologia del rapporto di lavoro (tempo indeterminato/determinato, tempo pieno/part-time, convenzione, libero professionale), le date d’inizio e di conclusione del servizio, nonché le eventuali interruzioni (aspettativa senza assegni, sospensioni ecc), e quant’altro necessario per valutare il servizio stesso.
La partecipazione a corsi di formazione o aggiornamento per essere valutati devono essere ECM non inferiori alle 18 ore e/o ai 3 giorni e per ciascun evento deve essere indicato l’Ente, l’argomento, la durata, le ore e i crediti formativi conseguiti.
Le pubblicazioni devono essere allegate in originale ed edite a stampa. Qualora vengano prodotte in copia, il candidato deve dichiarare in calce che ai sensi degli artt. 19 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 la stessa è conforme all’originale.
AMMISSIONE DEI CANDIDATI ALLA PROCEDURA DI MOBILITA’
Alla selezione di mobilità saranno ammessi con riserva tutti coloro che presenteranno domanda di partecipazione senza preventivo accertamento del possesso dei requisiti.
Detto accertamento sarà effettuato all’atto della nomina da parte del competente ufficio. Qualora dall’esame della domanda e della documentazione prodotta si dovesse accertare la carenza dei requisiti per l’ammissione, l’Amministrazione con apposito provvedimento motivato dispone la decadenza dal diritto della nomina.
Non potranno essere accolte, altresì, al momento del predetto accertamento, le istanze di coloro che:
- abbiano subito condanne penali che pregiudichino il rapporto di pubblico impiego.
- siano stati, dichiarati dal collegio medico delle AA.SS.LL. competenti o dal medico competente aziendale, fisicamente non idonei ovvero idonei con prescrizioni particolari alle mansioni del profilo oggetto della mobilita o per i quali, comunque, risultino formalmente delle limitazioni al normale svolgimento delle mansioni proprie del profilo stesso, ne hanno pendenti istanze per il riconoscimento di eventuali inidoneità.
- sono stati valutati negativamente a seguito di verifica dei risultati e delle attività di dirigenti effettuate ai sensi della normativa vigente in materia.
L’insussistenza di tali circostanze deve risultare da attestazione della Amministrazione di appartenenza.
COMMISSIONE ESAMINATRICE
La Commissione esaminatrice viene nominata con apposito provvedimento ad insindacabile giudizio dal Direttore Generale e sarà composta da tre membri, due Componenti fissi ed uno afferente all’Area di destinazione del posto a selezione.
La Commissione è presieduta dal Direttore Amministrativo, ovvero da un Dirigente da lui delegato, quale primo Componente fisso; il secondo componente fisso è il Direttore dell’Area Gestione delle Risorse Umane o Dirigente dell’Area, suo delegato. Il terzo componente è un Direttore di S.C. o Dirigente nello stesso ruolo del profilo a selezione. Le funzioni di Segretario sono svolte da un funzionario dell’U. O. Concorsi e Assunzioni.
VALUTAZIONE DEI CANDIDATI
La Commissione Esaminatrice procederà alla valutazione dei candidati sulla base:
1. prova colloquio;
2. anzianità di servizio, strettamente relativa all’area, al ruolo e alla disciplina o profilo, prestato con rapporto di lavoro a tempo determinato o indeterminato, esclusivamente a rapporti di lavoro dipendente.
3. numero dei figli;
4. avvicinamento al coniuge oppure al proprio nucleo familiare;
5. curriculum professionale.
Per l’assegnazione dei punteggi la Commissione Esaminatrice terrà conto dei seguenti criteri:
a) Anzianità di servizio prestato nella stessa posizione funzionale in Aziende sanitarie e/o ospedaliere:
Per il servizio nel profilo a selezione la Commissione assegnerà al candidato un punto per anno, per massimo dieci punti; con punti 0,080 al mese; trascurando la frazione inferiore ai 15 giorni (ed arrotondandola viceversa);
b) Per i figli, punti 0,100 per ciascun figlio e punteggio di 0,500 nel caso di situazione di handicap dello stesso
c) Per l’avvicinamento, indistintamente al coniuge o al proprio nucleo familiare, punti 0,100, e punti 0,500 nel caso di situazione di handicap del coniuge o di un componete il proprio nucleo familiare;
d) Curriculum per un massimo di 15 punti. Nel curriculum la Commissione assegnerà un punteggio tenendo presente:
- Esperienza professionale;
- Incarichi di responsabilità;
- Soggiorni di studio o di addestramento professionale attinenti la disciplina;
- Attività didattica nella disciplina presso corsi di studio per il conseguimento di diploma universitario di laurea o di specializzazione presso scuole di formazione del personale sanitario con indicazione delle ore annue di insegnamento;
- Partecipazione a corsi di aggiornamento professionale che abbiano finalità di formazione;
- Attività di ricerca;
- Pubblicazioni e produzione scientifica prettamente pertinente al settore su riviste italiane ed estere;
e) Il colloquio è diretto alla valutazione delle capacità tecnico - professionali del candidato. La Commissione, per il colloquio dispone di 30 punti e nel caso di mancato raggiungimento di un punteggio di sufficienza di almeno 21/30, il candidato non sarà dichiarato idoneo;
La Commissione al termine della selezione formula una graduatoria finale di merito.
NOMINA DEL VINCITORE
Il Direttore Generale dell’Azienda provvederà con proprio atto deliberativo - riconosciuta la regolarità degli atti relativi alla procedura concorsuale - all’approvazione della graduatoria ed alla nomina del vincitore.
Il concorrente dichiarato vincitore, ai fini dell’assunzione in servizio, prima della stipula del contratto individuale di lavoro, dovrà:
a) far pervenire dichiarazione attestante non aver subito condanne penali che pregiudichino il rapporto di pubblico impiego e gli eventuali procedimenti penali pendenti;
b) certificazione attestante il possesso della piena idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni proprie della qualifica di appartenenza e di non avere in pendenza istanze tendenti ad ottenere una inidoneità, seppur parziale;
c) rilasciare dichiarazione in ordine alla disponibilità ad assumere servizio presso la sede di assegnazione da parte dell’Amministrazione;
d) certificazione dell’Azienda di provenienza che attesti che il candidato non e’ stato valutato negativamente ai sensi della normativa vigente in materia.
L’immissione in servizio del vincitore resta, comunque, subordinata all’esito della visita medica di idoneità alla specifica mansione da effettuarsi da parte del medico competente di questa ASL.
Al fine di assicurar la stabilità della unità operativa di assegnazione, il dipendente mobilitato non potrà chiedere trasferimento presso altre aziende prima di due anni di servizio effettivo.
NORME FINALI
Per tutto quanto non contemplato dal presente bando, si rinvia alle disposizioni di legge vigenti in, materia di mobilità e di reclutamento a tempo indeterminato di personale
Le istanze di mobilità che sono già pervenute o che perverranno prima della pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia non saranno prese in considerazione e saranno archiviate senza alcuna comunicazione agli interessati, in quanto il presente avviso costituisce a tutti gli effetti notifica nei confronti degli interessati.
Il presente avviso sarà pubblicato integralmente nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia e nel Sito Internet Aziendale, fermo restando che la data di presentazione delle istanze scade il quindicesimo giorno successivo alla data di pubblicazione dell’avviso nel BUR della Regione Puglia.
L’Azienda Sanitaria Locale si riserva la facoltà di modificare, prorogare, sospendere, revocare il presente bando, in relazione a nuove disposizioni di legge o per comprovate ragioni di pubblico interesse senza che i candidati possano sollevare eccezione o vantare diritti di sorta. Il presente Avviso potrà essere sospeso o revocato in caso di comprovate disponibilità in esubero di Dirigenti medici, veterinari o s.p.t.a. della disciplina presso altre ASL della Regione Puglia.
Per eventuali informazioni, gli aspiranti potranno rivolgersi all’Area Gestione delle Risorse Umane - U.O. Concorsi e Assunzioni - settore mobilità, sito in Bari, Lungomare Starita, 6 - tel. 080/5842544.
Ai sensi della legge, 7 agosto 1990, n. 241, il Responsabile del procedimento concorsuale di cui al presente avviso, e il dirigente responsabile della citata Area Gestione Risorse Umane.
Il Direttore Area Gestione Risorse Umane
Francesco Lippolis
Il Direttore Generale ASL BA
Angelo Domenico Colasanto