Concorso per 1 tecnico sanitario di radiologia medica (umbria) AZIENDA USL N. 1 UNITA' SANITARIA LOCALE AZIENDA DELLA REGIONE DELL'UMBRIA CITTA' DI CASTELLO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti Formazione di una graduatoria.
Fonte: DIR N. 38 del 16-05-2012
Sintesi: AZIENDA USL N. 1 UNITA' SANITARIA LOCALE AZIENDA DELLA REGIONE DELL'UMBRIA CITTA' DI CASTELLO Concorso (Scad. 30 maggio 2012) Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la formulazione di una graduatoria per la ...
Ente: AZIENDA USL N. 1 UNITA' SANITARIA LOCALE AZIENDA DELLA REGIONE DELL'UMBRIA CITTA' DI CASTELLO
Regione: UMBRIA
Provincia: PERUGIA
Comune: CITTA' DI CASTELLO
Data di pubblicazione 17-05-2012
Data Scadenza bando 30-05-2012
Condividi

AZIENDA USL N. 1 UNITA' SANITARIA LOCALE AZIENDA DELLA REGIONE DELL'UMBRIA CITTA' DI CASTELLO

Concorso (Scad. 30 maggio 2012)

Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la formulazione di una graduatoria per la stipula di eventuali contratti di lavoro a tempo determinato nel profilo di collaboratore professionale sanitario - tecnico di radiologia medica (cat. D).


Si rende noto che questa USL, intende procedere alla formulazione di una graduatoria per la stipula di eventuali contratti di lavoro a tempo determinato nel profilo di collaboratore professionale sanitario - tecnico di radiologia medica (cat. D).
I requisiti generali di ammissione sono quelli previsti dall’art. 2 del DPR 27 marzo 2001, n. 220.
I requisiti specifici di ammissione sono i seguenti:
— laurea (triennale) di I livello di tecnico di radiologia medica, ovvero diploma universitario di tecnico di radiologia medica, conseguito ai sensi dell’art. 6, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 e successive modificazioni, ovvero i diplomi e attestati conseguiti in base al precedente ordinamento riconosciuti equipollenti, ai sensi delle vigenti disposizioni, al diploma universitario ai fini dell’esercizio dell’attività professionale e dell’accesso ai pubblici uffici.
La graduatoria verrà formulata sulla base di una selezione per titoli e colloquio.
Il colloquio verterà sui seguenti argomenti:
— tecniche di radiologia convenzionale, risonanza magnetica, tomografia computerizzata e mammografia;
— elementi di radioprotezione.
Si comunica che il calendario del colloquio, scaglionato in ordine alfabetico, sarà pubblicato nel sito internet dell’Azienda: www.asl1.umbria.it e che tale pubblicazione deve intendersi come convocazione alla prova.
L’elenco dei concorrenti ammessi alla selezione sarà pubblicato nel medesimo sito.
I concorrenti compresi in tale elenco e che comunque non hanno ricevuto comunicazione scritta di esclusione dalla prova da parte dell’Azienda stessa, dovranno presentarsi il giorno e l’ora stabiliti muniti di un documento valido di riconoscimento.
Per la selezione la commissione ha a disposizione 50 punti così distribuiti:
a) 20 punti per il colloquio;
b) 30 punti per i titoli.
I punti per i titoli sono così distribuiti:
— titoli di carriera (max punti 10):
servizio collab. prof. san. esperto-tecnico di radiologia (cat. DS) punti 1,30 ad anno;
per i servizi prestati fino al 31 agosto 2001:
servizio operat. prof.le sanitario - tecnico di radiologia (cat. C) punti 1,2 ad anno;
servizio coll.re prof.le sanitario - tecnico di radiologia (cat. D) punti 1.3 ad anno;
per i servizi prestati dal 1° settembre 2001:
servizio coll.re prof.le sanitario - tecnico di radiologia (cat. D) punti 1,2 ad anno;
— titoli accademici e di studio (max punti 5):
gli eventuali altri titoli accademici e di studio sono valutati con un punteggio attribuito dalla commissione con motivata valutazione, tenuto conto dell’attinenza dei titoli posseduti con il profilo oggetto dell’avviso;
— pubblicazione e titoli scientifici (max punti 5):
la valutazione delle pubblicazioni sarà effettuata dalla commissione con adeguata motivazione attribuendo un punteggio globale in relazione all’originalità della produzione scientifica, all’importanza delle riviste, alla continuità ed ai contenuti dei singoli lavori stessi con il profilo da conferire, all’eventuale collaborazione di più autori.
I titoli scientifici saranno valutati dalla commissione con motivata relazione tenuto conto dell’attinenza dei titoli posseduti con il profilo professionale da conferire;
— curriculum formativo e professionale (max punti 10):
a) nel curriculum formativo e professionale, sono valutate le attività professionali e studio, formalmente documentate, non riferibili ai titoli già valutati nelle precedenti categorie, idonee ad evidenziare, ulteriormente, il livello di qualificazione professionale acquisito nell’arco dell’intera carriera e specifiche rispetto al profilo da conferire, nonché gli incarichi di insegnamento conferiti da enti pubblici;
b) in tale categoria rientrano anche i corsi di formazione e di aggiornamento prof.le qualificati con riferimento alla durata e alla previsione di esame finale;
c) il punteggio attribuito dalla commissione sarà globale e deve essere adeguatamente motivato, la motivazione deve essere riportata nel verbale dei lavori della commissione.
Oltre a quanto sopra specificato, nella valutazione dei titoli si applicano i criteri generali previsti dagli artt. 11, 20, 21 e 22 del DPR n. 220/01.
La prova selettiva si intende superata qualora il candidato ottenga dall’espletamento della prova teorico-pratica una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 14/20mi.
La valutazione complessiva è determinata sommando il voto conseguito nella valutazione dei titoli a quello riportato nel colloquio.
La graduatoria stilata dalla commissione esaminatrice sarà sottoposta all’approvazione del direttore generale, previa valutazione della legittimità delle procedure della selezione stessa.
Qualora ricorressero le condizioni di necessità, questa Azienda USL si riserva la facoltà di utilizzare la graduatoria formata a seguito del presente avviso, che avrà validità sino al termine di tre anni dalla data di approvazione della graduatoria medesima.
La domanda di partecipazione contenenti le indicazioni di cui all’art. 4 del DPR 220/01, redatte su carta libera, devono essere trasmesse entro il 15° giorno dalla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione.
La domanda e la documentazione ad essa allegata può essere inoltrata a mezzo del servizio pubblico postale al seguente indirizzo: Unità sanitaria locale n. 1 - via Luigi Angelini n. 10 - 06012 Città di Castello (PG).
La domanda e la documentazione ad essa allegata può essere presentata anche all’Ufficio protocollo della USL.
Alla domanda stessa i concorrenti dovranno allegare i documenti comprovanti il possesso dei requisiti specifici previsti dal bando e tutti i titoli che ritengono opportuno presentare agli effetti della valutazione per la formulazione della graduatoria in merito prodotti in originale o in copia legale o autenticata ai sensi di legge ovvero autocertificati nei casi e nei limiti previsti dalla normativa vigente ivi compreso un curriculum formativo e professionale redatto su carta semplice datato e firmato dal concorrente ed un elenco dei documenti presentati datato e firmato.
In base a quanto previsto dall’art. 15 della legge 12 novembre 2011, n. 183 la documentazione relativa a stati, qualità personali e fatti acquisiti presso pubbliche amministrazioni deve obbligatoriamente essere costituita da dichiarazione sostitutiva di certificazione (ai sensi dell’art. 46 DPR 445/2000) o da dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (ai sensi art. 47 DPR 445/2000 citato).
Si fa presente che è facoltà dell’Azienda procedere ad idonei controlli di quanto dichiarato dai concorrenti direttamente presso le relative pubbliche amministrazioni.
Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003, si informa che i dati personali, anche di natura sensibile o giudiziaria, forniti dai candidati per la partecipazione al concorso, saranno trattati esclusivamente per la finalità di gestione del medesimo e per l’eventuale assunzione in servizio ovvero per la gestione del rapporto di lavoro.
L’Amministrazione si riserva la facoltà, per legittimi motivi, di prorogare sospendere, modificare o revocare il presente avviso pubblico.
Per eventuali informazioni rivolgersi all’Area risorse umane - via Luigi Angelini n. 10 - Città di Castello (tel. 0758509567) (internet: www.asl1.umbria.it).
Il direttore generale ANDREA CASCIARI