.

Concorso per 4 personale laureato (puglia) ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO 'SAVERIO DE BELLIS' DI CASTELLANA GROTTE

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Borsa di studio
Posti 4
Fonte: DIR N. 73 del 26-10-2011
Sintesi: ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO 'SAVERIO DE BELLIS' DI CASTELLANA GROTTE Concorso (Scad. 11 novembre 2011) Bando di concorso per Borse di Studio in diversi Settori di ...
Ente: ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO 'SAVERIO DE BELLIS' DI CASTELLANA GROTTE
Regione: PUGLIA
Provincia: BARI
Comune: CASTELLANA GROTTE
Data di pubblicazione 28-10-2011
Data Scadenza bando 11-11-2011
Condividi

ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO 'SAVERIO DE BELLIS' DI CASTELLANA GROTTE

Concorso (Scad. 11 novembre 2011)

Bando di concorso per Borse di Studio in diversi Settori di Ricerca.


L’Ente Ospedaliero Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico “Saverio de Bellis” di Castellana Grotte, nell’ambito e per il raggiungimento dei propri fini istituzionali di ricerca, bandisce pubblico concorso, per titoli ed esame, per l’assegnazione di n.4 Borse di Studio e Ricerca (BSR) a favore di laureati al fine di contribuire con la loro attività di studio allo sviluppo dei progetti di ricerca e consentire loro un periodo di formazione teorico-pratica e di specializzazione nei Settori e per i temi specifici, indicati nell’elenco riportato in calce al presente bando.
Art. 1:
Sono ammessi al concorso solo i candidati che abbiano maturato i requisiti richiesti per l’accesso al bando al momento della scadenza del bando. I requisiti utili per la valutazione di merito indicati nel predetto elenco per ciascun tema specifico, devono essere posseduti al momento della scadenza del bando. E’ consentito partecipare per un solo Settore e tema di ricerca a concorso, pena la non ammissione al concorso;
Art. 2:
I candidati devono presentare domanda, in carta semplice, debitamente datata e firmata,esclusivamente a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, indirizzata all’Amministrazione dell’IRCCS “Saverio de Bellis”- Segreteria Direzione Scientifica - Via Turi n.27 - 70013 CASTELLANA GROTTE (BA),e specificando sulla busta che la contiene che trattasi di “domanda di partecipazione al concorso pubblico per il conferimento di borsa di studio”, entro le ore 12,00 del quindicesimo giorno dalla data di pubblicazione del presente bando di concorso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia. La domanda si considera prodotta in tempo utile se la spedizione a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento è avvenuta entro il termine stabilito, per l’accertamento del termine farà fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante. Il termine stabilito per la presentazione delle domande, documenti e titoli, è perentorio; in nessun caso si terrà conto delle domande, documenti e titoli che comunque e per qualsiasi motivo pervenissero all’Amministrazione dell’IRCCS “Saverio de Bellis”- Segreteria Direzione Scientifica, dopo la scadenza del termine stesso. Ove tale termine dovesse coincidere con un giorno festivo, lo stesso si intende prorogato al giorno immediatamente successivo non festivo.
L’Amministrazione si riserva la facoltà di richiedere agli aspiranti, nei termini e modi che essa riterrà di fissare, quelle eventuali integrazioni, rettifiche o regolarizzazioni di documenti che fossero ritenute legittimamente attuabili e necessarie a giudizio dell’Amministrazione stessa.
Non saranno accettate domande e documentazioni trasmesse a mezzo telefax.
Il candidato, sotto la propria responsabilità, nella domanda, possibilmente dattiloscritta e redatta secondo lo schema esemplificativo allegato, dovrà dichiarare:
• Il luogo, la data di nascita e la residenza,il numero di codice fiscale;
• Il possesso della cittadinanza italiana o di uno degli Stati Membri dell’Unione Europea;
• Il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
• L’immunità da condanne penali o le eventuali condanne penali riportate;
• La posizione nei riguardi degli obblighi militari (per i soli con correnti di sesso maschile);
• I titoli di studio posseduti;
• Eventuali competenze e capacità acquisite, formalmente documentate o autocertificate;
• Conoscenza di almeno una lingua straniera, oltre la lingua italiana;
• Conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse, se richieste esplicitamente nell’ambito del Settore e tema di ricerca a concorso;
Inoltre, nella domanda dovrà indicare:
• il Settore ed il tema di ricerca (indicati nell’elenco riportato in calce al presente avviso) per il quale intende concorrere;
• il recapito cui dovranno essere inviate tutte le comunicazioni relative al concorso, con l’esatta indicazione del c.a.p. e del numero telefonico.
Nella stessa domanda il candidato deve esprimere il consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del D.Lgs. n.196/2003.
A corredo della domanda il candidato dovrà allegare i seguenti documenti nella stessa progressione di seguito riportata:
• Certificato attestante il titolo di studio richiesto, in originale o autocertificato;
• Curriculum formativo e professionale, datato e firmato;
• Tutti quei documenti e titoli scientifici e di carriera che il candidato ritenga utili ai fini del concorso, in originale o autocertificati;
• Elenco dei documenti e titoli presentati.
Tutti i documenti e titoli presentati, esclusi soltanto il predetto curriculum degli studi ed elenco dei documenti e titoli, devono essere prodotti in originale od in copia autenticata o autocertificata ai sensi di legge (artt.46 e 47 D.P.R. 445/2000); i documenti di carriera o di servizio o simili devono essere firmati dall’Organo competente a rilasciarli; le eventuali pubblicazioni devono essere edite a stampa ed essere attinenti o affini alla materia del concorso.Possono tuttavia essere presentate in fotocopia ed autenticate dal candidato, ai sensi dell’art.19 del citato D.P.R. n.445/2000, purchè il medesimo attesti, mediante la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, che le copie dei lavori specificamente richiamati nell’autocertificazione sono conformi all’originale. E’ possibile per il candidato autenticare nello stesso modo la copia di un atto o di un documento conservato o rilasciato da una Pubblica Amministrazione ovvero la copia di titoli di studio o di servizio.
L’Amministrazione, infine, è tenuta ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute e, oltre alla decadenza dell’interessato dai benefici eventualmente conseguiti sulla base di dichiarazione non veritiera, sono applicabili le sanzioni penali previste per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci.
Art. 3
La BSR ha durata di 12 mesi e può essere rinnovata fino ad un massimo di 2 volte, per un totale comunque non superiore ai 36 mesi complessivi salvo il permanere della condizione di idoneità da parte del candidato, ovvero la conformità del candidato ai requisiti del bando, nonché l’attualità del progetto e la disponibilità finanziaria.
Le proposte di rinnovo vanno presentate al Direttore Scientifico un mese prima della scadenza della BSR sotto forma di richiesta congiunta del responsabile Scientifico della Ricerca e del responsabile della Struttura operativa con chiara indicazione dei finanziamenti utilizzabili a supporto di detto rinnovo. La proposta di rinnovo va inoltrata assieme alla relazione scientifica dell’attività svolta, redatta dal borsista e controfirmata dai suddetti Responsabili. Il Direttore Scientifico ne dispone eventuale approvazione, previa verifica del permanere delle condizioni di attualità scientifica e della congruità dei finanziamenti proposti per la copertura del rinnovo della Borsa con il settore di ricerca individuato nel bando iniziale. Negli eventuali rinnovi, pertanto, il compenso potrà essere modificato in rapporto alla disponibilità economica dell’Ente.
Art. 4
La borsa di studio non è cumulabile con altre BSR o assegni di studio o contratti a tempo determinato (art.11 comma 2 D.Lgs 288/03); inoltre, è incompatibile con rapporti di lavoro con Istituzioni pubbliche o private e con Privati il cui orario si sovrapponga a quello concordato per la frequenza della Struttura Operativa presso cui è in atto la BSR.
Inoltre, è incompatibile con contemporanea iscrizione a corsi di laurea che richiedano frequenza obbligatoria.
L’iscrizione a corsi di specializzazione post-laurea è consentita solo nell’ambito di specifiche convenzioni tra CRO ed Università e le frequenze ai corsi dovranno comunque rientrare nei periodi di assenza previsti all’art.8 del presente regolamento.
Il sopravvenire di una delle situazioni di incompatibilità di cui ai precedenti capoversi e/o la chiamata ad ottemperare agli obblighi di leva, comporta l’automatica ed immediata decadenza dal godimento della borsa di studio a decorrere dall’ultimo giorno del mese precedente a quello da cui ha effetto la rinuncia.
Pertanto il borsista è tenuto a comunicare al Responsabile del Settore cui la borsa afferisce, ed alla Direzione Scientifica, con immediatezza, tale sopravvenuta incompatibilità.
Art. 5
La BSR ha inizio, di norma, il primo giorno del mese. Al vincitore verrà inviata comunicazione scritta, indirizzata al recapito indicato nella domanda, nella quale verranno specificati la data di inizio di frequenza e il termine entro il quale il candidato dovrà far pervenire la conferma per iscritto dell’accettazione della Borsa alle condizioni del regolamento vigente.
L’ ammontare della BSR, indicato nel bando di selezione, verrà erogato all’assegnatario in rate mensili posticipate di uguale importo, al netto delle ritenute erariali, dopo aver acquisito il benestare da parte del responsabile scientifico della ricerca.
Il Borsista si impegna a comunicare al Ricercatore Responsabile e alla Direzione Scientifica almeno con 3 settimane di anticipo l’eventuale cessazione volontaria della BSR o altre condizioni che possano pregiudicare il regolare svolgimento delle attività formative previste dalla BSR
In caso di rinuncia alla titolarità della borsa o decadenza della stessa prima del suo completamento, la decadenza dell’assegno decorrerà dall’ultimo giorno del mese precedente a quello da cui ha effetto la rinuncia.
Art. 6
Entro e non oltre 5 giorni lavorativi dalla comunicazione di conferimento, l’assegnatario dovrà far pervenire alla Segreteria della Direzione Scientifica, pena la decadenza, una dichiarazione scritta di accettazione senza riserve (anche via fax) della BSR alle condizioni del regolamento vigente ed in particolare del presente articolo.
Il Borsista è tenuto a frequentare, secondo le modalità stabilite dal responsabile (o dal tutor), la Struttura Operativa alla quale è assegnato per l’espletamento dell’attività di formazione/ricerca nell’ambito del progetto relativo alla BSR.
Inoltre, nella dichiarazione di accettazione, l’assegnatario dovrà dichiarare di essere a conoscenza che il godimento della BSR non dà luogo a rapporto di impiego; non dà diritto ad alcun trattamento previdenziale, né a valutazione ai fini economici e giuridici di carriera, salvo quanto previsto ai fini concorsuali dalla normativa applicata in base all’Atto Aziendale dell’Istituto e che, qualora la sua attività dia luogo anche incidentalmente ad invenzioni o scoperte, i diritti a detta scoperta /invenzione appartengono all’IRCCS “ Saverio de Bellis” di Castellana Grotte, salvo il diritto dell’inventore ad esserne riconosciuto autore.
L’ assegnatario della BSR è tenuto a:
a) iniziare la propria attività presso l’Istituto alla data indicata nella lettera di assegnazione;
b) frequentare con impegno e diligenza e contribuire materialmente ed intellettualmente al conseguimento degli obiettivi del progetto di ricerca oggetto della BSR e alle attività della Struttura Operativa, secondo le indicazioni e sotto la responsabilità del proprio Tutor;
c) partecipare attivamente alle attività di sperimentazione animale, qualora previste;
d) partecipare a seminari e/o corsi formativi specificamente indicati dalla Direzione Scientifica;
e) osservare le norme interne della Struttura Operativa e dell’Istituto ed adottare un abbigliamento e comportamento discreto e rispettoso delle norme igieniche e di sicurezza nonché della peculiarità dell’ambiente in cui opera;
f) rispettare la segnaletica di sicurezza e le norme o procedure impartite o segnalate dal proprio Tutor;
g) relazionare regolarmente al proprio Tutor e al Responsabile della Struttura Operativa sui progressi relativamente al progetto di ricerca cui prende parte;
h) un mese prima della data di scadenza della BSR, il borsista è tenuto a presentare alla Direzione Scientifica una relazione sull’attività svolta nel periodo di formazione, controfirmata dal Responsabile Scientifico della Ricerca e dal Responsabile di Struttura Operativa. In caso di mancata presentazione della relazione finale, non verrà corrisposta l’ultima rata della BSR e il borsista sarà escluso da successive assegnazioni di BSR presso l’Istituto;
i) una volta l’anno il borsista è tenuto a presentare i risultati della propria attività clinico-scientifica durante le “Giornate di Formazione clinico-scientifica” che verranno organizzate con cadenza semestrale dalla Direzione Scientifica; la partecipazione attiva a questi eventi è requisito necessario per l’eventuale rinnovo della BSR.
Il borsista si impegna, inoltre, a:
• mantenere nella più assoluta e completa riservatezza e a trattare come confidenziali tutti i dati e le notizie apprese durante il periodo di BSR e a farne uso esclusivamente nei limiti di tale rapporto, pena la revoca della BSR. Tale obbligo di segretezza resterà in vigore anche dopo la scadenza della BSR.
• Accettare che tutti i dati, i risultati e le invenzioni, siano esse brevettabili o meno, effettuati od ottenuti in esecuzione della BSR, saranno di proprietà esclusiva dell’ Istituto. Resta fermo il diritto del Borsista ad essere ricompensato come coautore in sede di deposito di domanda di brevetto e/o di pubblicazione scientifica qualora egli abbia contribuito intellettualmente in maniera significativa al raggiungimento dei risultati scientifici.
• Non svolgere attività professionale in concorrenza a quella dell’Istituto.
Il Borsista può assentarsi per brevi periodi per esigenze personali, previa comunicazione al Responsabile Scientifico della Ricerca e al Responsabile di Struttura Operativa. Le assenze non dovranno essere di durata tale da pregiudicare la sua formazione e comunque non dovranno ordinariamente protrarsi per un periodo complessivo superiore a 30 giorni nell’arco dell’anno, pena la revoca della Borsa. Eventuali deroghe a questa norma verranno consentite dalla Direzione Scientifica, solo a seguito di richiesta scritta e motivata da parte del Responsabile Scientifica della Ricerca e del responsabile di Struttura operativa. Il Direttore Scientifico, fatte le adeguate valutazioni di opportunità, disporrà in merito.
Al Borsista potrà essere consentita l’assenza per gravidanza per un periodo non superiore a 5 mesi, in analogia a quanto stabilito dalla Legge 1204 del 30.12.1971 e s.m.i., purchè ciò sia compatibile con la durata del progetto di ricerca relativo alla BSR. Durante questo periodo di assenza vi sarà la sospensione del compenso previsto.
Inoltre, in ottemperanza al Dlgs. 81/08 (art.40,comma 1 e art.41, comma 2) i borsisti saranno sottoposti alla visita medica preventiva e visita medica alla cessazione del rapporto di lavoro nei casi previsti dalla normativa vigente.
Le visite mediche succitate, a cura e spese del datore di lavoro, comprendono gli esami clinici e biologiche e indagini diagnostiche mirati al rischio ritenuti necessari dal medico competente.
Il borsista dovrà contrarre adeguata copertura assicurativa per i danni che potessero derivare da infortuni o malattie occorsi o contratte durante o a causa dell’espletamento dell’attività affidatagli.
Art. 7
Il Tutor ha il dovere di predisporre e verificare il permanere delle condizioni atte alla completa formazione del borsista, assicurando adeguato supporto nel percorso formativo dello stesso.
Decadono automaticamente dal godimento della BSR i borsisti che non assolvono agli obblighi connessi alla BSR e cioè quando:
1. non si presentino, salvo giustificato motivo, presso la Struttura Operativa di riferimento, il giorno stabilito per iniziare la propria attività;
2. sia accertata una causa di incompatibilità;
3. si assentino dalla S.O. per varie ragioni per un periodo superiore a 3 settimane consecutive salvo particolari accordi con il Responsabile Scientifico della ricerca e della Struttura operativa;
4. si assentino per un periodo complessivo superiore ai 28 giorni l’anno (salvo deroghe, come da art.8);
5. per qualsiasi ragione, venga meno l’idoneità del candidato all’espletamento delle attività previste nel bando.
La BSR verrà revocata, su richiesta congiunta del responsabile di progetto e del Responsabile della S.O. cui afferisce, nei seguenti casi:
a) per ripetute violazioni degli obblighi di cui al precedente art.8;
b) per insufficiente impegno alle finalità di cui ai precedenti artt.1 e 8;
c) per contegno scorretto nei confronti di colleghi, dipendenti ed utenti.
Nei casi in cui si verifichino le condizioni di decadenza o revoca di una BSR, il Responsabile Scientifico della Ricerca ed il Responsabile di Struttura Operativa comunicheranno tempestivamente tale evenienza alla Direzione Scientifica che provvederà di conseguenza.
Le BSR che risulteranno disponibili per rinuncia o decadenza/revoca dei vincitori potranno essere assegnate intere o per il periodo residuo ai candidati risultati idonei secondo l’ordine di ciascuna graduatoria.
Art. 8
La rispondenza ai requisiti di ammissione al concorso è verificata dalla Commissione Esaminatrice coadiuvata dalla segreteria della Direzione Scientifica.
La Commissione Esaminatrice, formalmente nominata dall’Amministrazione per ogni Settore di Ricerca a concorso contestualmente all’emanazione del bando di concorso, è preposta alla valutazione dei titoli, alla prova di esame ed alla formazione della graduatoria, specifica per ciascun tema a concorso.
Risulta composta dal Direttore Scientifico o suo delegato con funzioni di Presidente, dal Responsabile del progetto di ricerca in questione o suo delegato con funzioni di Componente, da un esperto della materia oggetto del concorso con funzioni di Componente, dal responsabile del procedimento amministrativo con funzioni di Segretario.
Art. 9
La prova d’esame può consistere, a scelta di ciascuna delle Commissioni Esaminatrici Giudicatrici, in una terna di temi o questionari a risposte sintetiche, al fine di accertare il livello di preparazione in relazione alla attività di ricerca prevista dal bando.
Per la valutazione dei titoli e delle prove di esame, non essendo prevista per le borse di studio alcuna disciplina in materia di criteri di valutazione, verrà applicato in via analogica quanto previsto dal DPR 31 dicembre 1997 n.483 “Regolamento recante la disciplina concorsuale per il personale dirigenziale del Servizio sanitario nazionale”, e quanto previsto dal DPR 27 marzo 2001 n.220 “ Regolamento recante disciplina concorsuale del personale non dirigenziale del Servizio sanitario nazionale”.
La valutazione dei titoli sarà effettuata prima della prova d’esame.
La data della prova d’esame verrà comunicata a ciascun aspirante, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, non meno di 15 giorni prima della data di svolgimento.
Per sostenere la prova i candidati dovranno essere muniti di idoneo documento legale di identificazione.
I criteri da adottare sono i seguenti:
Ogni Commissione Giudicatrice dispone di 100 punti così ripartiti:
PER LE LAUREE SPECIALISTICHE
Punti 70 per le prove di esame;
Punti 30 per i titoli;
La prova si intende superata se il candidato ottiene un punteggio di almeno 60/70
TITOLI: 30 PUNTI, COSI’ DISTRIBUITI NELLA TABELLA
A) ACCADEMICI E DI STUDIO: PUNTI 10(i titoli accademici richiesti nel bando per la partecipazione, non sono valutabili)
• altre lauree magistrali oltre quella in possesso per accedere al concorso punti 3,000
• Dottorato punti 3,000
• Specializzazioni punti 1,500
B) CURRICULUM: punti 10
• corsi di aggiornamento nazionali punti 0,020
• esteri punti 0,200
• Stage nazionale punti 0,500 per anno
• Stage internazionale punti 1,000 per anno
• corso perfezionamento o
Master punti 0,500 per anno
• patente europea punti 0,500
• competenza nella conoscenza delle lingue punti 0,500
• borsa di studio in Italia punti 0,500
• borsa di studio estero punti 1,000
• contratti c/o strutture pubbliche nella disciplina a concorso(co.co.co.) punti 1,000 per anno
• contratti o attività c/o strutture private nella disciplina a concorso calcolate il 25% punti 0,250 per anno
• attività c/o strutture pubbliche a part-time calcolate il 50% punti 0,500 per anno
• attività c/o strutture private a part-time calcolate il 50% del part-time pubblico punti 0,125 per anno
• collaborazione a progetto calcolata in ore punti 0,300 per anno
• volontariato punti 0,200 per anno
• attività didattica punti 0,500 per anno
A) servizi di ruolo prestati presso aziende ospedaliere del S.s.n.e servizi equipollenti ai sensi degli artt.22 e 23 del D.P.R. n.483 del 10.12.1997:
• servizio nel livello dirigenziale a concorso
• o livello superiore, nella disciplina
punti 1,000 per anno;
• servizio in altra posizione funzionale nella disciplina a concorso, punti 0,500 per anno;
• servizio nella disciplina affine ovvero in altra disciplina da valutare con i punteggi di cui sopra ridotti rispettivamente del 25 e del 50 per cento;
B) servizio di ruolo presso pubbliche amministrazioni nelle varie qualifiche secondo i rispettivi ordinamenti punti 0,500 per anno.
I servizi di ruolo o a titolo di incarico prestati presso gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico sono aumentati del 20%.In caso di servizi contemporanei è valutato quello più favorevole al candidato.
# Casi in cui la collaborazione è stata di breve durata o di poche ore al giorno per periodi limitati.
C) PUBBLICAZIONI: PUNTI 10
• Lavori in Italia senza I.F. complessivi punti 1,000
• Lavori su riviste con I.F.
da 1 fino a 10 punti 1,500
da 10 fino a 20 punti 2,500
da 20 fino a 30 punti 3,500
da 30 ed oltre punti 10,000
abstracts, nazionali ed esteri punti 0,010
# Casi in cui la collaborazione è stata di breve durata o di poche ore al giorno per periodi limitati.
PER LE LAUREE TRIENNALI:
Punti 70 per le prove di esame;
Punti 30 per i titoli;
La prova si intende superata se il candidato ottiene un punteggio di almeno 60/70
TITOLI: 30 PUNTI, COSI’ DISTRIBUITI NELLA TABELLA
A) ACCADEMICI E DI STUDIO: PUNTI 10(i titoli accademici richiesti nel bando per la partecipazione, non sono valutabili)
• diploma triennale oltre quello in possesso per accedere al concorso punti 3,000
• specializzazioni punti 1,500
B) CURRICULUM: PUNTI 10
• corsi di aggiornamento nazionali punti 0,020
• corsi di aggiornamento esteri punti 0,200
• Stage nazionale punti 0,500 per anno
• Stage internazionale punti 1,000 per anno
• Corso perfezionamento o Master punti 0,500 per anno
• Patente europea punti 0,500
• Competenza nelle lingue punti 0,500
• Borsa di studio in Italia punti 0,500
Borsa di studio all’estero punti 1,000
• Contratti c/o strutture pubbliche nella disciplina a concorso(co.co.co.) punti 1,000 per anno
• Contratti o attività c/o strutture private nella disciplina a concorso calcolati il 25% punti 0,250 per anno
• attività c/o strutture pubbliche a part-time calcolate il 50% punti 0,500 per anno
• attività c/o strutture private a part-time calcolate il 50% del part-time pubblico punti 0,125 per anno
• collaborazione a progetto calcolata in ore punti 0,300 per anno
• volontariato punti 0,200 per anno
A) servizi di ruolo prestati presso aziende ospedaliere del S.s.n.e servizi equipollenti ai sensi degli artt.22 e 23 del D.P.R. n.483 del 10.12.1997:
- servizio nel livello dirigenziale a concorso o livello superiore, nella disciplina punti 1,00 per anno;
- servizio in altra posizione funzionale nella disciplina a concorso, punti 0,50 per anno;
- servizio nella disciplina affine ovvero in altra disciplina da valutare con i punteggi di cui sopra ridotti rispettivamente del 25 e del 50 per cento;
B) servizio di ruolo presso pubbliche amministrazioni nelle varie qualifiche secondo i rispettivi ordinamenti, punti 0,50 per anno.
I servizi di ruolo o a titolo di incarico prestati presso gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico sono aumentati del 20%.
In caso di servizi contemporanei è valutato quello più favorevole al candidato.
# Casi in cui la collaborazione è stata di breve durata o di poche ore al giorno per periodi limitati.
C) PUBBLICAZIONI: PUNTI 10
• Lavori in lingua italiana punti 5,000
• Lavori in lingua straniera punti 7,000
• abstracts punti 1,000
Le selezioni di cui al presente bando possono dare luogo ad una graduatoria qualora i candidati idonei siano in numero superiore al numero di borse di studio bandite:la graduatoria ha validità di anni 1.
Entro tali termini il responsabile della S.O. che ha chiesto l’emissione del bando può quindi chiedere alla Direzione Scientifica, motivandolo, eventuale utilizzo della graduatoria. Ciò è possibile anche utilizzando fondi di ricerca diversi da quelli indicati purchè afferenti al medesimo settore di ricerca indicato nel bando. Il Direttore Scientifico, fatte le opportune verifiche sulla congruità scientifica della richiesta e sulla reale attinenza al settore di ricerca, dispone in merito al suo utilizzo.
In caso di rinnovo l’ammontare del compenso potrà essere modificato in rapporto alla disponibilità economica dell’Ente.
Art. 10
L’Amministrazione si riserva la facoltà di prorogare e riaprire i termini, revocare, sospendere e modificare il presente bando di concorso, qualora a suo insindacabile giudizio ne rilevasse la necessità o l’opportunità, dandone tempestiva comunicazione agli interessati, senza che gli stessi, per questo, possano vantare diritti o pretese di sorta.
Responsabile del procedimento amministrativo è la Dott.ssa Maria Grazia Ferraro, collaboratore amministrativo dell’unità operativa: SEGRETERIA DIREZIONE SCIENTIFICA. Per eventuali chiarimenti, gli interessati potranno rivolgersi presso la SEGRETERIA della DIREZIONE SCIENTIFICA dell’IRCCS “Saverio de Bellis”, Via Turi n.27, 70013 CASTELLANA GROTTE (BA), tel.080-4994181.
Per acquisire copia del bando avviso pubblico i candidati potranno collegarsi al sito Internet dell’Istituto al seguente indirizzo: www.irccsdebellis.it
Il Legale Rappresentante Dott. Giuseppe Liantonio
Il Direttore Amministrativo Dott.Tommaso Stallone
Il Direttore Scientifico Prof. Dott. Antonio Francavilla
ELENCO DELLE BORSE DI STUDIO A CONCORSO:
DIPARTIMENTO DI NUTRIZIONE E BIOLOGIA SPERIMENTALE:
SETTORE DI RICERCA: STABULARIO
TEMA DELLA BORSA: “”Studio della cinetica di produzione della resistenza insulina della proliferazione cellulare, dell’accumulo di prodotti di ossido riduzione e della comparsa di fattori di crescita (ALR, Ciclina-1 etc.)”
Codifica interna n.8- Linea 1: Neoplasie
RICERCATORE RESPONSABILE: PROF. DOTT. ANTONIO FRANCAVILLA- DIRETTORE SCIENTIFICO ENTE
DURATA DELLA BORSA: UN ANNO, EVENTUALMENTE RINNOVABILE
COMPENSO: EURO 18.000,00
TITOLO DI STUDIO RICHIESTO: Laurea Specialistica in scienze biologiche.
REQUISITI UTILI PER LA VALUTAZIONE DI MERITO:
Esperienza di lavoro documentata all’estero per almeno 1(uno)anno, Dottorato di Ricerca
COMMISSIONE ESAMINATRICE:
1) Prof.Dott. Antonio Francavilla Presidente
Direttore Scientifico IRCCS “de Bellis”Castellana Grotte
2) Dott. Aldo Cavallini Componente
Dirigente Biologo IRCCS “de Bellis” - Castellana Grotte - delegato dal Responsabile del progetto di ricerca
3) Dott. Mario Minoia Componente
Dirigente Biolog - Esperto della materia
4) Dr.ssa Maria Grazia Ferraro Segretario
Coll.Amm.vo responsabile del procedimento-
SETTORE DI RICERCA: LABORATORIO DI FARMACOLOGIA SPERIMENTALE
TEMA DELLA BORSA: “Differenze di età e genere nelle risposte muscolari e neuromediate nel colon umano: ruolo degli estrogeni. Studio in vitro”
Codifica interna n.3- Linea 1: Neoplasie
RICERCATRICE RESPONSABILE: DOTT.SSA MARIA ANTONIETTA MASELLI- DIRIGENTE FARMACISTA
DURATA DELLA BORSA: UN ANNO, EVENTUALMENTE RINNOVABILE
COMPENSO: EURO 14.400,00
TITOLO DI STUDIO RICHIESTO:
Diploma Universitario in Tecnico di Laboratorio conseguito ai sensi dell’art.6, comma 3, del D.Lgs. 502/92, e successive modificazioni (Laurea triennale), ovvero i diplomi e attestati conseguiti in base al precedente ordinamento, riconosciuti equipollenti, ai sensi delle vigenti disposizioni, al diploma universitario ai fini dell’esercizio dell’attività professionale e all’accesso ai pubblici uffici.(D.P.R. N.220/01)
REQUISITI UTILI PER LA VALUTAZIONE DI MERITO:
esperienza documentata su tecniche in vitro per lo studio della motilità gastrointestinale
COMMISSIONE ESAMINATRICE:
1) Prof.Dott. Antonio Francavilla Presidente
Direttore Scientifico IRCCS “de Bellis”-Castellana Grotte
2) Dott.ssa Maria Antonietta Maselli Componente
Dirigente Farmacista IRCCS “de Bellis” - Castellana Grotte Responsabile del progetto di ricerca
3) Dott. Giuseppe Riezzo Componente
Dirigente Medico IRCCS “de Bellis”-Castellana Grotte
Esperto della materia
4) Dr.ssa Maria Grazia Ferraro Segretario
Coll.Amm.vo responsabile del procedimento-
SETTORE DI RICERCA: FISIOPATOLOGIA DELLA NUTRIZIONE:
TEMA DELLA BORSA: “ Effetti del lactobacillus reuteri DSM 17938 sulla motilità gastrointestinale in pazienti con stipsi”.
Codifica interna n.22d- Linea 4: Patologie infiammatorie del tubo digerente
RICERCATORE RESPONSABILE: DOTT. GIUSEPPE RIEZZO- DIRIGENTE MEDICO
DURATA DELLA BORSA: UN ANNO, EVENTUALMENTE RINNOVABILE
COMPENSO: EURO 14.400,00
TITOLO DI STUDIO RICHIESTO:
Diploma Universitario in Tecnico di Laboratorio conseguito ai sensi dell’art.6, comma 3, del D.Lgs. 502/92, e successive modificazioni (Laurea triennale), ovvero i diplomi e attestati conseguiti in base al precedente ordinamento, riconosciuti equipollenti, ai sensi delle vigenti disposizioni, al diploma universitario ai fini dell’esercizio dell’attività professionale e all’accesso ai pubblici uffici.(D.P.R. N.220/01)
REQUISITI UTILI PER LA VALUTAZIONE DI MERITO:
Comprovata esperienza nell’esecuzione di progetti di ricerca in campo biochimico/ fisiopatologico.
COMMISSIONE ESAMINATRICE:
1) Prof.Dott. Antonio Francavilla Presidente
Direttore Scientifico IRCCS “de Bellis”-Castellana Grotte
2) Dott.Giuseppe Riezzo Componente
Dirigente Medico IRCCS “de Bellis”-Castellana Grotte Responsabile del progetto di ricerca
3) Dott.ssa Maria Antonietta Maselli
Componente
Dirigente Farmacista IRCCS “de Bellis” - Castellana Grotte Esperta della materia
4) Dr.ssa Maria Grazia Ferraro Segretario
Coll.Amm.vo responsabile del procedimento-
SETTORE DI RICERCA: FISIOPATOLOGIA DELLA NUTRIZIONE:
TEMA DELLA BORSA: “Potenzialità dei cibi funzionali in differenti condizioni di interesse epato-gastroenterologico “.
Codifica interna n.22- Linea 4: Patologie infiammatorie del tubo digerente
RICERCATORE RESPONSABILE: DOTT. FRANCESCO RUSSO- DIRIGENTE MEDICO
DURATA DELLA BORSA: UN ANNO, EVENTUALMENTE RINNOVABILE
COMPENSO: EURO 18.000,00
TITOLO DI STUDIO RICHIESTO: Laurea Quinquennale in Scienze Biologiche (vecchio ordinamento) o equipollente laurea magistrale(nuovo ordinamento) (D.P.R. N.483/97) Specializzazione in patologia clinica o equipollente.
REQUISITI UTILI PER LA VALUTAZIONE DI MERITO:
• Esperienza documentata nel settore delle colture cellulari con particolare riguardo allo studio della proliferazione cellulare e a tecniche di coltura per microrganismi batterici.
• Comprovata esperienza pluriennale nell’esecuzione di progetti di ricerca in campo biochimico/ fisiopatologico (eventualmente corredata da adeguate pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali).
COMMISSIONE ESAMINATRICE:
1) Prof.Dott. Antonio Francavilla Presidente
Direttore Scientifico IRCCS “de Bellis”-Castellana Grotte
2) Dott.Francesco Russo Componente
Dirigente Medico IRCCS “de Bellis”-Castellana Grotte Responsabile del progetto di ricerca
3) Dott.Giuseppe Riezzo Componente
Dirigente Medico IRCCS “de Bellis”-Castellana Grotte Esperto della materia
4) Dr.ssa Maria Grazia Ferraro Segretario
Coll.Amm.vo responsabile del procedimento - D.P.R. 28-12-2000 N.445- TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE E REGOLAMENTARI IN MATERIA DI DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA. (pubblicato nella Gazz.Uff. 20 febbraio 2011, n.42, S.O.)
Articolo 19
MODALITA’ ALTERNATIVE
ALL’AUTENTICAZIONE DI COPIE.
1. La dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà di cui all’art.47 può riguardare anche il fatto che la copia di un atto o di un documento conservato o rilasciato da una pubblica amministrazione, la copia di una pubblicazione ovvero la copia di titoli di studio o di servizio sono conformi all’originale. Tale dichiarazione può altresì riguardare la conformità all’originale della copia dei documenti fiscali che devono essere obbligatoriamente conservati dai privati.
Articolo 38
MODALITA’ DI INVIO
E SOTTOSCRIZIONE DELLE ISTANZE
1. Tutte le istanze e le dichiarazioni da presentare alla pubblica amministrazione o ai gestori o esercenti di pubblici servizi possono essere inviate per fax e via telematica.
2. Le istanze e le dichiarazioni inviate per via telematica sono valide:
a) Se sottoscritte mediante la firma digitale, basata su di un certificato qualificato, rilasciato da un certificatore accreditato, e generata mediante un dispositivo per la creazione di una firma sicura;
b) Ovvero quando l’autore è identificato dal sistema informatico con l’uso della carta d’identità elettronica o della carta nazionale dei servizi.
3. Le istanze e le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà da produrre agli organi della amministrazione pubblica o ai gestori o esercenti di pubblici servizi sono sottoscritte dall’interessato in presenza del dipendente addetto ovvero sottoscritte e presentate unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore. La copia fotostatica del documento è inserita nel fascicolo. Le istanze e la copia fotostatica del documento di identità possono essere inviate per via telematica; nei procedimenti di aggiudicazione di contratti pubblici, detta facoltà è consentita nei limiti stabiliti dal regolamento di cui all’art. 15, comma 2 della legge 15 marzo 1997, n.59
Articolo 46
DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE
DI CERTIFICAZIONI.
1. Sono comprovati con dichiarazioni, anche contestuali all’istanza, sottoscritte dall’interessato e prodotte in sostituzione delle normali certificazioni i seguenti stati, qualità personale e fatti:
a) Data e luogo di nascita;
b) Residenza;
c) Cittadinanza;
d) Godimento dei diritti civili e politici;
e) Stato di celibe, coniugato, vedovo o stato libero;
f) Stato di famiglia;
g) Esistenza in vita;
h) Nascita del figlio, decesso del coniuge, dell’ascendente o discendente;
i) Iscrizione in albi, registri o elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni;
j) Appartenenza a ordini professionali;
k) Titolo di studio,esami sostenuti;
l) Qualifica professionale posseduta, titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica;
m) Situazione reddituale o economica anche ai fini della concessione dei benefici di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali;
n) Assolvimento di specifici obblighi contributivi con l’indicazione dell’ammontare corrisposto;
o) Possesso e numero del codice fiscale, della partita I.V.A. e di qualsiasi dato presente nell’archivio dell’anagrafe tributaria;
p) Stato di disoccupazione;
q) Qualità di pensionato e categoria di pensione;
r) Qualità di studente;
s) Qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore e simili;
t) Iscrizione presso associazioni o formazioni sociali di qualsiasi tipo;
u) Tutte le situazioni relative all’adempimento degli obblighi militari, ivi comprese quelle attestate nel foglio matricolare dello stato di servizio;
v) Di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai seni della vigente normativa;
w) Di non essere a conoscenza di essere sottoposto a pro0cedimenti penali;
x) Qualità di vivenza a carico;
y) Tutti i dati a diretta conoscenza dell’interessato cont3enuti nei registri dello stato civile;
z) Di non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non aver presentato domanda di concordato.
Articolo 47
DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE DELL’ATTO DI NOTORIETA’
1. L’atto di notorietà concernente stati, qualità personali o fatti che siano a diretta conoscenza dell’interessato è sostituito da dichiarazione resa e sottoscritta dal medesimo con la osservanza delle modalità di cui all’art.38.
2. La dichiarazione resa nell’interesse proprio del dichiarante può riguardare anche stati, qualità personali e fatti relativi ad altri soggetti di cui egli abbia diretta conoscenza;
3. Fatte salve le eccezioni espressamente previste per legge, nei rapporti con la pubblica amministrazione e con i concessionari di pubblici servizi, tutti gli stati, le qualità personali e i fatti non espressamente indicati nell’art.46 sono comprovati dall’interessato, lo smarrimento dei documenti medesimi è comprovato da chi ne richiede il duplicato mediante dichiarazione sostitutiva.